Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 01-02-2005, 12.17.57   #1
AM3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-12-2004
Messaggi: 75
L'Iraq dopo le elezioni

Cosa succederà adesso in Iraq?.
Ora che finalmente le elezioni si sono svolte a mio avviso si presentano alle porte due eventuali rischi da considerare molto bene .
Per primo bisogna stare attenti alla maggioranza sciita , non solo finalmente libera ed indipendente , ma capeggiata anche da un leader religios di notevole peso specifico : Sistani .
Quest'uomo astuto e profondo conoscitore della vita irachena , a mio avviso vorrebbe finalmente realizzare un secondo stato islamico teocratico fondamentalista come quello dell'Iran , a stampo solamente sciita .
Ed inoltre come la mettiamo con i curdi ?.
La loro storia ormai è nota a tutti e sicuramente dopo le elezioni proveranno a ricostruire quello stato curdo ( il Kurdistan ) che era stato smantellato e diviso fra vari stati , molti anni or sono .
Come la vedete la situazioni di queste due fazioni , sicuramente non di secondo piano ?.
La mia paura è una sola , che le eventuali evoluzioni della situazione vengano zittiti dalla stampa e dalle tv , privandoci così della vera realtà delle cose .

Saluti
Alessio
AM3 is offline  
Vecchio 01-02-2005, 15.29.33   #2
dani62
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 26-11-2004
Messaggi: 245
Alessio, la mia paura è di non conoscere mai la verità, di no avere strumenti adatti a una valutazione personale e oggettiva.
Aiutiamoci a conoscere i fatti anche con questo forum.
Non credo a televisione e giornali.
Ho bisogno di referenti.
dani62 is offline  
Vecchio 01-02-2005, 16.45.23   #3
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Non credo che per il momento potrà esserci una vera democrazia. Non è possibile. La democrazia non la si offre come gentile dono del più forte.
E' una cultura che non si impone con le armi.
La democrazia può nascere dalla rivolta di un popolo non da un tizio che ti entra in casa e dice: ora siete liberi di fare come dico io.

Forse, fra molti molti anni il popolo sarà in grado di autodeterminarsi, se lo lasceranno in pace. Ci credo poco.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 01-02-2005, 18.11.31   #4
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
democratiche

Tutti i telegiornali ci hanno fatto vedere come si sono svolte queste elezioni "democratiche" città deserte e presidiate dai vari eserciti cittadini accompagnati a votare per pericolo di vita....... poveri loro, i Signori della guerra non hanno ancora finito di spolparsi l'osso poi l'Iraq finirà nel dimenticatoio come tante altre tragedie giornaliere sparse nel mondo
fallible is offline  
Vecchio 02-02-2005, 11.46.10   #5
AM3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-12-2004
Messaggi: 75
La cosa che mi disturba maggiormente è la semplicità con cui riescono a tapparci gli occhi .
Non vediamo mai la realtà , ma sempre una fetta della torta , che puntualmente non riusciamo mai a mangiare fino in fondo .
Qual'è la realtà ? .
Gli iracheni poi , vogliono veramente la democrazia oppure questo è quello che noi occidentali vogliamo da loro ?.
Cosa ci aspettiamo da loro?.
Vorrei veramente saperlo .
Grazie per le risposte

Saluti
Alessio
AM3 is offline  
Vecchio 02-02-2005, 12.19.37   #6
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Io non so quanti iracheni vogliano realmente la democrazia. Credo siano in numero nettamente maggiore quelli che vogliono ricacciare gli americani (e i loro alleati) invasori. In un'intervista andata in onda il giorno delle elezioni, alla domanda del perché andasse a votare, un iracheno ha risposto proprio così, destando grande stupore nell'intervistatore, grande comprensione e solidarietà da parte mia.
Mr. Bean is offline  
Vecchio 05-02-2005, 11.38.29   #7
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
Io non so quanti iracheni vogliano realmente la democrazia. Credo siano in numero nettamente maggiore quelli che vogliono ricacciare gli americani (e i loro alleati) invasori. In un'intervista andata in onda il giorno delle elezioni, alla domanda del perché andasse a votare, un iracheno ha risposto proprio così, destando grande stupore nell'intervistatore, grande comprensione e solidarietà da parte mia.

concordo. Sono pur sempre invasori.
Nessuno li ha chiamati. Sono andati lì con la scusa delle armi di distruzione di massa, che poi non c'erano.

Se un popolo ne invade un altro per dargli "democrazia" siamo tutti fregati. Siamo arrivati alla dittatura globale.

Gli americani non hanno studiato la storia?! non sanno che sono i popoli a fare la storia?! non sanno che esistono le rivoluzioni?!
Imporre la libertà è solo un termine diverso per dire tirannia.

Ne abbiamo un chiaro esempio in Italia. La destra si riempie la bocca di LIBERTA' ma solo per togliercela.
Come il pedofilo che dice al bambino: vieni, vieni non voglio farti del male!!!!

Adesso è toccato agli iracheni, ma in un futuro potrebbe toccare anche a noi, se non ci comportiamo secondo i canoni di quel che l'america chiama democrazia.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 06-02-2005, 00.25.48   #8
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
Siete come degli ospiti costretti a mangiare le pietanze di una padrona di casa odiosa.
Sorprendentemente il cibo è di buon gusto, ma voi non siete disposti ad ammettere la sua bontà.

Cara Mary, solo chi non conosce la tirannia può scrivere come te.
Inoltre, ricordati che gli americani ( quei ignoranti che non conoscono la storia) – hanno portato la democrazia anche a te, sessant’anni fa.
salice is offline  
Vecchio 06-02-2005, 07.48.28   #9
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Gli americani si sono affrettati a portare la democrazia anche in europa, perché hanno avuto il loro tornaconto. Pensa se tutta Europa fosse stata sotto il dominio URSS! 60 anni fa? Ma se io faccio un favore ad un amico, non vado a ricordarglielo in ogni occasione, altrimenti che amico sarei? Ciò significa che agli Usa non interessava veramente regalarci la democrazia!
Mr. Bean is offline  
Vecchio 06-02-2005, 09.19.24   #10
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Citazione:
Messaggio originale inviato da salice
Siete come degli ospiti costretti a mangiare le pietanze di una padrona di casa odiosa.
Sorprendentemente il cibo è di buon gusto, ma voi non siete disposti ad ammettere la sua bontà.

Cara Mary, solo chi non conosce la tirannia può scrivere come te.
Inoltre, ricordati che gli americani ( quei ignoranti che non conoscono la storia) – hanno portato la democrazia anche a te, sessant’anni fa.

Non dimentichiamo che le forme di tirannia si nascondono dove meno ce lo aspettiamo, anche se meno evidenti.

In quanto agli americani se non fossero stati attaccati dai giapponesi se ne sarebbero infischiati dell'europa. E c'è un piccolo particolare che fa la differenza: eravamo in guerra e poi c'erano i partigiani, c'era la gente che applaudiva all'arrivo dei carri armati. Non so di nessun caso di imboscate ai soldati americani, da parte dei partigiani italiani.
All'epoca gli italiani non hanno visto il loro arrivo come invasori ma come liberatori. Erano attesi con ansia.
E forse, dico forse, gli americani di allora non erano quelli di oggi. Dovevano fare i conti con l'Unione Sovietica, non si ritenevano, ed erano, i padroni del mondo come oggi.

Ciao
Mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it