Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 18-03-2008, 12.18.53   #11
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

Citazione:
Originalmente inviato da epicurus
Come gia` detto da altri, anche per me e` estremamente difficile collocarmi in una corrente filosofica, avendo delle posizioni molto personali su una grande varieta` di temi.

Sicuramente, pero`, mi colloco nella meta-corrente filosofica della filosofia analitica. Comunque ci tengo sottolineare che la distinzione analitico-continentale e` una distinzione ad un livello piu` superiore rispetto alle varie scuole filosofiche.



Si si, certamente, quella distinzione è una semplificazione contemporanea che vuol distinguere i pensatori dell'area italo-tedesca (i nostri maggiori pensatori si rifanno moltissimo a Nietzsche, Heidegger, Marx e ovviamente alle origini greche), da quelli dell'area anglo-sassone e statunitense, molto più attenti alle questioni logico-matematiche, e direi anche cognitive-comportamentali.
Dasein is offline  
Vecchio 18-03-2008, 15.37.04   #12
Anakreon
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 297
Aristotele e Pirrone.

Sono sempre allettato dall'ordine razionale di Aristotele, massimamente quando delinea l'immobile motore dell'universo, che, come canta Dante, sola s'intende e da sé intelletta intende sé.

Ma confesso che il dubbio Pirroniano, se dubita anche di sé stesso, leviga con mio gran diletto l'asperità contraddittoria dei veri umani.

Anakreon.
Anakreon is offline  
Vecchio 18-03-2008, 19.32.54   #13
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
Si comprende la radicalità del pensiero contemporaneo, la coerenza, nella misura in cui se ne vede l'assurdità. Il principio elenctico serve a rilevarla, se non ha motivo di porsi una concezione totalizzante non si può nemmeno porre il pensiero debole come dotato di una veridicità, in quanto, appunto, esso ammette che nulla (e quindi nemmeno se stesso) può avallare una veridicità maggiore rispetto alla corrente "forte" del pensiero. Ovviamente l'analisi è più complessa, non ho purtroppo il tempo materiale e quindi devo ridurmi alle considerazioni più immediate. Poi, dire, "non più credibile" significa presupporre che il metro di giudizio sia la credibilità in termini di fede, e allora non ho capito perchè Vattimo creda di credere, visto che nemmeno Dio (che è una concezione forte) può imporsi come totalizzante.
A presto.

Proverò a risponderti nella discussione Quale futuro per la Metafisica?. Qui andrei fuori tema.
Ciao.
Koli is offline  
Vecchio 18-03-2008, 20.52.49   #14
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

per ora propendo verso l'idealismo...ma ho ancora delle questioni da mettere in chiaro
sileno is offline  
Vecchio 22-03-2008, 21.48.29   #15
ArtigianoFilosofo
Ospite
 
Data registrazione: 22-03-2008
Messaggi: 23
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

Mi sembra abbastanza semplice, predomina il pensiero della nostra epoca.
Se vogliamo è il pensiero moderno dell'era post-industriale.
ArtigianoFilosofo
ArtigianoFilosofo is offline  
Vecchio 23-03-2008, 15.00.44   #16
Karenina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2007
Messaggi: 41
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

Mi sembra abbastanza semplice, predomina il pensiero della nostra epoca.
Se vogliamo è il pensiero moderno dell'era post-industriale.
ArtigianoFilosofo

E quale sarebbe? e in che senso moderno?
Karenina is offline  
Vecchio 24-03-2008, 08.20.38   #17
ArtigianoFilosofo
Ospite
 
Data registrazione: 22-03-2008
Messaggi: 23
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

Il pensiero moderno è molto complesso, perchè è disciolto nella molteplicità di forme.
Lo si può paragonare ad una fotocopia molto particolareggiata di concetti e teorie in voga cento anni fa quando non c'erano i mezzi comunicazione di oggi, con tutti gli opinionisti di ogni partito preso e tuttologhi che sfornano teorie a raffica senza darci il tempo di discernere.
Quindi ciascuno di noi è portato a sposare un pensiero piuttosto che un'altro, senza riflettere troppo ma solo dopo un sommario giudizio.
Di conseguenza tutte le scuole di pensiero moderno hanno una breve durata le teorie vengono sistematicamente superate da altre teorie e cosi via..
Oggi tutto è di breve durata come gli alimenti con le loro scadenze, questa situazione dovrebbe farci riflettere sulla mortalità di questi pensieri moderni..
a volte mi chiedo che fine hanno fatto l'immortalità espressa anche nei pensieri.
ArtigianoFilosofo
ArtigianoFilosofo is offline  
Vecchio 24-03-2008, 08.40.46   #18
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

Citazione:
Originalmente inviato da Karenina
Mi sembra abbastanza semplice, predomina il pensiero della nostra epoca.
Se vogliamo è il pensiero moderno dell'era post-industriale.
ArtigianoFilosofo

E quale sarebbe? e in che senso moderno?

il neo-Illuminismo imperante?
sileno is offline  
Vecchio 24-03-2008, 11.51.52   #19
Karenina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2007
Messaggi: 41
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

cit. ArtigianoFilosofo: Di conseguenza tutte le scuole di pensiero moderno hanno una breve durata le teorie vengono sistematicamente superate da altre teorie e cosi via..
Oggi tutto è di breve durata come gli alimenti con le loro scadenze, questa situazione dovrebbe farci riflettere sulla mortalità di questi pensieri moderni..
a volte mi chiedo che fine hanno fatto l'immortalità espressa anche nei pensieri.

Personalmente è questo aggettivo moderno che non mi convince... lo associo ad una periodizzazione storiografica che non lascia intravedere un significato a noi contemporaneo. Io credo che sia cambiato il modo di intendere la filosofia, è difficile parlare di scuola di pensiero ed è difficile elaborare teorie che potrebbero riflettere l'autorità dei grandi classici, dei grandi sistemi, senza contare che dopo il pensiero di alcuni filosofi ormai è quasi impossibile continuare a pensare che un buon pensiero per essere tale e influente debba essere uno schema. Il problema allora è riscoprire la capacità di costruire qualcosa di nuovo!! Impossessiamoci degli strumenti che abbiamo a disposizione e che forse conosciamo ancora poco, e naturalmente manteniamo le fondamente della storia della filosofia, l'elaborazione dei grandi che non si può ignorare, ma lasciamo da parte le etichette che possono essere utili solo per una corretta suddivisione a scopo istruttivo.

e poi chiedo scusa a sileno ma non ho capito il tuo post...
Karenina is offline  
Vecchio 24-03-2008, 13.58.59   #20
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: A quale scuola di pensiero appartieni?

Citazione:
Originalmente inviato da Karenina
e poi chiedo scusa a sileno ma non ho capito il tuo post... [/font]

scusa è che spesso non ho molto tempo per elaborare risposte lunghe: dico che forse la corrente di pensiero ora predominante è il neo-Illuminismo o neo-Positivismo...anti-metafisica, riduzione di valore del discorso filosofico, predominio in etica di un utilitarismo che in realtà maschera l'elitarismo dei vantaggi e la democratizzazione-massificazione dei costi, il dominio assoluto in campo euristico della scienza che si ritiene anti-dogmatica salvo poi fondarsi su asserzioni dogmatiche, etc etc ( vorrei continuare ma il tempo è tiranno )...insomma: una degenerazione qualitativa dei pregi dell'illuminismo e una ripresa puntuale e perfetta delle sue castronerie
sileno is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it