Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-01-2004, 15.20.32   #21
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin
innanzi tutto inizio col dire che Fragola è una fissata!

dopodichè procedo col dire che non vedo come la sincronicità possa mettere in dubbio la relazione di causa-effetto o quella di casualità



Ma non è lo stesso processo mentale che, partendo dall'attivazione di uno "schema", permette di cogliere nella realtà quelle sfumature di senso che, con l'attivazione di uno schema diverso, non sarebbero colte?

Non so cosa potrebbe risponderti Fragola in proposito, ma per quanto riguarda me, posso dirti che il concetto di sincronicità non è in alternativa al meccanismo di successione degli eventi in una catena di cause-effetti, ma si affianca ad esso, come i piani ortogonali esistono ma in diverse direzioni dello spazio.

Come ho avuto spesso modo di dire, vedo i fenomeni sincronici come una conseguenza del fatto che l'universo sia collegato da una struttura a rete, e quindi un legame di tipo SPAZIALE, non ti tipo TEMPORALE come il verificarsi di eventi collegati da meccanismi di cause ed effetti. Sono solo due cose che avvengono su piani ortogonali differenti. Non due teorizzazioni che si escludono a vicenda.
Ygramul is offline  
Vecchio 06-01-2004, 15.53.42   #22
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
così sembra anche a me.

Ma cosa intendi esattamente per spaziale?
Spazio fisico?

Concordo con la visione multidimensionale della realtà, ma io tenderei a collegare i diversi piani in base al loro contenuto semantico (alla loro molteplicità di contenuti semantici)
non so se intendevi questo.
r.rubin is offline  
Vecchio 06-01-2004, 16.32.29   #23
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ygramul
Non so cosa potrebbe risponderti Fragola in proposito, ma per quanto riguarda me, posso dirti che il concetto di sincronicità non è in alternativa al meccanismo di successione degli eventi in una catena di cause-effetti, ma si affianca ad esso, come i piani ortogonali esistono ma in diverse direzioni dello spazio.

Come ho avuto spesso modo di dire, vedo i fenomeni sincronici come una conseguenza del fatto che l'universo sia collegato da una struttura a rete, e quindi un legame di tipo SPAZIALE, non ti tipo TEMPORALE come il verificarsi di eventi collegati da meccanismi di cause ed effetti. Sono solo due cose che avvengono su piani ortogonali differenti. Non due teorizzazioni che si escludono a vicenda.

Io fissata? Ma come ti permettti!!!!!! (questo è un vecchio scherzo tra me e Rubin, no problem)

Direi esattamente le stesse cose. Grazie Ygramul, le sai dire meglio di me.

ciao

ps parte di questa discussione su causa-effetto ha origine da un'altra discussione, quella sull'io proposta da Van Lan, dove, per spiegare il concetto di "unità di pensiero" è stato detto che tutto ciò che esiste è soggetto alla legge di causa-effetto. Lo specifico perchè altrimenti certe puntualizzazioni non si capiscono.

riciao
Fragola is offline  
Vecchio 06-01-2004, 16.48.20   #24
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Rubin

Ho tentato di risponderti prima, ma è successo qualcosa e il mio post è andato a farsi benedire...

Ciò che volevo dirti è che ho usato i termini "SPAZIO" e "TEMPO" più come metafora che come termini da usare in senso stretto. Vorrei inviare un allegato (spero stavolta mi riesca) che accenna ad un modo di intendere la realtà, molto interessante. Non dico che lo faccio mio (è piuttosto complesso e non facile ragionando in terminio di realtà quali siamo abituati), e per tale ragione non sono in grado di riassumerlo. Ma vale la pena darsi una scorsa a questo documento.
Files allegati
Tipo file: zip 02° il paradigma olografico di bohn.zip (9.6 KB, 38 visite)
Ygramul is offline  
Vecchio 06-01-2004, 18.24.22   #25
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Chi ha difficoltà con i file zip può trovare un documento molto simile su Paradigma Olografico
webmaster is offline  
Vecchio 06-01-2004, 18.29.49   #26
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Citazione:
Messaggio originale inviato da Webmaster
Chi ha difficoltà con i file zip può trovare un documento molto simile su Paradigma Olografico

E' esattamente quello il file che prima non sono riuscita a mandare. Grazie Ivo.
Ygramul is offline  
Vecchio 07-01-2004, 10.06.35   #27
pennac
supreme being :O)
 
Data registrazione: 24-11-2003
Messaggi: 279
Re: Re: io credo

Citazione:
Messaggio originale inviato da Knacker
Mio caro pennac mi sa proprio che la pensiamo alla stessa maniera!


Ho solo un dubbio: cosa intendi quando dici:

intendo dire che non esiste l'involontarietà nel comportamento ... è solo una situazione di comodo
pennac is offline  
Vecchio 09-01-2004, 00.55.46   #28
EvaJ
Ospite abituale
 
L'avatar di EvaJ
 
Data registrazione: 28-12-2003
Messaggi: 49
Scusate se arrivo solo adesso (avrei fatto meglio a non arrivare neanche adesso ).

Premetto di essere schierato dalla parte di coloro che affermano che il caso è solo una questione di semplificazione drastica di un concetto di cui non siamo ancora a conoscenza, o di cui non è necessario parlare.

A proposito, vi invito a dare un'occhiata alla discussione sul destino che ho avviato nella sezione Spiritualità (che non è proprio la sede adatta per questo tipo di discorsi in effetti) in cui tocco anche questo argomento in quanto destino e caso sono correlati in una certa maniera (l'uno esclude l'altro):
Argomenti>Spiritualità>il destino

Citazione:
Dal messaggio di Fragola
Fermo restando che la lettura di alcune eventi come relazioni di causa-effetto è funzionale per applicazioni tecniche elementari (l'igegneria ad esempio) è palese che non può trattarsi di una spiegazione filosofica di tutto ciò che esiste a meno che non si assuma come altro postulato l'esistenza di Dio come causa prima, motore immobile e via dicendo. Escludendo quindi in un caso specifico il principio di causa effetto per poterlo accettare in generale.
Una contraddizione in termini, quindi.
Non esattamente. Non è necessario ricorrere all'esistenza di Dio, se si fa un ragionamento molto semplice. Supponiamo che non ci sia un inizio, ovvero che tutto ciò che esiste esiste da sempre, e si è trasformato fino ai giorni nostri nella forma in cui ci appare per mezzo delle sole leggi della natura che in parte abbiamo decifrato (forze gravitazionali, campi magnetici etc.). Se questo fosse vero la relazione causa-effetto rimarrebbe ancora valida, riperquotendosi indietro nel tempo fino all'eterno (forse un po' difficile da digerire ma per nulla improbabile). Per lungo tempo si è pensato che nella realtà tutto avesse dimensioni finite, ma nella matematica esiste un simbolo che rappresenta l'infinito, e che viene utilizzato in diverse discipline per lo studio di fenomeni reali (come la meccanica quantistica che citavate prima). Esiste l'infinitamente grande, come esiste l'infinitamente piccolo. Alla luce di questo è poi così folle pensare che il tempo abbia un'estensione infinita? (sia avanti che indietro, così come non esiste un'inizio, non esisterà una fine).
Quindi non concordo con l'affermazione di Knacker
Citazione:
Questo ragionamento porta necessariamente a postulare l'esistenza di una causa incausata. E non vedo dove sia il problema nell'accettarla.
nonostante sostenga la medesima tesi che tutto sia effetto di una causa.
Purtroppo non ho prove per sostenere ciò che ho detto (ma d'altra parte non ci sono prove contrarie ), quindi rimmarrà solo una mia convinzione. Vorrei però che ci rifletteste un po' su.


Quella che espongo oltre è una elugubrazione un po' contorta che però mi arrapa un casino . Consiglio ai deboli di cuore di non andare avanti nella lettura, non mi assumo responsabilità.

Il tempo non è una grandezza "reale", ma "complessa" (uso i termini "reale" e "complesso" impropriamente), nel senso che non esiste in natura, ma è derivata dal concetto di dinamica. E' utile a noi per descrivere un movimento, ma è in realtà egli stesso l'espressione di un movimento (che avviene secondo un meccanismo causa-effetto ben conosciuto). Non so come spiegare, ma spesso si pensa al movimento come funzione del tempo, mentre in realtà il tempo è funzione di un movimento elementare "tarato" sulla propagazione della luce , al quale si fa riferimento indirettamente quando si fa uso della variabile tempo ( se qualcuno sta capendo qualcosa corra in soccorso).
In definitiva, il principio di causa-effetto sta alla base di tutte le scoperte scientifiche; e la dinamica, soggetta a questo principio, è l'unica "particolarità" riscontrata scientificamente che caratterizzi ciò che noi percepiamo come realtà, e dalla quale tutto deriva.
Troppe parole virgolettate, lo so.

Pant! E' notte, meglio dormire.

ciao
EvaJ is offline  
Vecchio 09-01-2004, 09.54.51   #29
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da EvaJ
Scusate se arrivo solo adesso (avrei fatto meglio a non arrivare neanche adesso ).


Non esattamente. Non è necessario ricorrere all'esistenza di Dio, se si fa un ragionamento molto semplice. Supponiamo che non ci sia un inizio, ovvero che tutto ciò che esiste esiste da sempre

No, non regge. Il postulato in discussione è:
"tutto ciò che esiste è soggetto alla legge di causa effetto".
Se tutto esistesse da sempre, cioè senza nessuna causa originaria, sarebbe comunque una contraddizioni in termini. Cioè il fatto che tutto esista da sempre e senza nessuna causa sarebbe in contraddizione con il postulato che si vuole dimostrare.

Con questo, ribadisco, io non voglio escludere il fatto che esistano innumerevoli eventi che sono cause di altrettanti che sono effetti.
Dico solo che se questa legge non vale sempre (ed ho dimostrato che non vale sempre) allora in certi casi può essere che ne valga un'altra...


ciao
Fragola is offline  
Vecchio 09-01-2004, 17.42.11   #30
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Citazione:
Messaggio originale inviato da EvaJ
[...]Quindi non concordo con l'affermazione di Knacker nonostante sostenga la medesima tesi che tutto sia effetto di una causa.

Il fatto che tutto sia effetto di una causa ha portato da sempre l'uomo a analizzare questo principio e ha cercare una causa che abbia fatto partire questa "reazione a catena" di cause-effetti.
Numerosi filosofi hanno applicato il principio dell'impossibilità di un "regressum in infinitum" nell'ordine delle cause, hiungendo alla necessaria conclusione dell'esistenza di una causa incaussata che ha innescato la "reazione" causa-effetto.


Citazione:
Il tempo non è una grandezza "reale", ma "complessa" (uso i termini "reale" e "complesso" impropriamente), nel senso che non esiste in natura, ma è derivata dal concetto di dinamica. E' utile a noi per descrivere un movimento, ma è in realtà egli stesso l'espressione di un movimento (che avviene secondo un meccanismo causa-effetto ben conosciuto). Non so come spiegare, ma spesso si pensa al movimento come funzione del tempo, mentre in realtà il tempo è funzione di un movimento elementare "tarato" sulla propagazione della luce , al quale si fa riferimento indirettamente quando si fa uso della variabile tempo ( se qualcuno sta capendo qualcosa corra in soccorso).

Credo di capire cosa intendi dire e ti do ragione. Il tempo non esiste.
Non c'è un qualcosa che scorre o che passa e che regola la nostra vita ecc, come non c'è qualcosa che possa essere percorso avanti ed indietro (viaggi nel tempo...).
Knacker is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it