Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 24-11-2004, 15.35.45   #1
giovanni
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-08-2004
Messaggi: 464
cultura: cos'è, a cosa serve e come si può promuovere

In tempi in cui gli spettatori di qualsiasi programma tv restano a bocca aperte non appene un ospite dimostri di saper sommare 2+2, credo sia doveroso riconsiderare il livello ed il percorso culturale nel nostro Paese.
Possibile che ci si stia rimbecillendo?
Possibile che la cultura non abbia più appeal?
Possibile che non si riesca a stimolare interesse in merito?
Vorrei approfittare della qualificata platea di questo forum per raccogliere le Vostre opinioni in merito, ma soprattutto per scoprire insieme cosa può essere fatto per rendere alla cultura il posto che si merita in ogni società desiderosa di superare i suoi problemi e rivolta al futuro.
giovanni is offline  
Vecchio 24-11-2004, 15.49.56   #2
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Re: cultura: cos'è, a cosa serve e come si può promuovere

Citazione:
Messaggio originale inviato da giovanni
In tempi in cui gli spettatori di qualsiasi programma tv restano a bocca aperte non appene un ospite dimostri di saper sommare 2+2, credo sia doveroso riconsiderare il livello ed il percorso culturale nel nostro Paese.
Possibile che ci si stia rimbecillendo?
Possibile che la cultura non abbia più appeal?
Possibile che non si riesca a stimolare interesse in merito?
Vorrei approfittare della qualificata platea di questo forum per raccogliere le Vostre opinioni in merito, ma soprattutto per scoprire insieme cosa può essere fatto per rendere alla cultura il posto che si merita in ogni società desiderosa di superare i suoi problemi e rivolta al futuro.

Ci vogliono persone valide, che non pensino solo ai soldi e al successo e a rimbecillire ulteriormente le masse, già così poco evolute, e poco spirituali.

Queste persone dovrebbero stare e sedere un pò dappertutto, compresi tutti i posti dirigenziali di tute le principali TV, fino ad arrivare a tutto il resto.

Difficile eh?

Ma con il tempo, le cose cambiano sempre, vedremo!

Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 24-11-2004, 17.54.23   #3
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Intanto io chiarirei il significato ed il ruolo della cultura, perché in questo mondo tremendamente duale, il colto può assumere tanto la parvenza del sapiente (leggi saggio), quanto quella del saccente (leggi presuntuoso) e credo sia importante ribadire che la cultura dovrebbe produrre tanti dei primi e pochi dei secondi.
A meno che non si voglia dire che abbiamo bisogno più di presunzione che di saggezza, cosa che non escluderei di vedere scritta, visto che ormai c’è una tale spinta al relativismo che non è più sicuro nemmeno che i gravi cadono dall’altro verso il basso. Ovviamente non è il mio pensiero, perché, sono si un convinto nemico degli “assoluti”, ma continuo a constatare che i gravi cadono verso il basso ed a credere che la saggezza sia meglio della supponenza.

Siccome ho scagliato il sasso non nascondo la mano e parto per primo a dare la mia definizione di cultura, (poi questa sera, a casa, guarderò anche sul Devoto Oli). Il primo pensiero che mi viene in mente è che la cultura sia assorbimento di nozioni, quindi tanto più valida, quanto più il nostro patrimonio di informazioni sulla vita che ci circonda è vasto. Un uomo di cultura è un uomo che conosce molto e che si mantiene aggiornato, insomma un uomo di grande sapere e conoscenza.
Parrebbero essere così, ma non credo che la vastità basti da sola a dare alla cultura il giusto riconoscimento. Il termine deve avere un’accezione più profonda e provo a formularla. In fondo l’uomo di cultura, nei secoli, è colui che, usando il suo sapere, è riuscito ad estrapolare delle sintesi che hanno fatto evolvere la cultura stessa, rendendone possibile l’adattamento alle mutate condizioni sociali che si sviluppavano di volta in volta. In questo senso non è più la quantità delle nozioni bensì, la qualità delle nozioni che produce una cultura adatta a generare se stessa. Qualche cosa di sempre in movimento capace di fare da ammortizzatore alle mutate condizioni di vita.
Il temporaneo, (mi auguro che sia temporaneo), inceppamento che oggi sembra avere la cultura, risiede proprio nella sua incapacità di evolvere alla stessa velocità con cui il progresso e la tecnologia fanno mutare le condizioni di vita. Vista la sua incapacità di assolvere al suo scopo, la cultura “sbraga” e partorisce figli come - il grande fratello - o - l’isola dei famosi - in un ciclo vizioso dove bruttura genera bruttura. Per trasformare il ciclo vizioso, in ciclo virtuoso occorre un fattore alchemico che rimetta in moto la qualità e quel fattore può solo essere l’intelligenza.
VanLag is offline  
Vecchio 24-11-2004, 18.53.25   #4
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
cultura: cos'è, a cosa serve e come si può promuovere

In realtà proponi tre quesiti ugualmente difficili ed impegnativi a cui tenterò di rispondere;
iniziando dall'ultimo suggerirei un comportamento alternativo a tutto quello che i massmedia ci propongono e che ci spacciano per esistenzialmente importante (successo .......) a scapito degli altri.
Quella vera aiuta sicuramente ad avere rapporti ineterpersonali basati sul rispetto e sulla fiducia del prossimo.
per il primo(cos'è) mi diviene più difficile rispondere c'è quella definita (una volta) borghese che ci permette di far mostra delle nostre conoscenze di esprmerci in maniera forbita con il perocolo di ricadere in quella da cui dovremmo rifuggere, l'altra è fatta di buone letture (prezzi permettendo) di tempo di dialogo con il prossimo (sempre troppo poco) e di una apertura mentale che si ottiene perseguendo il primo a cui ho risposto.
Per Kannon lascia perdere la poco evoluzione e spiritualità delle masse perchè quando prendi la metropolitana anche tu ne sei parte integrante
fallible is offline  
Vecchio 25-11-2004, 10.36.39   #5
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da fallible


Per Kannon lascia perdere la poco evoluzione e spiritualità delle masse perchè quando prendi la metropolitana anche tu ne sei parte integrante


E' difficile che io lasci perdere qualcosa, visto che, da buon "scienziato", sono abituato a osservare tutto, dal singolo, alle masse. E le masse, sono manipolabilissime, ci sono svariato studi a riguardo. Ma sono tanto più manipolabili quanto il loro livello "medio" di profondità (termine che per me comprende una serie enorme di cose) è evoluto. Mi dispiace constatare, che la popolazione umana, oggi, ha un livello medio molto basso. Basta osservare che cosa sono le cose che maggiormente oggi la gente ricerca, compra, e persegue. Come l'arricchimento personale, il conseguimento di poteri, il diventare famosi, e se vuoi continuo.

Questo che ti fa pensare? Ad un livello evolutivo alto?
Kannon is offline  
Vecchio 25-11-2004, 11.21.38   #6
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
sai Van Lag credo che con cultura si intenda si la conoscenza, ma non solo la conoscenza accademica che porta alla supponenza.
Secondo me insito nel termine dovrebbe anche essere racchiusa la capacità di trarre da questa conoscenza la capacità di farla evolvere ed anche adattare alle situazioni e alle circostanze.
Di riuscire ad avere regole ed insieme la capacità di camminare al di fuori di queste per trovarne di nuove più adeguate al momento.
E' riduttivo per la cultura ridurla al nozionismo.

Non so se però questa è un'idea che mi sono creata io nella mia testa e se la parola 'cultura' in italiano intenda solo la parte nozionistica.

Per questo ti sarei grata se tu volessi condividere con noi ciò che troverai sul Devoto Oli
rodi is offline  
Vecchio 25-11-2004, 11.24.36   #7
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da fallible

... quando prendi la metropolitana anche tu ne sei parte integrante

parliamo del tutto e ci dimentichiamo spesso di farne parte integrante...
non di essere un gradino sopra...
bella questa immagine della metro
se non siamo dentro il mondo e con il mondo
non possiamo certo pretendere da noi stessi di provare a capirlo
rodi is offline  
Vecchio 25-11-2004, 11.28.45   #8
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da rodi
parliamo del tutto e ci dimentichiamo spesso di farne parte integrante...
non di essere un gradino sopra...
bella questa immagine della metro
se non siamo dentro il mondo e con il mondo
non possiamo certo pretendere da noi stessi di provare a capirlo

Bene. Adesso che avete osservato che bisogna stare dentro il mondo, provate ad osservarlo da fuori, il mondo.

Perchè il mondo può essere osservato da fuori, pur essendoci dentro, lo sapevate?

Ciao.

p.s. io la metropolitana, la prendo tutti i giorni.
Kannon is offline  
Vecchio 25-11-2004, 11.37.40   #9
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Bene. Adesso che avete osservato che bisogna stare dentro il mondo, provate ad osservarlo da fuori, il mondo.

Perchè il mondo può essere osservato da fuori, pur essendoci dentro, lo sapevate?

Ciao.

p.s. io la metropolitana, la prendo tutti i giorni.

siamo su un forum...
si parla con tutti contemporaneamente, a meno che non venga specificato il contrario...
non prendere tutte le risposte come un'accusa diretta a te...
rodi is offline  
Vecchio 25-11-2004, 11.40.47   #10
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da rodi
siamo su un forum...
si parla con tutti contemporaneamente, a meno che non venga specificato il contrario...
non prendere tutte le risposte come un'accusa diretta a te...

Assolutamente no!

Non mi cambierebbe posizione, di un solo capello.

Ciao.


p.s. sono da più di 6000 anni ormai, che prendo la metropolitana, in questa umanità, anche se è stata inventata "da poco".

Ultima modifica di Kannon : 25-11-2004 alle ore 11.43.18.
Kannon is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it