Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 10-12-2005, 22.24.04   #1
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
davvero il pericolo è giallo?

Gentili amici,

è da tempo che si sparla dei cinesi che vendono a prezzi troppo bassi e si afferma: << Stanno invadendo il mercato occidentale...>>
Che ciò avvenga è probabilmente un bene poichè gli europei sono in questo modo costretti ad abbassare i prezzi. Ho avuto modo di notare però che alcuni si stanno adeguando alzando timidamente i prezzi.
Qual'è il vostro parere?

Saluti a Tutti

Ultima modifica di Alessandro D'Angelo : 10-12-2005 alle ore 22.25.47.
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 10-12-2005, 23.05.29   #2
mariobasler
Ospite abituale
 
L'avatar di mariobasler
 
Data registrazione: 29-06-2005
Messaggi: 48
Si , il pericolo più grande per l'occidente sono i gialli precisamente i cinesi .

Ormai nel mio quartiere ci sono più i gialli dei bianchi .
mariobasler is offline  
Vecchio 10-12-2005, 23.47.28   #3
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Re: davvero il pericolo è giallo?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Alessandro D'Angelo
Gentili amici,

è da tempo che si sparla dei cinesi che vendono a prezzi troppo bassi e si afferma: << Stanno invadendo il mercato occidentale...>>
Che ciò avvenga è probabilmente un bene poichè gli europei sono in questo modo costretti ad abbassare i prezzi. Ho avuto modo di notare però che alcuni si stanno adeguando alzando timidamente i prezzi.
Qual'è il vostro parere?

Saluti a Tutti

Dal punto di vista economico (l'unico che mi pare contempli) penso che i cinesi siano riusciti a sposare il peggio del capitalismo con il peggio del comunismo.

Uno sfruttamento delle risorse (specialmente quelle umane!) spietatamente feroce e orrendamente egoistico. Ciò è reso possibile da una sostanziale dittatura.

Inoltre governano con aberrazioni mostruose: nessuna libertà religiosa, ammazzano le bambine (per motivi sordidamente economici), espropriano terreni passando a fil di spada i residenti, etc.

Se continuano così si troveranno presto, credo, a dover fronteggiare cataclismi naturali, rivolte di lavoratori sfruttati, e Dio solo sa cos'altro ancora.

Purtroppo nessuno li critica seriamente (mi riferisco in special modo agli Usa e alla UE) perchè con tutti quei denari ottenuti come ho sinteticamente detto, si sono comprati tonnellate di dollari Usa e di Euro (specialmente titoli del debito pubblico), e dunque, i loro capitali, fanno comodo.

Tutto ciò riempie il cuore di amarezza!



Ultima modifica di freedom : 10-12-2005 alle ore 23.49.59.
freedom is offline  
Vecchio 10-12-2005, 23.56.38   #4
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Nostradamus parlava già ai suoi tempi di invasione dall'est... tutti pensano/pensavano in senso di guerra... invece questa sarà...
Uno is offline  
Vecchio 11-12-2005, 17.08.43   #5
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
ne avevamo già parlato tempo fa.... ed io avevo scritto che quella attuale è una inevitabile conseguenza di ciò che è accaduto prima. La storia insegna che se l'impero romano invade l'Africa, se spagnoli, portoghesi e inglesi fanno altrettanto a distanzaa di secoli, prelevando quanti più schiavi possibili e trasferendoli in America, per venderli in cambio di oro ed altri preziosi da rivendere poi in Europa, non ci si può aspettare che ora, quei popoli residenti in zone ridotte a pattumiera e deserto, se ne stiano là a morire. Idem per i cinesi. Siamo sicuri che gli articoli prodotti da ditte europee ed americane in Cina, abbiano tenuto conto dei diritti dei lavoratori, dei requisiti minimi di sicurezza, ecc.? Perché altrimenti su molti articoli da noi acquistati c'è scritto "MADE IN CHINA"? Forse qualcuno ha ritenuto più conveniente far fabbricare in quel paese, articoli da rivendere in Europa e in America. Considerati i costi di trasporto dove può essere la convenienza del prezzo? Cioè, perché mai la manodopera in Cina costa meno che in Italia? Ci abbiamo pensato?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 11-12-2005, 22.33.59   #6
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Non sottovalutare l'homo pekinensis

Citazione:
Messaggio originale inviato da freedom
Inoltre governano con aberrazioni mostruose: nessuna libertà religiosa, ammazzano le bambine (per motivi sordidamente economici), espropriano terreni passando a fil di spada i residenti, etc.
Non sei molto obbiettivo......

Non è che non ci sia libertà religiosa in Cina, devi solo rimanere nelle 5 religioni riconosciute, cioè buddismo, taoismo, islam, cattolicesimo, protestantesimo.

La polemica con la chiesa è di natura più politica in quanto, quando c’era ancora Papa Karol Wojtyla, il premier cinese Jiang Zemin, che venne a Roma, non volle neppure mettere piede in Vaticano ed ostacolò la visita del Papa in Cina.
Le prevenzioni cinesi verso la visita del papa, oltre che di natura ideologica e politica, celava timori ancestrali.
Nel penultimo secolo in Cina, con l'impero Qing ci fu la ribellione Taiping, (vedi nota), che mietè milioni di vittime, capitanata da un sedicente fratello di Gesù,

La Cina ha una sua storia. Noi occidentali, (specialmente gli inglesi), con le due guerre dell’oppio, il conflitto franco cinese, la guerra cino giapponese e non so quante altre vessazioni da parte degli occidentali, ci abbiamo provato a sottometterli, ma fortunatamente non ha funzionato.

La loro diffidenza nei confronti della nostra cultura e della nostra civiltà, secondo me, non è solo comprensibile ma dovuta. L’uomo bianco fino a qualche secolo fa si sentiva in diritto di sottomettere tutti e come dice Samuel P. Huntington L'occidente conquistò il mondo non grazie alla forza delle proprie idee, dei propri valori o della propria religione (ai quali ben pochi esponenti delle altre civiltà furono convertiti), ma in virtù della superiore capacità di scatenare violenza organizzata. Gli occidentali dimenticano spesso tale circostanza; i non occidentali non la dimenticano mai.

Sull’uccisione delle bambine per motivi sordidamente economici non so a cosa ti riferisci, (sicuramente in una nazione di più di un miliardi di abitanti e così piena di fermenti ci saranno cose aberranti come delinquenza e corruzione ma da lì a dire che quella sia la norma dello stato cinese ce ne corre).

Per quanto riguarda il responsabile dell’uccisione che ha recentemente – passato a fil di spada - i residenti che protestavano contro l’esproprio, l’altro giorno su televideo c’era che è stato arrestato.

Guarda che la Cina è complessissima, ma non è talebana, anzi forse è una delle civiltà più etiche che ci siano oggi sul pianeta. Non sottovalutare l’homo pechinensis, potrebbe essere una piacevole sorpresa.



Nota: - la ribellione Taiping

A metà del XIX secolo le fondamenta dell'impero furono scosse dalla rivolta dei Taiping, una rivoluzione popolare di carattere religioso, sociale ed economico guidata da Hong Xiuquan, autoproclamatosi fratello minore di Gesù, con il mandato divino di liberare la Cina dal dominio manciù e di stabilirvi una dinastia regnante cristiana. La ribellione scoppiò nella provincia di Guangxi dal 1849 al 1851, e nel 1853 si estese verso nord. I Taiping stabilirono la propria capitale a Nanchino dopo essere stati fermati nella loro avanzata verso Pechino; nel 1860 erano ormai saldamente insediati nella valle del Chang Jiang e minacciavano di prendere Shanghai.
preso da: http://www.liceoberchet.it/ricerche/...iping_3liv.htm

Ultima modifica di VanLag : 11-12-2005 alle ore 22.39.21.
VanLag is offline  
Vecchio 12-12-2005, 08.36.33   #7
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Re: Non sottovalutare l'homo pekinensis

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
......
Sull’uccisione delle bambine per motivi sordidamente economici non so a cosa ti riferisci, (sicuramente in una nazione di più di un miliardi di abitanti e così piena di fermenti ci saranno cose aberranti come delinquenza e corruzione ma da lì a dire che quella sia la norma dello stato cinese ce ne corre).




Ciao, credo si riferisse alla legge emanata una quindicina di anni fa, per limitare l'aumento demografico. I cinesi da qualche anno non possono avere più di un figlio e maschio (se non ricordo male).....

Ultima modifica di Mr. Bean : 12-12-2005 alle ore 08.41.22.
Mr. Bean is offline  
Vecchio 12-12-2005, 09.27.32   #8
klara
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-06-2005
Messaggi: 455
Re: Re: Non sottovalutare l'homo pekinensis

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
Ciao, credo si riferisse alla legge emanata una quindicina di anni fa, per limitare l'aumento demografico. I cinesi da qualche anno non possono avere più di un figlio e maschio (se non ricordo male).....

...si...un figlio e basta...essendo l'unico ,nella maggioranza dei casi si desidera maschio ancora...
klara is offline  
Vecchio 12-12-2005, 10.11.20   #9
klara
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-06-2005
Messaggi: 455
info cina

http://www.cinaoggi.it/attualita/mil...igli-unici.htm

,klara
klara is offline  
Vecchio 12-12-2005, 14.00.19   #10
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
x tutti

Forse ho usato aggettivi forti che, istintivamente e giustamente, suscitano una reazione contraria. Emotiva.

Tuttavia ribadisco con grande pacatezza la sostanza di quanto da me affermato. Non voglio ripetermi ma la situazione in Cina, pur nella complessità e nella straordinaria ricchezza della loro storia (e civiltà!); pur nella considerazione che l'Occidente, lì come in tanti altri posti (il nostro colonialismo e il nostro sfruttamento sistematico sono ancora scritti nella nostra cattiva coscienza) si è comportato molto male; è molto brutta.

E' sotto gli occhi di tutti che operano uno sfruttamento della mano d'opera feroce e sistematico. Le risorse naturali sono così male utilizzate (senza nessun rispetto per la natura) che stanno già nascendo i primi, piccoli/grandi cataclismi naturali. Il discorso che ho fatto sulle bambine (grazie dei vostri interventi chiarificatori) e lì a testimoniare un modus operandi di controllo della natalità assolutamente incivile. La libertà religiosa non è solo rigidamente controllata (cioè, secondo il mio modo di vedere, negata) per quello che concerne i cattolici ma anche la storia di quello che è accaduto in Tibet sta lì a testimoniare una grande insensibilità verso questo tipo di bisogni umani.

freedom is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it