Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 23-03-2008, 10.43.58   #11
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
A me piacerebbe un mondo <dominato> dall'intelligenza
al servizio della pace e della libertà..

Ma si sa.. questo film fa parte dell'archivio sotto sequestro dal Comitato
Universale della Regressione Spirituale Umana conosciuto anche come
"associazione universalculturale sado-maso"

Gyta
gyta is offline  
Vecchio 23-03-2008, 11.14.01   #12
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Citazione da Mary:
E quali sarebbero questi "RUOLI"? No, non credo che ne esistano fisiologicamente e moralmente assegnati a nessuno, escludendo quella della procreazione, dove il maschio e femmina hanno i loro specifici compiti. E quello dell'allattamento è già stata ampiamente modificato visto la grande moda del biberon da alcuni decenni a questa parte.

Carissima Mary, a mio avviso,i ruoli da tè descritti sono dalla natura stati assegnati a tutto il genere animale, esistono però molti altri ruoli assegnati all'uomo ed alla donna tra i quali ci sono quelli di Mamma,di Moglie,di padre e di marito, importantissimi a mio avviso in una società umana dotata di intelletto.Svalorizzando questi,si è arrivati all'odierna distruzione della famiglia con le conseguenze che anche tu con le tue esternazioni annoveri.
Dobbiamo matterci in testa che facciamo parte di una società da secoli costituita e dobbiamo osservarne per quanto possibile le norme, altrimenti continueremo a creare caos avviandoci veremente verso quel baratro di cui tè stessa fai accenno. Ti sembra forse che io stia esagerando?

Da Mary
Ricominciare abbandonando ciò che ci è stato insegnato fino ad oggi e che ha prodotto il male in cui tutti o quasi ci dibattiamo.

Da espert.
Non stiamo ad esagerare,non tutto quello che ci è stato insegnato ha prodotto MALE. Se oggi noi possiamo permetterci di stare quì seduti davanti ad un compiuter,trastullandoci a scambiarci le nostre idee per migliorarci,significa che qualche cosa di buono è stato fatto,non ti pare?
Tutte le rimanenti osservazioni che hai espresso sono da mè pienamente condivise.

Un amichevole saluto espert37
espert37 is offline  
Vecchio 29-03-2008, 14.23.38   #13
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Da Mary
Ricominciare abbandonando ciò che ci è stato insegnato fino ad oggi e che ha prodotto il male in cui tutti o quasi ci dibattiamo.

Da espert.
Non stiamo ad esagerare,non tutto quello che ci è stato insegnato ha prodotto MALE. Se oggi noi possiamo permetterci di stare quì seduti davanti ad un compiuter,trastullandoci a scambiarci le nostre idee per migliorarci,significa che qualche cosa di buono è stato fatto,non ti pare?
Tutte le rimanenti osservazioni che hai espresso sono da mè pienamente condivise.

Un amichevole saluto espert37


La famiglia, che cos'è la famiglia? un piccolo gruppo di individui più o meno apparentati che cercano un rifugio dalla vita e una protezione dalla solitudine.

Se ne è parlato fin troppo.
La famiglia come la si intendeva un tempo con il maschio dominante e le femmine e cuccioli ai suoi ordini non la vedo proprio così esaltante.

Il potere dell'uomo sulla donna sottomessa che la religione tanto osannava non vedo come possa costituire qualcosa da rimpiangere.

I matrimoni combinati dai genitori che tenevano presente sempre il lato economico e sociale e il "valore" della donna non credo sia cosa buona e giusta. Niente altro che un contratto, come comprare casa, o un terreno o dei servizi.

Non ti nascondo che sono contenta che si sia sciolta questa ipocrita formalità.

Ciò non toglie che io sia per una vera famiglia.

E per vera intendo l'unione fra un uomo ed una donna (niente matrimonio) che si amano e nessuno prevale sull'altra. E la convivenza sia davvero una condivisione di vite, un aiuto reciproco, una attenzione, una accoglienza sincera e piena. E i figli ricevano lo stesso trattamento: attenzione, amore, sostegno, ascolto, condivisione.

La famiglia, quella vera, è indivisibile. E non c'è legge umana che possa arricchirla o impoverirla.

I nostri avi hanno fatto qualcosa di buono? sì, certo. Quantomento ci hanno portato sin qui.
Ma è tempo che il diamante venga ripulito dalla sporcizia in cui è stato immerso per troppo tempo.

Non dico che dobbiamo buttare l'acqua sporca con il bambino dentro. Dobbiamo essere capaci di salvare il bambino e ripuliro dallo sporco che gli resta attaccato addosso. Possibilmente senza violenza, con pazienza, amore e attenzione.
Mary is offline  
Vecchio 29-03-2008, 21.52.37   #14
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Citazione da mary:
E per vera intendo l'unione fra un uomo ed una donna (niente matrimonio) che si amano e nessuno prevale sull'altra. E la convivenza sia davvero una condivisione di vite, un aiuto reciproco, una attenzione, una accoglienza sincera e piena. E i figli ricevano lo stesso trattamento: attenzione, amore, sostegno, ascolto, condivisione.

La famiglia, quella vera, è indivisibile. E non c'è legge umana che possa arricchirla o impoverirla.

Carissima Mary, sono quasi le ore 21 e ti confesso che leggendo la tua risposta ho avuto una amena sensazione di tranquilla felicità.Nonostante tu abbia interpretato male quanto da me probabilmente malamente espresso, mi sono accorto che stiamo parlando la stessa lingua. Mi sembra chiaro che io stessi parlando di giusti ruoli per la donna e per l'uomo assegnati dalla natura e non da questa società alquanto corrotta ed insana,quando mai, io ho parlato di matrimonio come istituzione sociale? Se tu provi a rileggere tutto ciò che ho scritto, prenderai atto che come famiglia io intendo un uomo,una donna ed eventuali figli,ma tutti occupanti e svolgenti i ruoli assegnati loro dalla natura,ed il tutto fondato su quel sentimento che si chiama AMORE. Ma purtroppo come anche te condividerai,non tutti la pensano così. La mia insistenza nel cercare in qualsiasi modo una istituzione od una scuola che abbia la possibilità di insegnare e trasmettere questa filosofia,è fondata su questi intenti. Purtroppo per arrivare a questo non possiamo permetterci di abbandonare drasticamente le norme ed i dogmi imposti dalla società di cui bene o male facciamo parte,anche se abbiamo la certezza che in gran numero sono sbagliati.Ma dobbiamo impegnarci ad alzare il livello di istruzione morale e sociale delle masse affinchè tutti questi errori vengano riconosciuti e sistematicamente eliminati.A mio avviso è l'unico metodo per raggiungere qualche risultato.Tanti altri metodi sono miseramente tutti andati incontro al fallimento.Ultimo e chiarissimo esempio è stato lo smembramento della migliore dottrina sociale mai esistita su questo pianeta,"il socialismo" La repubblica socialista sovietica,volendolo adottare, ha commesso l'imperdonabile errore,desiderosa di raggiungere i risultati troppo in fretta non lo ha trasmesso alle menti,affinchè venisse da tutti capito,ma lo ha voluto imporre con la dittatura (Un pò come ha agito la chesa con la sua dottrina) riducendo a zero i valori individuali dell'uomo,ottenendo così i risultati che tutti conosciamo. Non dobbiamo incorrere negli stessi errori.
Ti auguro una buona notte espert37
espert37 is offline  
Vecchio 30-03-2008, 09.52.29   #15
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Citazione da mary:
E per vera intendo l'unione fra un uomo ed una donna (niente matrimonio) che si amano e nessuno prevale sull'altra. E la convivenza sia davvero una condivisione di vite, un aiuto reciproco, una attenzione, una accoglienza sincera e piena. E i figli ricevano lo stesso trattamento: attenzione, amore, sostegno, ascolto, condivisione.

La famiglia, quella vera, è indivisibile. E non c'è legge umana che possa arricchirla o impoverirla.

Carissima Mary, sono quasi le ore 21 e ti confesso che leggendo la tua risposta ho avuto una amena sensazione di tranquilla felicità.Nonostante tu abbia interpretato male quanto da me probabilmente malamente espresso, mi sono accorto che stiamo parlando la stessa lingua. Mi sembra chiaro che io stessi parlando di giusti ruoli per la donna e per l'uomo assegnati dalla natura e non da questa società alquanto corrotta ed insana,quando mai, io ho parlato di matrimonio come istituzione sociale? Se tu provi a rileggere tutto ciò che ho scritto, prenderai atto che come famiglia io intendo un uomo,una donna ed eventuali figli,ma tutti occupanti e svolgenti i ruoli assegnati loro dalla natura,ed il tutto fondato su quel sentimento che si chiama AMORE. Ma purtroppo come anche te condividerai,non tutti la pensano così. La mia insistenza nel cercare in qualsiasi modo una istituzione od una scuola che abbia la possibilità di insegnare e trasmettere questa filosofia,è fondata su questi intenti. Purtroppo per arrivare a questo non possiamo permetterci di abbandonare drasticamente le norme ed i dogmi imposti dalla società di cui bene o male facciamo parte,anche se abbiamo la certezza che in gran numero sono sbagliati.Ma dobbiamo impegnarci ad alzare il livello di istruzione morale e sociale delle masse affinchè tutti questi errori vengano riconosciuti e sistematicamente eliminati.A mio avviso è l'unico metodo per raggiungere qualche risultato.Tanti altri metodi sono miseramente tutti andati incontro al fallimento.Ultimo e chiarissimo esempio è stato lo smembramento della migliore dottrina sociale mai esistita su questo pianeta,"il socialismo" La repubblica socialista sovietica,volendolo adottare, ha commesso l'imperdonabile errore,desiderosa di raggiungere i risultati troppo in fretta non lo ha trasmesso alle menti,affinchè venisse da tutti capito,ma lo ha voluto imporre con la dittatura (Un pò come ha agito la chesa con la sua dottrina) riducendo a zero i valori individuali dell'uomo,ottenendo così i risultati che tutti conosciamo. Non dobbiamo incorrere negli stessi errori.
Ti auguro una buona notte espert37

Ho sorriso anch'io della mia superficialità e irruenza.

Condivido pienamente, totalmente oserei dire svisceratamente.

Il guaio è che quando leggo o ascolto la parola "ruolo" scatta in me un meccanismo di ribellione quasi istintiva. E lo stesso vale per famiglia.
Come per il termine amore, sdrucito, insozzato, svilito, privato totalmente del suo profondo significato, per questo occorrerebbe coniare nuovi termini per intendere gli originari significati ormai difficilmente comunicabili se non con un variegato giro di parole.

Mi domando: e se al socialismo russo, cubano, cinese fosse stata affiancata una donna?

Gesù è stato il primo vero socialista della nostra storia ed è sempre stato circondato da donne che non lo hanno abbandonato neppure sotto la croce.

Ma il socialismo non può in alcun modo nascere dall'alto ma deve mettere radici dal basso. Come può un albero secolare crescere dalla chioma se non ha salde radici?

Le donne, in genere, ma molto in generale, simili ad alberi con radici ben solide e chiome che fluttuano in alto molto in alto.

Io sono una di quelle. Razionalità, realtà ovvero saldi piedi per terra non mi impediscono di spaziare in alto con fantasia, speranze, illusioni, visioni.

Se mi dicessero che tutto il parlamento sarà composto da sole donne mi sentirei percorrere da un brivido di orrore. Le donne hanno bisogno degli uomini e gli uomini delle donne con le diverse potenzialità.

Mi piace sempre richiamare alla mente "aiutati che Dio t'aiuta"

Sono le pietre che stanno più in basso a reggere quelle che stanno più in alto.

Così vedo la sola possibilità di rinnovamento in uomini e donne che che si trovano a valle e possono scuotere le fondamenta di tutto ciò che sta sopra.

Si può innestare un albero in più varietà di piante ma l'alimento arriva sempre dalle radici.

A volte penso che le donne diventino stupide e superficiali per lasciare campo libero agli uomini e non rischiare nulla.

Buona domenica
mary
Mary is offline  
Vecchio 30-03-2008, 20.48.19   #16
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Carissima mary, non prendiamocela ne con gli uomini ne con le donne,ma con l'ignoranza imperante nella società moderna,e cerchiamo di darci un ausilio per combatterla.solo così se ne otterranno dei risultati.
Ciao espert37
espert37 is offline  
Vecchio 05-04-2008, 18.40.48   #17
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Carissima mary, non prendiamocela ne con gli uomini ne con le donne,ma con l'ignoranza imperante nella società moderna,e cerchiamo di darci un ausilio per combatterla.solo così se ne otterranno dei risultati.
Ciao espert37

condivido pienamente.

E l'ignoranza si può combattere solo con la conoscenza. E la migliore è quella che nasce dalla nostra esperienza, ricerca, riflessione. E una volta raccolto il frutto condividerlo con gli altri.

buona domenica
mary
Mary is offline  
Vecchio 06-04-2008, 14.50.20   #18
ilcantodelgrillo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-10-2005
Messaggi: 54
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Signora Mary.
non per niente Lei si chiama Mery ... Maria .. in aramaico Donna.
L'uomo senza donna e la donna senza l'uomo nec esset... sentiranno xsempre la loro insufficienza e la necessità di essere come " con essere".
Da soli sentono l'insufficienza della incompletezza perchè il Creatore Uomo e Donna ,maschio e femmina li creò.
Non sono antagonisti, ma complementari affinchè in duo ...UNO.
Una catena indissolubile dall'unione dell'uomo e della donna nasce un "unico" che è uomo e donna e cosi' continua la vita.
Ho scritto poche frasi ch'Ella sicuramente intenderà come un iniero trattato. Basta poco per capirsi .... bastano le "affinità elettive" . Credo.
Cordialità
ilcantodelgrillo is offline  
Vecchio 07-04-2008, 22.26.03   #19
Sùmina
Ospite abituale
 
L'avatar di Sùmina
 
Data registrazione: 23-05-2006
Messaggi: 143
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Citazione:
Originalmente inviato da misterxy
che sarebbe poi stato sconfitto nel corso della storia a prezzo di una dura lotta tra matriarcato e patriarcato.

Errato.
A me risulta che la Storia sia iniziato col patriarcato.
Il matriarcato è datato ad un periodo che arriva al massimo intorno all' 8.000/5.000 a.c., quindi ancora nella preistoria, e la cui fine (e l'inizio del patriarcato) coincide stranamente con l'inizio della storia, ovvero della scrittura, delle società complesse (civiltà), delle prime invenzioni (la ruota) e tutte le conquiste successive che rendono la scimmia umana, la specie sapiens.

Quindi, il matriarcato è preistoria (neolitico) e il patriarcato è la storia, ragione per cui, non può esserci stato nessuno scontro tra i due "sistemi" nel corso della storia, dato che il primo si colloca al di fuori.....

La storia siamo noi, i maschi.





Sùmina is offline  
Vecchio 07-04-2008, 23.00.10   #20
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: GINARCHIA: alle donne piacerebbe?

Citazione:
Originalmente inviato da ilcantodelgrillo
Signora Mary.
non per niente Lei si chiama Mery ... Maria .. in aramaico Donna.
L'uomo senza donna e la donna senza l'uomo nec esset... sentiranno xsempre la loro insufficienza e la necessità di essere come " con essere".
Da soli sentono l'insufficienza della incompletezza perchè il Creatore Uomo e Donna ,maschio e femmina li creò.
Non sono antagonisti, ma complementari affinchè in duo ...UNO.
Una catena indissolubile dall'unione dell'uomo e della donna nasce un "unico" che è uomo e donna e cosi' continua la vita.
Ho scritto poche frasi ch'Ella sicuramente intenderà come un iniero trattato. Basta poco per capirsi .... bastano le "affinità elettive" . Credo.
Cordialità

Sì, basta poco per capirsi.

Poche frasi ma che colgono il senso che mille trattati non farebbero meglio.

Per l'appunto il mio nome è Maria, mia madre amava questo nome ed anch'io.

Nel nostro nome si nasconde il nostro destino, ma questo è un altro discorso..

Credo che la donna, dotata di grandi capacità di autonomia, oggi più facilmente che in passato, in verità aneli a diventare una sola cosa con l'uomo. E non parlo di un mero rapporto sessuale.
Parlo di unione con l'anima e la mente.

La donna, e parlo sempre in generale, ha capacità che derivano dal compito di allevare la prole e che comportano una più naturale capacità di condivizione, comunicazione, empatia e non credo amerebbe diventare una regina senza il proprio re.

Un caro saluto
mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it