Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 30-12-2006, 15.46.48   #1
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

L'angolo di filosofia titola, da enciclopedia:
"Anche se esistono elementi "filosofici" presenti in diverse culture, per lo più orientali, tuttavia la Filosofia, intesa come forma di sapere organizzato scientificamente e attività intellettuale specifica, nasce in Grecia e dunque ha origini occidentali."
Sono assolutamente d'accordo con quest'affermazione. Ciò è stato causato sociologicamente dal transito in Grecia di diverse civiltà che ha causato l'obbligo di riflettere. Nelle società orientali, statiche, prevaleva la teologia. Le coste ioniche dell'Anatolia hanno fatto confrontare il pensiero miceneo-greco con quello orientale ed è nata la riflessione filosofica che ha umanizzato in principi (dell'Aria, dell'Acqua, del Fuoco, Omeomerie) quelli che erano dei, e parola di dio, il ME.
La teonomasiologia è studio linguistico della teologia antica, concepito come archeologia del linguaggio, finalizzata a far emergere le vere fonti linguistiche.

Non è giusto riflettere su ciò che i Greci rifletterono per generare la filosofia?
Carlo Forin is offline  
Vecchio 01-01-2007, 15.37.54   #2
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?
Beh, i presocratici vengono chiamati anche - se non erro - i "filosofi della natura", per il semplice fatto che il tutto partì dall'analisi e l'osservazione della natura e l'universo.

Quindi la risposta alla tua domanda dovrebbe essere:
La natura.

(Non c'era l'uomo al centro dello studio, come fu in seguito per i sofisti e anche per Socrate ecc.).

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
La teonomasiologia è [lo] studio linguistico della teologia antica, concepito come archeologia del linguaggio, finalizzata a far emergere le vere fonti linguistiche.
Per chi non parla arabo, non esiste una traduzione di quanto hai scritto?

Citazione:
Non è giusto riflettere su ciò che i Greci rifletterono per generare la filosofia?
Il problema è capire su cosa vuoi riflettere...
Perché non credo che sia molto chiaro (almeno per me).

Dico questo mettendo per un attimo da parte l'opinione di Voltaire...
Quando colui che ascolta non capisce colui che parla e colui che parla non sa cosa stia dicendo: questa è filosofia.

Ultima modifica di Elijah : 02-01-2007 alle ore 00.38.04.
Elijah is offline  
Vecchio 01-01-2007, 19.56.35   #3
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
L'angolo di filosofia titola, da enciclopedia:
"Anche se esistono elementi "filosofici" presenti in diverse culture, per lo più orientali, tuttavia la Filosofia, intesa come forma di sapere organizzato scientificamente e attività intellettuale specifica, nasce in Grecia e dunque ha origini occidentali."
Sono assolutamente d'accordo con quest'affermazione. Ciò è stato causato sociologicamente dal transito in Grecia di diverse civiltà che ha causato l'obbligo di riflettere.

Sembra quasi che la mentalita' del geometra abbia avuto origine con Parmenide e Pitagora...espresso cosi, ed e' anche la tradizionale chiave di lettura di questi due filosofi....di cui si e' evitato uno studio profondo e complessivo sia dell'uomo filosofo che dell'opera. Prendo loro due perche' sono indubbiamente i piu' importanti, segnando una svolta nel pensiero dell'antica grecia.
Sono in molti oggi a dissentire e a vedere la morte della Filosofia in un certo tipo di approccio.
Qualcuno accusa Platone di parricidio nei confronti di Parmenide e trattasi di Filosofo tutt'altro che dilettante con pedigree d.o.c. (King's College Cambridge e Warburg Institute ).
E' questo qui:
http://www.peterkingsley.org/

http://lgxserver.uniba.it/lei/rassegna/010819f.htm
Qui c'e' qualcos'altro:


(Parmenide)
http://www2.unipr.it/~pieri/File%20P...iel_enigma.pdf

(Pitagora)

http://www2.unipr.it/~pieri/File%20PDF/Le%20chiavi%20dell'estasi.pdf

L'altra faccia del Filosofo (da pag.3 a pag 11)
http://www.sav-aspc-asfc.ch/Bulletin...ulletin_62.pdf

Ovviamente dubito dell'approccio proposto da Carlo perche' quella separazione tra Teologia e Filosofia e' semmai posteriore e contesto anche il significato che si da alla parola riflessione....Se Parmenide e' riconosciuto solo per la Logica e non per il suo essere "iatromante" ne abbiamo una visione parziale.
Secondo Kingsley l'occidente ha perso dopo quei due filosofi, le proprie radici spirituali.

Citazione:
Non è giusto riflettere su ciò che i Greci rifletterono per generare la filosofia?

Certo che e' giusto.....ma forse la riflessione che proponi e' solo una delle tante basata su alcuni paradigmi non da tutti condivisi.

Ultima modifica di Yam : 01-01-2007 alle ore 21.05.46.
Yam is offline  
Vecchio 02-01-2007, 05.33.48   #4
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Caro Elia,
il nostro dialogo si era interrotto perchè tu dicevi di essere ebreo e ti dichiaravi offeso nella tua religione. Adesso il dialogo ricomincia con la geometria ed il pensiero greco.
A volte, dunque, scherzi, a volte, fai sul serio. Convieni con me: è molto difficile riflettere insieme in questo modo. A parte gli scherzi, non riesco ad inquadrare il tuo tipo di preparazione ed è perfettamente inutile falsificare ogni tua affermazione.
L'epistemologia ad esempio, si può chiamare riflessione sul pensiero scientifico e Popper, quando riferisce il pensiero di Parmenide non parla solo di logica.
Quanto ai Greci che avrebbero riflettuto solo sulla natura mi viene in mentre l'altra storia degli Ebrei primo popolo dell'umanità.
Dimmi: metti un segno quando credi di dire cose serie ed un altro quando sei convinto di dire xxxxxxx. Così ci aiuti ad orientarci.
Carlo Forin is offline  
Vecchio 02-01-2007, 11.39.02   #5
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
L'epistemologia ad esempio, si può chiamare riflessione sul pensiero scientifico e Popper, quando riferisce il pensiero di Parmenide non parla solo di logica.

Direi che Heidegger si avvicina di piu' al senso profondo della visione Parmenidea, e Popper da buon razionalista puro ne contestava la chiave di lettura proposta, fatta di un pensiero Logico rigoroso ma anche di quell'esperienza che trascende il pensiero stesso....che non e' l'esperienza del Nulla Metafisico come mero Vuoto, ma come pieno di qualcosa....Heidegger infatti quando conoscera' il pensiero di D.T.Suzuki dira: "If I understand this man correctly, this is what I have been trying to say in all my writings."

La visione della natura della Realta', delle tradizioni Orientali, sin dal RigVeda, e di cui il Buddismo sostanzialmente non si differenzia,(l'Anatman sostenuto degli apologeti Buddisti e' ormai caduto come argomento di differenziazione tra pensiero Hindu e Buddista ), sostiene infatti l'esistenza di un Vuoto-Pieno come ormai anche la moderna epistemologia di molte branche della scienza afferma, compresa la Biologia.

La pratica dell'Incubazione, a cui Parmenide accenna e a cui molto probabilmente si sottopose, era infatti una immersione nel Silenzio Profondo che portava ad una esperienza diretta degli Inferi e questa e' una esperienza Mistica....
Tale pratica, sotto altre forme, ma sostanzialmente identica, e' presente ad Oriente come ad Occidente, ma in quest'ultimo e' stata relegata ad ambienti iniziatici (vedi tradizione Ermetica).....
Yam is offline  
Vecchio 02-01-2007, 11.51.54   #6
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
Tu dicevi di essere ebreo
E dove lo avrei detto esattamente?
Io non mi sono mai dichiarato apertamente. (Non è vero: Ho già detto apertamente di essere io il Profeta Eliyahu - io non sono mai morto da allora -, ma chissà perché non mi si crede...).
Se tu hai interpretato in un certo modo le mie parole, la colpa è tua, non di certo mia.

Citazione:
Ti dichiaravi offeso nella tua religione.
Io non dichiaravo nulla su di me - in quel thread.
Io ti facevo solo presente come avrebbero risposto determinate persone se ti avessero letto (ma questo non significa che io la pensi in ugual modo).
(Qui la persona che si è offesa credo che sei tu, ma forse sbaglio...).

Citazione:
A volte, dunque, scherzi, a volte, fai sul serio.
Beh... Socrate secondo te cosa faceva? (Giusto per fare un esempio...).
Non si comportava forse esattamente allo stesso modo? (E non era forse per questo non-tanto-amato dagli ateniesi - con la sua "ironia socratica" ecc.?)

Citazione:
Convieni con me: è molto difficile riflettere insieme in questo modo. A parte gli scherzi, non riesco ad inquadrare il tuo tipo di preparazione ed è perfettamente inutile falsificare ogni tua affermazione.
E perché mai è così importante sapere che genere di preparazione ho io? (Intravedo una certa qual forma di "razzismo"... Un bambino non ha forse il diritto di venir ascoltato esattamente come un professore accademico?)

Credi poi che ci sia realmente qualcosa da falsificare? (Si può contraddire sempre ogni singola frase di chiunque... La storia della filosofia ne è la prova lampante, in quanto è una lunga catena di botte e risposte... senza mai fine...[?])

Citazione:
L'epistemologia ad esempio, si può chiamare riflessione sul pensiero scientifico e Popper, quando riferisce il pensiero di Parmenide non parla solo di logica.
Non mi pare che io e Yam siamo la stessa persona...
(Io non ho parlato né di Parmenide né di logica).

Citazione:
Quanto ai Greci che avrebbero riflettuto solo sulla natura mi viene in mentre l'altra storia degli Ebrei primo popolo dell'umanità.
Qui commetti un errore piuttosto grande:
Ogni thread fa storia a sé. Mai titare in ballo cose presenti altrove. Con me non funziona, dato che non in ogni thread mi presento e atteggio allo stesso modo.
Comunque... dimmi allora su cos'altro avrebbero riflettuto.
Dimmi qual era il loro obiettivo, cosa avevano in mente di fare e spiegare...
Dimmelo con una sola parola! (Se ci riesci).

Citazione:
Dimmi: metti un segno quando credi di dire cose serie ed un altro quando sei convinto di dire xxxxxxx. Così ci aiuti ad orientarci.
Il problema è forse che credo nella vacuità delle parole... E nella lacuna della logica umana. Credo che tutti dicono sempre solo un sacco di xxxxxxx.

Ricordati poi:
Uno dei comportamenti più stupidi che si possono osservare è quello di vedere una persona che si vanta di sapere cose che invece non conosce affatto.

Il vero filosofo è consapevole di sapere molto poco, e per questo cerca continuamente di raggiungere il vero sapere.

Per quanto riguardo il "su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?"...

Beh... Ti chiedo: Perché mai vengono chiamati i primi filosofi i "filosofi della natura"?
Così tanto per fare? Gli è stato assegnato tale titolo per divertimento? Credi veramente?

Non sarà forse che prima c'erano i miti a spiegare gli eventi della natura, e che i primi filosofi cercarono proprio di andare oltre a questi miti, criticandoli?
Non sarà forse che da un modo di pensare mitologico si passò ad un modo di ragionare che ha come base l'esperienza e la logica, con l'obiettivo ben chiaro di trovare delle spiegazioni naturali ai processi della natura?

Ma forse sbaglio... Chissà...


Namasté
Elijah is offline  
Vecchio 02-01-2007, 14.33.34   #7
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Non sarà forse che prima c'erano i miti a spiegare gli eventi della natura, e che i primi filosofi cercarono proprio di andare oltre a questi miti, criticandoli?
Non sarà forse che da un modo di pensare mitologico si passò ad un modo di ragionare che ha come base l'esperienza e la logica, con l'obiettivo ben chiaro di trovare delle spiegazioni naturali ai processi della natura?

Beh, Carlo non e' molto lontano da questo modo di vedere, se ho ben compreso...ma potrei sbagliarmi*....io, invece si...perche' e' cosi che si e' giunti (pervenuti) alla separazione del Sacro dal Profano...cosa che in Parmendide non era ancora avvenuta.
Il Mito va saputo leggere e le chiavi sono Filosofiche. Non c'e' mai stata separazione, nell'Antichita' (sia ad Oriente che in Occidente) , tra Filosofia,Teologia e Scienza, perche' erano una cosa sola. L'aspetto pratico, e non speculativo, della Filosofia indicava una possibile profonda trasformazione interiore dell'uomo. Tentare una lettura speculativa (Filosofica, Psicologia, Sociologica) di un certo tipo di Sapere e' impossibile, se si prescinde dal senso ultimo...di quel Sapere.
(Separare la riflessione filosofica dall'esperienza interiore dell'uomo e' proprio cio' che gli antichi non facevano.)

*perche' molto spesso, nonostante dica di essere un sociologo, mi ricorda piuttosto un alchimista...

Ultima modifica di Yam : 02-01-2007 alle ore 17.31.55.
Yam is offline  
Vecchio 03-01-2007, 06.48.55   #8
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Ognuno soffre la sua ombra: ha titolato così un suo libro di narrativa Luca Canali. E' possibile che chi mi accusa di essere un alchimista soffra l'ombra del ripetitore. Il ripetitore è uno che comincia l'analisi con: -ma chi ha mai detto questo? Nessuno? Allora lei è un alchimista-.
Avete mai sentito parlare di sociologia della protostoria? No?
Allora questa è alchimia, confusione.
I primi filosofi sono stati i Greci di Asia Minore, gli Ionici. Nessuna relazione con gli altri che abitavano l'Asia Minore. Qualcuno ha mai scritto che i miti vissuti dagli asiatici possano esser stati riflessi da pensatori greci. No, vero? Dunque, afferma Elia, il genio, hanno riflettuto sulla Natura! Ed il ripetitore?
Alchimia ciò che non fu mai scritto!
Carlo Forin is offline  
Vecchio 03-01-2007, 11.02.00   #9
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
I primi filosofi sono stati i Greci di Asia Minore, gli Ionici. Nessuna relazione con gli altri che abitavano l'Asia Minore.

Scusa non ho capito cosa vuoi dire.

Qualche relazione con un'altra Asia pare proprio esserci stata, approfondiro'... Ne era convinto anche un mio famigliare, Umanista di fama internazionale (antichita' Greco-Romane) che poco prima di morire aveva iniziato a studiare il Sanscrito.
Dovrei dare una occhiata ai 22.000 libri che ci ha lasciato.
La maggior parte in Greco e Latino... ...non so perche' fosse arrivato a quelle conclusioni...mi sono sempre interessato ad un aspetto pratico della filosofia e utilitaristico. Secondo me deve poter permettere all'uomo una reale conoscenza di se stesso e una trasformazione interiore, come Parmenide e Pitagora ancora ben sapevano.
Yam is offline  
Vecchio 03-01-2007, 11.29.53   #10
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Su che cosa ha riflettuto la filosofia in origine?

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
I primi filosofi sono stati i Greci di Asia Minore, gli Ionici.
I tre filosofi di Mileto... Talete, Anassimandro e Anassìmene.
Di Talete non si conserva alcuno scritto, di Anassimadro possediamo una citazione mentre di Anassìmene possediamo 2 frammenti (sempre comunque citazioni fatte da altri autori).

Se no, quello che sappiamo, arriva - se non ricordo male - da Aristotele (che fu il primo a compiere una specie di storia dei filosofi passati, quello che sostenevano ecc. per poi confutarli e dire la sua...).

Citazione:
Qualcuno ha mai scritto che i miti vissuti dagli asiatici possano esser stati riflessi da pensatori greci. No, vero? Dunque, afferma Elia, il genio, hanno riflettuto sulla Natura!
Certo. Per quale motivo la risposta è "certo"?
Perché i miti avevano a che fare con la natura... erano la spiegazione di eventi naturali che capitavano a quei tempi...
I filosofi cercarono di analizzare dunque la natura, staccandosi dal pensiero mitologico, dalla spiegazione mitologica sul come mai capitavano certe cose nella natura.

Elijah is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it