Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 27-05-2004, 19.02.19   #31
phap
Ospite
 
L'avatar di phap
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 23
io ho sempre pensato che un opera d'arte è capita soltanto da chi la realizza.. cioè dall'artista che lo ha creata... le persone che filosofeggiano o i critici d'arte li considero un po' falsi.....
se l'arte deve essere decisa da qualcuno che non sia chi l'ha creata diventa MODA... e la moda è una delle cose più schifose che l'uomo ha inventato!
phap is offline  
Vecchio 27-05-2004, 20.50.49   #32
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da phap
io ho sempre pensato che un opera d'arte è capita soltanto da chi la realizza.. cioè dall'artista che lo ha creata... le persone che filosofeggiano o i critici d'arte li considero un po' falsi.....
se l'arte deve essere decisa da qualcuno che non sia chi l'ha creata diventa MODA... e la moda è una delle cose più schifose che l'uomo ha inventato!

forse esageri un pò... comunque può anche essere... se non che c'è questo fatto che mi mette in dubbio, almeno su quanto esprimi in questa frase <<un opera d'arte è capita soltanto da chi la realizza.. cioè dall'artista che lo ha creata>>, questo fatto dicevo: mi succede a volte di leggere delle interviste ad artisti (ed anche un mio amico che studia al DAMS mi riportava questo fatto, discutendone con lui una sera) .... il giornalista chiede loro di parlare della loro opera.... e alcuni sono presi in un gran imbarazzo, altri deviano la domanda; alcune loro risposte possono essere del tipo: "non lo so".... alcuni artisti possono veramente non sapere da dove la loro opera sbuca!
alcuni scrittori, ne leggevo le interviste, dicono che quando iniziano a scrivere non sanno cosa stanno scrivendo, ma alla fine ne esce un'opera!
r.rubin is offline  
Vecchio 27-05-2004, 23.57.25   #33
Solger
Ospite
 
L'avatar di Solger
 
Data registrazione: 19-05-2004
Messaggi: 25
A quanto scrive r. rubin va aggiunto anche che, come è stato ben messo in luce dall'ermeneutica contemporanea, l'opera d'arte è come un manoscritto affidato alla bottiglia, ovvero essa a un certo punto si stacca dalle intenzioni del suo autore per iniziare un percorso indipendente, lasciando la scena all'interprete e alla sua ricerca di senso e di significato.
Talora arriva ad aprirsi e ad assumere significati che nemmeno il suo autore aveva messo in preventivo al momento del 'concepimento'.

Al contrario di quanto sostiene Phap, che chiude l'opera d'arte all'esclusivo rapporto con il suo autore, secondo me è giusto che vi sia una relazione autore- - ->opera- - ->fruitore senza la quale l'opera d'arte rimarrebbe lettera morta.

Offrendosi all'interpretazione, l'opera d'arte apre alla possibilità piuttosto che alla certezza, alla differenza piuttosto che alla chiusura e all'univocità.

Ciao
Solger

Ultima modifica di Solger : 28-05-2004 alle ore 00.05.13.
Solger is offline  
Vecchio 28-05-2004, 00.30.21   #34
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
tra l'altro un'analisi approfondita dell'arte, che è una parte delle manifestazioni della vita e della vita dell'uomo, forse ne perde in significato, ad essere strappata dal pianeta terra in cui è stata concepita; forse nel considerarla in sè, come oggetto singolo, quindi sezionandola e distaccandola dalla trama globale dell'esistenza, è incomprensibile.

quello che voglio dire, è che l'analisi dell'arte dovrebbe avvenire all'interno di un'interpretazione filosofica globale dell'esistenza, dove le coordinate generali individuate da questa, la identificano allo stesso modo di come un punto geografico è individuato dai meridiani e dai paralleli.

ad esempio, è attiva una discussione sul libero arbitrio.
se il libero arbitrio non esiste, è impensabile che l'artista DECIDA che opera creare, ed è quindi assolutamente possibile che egli non se sappia nulla!

ma questo potrà essere il tema è un'altra discussione che si potrà aprire, ovvero: qual'è il ruolo dell'arte nella vita?
r.rubin is offline  
Vecchio 29-05-2004, 02.36.19   #35
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
L'arte: un canale attraverso cui manifestare la purezza
neman1 is offline  
Vecchio 29-05-2004, 03.15.08   #36
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
meridiani e paralleli

x R.Rubin

Qui si andrebbero ad includere anche discorsi sulla medianicita' dei vari artisti e la loro predisposizione ad esserlo. Diventare un tramite di "energie cosmiche", gia queste creative. Secondo alcuni il corpo umano: solo un trasformatore di energie. E il Dna determina le varie predisposizioni. Spiegherebbe, per renderlo piu chiaro, l'esempio di certi pianisti o danzatori, che sembrano entrare in uno stato "trans-ipnotico" durante la performance.
Ne pianista ne strumento, solo il suonare rimane.Ne danzatore ne musica, solo la danza. Come dicono: ce l'avranno nel sangue....Ciao

Ultima modifica di neman1 : 29-05-2004 alle ore 03.18.10.
neman1 is offline  
Vecchio 29-05-2004, 13.29.53   #37
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
per Neman 1

è arrivato il momento perchè tutti comprendiamo che questo stato "transpersonale" non è appannaggio di pochi, pensatori, danzatori, creativi in genere, è qualcosa che tutti possiamo
ottenere attraversouna direzionalità ed un allenamento.
L'umanità è ad un passo dal comprenderlo. Io che sto accanto
a pre-adolescemti a volte mi sorprendo a sentirli poarlare (alcuni
hanno una saggezza innata), a sentire le loropoesie , a leggere
ciò che scrivono. Sono meravigliosi, anche nella loro ingenuità, soprattutto in questo "entusiasmo" che ricordo etimologicamente
vuol dire essere pieni di Dio.
paperapersa is offline  
Vecchio 29-05-2004, 13.47.55   #38
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
...e di fatti, parlavo della predisposizione non dell'incapacita', come abbiamo gia' accenato nel forum sulle "catene causuali" oppure "educazione naturale": La direzione in cui svilupparci e' una nostra scelta. Ci vuole pero riconoscenza e incoraggiamento da parte di chi si occupa dei bambini. Credimi, telo dico dal cuore perche parlo per esperienza (negativa).
Non si puo pretendere che tutti diventino dei Mozart, pero'....Saluti.

Ultima modifica di neman1 : 29-05-2004 alle ore 14.06.20.
neman1 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it