Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-08-2013, 23.01.14   #31
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Antispecismo

Citazione:
Originalmente inviato da Live
L'unità di misura che mi spinge a classificare gli esseri viventi in modo piramidale, con l'essere umano al vertice, è quella delle potenzialità. Quello che l'uomo può (e soprattutto potrà) fare è impossibile per qualsiasi altro animale, e non sto parlando di radici quadrati, alberghi a quattro stelle e borse in pelle, bensì della capacità di mutare lo stesso ambiente, di riuscire dove la natura (intesa come tutto quello che non ha a che fare con l'uomo) fallisce. Nonostante la storia, l'uomo non è soltanto in grado di distruggere, ma anche di creare. L'uomo è l'unico animale che può salvare una specie in via di estinzione, l'unico che può dare speranza ad una gravidanza che in condizioni naturale porterebbe alla morte della madre e della prole.

In realtà nemmeno la capacità di mutare gli ambienti è capacità esclusiva dell'essere umano, i batteri lo hanno fatto per miliardi di anni prima che comparisse il primo ominide sulla terra, si può dire che l'intero pianeta è stato modellato dai batteri e certo noi stessi esistiamo in quanto ad essi simbionti. La diversità (e non la superiorità evolutiva) dell'essere umano sta nel suo essere consapevole, consapevole in primo luogo della propria finitezza, del proprio limite e dunque perennemente teso a illudersi di poter oltrepassare questo limite a mezzo di un'incondizionata volontà che è anch'essa pura illusione, volontà di volere sempre più o meno mascherata, volere pure che il niente sia. L'uomo è l'animale che più di ogni altro animale si illude, perché nelle illusioni che costruisce pensa di trovare scampo alla realtà che sempre gli appare, quella del proprio inevitabile definitivo finire. E sempre le illusioni creano i peggiori inferni a fronte dei quali si può persino giungere a desiderare di poter finalmente finire, di poter diventare niente.
Solo l'uomo può tanto illudersi.
maral is offline  
Vecchio 07-08-2013, 11.38.15   #32
Live
Ospite
 
Data registrazione: 31-07-2013
Messaggi: 22
Riferimento: Antispecismo

Citazione:
Originalmente inviato da maral
In realtà nemmeno la capacità di mutare gli ambienti è capacità esclusiva dell'essere umano, i batteri lo hanno fatto per miliardi di anni prima che comparisse il primo ominide sulla terra, si può dire che l'intero pianeta è stato modellato dai batteri e certo noi stessi esistiamo in quanto ad essi simbionti. La diversità (e non la superiorità evolutiva) dell'essere umano sta nel suo essere consapevole, consapevole in primo luogo della propria finitezza, del proprio limite e dunque perennemente teso a illudersi di poter oltrepassare questo limite a mezzo di un'incondizionata volontà che è anch'essa pura illusione, volontà di volere sempre più o meno mascherata, volere pure che il niente sia. L'uomo è l'animale che più di ogni altro animale si illude, perché nelle illusioni che costruisce pensa di trovare scampo alla realtà che sempre gli appare, quella del proprio inevitabile definitivo finire. E sempre le illusioni creano i peggiori inferni a fronte dei quali si può persino giungere a desiderare di poter finalmente finire, di poter diventare niente.
Solo l'uomo può tanto illudersi.

Proprio perché si illude è capace di fare quello che fa e può potenzialmente fare. E' vero che batteri ed altri organismi plasmano in modo decisivo l'ambiente, ma lo fanno per sopravvivenza, perché sono geneticamente portati ad assumere quei pattern di comportamento.
L'uomo invece può decidere di farlo per dei fini più alti della semplice auto-conservazione.
I batteri non possono trasformare un deserto in una foresta, non possono salvare una specie in via di estinzione, non possono impedire al riscaldamento globale di fare il suo corso, e se anche potessero farlo sarebbe soltanto perché ne hanno bisogno. L'uomo grazie alla sua intelligenza non ha questi vincoli, non si sente costretto ad ottenere unicamente ciò di cui ha bisogno.
Nella storia ci sono state persone che hanno danneggiato se stesse per permettere ad altri di prosperare, persone le cui azioni hanno determinato la morte di milioni di individui ed altre che hanno salvato altrettante vite. Non per sopravvivenza, non per particolari meccanismi evolutivi, ma grazie alle illusioni di cui parli. Grazie all'illusione della libera scelta, alla sensazione di volere davvero quel che si vuole. Sono queste bugie che ci raccontiamo a rendere l'uomo, secondo me, potenzialmente più necessario delle altre specie.
Live is offline  
Vecchio 07-08-2013, 23.33.26   #33
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Antispecismo

Citazione:
Originalmente inviato da Live
Proprio perché si illude è capace di fare quello che fa e può potenzialmente fare. E' vero che batteri ed altri organismi plasmano in modo decisivo l'ambiente, ma lo fanno per sopravvivenza, perché sono geneticamente portati ad assumere quei pattern di comportamento.
L'uomo invece può decidere di farlo per dei fini più alti della semplice auto-conservazione.
I batteri non possono trasformare un deserto in una foresta, non possono salvare una specie in via di estinzione, non possono impedire al riscaldamento globale di fare il suo corso, e se anche potessero farlo sarebbe soltanto perché ne hanno bisogno. L'uomo grazie alla sua intelligenza non ha questi vincoli, non si sente costretto ad ottenere unicamente ciò di cui ha bisogno.
Nella storia ci sono state persone che hanno danneggiato se stesse per permettere ad altri di prosperare, persone le cui azioni hanno determinato la morte di milioni di individui ed altre che hanno salvato altrettante vite. Non per sopravvivenza, non per particolari meccanismi evolutivi, ma grazie alle illusioni di cui parli. Grazie all'illusione della libera scelta, alla sensazione di volere davvero quel che si vuole. Sono queste bugie che ci raccontiamo a rendere l'uomo, secondo me, potenzialmente più necessario delle altre specie.
A dire il vero è proprio quello che i batteri hanno fatto in pochi miliardi di anni, trasformare un pianeta che sarebbe stato per noi del tutto invivibile in un pianeta in cui possiamo viverci e prosperare al punto di fare (noi) di tutto per distruggerlo inseguendo le nostre illusioni, guidati dalla volontà di volere. Noi viviamo oggi in simbiosi con diversi ceppi batterici che letteralmente ci abitano, ci permettono di vivere e indirettamente condizionano i nostri umori e il modo in cui questi umori influenzano i nostri stessi pensieri. Certo, i batteri non avranno progettato tutto questo, nemmeno erano guidati da un istinto di sopravvivenza, troppo semplici per parlare di istinti, semplicemente non potevano fare a meno di farlo e per questo pensiamo che non meritino alcuna gratitudine, ma in fondo cos'è l'essere umano se non un batterio imperfetto che continuamente si illude di poter volere ciò che vuole e illudendosi in tal modo resta sempre deluso e terrorizzato dal proprio libero arbitrio? Ma forse, come per i batteri, anche l'essere umano funziona così per natura, finché dura.
maral is offline  
Vecchio 19-08-2013, 23.09.05   #34
Parva
Ospite
 
Data registrazione: 12-08-2013
Messaggi: 33
Riferimento: Antispecismo

Citazione:
Originalmente inviato da La_viandante
Siamo davvero una specie superiore o non differiamo granché da tutte le altre specie animali? Con gli animali e persino con i vegetali condividiamo molto del nostro DNA, e se guardiamo a tante di quelle sperimentazioni su abilità cognitive degli animali, a guardar bene, non differiamo nemmeno tantissimo.
http://associazioneparteincausa.word...elo-e-le-rime/

Il gatto disse: di certo sono la razza più intelligente della Terra, solo io sono così affascinante, col pelo variegato, il mio verso sottile e le movenze sinuose. Solo io so fare le fusa e cadere in piedi da grandi altezze. Ovviamente solo a me spetta tra gli animali l'immortalità...
Parva is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it