Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 27-07-2006, 06.32.41   #1
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
la prima presa per il.....

legge sull'indulto...con la scusa di smaltire le carceri affollate i nostri bravi politici (destra sinistra e' la stessa porcheria tanto) vogliono cancellare i reati della finanza, tangentopoli,bancopoli,calciop oli,proprio quei reati commessi dagli stessi politici e amministratori e che piu hanno messo in evidenza tutto il marcio del sistema italiano e che tutti noi paghiamo le conseguenze di chi si e' arricchito alle nostre spalle,facendo diventare tutti noi piu poveri e privi delle garanzie basilari a tutelare i nostri diritti.
...evidentemente ci meritiamo questo e altro...
acquario69 is offline  
Vecchio 27-07-2006, 13.34.20   #2
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Re: la prima presa per il.....

Citazione:
Messaggio originale inviato da acquario69
legge sull'indulto...con la scusa di smaltire le carceri affollate i nostri bravi politici (destra sinistra e' la stessa porcheria tanto) vogliono cancellare i reati della finanza, tangentopoli,bancopoli,calciop oli,proprio quei reati commessi dagli stessi politici e amministratori e che piu hanno messo in evidenza tutto il marcio del sistema italiano e che tutti noi paghiamo le conseguenze di chi si e' arricchito alle nostre spalle,facendo diventare tutti noi piu poveri e privi delle garanzie basilari a tutelare i nostri diritti.
...evidentemente ci meritiamo questo e altro...

Sì, è una vergogna.

Ho letto da qualche parte che siamo ancora nel berlusconismo, senza Berlusconi.

Siamo davvero in basso e dovremmo tutti indignarci!
Ma che fare? O così o peggio.

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 27-07-2006, 20.12.05   #3
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
Re: Re: la prima presa per il.....

Citazione:
Messaggio originale inviato da Patri15
Sì, è una vergogna.

Ho letto da qualche parte che siamo ancora nel berlusconismo, senza Berlusconi.

Siamo davvero in basso e dovremmo tutti indignarci!
Ma che fare? O così o peggio.

Ciao
Io invece direi , o così o sarebbe stato meglio , e sappiamo come!!. Ciao.
svirgola is offline  
Vecchio 28-07-2006, 22.17.21   #4
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
legge sull'indulto...con la scusa di smaltire le carceri affollate i nostri bravi politici (destra sinistra e' la stessa porcheria tanto) vogliono cancellare i reati della finanza, tangentopoli,bancopoli,calciop oli,proprio quei reati commessi dagli stessi politici e amministratori e che piu hanno messo in evidenza tutto il marcio del sistema italiano e che tutti noi paghiamo le conseguenze di chi si e' arricchito alle nostre spalle,facendo diventare tutti noi piu poveri e privi delle garanzie basilari a tutelare i nostri diritti.
...evidentemente ci meritiamo questo e altro...
Premesso che ad una destra che mandava la polizia a picchiare i manifestanti, (vedi Genova e vedi vicenda TAV), continuo a preferire la sinistra che coi dissenzienti ci dialoga, devo dire che sono un po’ deluso anche io su questo indulto, (confesso che però non sono ben documentato).

Comunque ritengo che il nostro paese culturalmente avvezzo alla furbizia, all’evasione fiscale ed alla bustarella, l’ultima cosa di cui aveva bisogno era un colpo di spugna. Ok le carceri piene ma continuo a preferire in libertà il drogato o il ladro di polli che i corruttori, i tangentari, i faccendieri che con i guanti bianchi sottraggono molti più beni del piccolo ladruncolo.

Tra l’altro un funzionario, un uomo di potere, un manager che rubano sono responsabili oltre che del furto dell’uccisione dell’etica che alla lunga produce una vita invivibile dove più nessuno può fidarsi di nessuno.
Questo è il vero crimine, quello cioè di corrompere le fondamenta della società insegnando ai giovani che è più facile rubare che guadagnare i soldi onestamente. Questo è il male che io vedo nel colpo di spugna.
La sinistra ha ceduto alla cultura della decadenza uccidendo le speranze di milioni di elettori.

VanLag is offline  
Vecchio 28-07-2006, 22.44.19   #5
antonio greco
L' Emigrato
 
Data registrazione: 26-05-2004
Messaggi: 637
Dimissioni Da Elettore

Ho inviato a sei deputati dell' Unione la seguente lettera di dimissioni, per protestare dopo la porcata che han fatto per i corruttori.

CITAZIONE



Cari deludenti rappresentanti,

mi dimetto, insieme a mia moglie e mia figlia, da elettore dell' UNIONE. Per il futuro cerchero' un partito meno disposto al compromesso.

MOTIVO: lo scandaloso provvedimento che aiuta Previti, il corruttore insieme a Berlusca.

La società italiana, a pezzi, ha bisogno di rigore, rigore.. e non compromessi, né scambi. Siamo arrivati, anche per le incapacità parlamentari, ad avere lo 82 % di delitti impuniti. E voi continuate coll' omertà e coll'inghippo....

Che schifo........Spieghero' la mia motivazione, via Internet, al massimo numero di emigrati.

Antonio Greco

Allegato



PUO’ UN BRAVO NOCCHIERO RIPORTARE LA BARCA IN ACQUE CALME ?



Molti Italiani, sperano fortemente che Prodi inizi il risanamento, che permetta ad un nuovo Nocchiero di riportare la Barca Italia in acque chete.



Quanto a tale obiettivo, sono molto pessimista.



Se l’ Italia fosse, come tanti Paesi della U.E., un Paese normale cioé governabile, un nuovo ed affidabile Nocchiero porterebbe la Barca Italia in acque più calme. Ma l’ Italia non é un Paese normale né governabile, anzi é un Paese in balia dei quattro Dittatori: la Confusione, l’ Irresponsabilità, la Rassegnazione, l’Allegra Gestione.



Senza l’ analisi necessaria ed urgente che indichi le CAUSE per cui i quattro dittatori hanno preso il potere............; che individui quali sono le forze positive in grado di combattere le forze negative al soldo dei quattro dittatori, ........ nel Villaggio Globale non c’ é scampo per lo Stivale.



Suggerisco, per guardare in faccia la realtà, di leggere i testi:



- La Barca va...;

- Cullarsi nelle fatue illusioni;

- La Pubblica Distruzione;

- Metodi e risultati sociali;

- Divaricazione dall’ Europa

- Cocci


- Il Male Oscuro



Antonio Greco

angrema@wanadoo.fr



I testi suggeriti si trovano su:

http://angrema.blogspot.com
www.accademiaonline.net (le lettere dei mesi precedenti sono nell’archivio del sito, argomento “società”)

http://angrema.blogspot.com.blog.kat...gressoangrema/
antonio greco is offline  
Vecchio 29-07-2006, 09.08.09   #6
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: la prima presa per il... (legge sull'indulto)

Copiato dal blog di Beppe Grillo:

Fausto Bertinotti ha detto che ieri è stata “una bella giornata perché quando le istituzioni sono capaci di atti di clemenza che alleviano anche una pena supplementare a quella comminata dal giudice, visto il sovraffollamento delle carceri, è la dimostrazione che vince la natura dello stato di diritto”.
Questa pace interiore è stata però turbata dalla volontà di Di Pietro di linkare sul suo sito i nomi di coloro che avevano contribuito a una così piacevole giornata di democrazia votando per l’indulto.
La classica ritrosia dei comunisti nel vedersi messi in piazza ha avuto la meglio e Fausto ha deplorato con forza il linkaggio.

Anche il diellino Dario Franceschini che tanto aveva lavorato sotto banco con Gianni Letta per i dettagli sull’indulto non ha digerito il linkaggio ed è esploso: “Deve chiederci scusa, non si può arrivare a tanto. E’ una questione istituzionale, di rispetto del Parlamento”. Pier Ferdinando Casini ha chiesto le dimissioni di Di Pietro sostenuto da tutta la Cdl che ha gridato in coro: “Dimissioni, dimissioni”. Certo che il linkaggio fa paura. Dopo la questione morale potrebbe arrivare il linkaggio morale, una cosa mai vista, in cui i cittadini sanno cosa votano i loro dipendenti. E di link in link, i dipendenti dovrebbero rendere conto delle loro scelte a tutti i datori di lavoro e non solo ai possibili detenuti per reati finanziari e di corruzione. I link non hanno rispetto del Parlamento, sono fatti a modo loro, ti danno informazioni che si vorrebbero riservate, ma che sono pubbliche. Solo che non si sanno.
Patri15 is offline  
Vecchio 29-07-2006, 12.20.51   #7
antonio greco
L' Emigrato
 
Data registrazione: 26-05-2004
Messaggi: 637
Riferimento: la prima presa per il... (legge sull'indulto)

Avete appena detto: "Ho letto da qualche parte che siamo ancora nel berlusconismo, senza Berlusconi.
Siamo davvero in basso e dovremmo tutti indignarci!
Ma che fare? O così o peggio.".

E MOLTO PEGGIO. ! ! ! Di Berlusca ci si puo' liberare. Ma della mentalità italiana di oggi, ci si potrebbe liberare solo se ci sarà (me lo auguro) una vera catarsi.

Infatti la mentalità ital di oggi non permette ad un Paese di gestirsi. Mancano gli strumenti necessari. Vi propongo qualche dettaglio qui sotto, ma troverete le valutazioni serie sui Blogs:
www.accademiaonline.net (cercare testi di Antonio Greco, argomento “società”)
su www.repubblica.it - home page - a sinistra cerca: ‘Blog di Rep.it”, poi “altri blog”. Indi nell’ elenco alfabet., apri “progressoangrema”.
------------------------

LA NORMALITA’ ITALIANA

Caro Beppe, cari Italians,

mi piacerebbe avere qualche reazione alla mia valutazione del “Paesechenonfunziona”.

Spingendo un po’ lontano il ragionamento (anche per essere realista), mi sembra che:

- é normale che, in un Paese ove non c’é stata educazione su “cittadini-stato-doveri-diritti”, la società smetta di funzionare, appena le regole ed i valori entrano in disuso in ambito sociale;
- é pura illusione pensare che, nel Paese ove ci si é abituati alla possibilità di dare la propria interpretazione ad ogni regola, le ruote della società possano girare normalmente;
- sembra normale che l’economia perda colpi (e prospettive) in un Paese la cui società non é in grado di funzionare;
- il sistema Italia continua a perdere capacità e prospettive da quando (ormai più di un decennio) é iniziata la sostituzione della società italiana con cordate, congreghe, clans e tribù;
- é normale che le gestioni italiane (all’inizio quelle pubbliche, poi le altre) divengano inefficienti, visto che per decenni si é rimpiazzata la meritocrazia (che già era imperfetta) col comparaggio;
- sembra normale che la riflessione lucida e il realismo (talvolta la verità) scompaiano da una società in cui gli interessi nazionali sono stati sostituiti da quelli di clan o di cordata;
- é scontato che in un Paese in cui la società non mostra interesse per la serietà, i valori, l’ organizzazione, l’impegno, la programmazione, la responsabilità, cada sotto l’ imperio dei quattro dittattori (Confusione, Rassegnazione, Irresponsabilità, Gestione Allegra);
- non si puo’ pretendere di poter gestire un Paese che é forse il più corrotto della U.E., senza definire ed applicare una strategia di lotta alla corruzione;
- non é pensabile che la politica possa funzionare in un Paese che ha sostituito i valori cogli interessi di parte nella vita pubblica ed ha abbassato il livello di soglia dei comportamenti accettabili al livello delle fogne.

In conclusione, caro Beppe, il sistema Italia puo’ esser giudicato, da un emigrato, come “completamente normale”....

Vale pero’ la pena di fare qualche commento giustificato. Gli sports favoriti dagli Italiani sono: infrangere la legge e fregare lo stato (il quale talvolta si vendica fregandosi dei cittadini). Sugli Italiani, cioé sugli europei che hanno accettato dei comportamenti cosi poco europei, cosa si puo’ dire ? Come minimo che sono balordi e incoscienti......., pronti per il Magreb.

Antonio Greco
angrema@wanadoo.fr
antonio greco is offline  
Vecchio 29-07-2006, 13.05.50   #8
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: la prima presa per il... (legge sull'indulto)

ecco la lista dei politici che hanno votato alla camera in favore dell'indulto:

Il voto dei deputati è pubblico e quindi, per definizione, tutti hanno diritto di sapere come hanno votato i singoli parlamentari. Le votazioni sono presenti sul sito della Camera nel documento Indice Elenco N.2 da cui sono ripresi i nomi riportati in questo post.

Sarebbe davvero grave se si volesse nascondere agli elettori chi ha votato a favore dell'indulto.
Di seguito riporto i nomi di chi ha votato per questo colpo di spugna:

Democrazia Socialista
Barani, Catone, De Luca Francesco, Del Bue, Nardi.

Forza Italia
Adornato, Alfano Angelino, Alfano Gioacchino, Aprea, Aracu, Armosino, Azzolini, Baiamonte, Baldelli, Berlusconi, Bernardo, Berruti, Bertolini, Biancofiore, Bocciardo, Bonaiuti, Bondi, Boniver, Boscetto, Brancher, Bruno, Brusco, Caligiuri, Campa, Carfagna, Carlucci, Casero, Ceccacci, Ceroni, Cesaro, Cicchitto, Cicu, Colucci, Conte Gianfranco, Costa, Craxi, Crimi, Dell’elce, Della Vedova, Di Cagno Abbrescia, Di Centa, Di Virgilio, Fabbri, Fallica, Fasolino, Fedele, Ferrigno, Fini Giuseppe, Fitto, Floresta, Fontana Gregorio, Franzoso, Fratta Pasini, Galli, Garagnani, Gardini, Gelmini, Germana’, Giacomoni, Giro, Giudice, Iannarilli, Jannone, La Loggia, Lainati, Laurini, Lazzari, Lenna, Leone, Licastro Scardino, Lupi, Marinello, Marras, Martusciello, Mazzaracchio, Milanato, Minardo, Mistrello Destro, Misuraca, Mondello, Mormino, Moroni, Nan, Napoli Osvaldo, Palmieri, Palumbo, Paoletti Tangheroni, Paroli, Pecorella, Pelino, Pepe Mario, Pescante, Picchi, Pili, Pizzolante, Ponzo, Prestigiacomo, Ravetto, Rivolta, Rossi Luciano, Russo Paolo, Santelli, Sanza, Scajola, Simeoni, Stagno D’alcontres, Stradella, Testoni, Tondo, Tortoli, Ugge’, Valducci, Valentini, Verdini, Verro, Vitali, Vito Alfredo, Vito Elio, Zanetta, Zorzato.

Italia Dei Valori
Rossi Gasparrini.

La Rosa Nel Pugno
Antinucci, Beltrandi, Bonino, Boselli, Buemi, Buglio, Capezzone, Crema, D’elia, Di Gioia, Mancini, Mellano, Piazza Angelo, Poretti, Schietroma, Turci, Turco, Villetti.

Misto
Brugger, Neri, Nucara, Oliva, Rao, Reina, Widmann, Zeller.

Rifondazione Comunista
Acerbo, Burgio, Cannavo’, Cardano, Caruso, Cogodi, De Cristofaro, De Simone, Deiana, Dioguardi, Duranti, Falomi, Farina Daniele, Ferrara, Folena, Forgione, Frias, Giordano, Guadagno, Iacomino, Khalil, Locatelli, Lombardi, Mantovani, Mascia, Migliore, Mungo, Olivieri, Pegolo, Perugia, Provera, Ricci Andrea, Ricci Mario, Rocchi, Russo Franco, Siniscalchi, Smeriglio, Sperandio, Zipponi.

Udc
Adolfo, Alfano Ciro, Barbieri, Bosi, Capitanio Santolini, Casini, Cesa, Ciocchetti, Compagnon, Conti Riccardo, D’agro’, D’alia, Delfino, Dionisi, Drago, Forlani, Formisano, Galati, Galletti, Giovanardi, Greco, Lucchese, Marcazzan, Martinello, Mazzoni, Mele, Mereu, Peretti, Romano, Ronconi, Ruvolo, Tabacci, Tassone, Tucci, Vietti, Volonte’, Zinzi.

Udeur
Adenti, Affronti, Capotosti, Cioffi, D’elpidio, Fabris, Giuditta, Li Causi, Morrone, Picano, Pisacane, Satta.

Ulivo
Albonetti, Allam, Amato, Amendola, Amici, Attili, Aurisicchio, Bandoli, Baratella, Barbi, Bellanova, Benvenuto, Benzoni, Bersani, Betta, Bianchi, Bianco, Bimbi, Bindi, Bocci, Boffa, Bordo, Brandolini, Bressa, Bucchino, Buffo, Burchiellaro, Burtone, Caldarola, Calgaro, Capodicasa, Carbonella, Cardinale, Carta, Castagnetti, Ceccuzzi, Cesario, Chianale, Chiaromonte, Chicchi, Chiti, Cialente, Codurelli, Colasio, Cordoni, Cosentino Lionello, Crisafulli, Crisci, Cuperlo, D’alema, D’antona, D’antoni, Damiano, Dato, De Biasi, De Brasi, De Castro, De Piccoli, Delbono, Di Girolamo, Di Salvo, Duilio, Fadda, Farina Gianni, Farinone, Fasciani, Fassino, Fedi, Ferrari, Fiano, Filippeschi, Fincato, Fiorio, Fioroni, Fistarol, Fluvi, Fogliardi, Fontana Cinzia, Franceschini, Franci, Froner, Fumagalli, Galeazzi, Gambescia, Garofani, Gentili, Gentiloni, Ghizzoni, Giachetti, Giacomelli, Giovanelli, Giulietti, Gozi, Grassi, Grillini, Iannuzzi, Incostante, Intrieri, Lanzillotta, Laratta, Leddi Maiola, Lenzi, Leoni, Letta, Levi, Lomaglio, Longhi, Lovelli, Luca’, Lulli, Luongo, Lusetti, Maderloni, Mantini, Maran, Marantelli, Marcenaro, Marchi, Mariani, Marino, Marone, Martella, Mattarella, Melandri, Merlo Giorgio, Merloni, Meta, Migliavacca, Miglioli, Milana, Minniti, Misiani, Monaco, Morri, Mosella, Motta, Musi, Mussi, Naccarato, Nannicini, Narducci, Nicchi, Oliverio, Orlando Andrea, Ottone, Papini, Parisi, Pedulli, Pertoldi, Pettinari, Pinotti, Piro, Piscitello, Pollastrini, Prodi, Quartiani, Ranieri, Realacci, Rigoni, Rossi Nicola, Rotondo, Ruggeri, Rugghia, Rusconi, Ruta, Rutelli, Samperi, Sanga, Sanna, Santagata, Sasso, Schirru, Scotto, Sereni, Servodio, Sircana, Soro, Spini, Sposetti, Squeglia, Stramaccioni, Strizzolo, Suppa, Tanoni, Tenaglia, Testa, Tolotti, Tomaselli, Trupia, Vannucci, Velo, Ventura, Verini, Vichi, Vico, Villari, Viola, Violante, Visco, Volpini, Zaccaria, Zanotti, Zucchi, Zunino.

Verdi
Balducci, Boato, Boco, Bonelli, Cassola, Cento, De Zulueta, Francescato, Fundaro’, Lion, Pecoraro Scanio, Pellegrino, Piazza Camillo, Poletti, Trepiccione, Zanella.

L'Italia dei Valori non si arrende, la battaglia per escludere dall'indulto reati gravissimi si trasferisce al Senato, dove la discussione avverà in tutta fretta sabato pomeriggio con la votazione addirittura nella notte di sabato, come avviene per chi ha qualcosa da nascondere.
acquario69 is offline  
Vecchio 31-07-2006, 22.31.47   #9
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la prima presa per il... (legge sull'indulto)

Una società civile è quella che offre ad ogni cittadino la libertà.
Libertà dai bisogni primari e tra questi è compresa una buona percentuale di sicurezza.
35.000 possibili delinquenti che ritornano in libertà dopo essere stati, spesse volte, faticosamente imprigionati non mi sembra un segno di serenità per la parte più debole del paese ovvero.... le persone oneste.

Oggi l'onestà non paga, anzi viene selvaggiamente punita come il peggiore dei reati.

La scusa puerile che le carceri sono piene, e che occorrono gesti umanitari non stanno in piedi. Questo vuol dire che a causa del sovraffollamento carcerario non vi sono pene da scontare. Già ai processi hanno una visione di grande e immenso perdono per la peggior specie di delinquenti ivi compresi i ladri in guanti bianchi. E quel poco che gli danno da scontare fra permessi, arresti domiciliari, condoni e indulti se ne va in fumo.

A striscia hanno fatto vedere tante volte palazzi immensi costruiti ed abbandonati, ivi compresi, carceri super moderni e super attrezzati, meglio di un grande albergo.

Ma in che razza di paese ci troviamo?

La disonestà, l'inosservanza delle leggi, spesso le più elementari, vengono premiati.
I carnefici vincono sempre il primo premio, le vittime scivolano inesorabilmente sempre agli ultimi posti.

Ed io metto fra i carnefici oltre ai condannati per "omicidio volontario" che sono stati compresi nel "grande perdono" politico, i ladri di risparmi, coloro che come i peggiori parassiti si sono impossessati dei guadagni, del gruzzoletto accumulato con il sudore della fronte e tante rinunce di cittadini onesti lavoratori.

Coloro che sono oggi al potere non sono veri rappresentanti della sinistra ma berlusconiani camuffati.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 31-07-2006, 23.29.08   #10
antonio greco
L' Emigrato
 
Data registrazione: 26-05-2004
Messaggi: 637
Cosa Direbbe Lapalisse ?

Mary,


sono d' accoirdo con te. Ma non trascurare quello che direbbe Lapalisse.

In una società dove i balordi vedono tappeti rossi svolti davanti a loro, dove i tipi onesti faticano a camminare nella melma fangosa, creata dai primi ed accettata da tutti, quale puo' essere la migliore espressione parlamentare degli Italiani di oggi ?

Il parlamento di oggi......

Non lo dico io, lo scrisse TIME quando fu scoperta Tangentopoli (ma io sono d' accordo con Time).

L' Emigrato
antonio greco is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it