Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 22-11-2005, 16.18.42   #1
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
La vostra cineteca ideale

Nel corso degli anni ho alternato periodi di 'full immersion' cinematografica (cineforum, noleggio, registrazione di film dalla tv alle ore più impossibili, ecc.) a periodi di digiuno totale. Ultimamente sono tornato ad interessarmene, e cerco spesso suggerimenti per colmare le mie lacune; non che mi interessi, in fondo, una conoscenza enciclopedica del settore, direi piuttosto che cerco, come tanti, quelle opere che fanno vibrare determinate corde dentro di me. Vi chiedo quindi quali film compongono la vostra cineteca ideale, quali vi abbiano cioè interessato, colpito o divertito maggiormente: potete spaziare in tutti i generi, dalla commedia al drammatico, dal giallo al thriller, dalla fantascienza al film d'animazione, motivando con almeno qualche riga di commento la vostra scelta. Potete compilare una vostra Top Ten, o semplicemente descrivere l'ultimo film che vi sia piaciuto: qualsiasi contributo è ben accetto.
A voi la palla.
ancient is offline  
Vecchio 25-11-2005, 00.07.06   #2
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Sicuramente: Blade Runner... da lacrimoni finali, visionario, speciale, bellissimo, complesso, intenso, musiche fantastiche (Vangelis), fotografia altrettanto, un cult. Il film di fantascienza: purtroppo vi sono diverse versioni e la director's cut è rimasterizzata male; dovrebbe uscire una nuova versione, ma ci sono problemi non so di che tipo.
Mi ha stregato appena l'ho visto: ad ogni visione, comunque, emergono particolari diversi... il regista ha superato se stesso, le scene sono dettagliatissime ed un solo sguardo non riesce a renderne conto.
Blade Runner solleva tante di quelle questione filosofiche che si potrebbe riempire il forum per settimane: il rapporto creatura-creatore, il senso dell'esistenza, la definizione di uomo, il rapporto uomo-macchina ecc... ecc...

Apocalypse now: imperdibile per un cinefilo, veramente incredibile, film fuori dal tempo, onirico, premio oscar (Vittorio Storaro) per la fotografia strameritato... è sicuramente una delle protagoniste del film ed è probabilmente la migliore fotografia che io abbia mai visto; delle musiche non ne parliamo (il top: i Doors) e nemmeno della superlativa interpretazione di Marlon Brando, inimitabile, presenza scenica formidabile; a me sinceramente piace più la versione originale, la director's cut spezza troppo il ritmo finale e colloca eccessivamente il film in un ambito politico, che non gli è proprio, secondo me.
In Apocalypse now l'insieme regia-fotografia-musiche sfiora la perfezione; purtroppo sono veramente pochi i film che possono reggere il confronto.

Posterò qualche altra mini-recensione entusiastica come le precedenti.

nexus6 is offline  
Vecchio 25-11-2005, 11.42.04   #3
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Balla coi lupi: sì vabbè il solito colossal americano…; e no… c'è di più. Tutti gli oscar vinti non sono un caso (regia, fotografia, musiche e non mi ricordo gli altri): gli scenari sconfinati delle praterie incontaminate hanno un forte impatto visivo, accompagnati, come sono, dalla bellissima colonna sonora del film. Esso tratta un tema importante: la progressiva distruzione di un popolo (i Sioux) da parte dei "bianchi", ma lo fa in un modo delicato e non convenzionale; non vi sono grandi battaglie ed il tristissimo epilogo accenna appena all'altrettanto tristissimo destino toccato al popolo del bisonte. Una cosa molto positiva, che secondo me dona spessore al film, è il fatto che Costner (il regista) abbia fatto parlare i Sioux con la loro lingua originale.
Un film dunque triste: vi sono (che io mi ricordi) due scene particolarmente strappalacrime; la prima quando i soldati sparano e uccidono per divertimento il lupo "due calzini" e Dunbar/Costner osserva inerme la triste sorte del suo fidato e discreto compagno. La seconda scena è quella finale nella quale la colonna sonora si mescola con l’urlo commovente e disperato di Vento nei Capelli.
Ah… non ho parlato poi del tema della frontiera! L'avventura, la solitudine, la scoperta di un nuovo popolo, di un nuovo mondo così diverso eppure così attraente…

Il silenzio degli innocenti: cupezza ed un alone di mistero e di pazzia la fanno da padrone; non mi so bene spiegare perché, ma ogni volta che rivedo questo film, mi prende una specie di angoscia, una strana tensione… non so…. saranno le ambientazioni grigie e scarne, saranno i personaggi anch'essi essenziali e fondamentalmente inermi di fronte agli avvenimenti, sarà l'interpretazione della Foster e di Hopkins (da cineteca)… la prima impaurita e tremula come una foglia eppure scaltra e risoluta, il secondo matto da legare, un pazzo scatenato colto (amante dell’arte italiana) altrettanto intelligente ed astuto; sarà il sonoro, che sembra anche lui tremulo ed incerto (voluto o un difetto, non lo so); sarà la fotografia che ha privilegiato colori spenti e sbiaditi, così lontani dai film odierni, tutti scintillanti dove anche il nero ed il grigio paiono brillanti. Insomma in questo film tutto sembra concertare per creare un'atmosfera cupa, essenziale, torbida… in una parola: da vedere.

Ultima modifica di nexus6 : 25-11-2005 alle ore 11.43.56.
nexus6 is offline  
Vecchio 26-11-2005, 22.59.18   #4
Lillà
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-03-2005
Messaggi: 0
Giulietta e Romeo

va beh! il solito film strappalacrime.. ma diretto da un ottimo Franco Zeffirelli..
Musica stupenda, l'ambientazione nel mio Veneto... l'età di Giulietta era circa la mia quando l'ho visto nel lontano 1968
Cosa posso dire di questo film...
Credo che la vicenda non abbia bisogno di presentazione e neppure il suo autore; dico solo che ancora, quando qualche emittente lo trasmette piango!
Ci sono scene nel film che ancora mi fanno rabbrividire...come quella delle mani che si baciano...ve la ricordate?
e la famosa scena del balcone...le mani che ancora non si vogliono lasciare....
...e la loro prima notte d'amore......se penso che era il '68.......che poesia e dolcezza in quei baci!!
non voglio ricordare il finale.....

Ultima modifica di Lillà : 26-11-2005 alle ore 23.08.10.
Lillà is offline  
Vecchio 28-11-2005, 11.19.33   #5
Tatta
Ospite
 
Data registrazione: 18-11-2004
Messaggi: 5
MEMENTO: Stupendo, emozionante, avvincente!
il protagonista è un uomo che in seguito ad un irruzione in casa sua perde allo stesso tempo la moglie e la memoria a breve termine, ma da quel giorno cerca vendetta.
il film è girato in modo un pò strano la storia va avanti, poi torna indietro poi ancora avanti, in bianco e nero, a colori.
E' DAVVERO FANTASTICO.

forse ho fatto un pò un casino per spiegarlo ma è davvero bello, fidatevi.
Tatta is offline  
Vecchio 28-11-2005, 19.36.13   #6
Piccolo Antonio
Ospite abituale
 
L'avatar di Piccolo Antonio
 
Data registrazione: 06-07-2005
Messaggi: 47
QUALCUNO VOLò SUL NIDO DEL CUCULO-meraviglioso nicolson
EYES WIDE SHUT-grande trama con significato nascosto
BASIC-ingarbugliato e con colpi di scena
IL CORVO-mitico film con un brandon lee da oscar(peccato sia morto durante le riprese)
L'UOMO DEL GIORNO DOPO-costner è magnifico
DESPERADO-ottima trama,originale,discreta interpretazione di banderas
ONE HOUR PHOTO-indimenticabile,robin williams sotto altra facca
NIDO DI VESPE-un vero film d'azzione,ambientato tutto in un capannone
UOMO D'ACQUA DOLCE-antonio albanese è insuperabile,ironico 100%
JACKIE BROWN-tarantino è un mito
DARK CITY-assurdo al limite,uno dei migliori film di fantascienza
OVOSODO-un film che ti spiega un po di vita giovanile degli anni 90
ALMOST BLUE-il miglior triller italiano,basato su una storia vera,colonna snora bellissima di un mitico elvis costello
SHAKESPIRE IN LOVE-perfetto,fedele all'originale,romantico
LOST IN TRASLATION-può essere il più bel film mai visto ma se visto in un contesto sbagliato vi può rovinare la giornata
I SETTE SAMURAI-capolavoro di altri tempi,ambientazioni che nel 2006 se le sognano
è GIà IERi-antonio albanese cambia ruolo e ci conduce in un circolo vizzioso di tempo e vicende sempre uguali
AMITIVILLE POSSESSION-uno dei film horror più assurdi della storia del cinema,ispirato da un fatto vero
RADIOFRECCIA-ligabue è un grande anche come regisa,accorsi è un mito di attore
QUEI BRAVI RAGAZZI-martin scorzese mostra per la prima volta un altro aspetto dell'america-italiana
PHILADELPHIA-interessante introspezione di un uomo affetto dall'ads
ARANCIA MECCANICA-kubrik è scoinvolgente
FULL METAL JACKET-idem
QUALCOSA è CAMBIATO-film leggero da vedere con la ragazza-o un giorno di settimana
LA SOTTILE LINEA ROSSA-non si può non vedere,commovente
GILDA-classico con la donna più bella degli anni 40
MI CHIAMO SAM-commovente ottima interpretazione da tutti gli attori
IL FAVOLOSO MONDO DI AMELIE-eccezionale,janet è un regista che merita molto
TORO SCATENATO-robert de niro giovane magro e muscoloso e soprattutto in bianco e nero
I GUERRIERI DELLA NOTTE-un classico con la battaglia fra bande più bella mai realizzata nel cinema(più di arancia meccanica)
THE ELEPHANT MAN-tristissimo,cosa fa la diversità in un uomo all'interno di una meschina società amercana dedita solo all'apparenza
L'ESERCITO DELLLE 12 SCIMMIE-bruce willis è magnifico(nella parte del paranoico ci sta bene)
IL MIGLIO VERDE-commovente,mitico tom hanks(anche in cast way,defoe non è nulla a confronto)
FARENIT 451-classico che secondo me predice un futuro molto vicino
TUTTO SU MIA MADRE-commovente
LA LEGGENDA DEL PIANISTA SULL'OCEANO-eccezionale,ottima scenografia e ottima interpretazione di quasi tutti gli attori
ERA MIO PADRE-tom hanks è molto bravo,ma è da vedere quando non si ha nulla da fare
ROMEO DEVE MORIRE-un bel film d'azzione,violento,da non vedere con la famiglia
TAXI DRIVER-ottimo robert deniro con la cresta alla ultimo dei moicani
C'ERA UNA VOLTA IN AMERICA-un classico che bisogna vedere
LA FINESTRA DIFRONTE-giovanna mezzogiorno è meravigliosa,nonchè bellissima
IL COLLEZIONISTA D'OSSA-ottimo,ma meglio il libbro
LE FATE IGNORANTI-accorsi è discreto,ma molto bella la storia
THE FAMILY MAN-nicolas cage è un fenomeno come sempre(ma meglio in face off e con air)
IL BUONO IL BRUTTO E IL CATTIVO-mitico classico western,da vedere con gli amici il sabato sera
IT-un film horror che se te lo vedi in tenera età ci rimani scioccato,però se te lo vedi da adulto pure(galleggiano,galleggiano tutti,e anche tu galleggerai!!!) da brivido
potrei continuare all'infinito,ci sono film bellissimi che ora manco mi vengono in mente,mi scuso per eventuali errori grammaticali,sono di fretta

p.s. se vedi questi puoi dire di sapere qualcosa di cinema(vero)
Piccolo Antonio is offline  
Vecchio 28-11-2005, 20.45.20   #7
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
L'apice; la vetta; il massimo; l'ineguagliabile; Il migliore; Il Film, è senza ombra di dubbio 2001 odissea nello spazio.

Un film che ad uno sguardo distratto (i più delle persone) pare noioso e privo di significato, ma ad un attento esame è il fulcro supremo, il tutto dell'uomo. Il massimo.

Parla di tutto: La nascita e la fine dell'uomo.

Certe scene per capirle è necessario vederlo più volte.

Non riesco a trattenere le lacrime quando osservo la scena dell'uomo-scimmia di fronte al monolite nero, con il sottofondo la meravigliosa colonna sonora.




Un capolavoro senza tempo.
alessiob is offline  
Vecchio 28-11-2005, 20.47.12   #8
Piccolo Antonio
Ospite abituale
 
L'avatar di Piccolo Antonio
 
Data registrazione: 06-07-2005
Messaggi: 47
quoto in pieno,anche quello è un capolavoro
Piccolo Antonio is offline  
Vecchio 29-11-2005, 10.31.17   #9
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
si parla spesso di 2001 Odissea nello spazio, ma pochino di Solaris (mi riferisco alla versione originale di Tarkosvkij del 1972, non a quella più recente con George Clooney). Che dire? E' un film forse prolisso, datato, a tratti un po' ingenuo, ma con spunti di grande profondità e suggestione. Per chi non l'avesse visto riporto la trama:

"Lo psicologo Kris Kelvin viene incaricato di indagare sugli strani fenomeni che si verificano a bordo della stazione spaziale in orbita intorno a Solaris. Egli trascorre la sua ultima giornata terrestre nella casa di campagna del padre e, prima della partenza, improvvisa davanti ad essa un piccolo falò di vecchi ricordi: appunti, riviste e carte che risalgono al periodo dei suoi studi universitari. Tra questi ricordi c’è anche la fotografia di una giovane donna, che Kelvin porterà con sé nel suo viaggio.

Giunto nell’orbita di Solaris, Kris raggiunge la stazione spaziale, che sembra deserta. Una palla da gioco, che rotola ai suoi piedi, rivela tuttavia la presenza del dottor Snaut. Questi informa Kelvin del fatto che dei tre abitanti della stazione orbitante, Gibarjan, Sartorius e lui, il primo, che era anche il capo della spedizione, si è tolto la vita dopo che strani fenomeni hanno cominciato a manifestarsi.

Una volta sistemato il bagaglio nella sua stanza, Kelvin raggiunge quello che era stato l’alloggio di Gibarjan. Qui rintraccia una videoregistrazione che quest’ultimo aveva realizzato per lui, poco prima di uccidersi. Gibarjan avverte in questo modo l’amico psicologo che se anch’egli sperimenterà gli strani fenomeni che si sono manifestati all’equipaggio della base spaziale, non deve assolutamente pensare di essere pazzo. La causa di quei fenomeni è da rintracciare nel magma di Solaris, che Gibarjan dice di essere d’accordo nel sottoporre a bombardamento radioattivo.

Nel successivo incontro con Sartorius, Kelvin comprende che oltre a loro tre qualcun altro è presente sulla stazione orbitale. Ritornato alla videoregistrazione di Gibarjan, apprende che le misteriose presenze che si aggirano intorno ad essi sono la materializzazione dei fantasmi che abitano nella loro coscienza.
Così, subito dopo, appare al cospetto di Kelvin una giovane donna, che è praticamente la fotocopia di sua moglie Chari, morta suicida dieci anni prima.

Kelvin cerca di sbarazzarsi di quel fantasma ed invita la donna a salire su una navicella spaziale che manderà in orbita. Ustionato dalle fiamme sprigionatesi dal razzo vettore, Kelvin viene medicato da Snaut che ora può finalmente spiegargli la natura degli strani fenomeni che si presentano a bordo della stazione spaziale. I “replicanti” sono comparsi come ospiti un mese prima del suo arrivo, quando i tre scienziati hanno cominciato a bombardare la superficie dell’oceano pensante di Solaris (una sorta di materializzazione dell’inconscio freudiano).

Poco più tardi, Kelvin che credeva di essersi sbarazzato del fantasma di Chari lo vede invece ricomparire nella sua stanza, e a poco a poco se ne innamora. Sartorius, tuttavia, lo avverte: quella non è Chari, è soltanto una “replica”, un corpo che, anziché essere composto da atomi, è costituito da neutrini (di antimateria, quindi), stabilizzati dal campo magnetico di Solaris.
Feritasi gravemente contro una porta metallica, Chari vede appunto le sue ferite rimarginarsi all’istante. L’acido con cui Kelvin brucia poi un campione del suo sangue non produce effetti duraturi, perché il sangue della replicante si rigenera.

Ecco perciò i tre scienziati a confronto col problema di Faust: il problema dell’immortalità.
Per far cessare le apparizioni, Snaut e Sartorius hanno avuto un’idea. Queste vengono estratte dall’oceano di Solaris quando i tre scienziati si addormentano. La soluzione sarebbe quella di trasmettere all’oceano delle radiazioni con l’encefalogramma di Kelvin, durante il suo stato di veglia. E’ l’ultimo tentativo che possono fare, prima di ricorrere al bombardamento di Solaris con le radiazioni dell’"annichilatore" messo a punto da Sartorius, una macchina che sarebbe in grado di distruggere i neutrini del suo magmatico oceano.

Sartorius, Snaut e Kelvin rappresentano tre diversi atteggiamenti “scientifici”. Per Sartorius la “verità” scientifica costituisce un valore assoluto, un “imperativo categorico” indipendente dall’uomo stesso. Diversa è invece la posizione di Snaut che riconosce la necessità dell’indagine scientifica soltanto in relazione ai doveri che la scienza ha verso l’uomo. Distante da entrambi, Kelvin si chiede: “Ma perché andiamo a frugare nell’universo quando non sappiamo niente di noi stessi?” Il suo atteggiamento nei confronti della scienza è critico. Sartorius sostiene che Gibarjan si sarebbe ucciso perché era fondamentalmente un vigliacco, aveva paura… paura della conoscenza. Invece, Kelvin dice che Gibarjan non si è ucciso per paura, ma che si è ucciso per la vergogna: “La vergogna ecco il sentimento che salva l’uomo”, commenta Kelvin.

Alla festa di compleanno di Snaut, nella biblioteca, è presente anche Chari, che protesta nei confronti di Snaut e di Sartorius: il solo che con lei si comporti da essere umano è Kelvin, loro due invece la trattano come una presenza estranea, un nemico, ma lei sta diventando un essere umano, ha una sensibilità, esattamente come loro, e ama e soffre, in quanto è la loro stessa coscienza.
Per amore di Kelvin, la replicante tenta il suicidio, ingerendo dell’ossigeno liquido. Ma poco dopo riprende conoscenza.

Quando l’encefalogramma di Kelvin viene inviato all’oceano di Solaris, questi cade in uno stato di deliquio in cui sogna di incontrare sua madre. Risvegliatosi, apprende infine che Chari ha deciso di sottoporsi all’"annichilatore" di Sartorius e che tutti i replicanti sono spariti. Intanto, nell’oceano di Solaris hanno fatto la propria comparsa alcune isole.

Kelvin è di nuovo sulla terra, vede la casa di suo padre e vi si avvicina. Dalla finestra, scorge la figura dell’anziano genitore e sulla soglia di casa si inginocchia davanti a lui. Così, mentre la cinepresa si allontana man mano, ci accorgiamo che questa scena avviene all’interno di un’isola dell’oceano di Solaris."

[ http://www.activitaly.it/immaginicin...rkovskij_1.htm ]

Ultima modifica di ancient : 29-11-2005 alle ore 10.32.42.
ancient is offline  
Vecchio 29-11-2005, 12.40.11   #10
Sudha
Ospite abituale
 
L'avatar di Sudha
 
Data registrazione: 09-01-2005
Messaggi: 97
La mia lista di film preferiti sarebbe molto più lunga ma comincio da questi :
1) CASABLANCA Mitico
2) AMANTI PERDUTI Miglior film francese di tutti i tempi
3) IL POSTO DELLE FRAGOLE Affascinante
4) PRETTY WOMAN Delizioso
5) A QUALCUNO PIACE CALDO Irresistibile
6) LE INVASIONI BARBARICHE Intelligente
7) LA FORESTA DEI PUGNALI VOLANTI Magico
8) BOWLING A COLUMBINE Rigoroso
9)CACCIA AL LADRO Giallo raffinato
10) IO BALLO DA SOLA Fresco e vitale
11)IO E ANNIE Scoppiettante ma amaro
12) TEMPI MODERNI Grande
Sudha is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it