Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 21-03-2008, 18.41.05   #11
Anakreon
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 297
Sepolcri e selve.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Del nulla, non si puo' dire nulla.

Ottima epigrafe, per il sepolcro del nulla.

Oh, no !:
il nulla non ha sepolcro, perché è nulla, anzi non è nulla.

Sì, la cosa è un po' confusa a causa dell'avverbio "non", che in Italiano può anche dar efficacia ad una negazione:
sarebbe meglio dirlo in lingua Greca o Latina, ma non vorrei intricare la selva già oscura.

Anakreon.
Anakreon is offline  
Vecchio 21-03-2008, 19.05.16   #12
Anakreon
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 297
Tranquillità ed elocuzioni.

Caro Emme Ci,

argomenti:

"E proprio se la verità assoluta è il nulla, non il perenne altrove ma veramente nulla, la verità ritorna istantaneamente all’essere, perché il nulla sarebbe nel contempo la verità….Sì, se il nulla è la verità, distrugge sé stesso, e la parole “è” rifulge anche lì, dando ragione a Parmenide per l’eternità.".

Considera tuttavia che l'impedimento potrebb'essere nell'elocuzione nostra mortale:
non possiamo definire il nulla, se non dicendo qualche cosa del nulla.

Ma se diciamo qualche cosa del nulla, pur negando, diciamo qualche cosa d'una cosa, di cui non dovremmo dire nulla.

Volendo essere rigorosi, non potremmo neppure dirlo nulla, perché anche la voce di nulla è qualche cosa.

Ma il nostro dire, quanto rappresenta convenientemente ciò che è ovvero non è ?.

A ben considerare il nulla potrebbe essere vero, ma non essere adatta né la nostra mente a pensarlo né la nostra lingua a definirlo.

Comunque sia, per stare tranquilli, possiamo ripetere, adattandola, una celebrata sentenza d'Epicuro:

"perché temere il nulla:
dove siamo noi, non è il nulla; dov'è il nulla, non siamo noi".

Salva, s'intende, prova contraria.

Anakreon.
Anakreon is offline  
Vecchio 21-03-2008, 19.08.20   #13
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: Cos'è il Nulla?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Del nulla, non si puo' dire nulla.
Hai appena detto qualcosa del Nulla. Ma in realtà non è Nulla. E' Essere. E' gia qualcosa. Ecco perchè il Nulla inteso nel suo riferimento, non esiste. Esiste solo l'essere. Il termine Nulla ha senso ma non ha un vero riferimento se preso alla lettera.
Koli is offline  
Vecchio 22-03-2008, 07.00.40   #14
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: Cos'è il Nulla?

Torno a ribadire, raccogliendo – mi pare - il pensiero di tutti coloro che si sono succeduti in questa gara a sconfiggere il nulla, l’argomento che considero inconfutabile: se il nulla è la verità assoluta, in qualche modo è, anzi lo è in modo supremo e definitivo. Anche se debbo riconoscere che in tal modo non ho risolto il problema, poiché vedo possibili tanto l’essere quanto il nulla (sia pure nelle vesti di un nulla che è): ebbene sì, se qualcuno avanzasse questa obiezione, io dovrei tacere o piuttosto risponderei che nessuno può e presumibilmente potrà mai rispondere alla domanda, perché non conosciamo la verità assoluta e possiamo solo cercarla. Tuttavia non ne risulterebbe una delusione disarmante e completa, perché in fondo abbiamo ottenuto la certezza che l’essere c’è sia sotto forma di essere che sotto forma di nulla. Un aut-aut che svanisce sotto il flutto onnipotente dell’essere. Forse solo un filosofo orientale che non abbia ceduto alle lusinghe dell’Occidente (ma ce ne sono ancora?) potrebbe pensare che si tratta dell’ultimo inganno.
emmeci is offline  
Vecchio 22-03-2008, 08.18.16   #15
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Cos'è il Nulla?

Citazione:
Originalmente inviato da Fabio1985
Tutti lo raffigurano di colore nero, però perchè no blu,azzuro come quello del cielo o del mare o il bianco della luce?
Esiste solo nella nostra mente?

La Razionalità alimenta il Nulla ed il Nulla divora la Fantasia....ti riferivi a questo?
Giorgiosan is offline  
Vecchio 22-03-2008, 12.07.04   #16
Dasein
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 192
Riferimento: Cos'è il Nulla?

Chi riesce a pensare il non-pensabile me lo deve far sapere.
Come si fa a pensare il nulla? Come si riesce a pensare di non-pensare?
Tutto ciò che si pensa, anche la parola nulla, è qualcosa.
Dasein is offline  
Vecchio 22-03-2008, 14.25.43   #17
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Cos'è il Nulla?

Citazione:
Originalmente inviato da Dasein
Chi riesce a pensare il non-pensabile me lo deve far sapere.
Come si fa a pensare il nulla? Come si riesce a pensare di non-pensare?
Tutto ciò che si pensa, anche la parola nulla, è qualcosa.
Difatti ,come ha già Yam,non è dicibile.
Noor is offline  
Vecchio 22-03-2008, 15.59.54   #18
Anakreon
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 297
Nullità e dignità.

Caro Emme Ci,

osservi:

"Torno a ribadire, raccogliendo – mi pare - il pensiero di tutti coloro che si sono succeduti in questa gara a sconfiggere il nulla".


Certame temerario:
com'è possibile vincere ciò, che non è ?.

Che se poi vogliamo supporre che sia, non potremmo dirlo nulla, ma qualche cosa.

Argomenti:
"l’argomento che considero inconfutabile: se il nulla è la verità assoluta, in qualche modo è, anzi lo è in modo supremo e definitivo".

Ma se il nulla è verità, non può essere il nulla, ma è qualche cosa:
la verità appunto.

Dunque m'aspetto una definizione del nulla, che permetta che il nulla sia qualche cosa:
la verità od altro.

Ma una tale definizione converrebbe col nulla ?.

Ne dubito.

L'impedimento sta proprio qui.

Se diciamo che il nulla non è, negandolo affermiamo che sia qualche cosa, ammettendo al meno che il non nulla sia qualche cosa;
che se poi affermassimo che il non nulla fosse parimenti nulla, o saremmo in contraddizione e non potremmo procedere nell'argomentazione, oppure ricadremmo di nuovo nel nulla, ripetendo quel principio, donde siamo proceduti.

Se, di contro, diciamo che il nulla è, affermandolo ente, neghiamo sia il nulla, se al meno definiamo il nulla quale non ente;
che se poi lo definissimo ente, o saremmo di nuovo in contraddizione, e non potremmo procedere nell’argomentazione, oppure negheremmo che fosse nulla e diremmo una cosa evidente, che cioè l’ente è.

Ma, come già scrissi nel commento precedente, è possibile, anzi probabile, che la difficoltà stia nella nostra elocuzione e fors’anche nella nostra mente:
non abbiamo, cioè, veramente vocaboli e forse neppure concetti, in virtù dei quali possiamo affermare, senza contraddizione, altro che ciò, che è, in qualche modo, in qualche luogo, in qualche relazione, ma è.

Così, sia che affermiamo che il nulla è, sia che affermiamo che il nulla non è, cadiamo malamente.

D’altronde, l’essere ha un verbo suo proprio e decente:
essere;
ma il nulla, infelice, può solo usare del verbo essere, cioè d’un verbo altrui, con un avverbio negativo:
non è cosa iniqua ?.

Del resto, anche le voci di nulla e di niente, hanno un’origine di negazione di qualche cosa:

Il Latino “nvllvs”, viene da “ne vllvs”, cioè “non alcuno”:
qualche cosa ente con avverbio negativo;
“nihil”, poi, viene da “ne hilvm”, cioè “non filo”:
di nuovo qualche cosa ente con avverbio negativo.

Non altrimenti, in lingua Greca, “ouden” e “meden”, portano seco la negazione, “ou” o “me”, e l’uno, “hen”.

Rivendico il diritto di quello, che noi malamente appelliamo nulla o niente, ad un nome, ad una dignità sua propria, che non dipenda dall’essere, cui furiosamente l’opponiamo, negandogli tuttavia, iniqui e forse inetti, armi efficaci ad oppugnare e ripugnare.

Perché non possiamo non sospettare, anche se con difficoltà gravi d’intelligenza, che sia possibile che un nulla vero, senza contraddizioni, permei nobilmente e fermamente l’universo, a dispetto e delle nostre lingue e delle nostre menti, incapaci non solo di significarlo, ma anche di pensarlo come conviene.

Concludi:

“in fondo abbiamo ottenuto la certezza che l’essere c’è sia sotto forma di essere che sotto forma di nulla. Un aut-aut che svanisce sotto il flutto onnipotente dell’essere.”.

Questo è quel che appare a noi uomini:
e se il flutto onnipotente fosse quello del nulla e l’essere fosse solo un’apparenza vana e vacua, adatta alla nostra inettitudine mortale ?.

Anakreon.
Anakreon is offline  
Vecchio 22-03-2008, 21.33.50   #19
ArtigianoFilosofo
Ospite
 
Data registrazione: 22-03-2008
Messaggi: 23
Riferimento: Cos'è il Nulla?

Salve a tutti, sono nuovo di questo forum, pertanto entrerò con le dovute cautele..

Il nulla non potrebbe essere anche il vuoto?
Ma poi può esistere il vuoto...sapendo che ogni vuoto va riempito.. di cosa, non lo sappiamo..
Considerando il fatto che la nostra mente crea in continuazione forme.. modelli
che siano buoni o cattivi non c'è alcuna differenza.
Il buono o cattivo sono due concetti ideali che non trovano riscontro nella realtà quotidiana, se non quelli aderenti alle nostre aspettative gratificanti.
un saluto a tutti dall'Artigiano Filosofo
ArtigianoFilosofo is offline  
Vecchio 23-03-2008, 08.19.51   #20
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Riferimento: Cos'è il Nulla?

I nulla "è" ciò che si contrappone dialetticamente a ciò che è. Ciò che non esiste. (a parte che non so se "ciò" esiste come parola..) Certo si possono fare giochetti linguistici perchè per definirlo dobbiamo dire cosa è e ciò è quanto meno impreciso, però ci siamo capiti...quindi sto zitto che penso sia la migliore descrizione.
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it