Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 05-05-2003, 15.30.33   #1
medea
Ospite abituale
 
L'avatar di medea
 
Data registrazione: 19-03-2003
Messaggi: 74
esiste la famiglia?

credo che più si vada avanti e meno siano le persone che credono realmente nella famiglia: so che sono giovane per dirlo... ma le cose che mi circondano mi spaventano molto: ad esempio vedo molte coppie che dopo pochi mesi di matrimonio si lasciano perchè scoprono di essere troppo diversi... oppure persone che fanno figli per mettersi alla prova e poi si lasciano... chi ci rimette in fondo nn sono i genitori ma i bambini che vengono mandato da zii da nonni o vengono lasciati con delle baby-sitter...
come credete che possa crescere un bambino in certe condizioni??? Io mi domando perchè al giorno d'oggi nessuno prenda più niente sul serio... nn voglio generalizzare... e spero che le cose nn peggiorino ma credo che se si vada avanti di questo passo ci saranno sempre più bambini che non avranno il senso della famiglia e quindi sempre meno famiglie... so di essere pessimista... ma nn riesco a vederla diversamente...
e comunque credo che in questo modo si eserciti una violenza catastrofica che provoca ai bambini nn pochi problemi...
voi che ne pensate??
medea is offline  
Vecchio 05-05-2003, 16.20.44   #2
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
Cara Medea,
io penso che credere nella famiglia significhi credere in una sorta di "continuità"(intesa in senso ampio).
Oggi tutto è frantumato,frammentario,consum ato nell'attimo,viviamo come se il mondo da un momento all'altro dovesse esplodere!
Penso che,inevitabilmente,dove non vi sia (più) la capacità di credere nel futuro,e di mettersi responsabilmente "in gioco" per costruire qualcosa destinato a durare nel tempo,tutti gli antichi e consolidati valori (come appunto la famiglia) finiranno per restare parole vuote di significato,reperti archeologici di un'epoca lontanissima.
irene is offline  
Vecchio 05-05-2003, 17.48.43   #3
medea
Ospite abituale
 
L'avatar di medea
 
Data registrazione: 19-03-2003
Messaggi: 74
Il punto è che ormai è poca la gente che crede nella famiglia... più che altro il mondo è pieno di persono che credono di sapere che cos'è la famiglia... e questo è lo sbaglio... prima di sposarsi e di gettare le basi per una famiglia bisogna essere certi di ciò che si fa... ma la gente di oggi ama sperimentare... poi.. se ci rimette qualcuno pazienza.
é questo che non riesco a capire e che mi fa arrabbiare proprio tanto!!!!!
medea is offline  
Vecchio 06-05-2003, 02.24.40   #4
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
Per fortuna le famiglie sono destinate a sparire. I figli non dovrebbero essere cresciuti solo da due persone, le quali impongono i propri schemi mentali. I genitori creano un senso di
possesso basato sul senso di colpa tagliandogli le ali sul nascere.
dovrebbero esserci delle comuni cosicchè i bambini imparino a sta-
re con più persone. La famiglia è la scala più bassa della nazione,
crea senso di appartenenza, e dipendenza. E' un sottile gioco
politico, che permette un condizionamento psicologico che non
percepiamo. Che senso ha appartenere ad una famiglia? Sicurezza? Identità? Ma non siamo tutti figli dell'universo indistin-
tamente? E' bello possedere dei figli, da sicurezza, finta immorta-
lità, possiamo scaricare le nostre emozioni represse su di loro.
Se non siamo in grado di eliminare il nostro dolore, con che responsabilità generiamo un essere umano indifeso? E con che coraggio ce la prenderemmo con lui per qualsiasi motivo, quando
lui neanche ha chiesto di venire al mondo? Sono tutto in grado
di crescere degli individui? o la madre degli imbecilli è sempre incinta?
osho is offline  
Vecchio 06-05-2003, 09.49.10   #5
medea
Ospite abituale
 
L'avatar di medea
 
Data registrazione: 19-03-2003
Messaggi: 74
scusa osho

ma non condivido assolutamente il tuo punto di vista!!!!
-Un bambino di uno o due anni non sa nemmeno che cos'è l'universo!!!!!!!!
-Quelle che tu chiami "comuni" nel mio linguaggio si chiamano asili o scuole elementari... posti dove i bambini imparano a convivere con altri bambini della loro età.
-Inoltre mia madre e mio padre (e tanti altri genitori al mondo) nn hanno mai scaricato le loro emozioni represse su di me.
-Tra l'altro nn credo che sia molta la gente che se la prende col proprio figlio senza motivo!!!!!
- Non credo giusto che le famiglie spariscano e nn credo nemmeno che siano un gioco politico!!!
-Dal mio punto di vista fare un figlio vuol dire consacrare un'amore con una testimonianza tangibile!!
-La famiglia è un bene sacro...e mi spiace per te ma credo che solo chi ha provato un minimo dell'amore che possono darti due persone che si amano fino in fondo possano capire quello che dico.
-Per concludere volevo solo dirti che nn tutti sanno crescere dei figli... ed è per questo che dico che a rimetterci spesso sono i bambini....

Ciao
medea is offline  
Vecchio 06-05-2003, 14.05.05   #6
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
A medea

E' normale quello che pensi, magari avrai dei figli, noi ci identifi-
chiamo con la nostra famiglia, e siamo scossi a sentire certe cose,
è successo anche a me, ma è infantile.
Rifletti bene su quello che ho scritto, senza interpretare, e senza
farti condizionare da stati d'animo.
Ciao.
osho is offline  
Vecchio 06-05-2003, 14.57.52   #7
medea
Ospite abituale
 
L'avatar di medea
 
Data registrazione: 19-03-2003
Messaggi: 74
Cosa vuol dire interpretare... credo che tu nn possa giudicare infantili le idee degli altri... tra l'altro nei miei discorsi nn c'è alcuna influenza... di nessun tipo...
Penso che forse dovresti spiegarti meglio: quello che tu mi hai detto nn mi ha scosso, ha provocato semplicemente una risposta alla tua provocazione. Io nn mi sono mai identificata con la mia famiglia. Sono me stessa, i miei genitori mi hanno sempre lasciato capire le cose da sola... e questo mi ha aiutato a formare la mia personalità.
Forse sei tu che devi riflettere senza lasciarti condizionare!!
Ciao
medea is offline  
Vecchio 06-05-2003, 16.40.56   #8
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
Citazione:
Messaggio originale inviato da medea
Cosa vuol dire interpretare... credo che tu nn possa giudicare infantili le idee degli altri... tra l'altro nei miei discorsi nn c'è alcuna influenza... di nessun tipo...
Penso che forse dovresti spiegarti meglio: quello che tu mi hai detto nn mi ha scosso, ha provocato semplicemente una risposta alla tua provocazione. Io nn mi sono mai identificata con la mia famiglia. Sono me stessa, i miei genitori mi hanno sempre lasciato capire le cose da sola... e questo mi ha aiutato a formare la mia personalità.
Forse sei tu che devi riflettere senza lasciarti condizionare!!
Ciao

Ma, sicuramente mi faccio condizionare, nella definizione "infantile"
ho fatto rientrare anche me stesso. Ti stai difendendo. Da dove
arriva la tua personalità? E' un'entità fittizia, Si crede di essere...
Ma tu chi sei? Sei un puzzle europeo, italiano, marziano o che?
Con cosa sei identificato? Non dico che i tuoi genitori abbiano
scelto le cose per te(scuola, lavoro, compagnie ecc..), ma attra-
verso comportamenti incosci di cui non ce ne accorgiamo, ci influenzano la vita e noi faremo lo stesso con i nostri figli, credendo di fare il loro bene(questo è il male più grave).
Poi dopo dì quello che vuoi, per me non c'è problema.
Se ci va di dormire sui vecchi letti, va bene così, ma resteremo sempre mediocri, e continueremo a lamentarci del fatto che le
famiglie vacillino, meno male....
osho is offline  
Vecchio 06-05-2003, 19.03.06   #9
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
perdonami medea, ma sono convinta che la famiglia sia semplicemente un mezzo per dare sussistenza a due o più persone, un termine che reputo obsoleto e privo di significato. Sono sposata da 10 anni anche se ne ho solo 31, ma l'idea che la mia vita debba essere per forza rinchiusa nelle quattro mura domestiche... mi da i brividi.
I bambini..hehehe... dici? Dici che crescono senza il senso della famiglia?...Io credo di no.. è chiaro che se ci sono problemi in casa, forse, è più utile una separazione piuttosto che continue liti.... ecco perchè sono assolutamente favorevole al divorzio...anzi, potessi tornare indietro eviterei di sposarmi, mi limiterei ad una semplice convivenza.
purtroppo, e lo dico seriamente, ho una mentalità ed un carattere difficile da rinchiudere in gabbia e la famiglia, per come viene concepita dall'opinione comune.... (bigotta e falsa)... è semplicemente una copertura ove nascondere i panni sporchi...

Sono pessimista? Si, forse.... ma preferisco non credere più in certi valori (se di valori si può parlare)...piuttosto che assumere il classico atteggiamento di chi, alla luce del sole, sorride... poi, in casa.... heheheh
deirdre is offline  
Vecchio 06-05-2003, 19.51.56   #10
medea
Ospite abituale
 
L'avatar di medea
 
Data registrazione: 19-03-2003
Messaggi: 74
Non credo che la parola famiglia significhi essere rinchiusa fra le quattro mura domestiche.
Non intendo famiglia come vivere in una casa lavorare pulire etc etc io intendo FAMIGLIA come un nucleo di persone che si vogliono bene, si rispettano. Per ora anche io credo che più che un matrimonio sia necessaria una convivenza (al giorno d'oggi nessuno si conosce mai a fondo), ed è per questo che chiedevo cosa ne pensavano gli altri, avevo bisogno di sentire altre opinioni. NN credo nell'idea che l'opinione comune ha nella famiglia ma credo nella mia IDEA!! per me la famiglia sia che ci sia il matrimonio sia che nn ci sia è molto importante: una famiglia esiste quando c'è AMORE tutto il resto nn conta. Credo che tutto dipenda dal punto di vista con cui si vedono le cose... nn so...
medea is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it