Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-11-2003, 22.19.03   #11
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
mah...

Il mondo ideale, di anime di spititi, di Dio ecc...non si sà se esisiste o meno, non ci sono prove che possono far affermare una delle due......

Potrei dirti, Marco, che non si può provare l’inesistenza di ciò che non esiste, mentre ciò che esiste è evidente da se stesso. (Il vasto mondo che ci circonda è MOLTO esistente).

Io credo proprio che “Dio” sia un simbolo nel quale sono state racchiuse, come in uno scrigno, idee assorte al rango di ideali. L’idea del bene, del buono, del bello, sono state trasportate dalla terra al cielo diventando ideali concentrati nella figura di “Dio”. Credo anche che questa operazione di "trasferimento di valori" sia stata funzionale al nostro senso di identità, perché attraverso quell’ideale l’uomo ha pensato di poter idealizzare (la cacofonia è inevitabile), se stesso.

Io so che devo rispettare chi crede, ma a volte penso che chi crede non rispetti mè, nel senso che cerca di spacciarmi cose non vere o quantomeno non comprovate, quindi personali e sue. Ed inoltre cosa un po’ peggiore, sono convinto che sia proprio da quella frattura tra il mondo vero ed il mondo delle idee, che ha iniziato ad uscire “il male”.

L’uomo non è cattivo ….. è stato forzato per millenni a misurarsi con un “modello di perfezione” e questo, alla fine, lo ha reso sfiduciato ed avido…..

Ultima modifica di VanLag : 16-11-2003 alle ore 22.25.01.
VanLag is offline  
Vecchio 17-11-2003, 12.51.30   #12
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: mah...

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
...Ed inoltre cosa un po’ peggiore, sono convinto che sia proprio da quella frattura tra il mondo vero ed il mondo delle idee, che ha iniziato ad uscire “il male”.

Condivido, infatti, il "male" creatosi dall'integrazione forzata del mondo delle idee con quello materiale, anche se è solo una parte del "male", può essere evitato e deve essere evitato...ma "l'impresa" è ardua...mi sembra che ne abbiamo parlato in un'altra discussione...
Marco_532 is offline  
Vecchio 20-11-2003, 01.03.23   #13
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
Re: X Osho

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Dunque tu dici che le cose fisiche generano l'idea o l'archetipo anzichè il contrario.....

Credo proprio di si Osho…. A meno che tu non riesca a dimostrarmi che fù l’idea del cavallo che generò il cavallo. L’archetipo essendo statico nega o congela la vita che è dinamica e chiude l’essere umano in una gabbia irreale.

Dai fammi tu una sintesi della COSMOGONIA DEI ROSACROCE, se c'è una verità deve essere esprimeibile in poche righe.

Verità in poche righe ? Ma da quando?
E' l'archetipo che è statico, o l'idea che hai tu del concetto di archetipo che congela la vita?
osho is offline  
Vecchio 20-11-2003, 09.15.34   #14
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Re: Re: X Osho

Citazione:
Messaggio originale inviato da osho
E' l'archetipo che è statico, o l'idea che hai tu del concetto di archetipo che congela la vita?
La vita si muove, evolve, muta, pulsa, fluisce….. mentre il pensiero cerca affannosamente di coglierla e cerca penosamente di controllarla……
Le idee sono solo riflessi della realtà nella nostra mente, può sembrarti che si muovano, ma quando tu pensi di avere colto la vita col tuo pensiero lei non è già più lì, è già oltre.....
VanLag is offline  
Vecchio 20-11-2003, 10.19.17   #15
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Per VanLag

Chapeau!

se non dovesse essere corretto il mio francese, traduco....

cappello
visechi is offline  
Vecchio 20-11-2003, 13.22.03   #16
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
A vanlag

Però vedi, Platone affermava che noi conosciamo cio che ci circon-
da per reminescenza, ricordando ciò che la nostra anima disincar-
nata ha contemplato nel suo viaggio iperuranico, appunto gli
archetipi. Può darsi che non sia vero, ma non sarei cosi sicuro
delle tue affermazioni, fin quando non provi lo stato di disincarna-
zione...O no?
Cmq per quel che ho LETTO io è lo spirito che si fa materia e nn
viceversa, quando devi costruire una casa prima la costruisci
mentalmente e la progetti e poi via via le altre operazioni per
realizzarla...o no?
osho is offline  
Vecchio 20-11-2003, 14.23.42   #17
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: A vanlag

Citazione:
Messaggio originale inviato da osho
Cmq per quel che ho LETTO io è lo spirito che si fa materia e nn
viceversa, quando devi costruire una casa prima la costruisci
mentalmente e la progetti e poi via via le altre operazioni per
realizzarla...o no?

Quanto detto è giusto se non si conidera come nasce l'idea di casa.

Come credo abbia cercato di spiegare VanLag, noi oggi chiamiamo casa, una migliorazione di quel che un tempo era parte della natura e che noi uomini abbiamo utilizzato come rifugio, protezione, casa.
L' idea di casa risiede in quel passato in cui l'uomo ha conosciuto l'utilizzo e i vantaggi di quel qualcosa già esistente.
L'idea che oggi si ha di casa, è frutto dell'evoluzione di ciò che era già in natura, e non di qualcosa che è entrata a far parte della natura grazie all'idea; è per questo, che oggi dobbiamo pensare a come costruirla, per adattare la sua essenza all'idea attuale....è un'evoluzione indotta di qualcosa esistente in natura prima dell'idea, e nell'idea che prende forma, è scontata la manipolazione di quel qualcosa che esisteva prima dell'idea di casa stessa.

Il concetto è difficile da scrivere, ma credo sia intuibile da quanto riportato, ciò che volevo sottolineare.
Marco_532 is offline  
Vecchio 20-11-2003, 15.10.01   #18
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Grazie Marco....

Per Osho:

quando devi costruire una casa prima la costruisci mentalmente e la progetti e poi via via le altre operazioni per realizzarla...o no?

La casa, coi bei colonnati, le stanze ampie, il giardino coi fiori, è l’estensione della grotta nella quale i nostri avi cercavano rifugio. Le idee che ci portano a costruirla sono solo “espressioni artistiche” che hanno modificato, perfezionato ed abbellito la realtà della grotta. La realtà viene sempre prima…….

Si parla del fenomeno uomo……. Platone parla di anima disincarnata, tu parli di spirito che si fa materia, io dico spesso “identità individuale”, (o identità culturale)….. tutte parole che puntano ad un'unica realtà….. un unico ente…… cioè “ciò che ognuno di noi è”. E’ lì che stanno le risposte, lì e da nessuna altra parte…..

Non so se ti ho risposto….. spero di sì….
VanLag is offline  
Vecchio 20-11-2003, 21.10.28   #19
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Platone ed il velo di Maya

Qualsiasi cosa la nostra mente tratti deve ridurla al rango delle esperienze già vissute. Persino termini come illuminazione o “dio” sono interpretati attraverso il nostro back-ground conoscitivo.

Ad esempio se io dico che ho il male di pancia, chi legge immagina il suo ultimo mal di pancia e pensa di sapere cosa io stia provando. Se io dico che sono illuminato (è solo un esempio), chi legge cerca nel suo bagaglio culturale quello che sa dell’illuminazione e pensa, (con molta titubanza) di capire quale sia il mio stato.

Entrambe le reazioni che provocano le mie asserzioni sono idee nel lettore, con la differenza che la prima idea si appoggia (sempre nel lettore) ad un fenomeno esistente e conosciuto, (il mal di pancia), la seconda si appoggia su una presunzione, cioè presumo di sapere, assumo di sapere, credo di sapere…..

Idee che trovino origine da fatti reali possono essere usate dall’uomo per migliorare la sua vita, mentre idee che si appoggiano su presunzioni deviano l’uomo dalla sua realtà dal suo cammino umano…..

E’ un eufemismo ma se Platone non avesse detto che l’idea del cavallo era superiore al cavallo stesso oggi forse avremmo meno difese verso il mal di pancia, ma non avremmo neppure quella dispersione mentale che ci separa dal “movimento unitario della vita”. Senza quella idea la realtà che ci circonda ci sembrerebbe, dolce, piena, bella, ricca, agevole, solidale….. e via dicendo e non ci disperderemmo a cercare perfezioni inesistenti.

E’ un Eufemismo, l’ho detto, ........ Se non l’avesse fatto Platone l’avrebbe fatto qualcun altro, d’altro canto non è un caso che contemporaneamente a Platone, in altre parti del mondo parlava il Budda, parlava Confucio, parlava Lao Tsu, parlava Zoroastro...... Mentre i popoli sulle rive del Tigri e dell’Eufrate creavano la via per il “dio “unico......

......................La grande Maya si impossessava del mondo……

Ultima modifica di VanLag : 20-11-2003 alle ore 21.14.04.
VanLag is offline  
Vecchio 20-11-2003, 21.27.03   #20
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: Platone ed il velo di Maya

Citazione:
...Idee che trovino origine da fatti reali possono essere usate dall’uomo per migliorare la sua vita, mentre idee che si appoggiano su presunzioni deviano l’uomo dalla sua realtà dal suo cammino umano…..

Si, infatti,...

Citazione:
...... Mentre i popoli sulle rive del Tigri e dell’Eufrate creavano la via per il “dio “unico......

....idea che non trova origine da fatti reali, ma che appoggia su presunzioni che deviano l'uomo dalla sua realtà e dal suo cammino....
Marco_532 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it