Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 22-05-2004, 17.40.34   #11
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
grazie Dana
Dunadan is offline  
Vecchio 27-05-2004, 13.39.55   #12
binosoma
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-05-2004
Messaggi: 76
Re: Sono Ateo o Agnostico?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Sono Ateo o Agnostico?

- aspetto che qualcuno sappia dimostrarmi la verità delle religioni ma sono anche sicuro che questo è impossibile, perchè per me è chiaro che il Dio Buono della religione è un'invenzione umana.
- non nego completamente la possibilità che un Dio possa esistere, ma non di certo quello delle religioni. Per me "Dio" potrebbe essere anche lo stesso Universo, una struttura che funziona magari da sola, nel nulla.

Se fossi agnostico dovrei dire "se mi dimostri che il Dio religioso esiste, ci crederò". Ma invece io dico: "dimostramelo se ci riesci, ma non vi riuscirai mai, perchè per me è sicuramente un'invenzione umana, è troppo chiaro che sia così, è una religione troppo antropocentrica.

Sono Ateo o Agnostico?

ciao
Non chiederti se dio esiste o meno, ma se la sua esistenza condiziona o condizionerebbe, e in che modo farebbe questo, la tua vita tutta.
binosoma is offline  
Vecchio 27-05-2004, 15.56.16   #13
Rocco
Ospite abituale
 
L'avatar di Rocco
 
Data registrazione: 14-05-2004
Messaggi: 301
Lightbulb Caro Dunadan......

...ti rispondo a cuore aperto......

Secondo me la domanda che ti sei fatto merita una risposta e ..certo che la puoi avere ......!

Fossi in te non aspetterei nè alcuno che ti sappia dimostrare che Dio esiste , nè che tu sia agnostico ......anche perchè , fattelo dire da un amico .....( se posso aspirare a definirmi tale.....visto che non m'entra nulla in tasca....) ..perderesti solo tempo.

Mi riallaccio al post mio delle prop sociali al quale hai dato il tuo ottimo contributo , perchè c'è un nesso.

Visto che al momento ...siamo in attesa dei famosi insegnanti di storia delle religioni....perchè non inizi a fare qualcosa da te ...?

Documentati......leggi un pò di più......e vedrai che lo stesso Dio di cui parlava Gesù , forse ..chissà e sepolto dentro di noi ....

Un vecchio proverbio dice che chi fa da se fa per tre ........

e io aggiungo che non c'è nessun maestro meglio di noi stessi.....


Aspetto un tuo nuovo feedback.......


Un carissimo saluto

Rocco
Rocco is offline  
Vecchio 27-05-2004, 16.35.14   #14
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: Caro Dunadan......

Citazione:
Messaggio originale inviato da Rocco
Fossi in te non aspetterei nè alcuno che ti sappia dimostrare che Dio esiste , nè che tu sia agnostico ......anche perchè , fattelo dire da un amico .....( se posso aspirare a definirmi tale.....visto che non m'entra nulla in tasca....) ..perderesti solo tempo.
Eh si, lo so, la mia è una specie di provocazione. Ma c'è anche qualcosa di vero, nel senso che vorrei fare capire che sono aperto a credere a Dio se mi si dimostra, non nego i dati di fatto, se mi si pongono davanti.
Citazione:
Visto che al momento ...siamo in attesa dei famosi insegnanti di storia delle religioni....perchè non inizi a fare qualcosa da te ...?
Documentati......leggi un pò di più......e vedrai che lo stesso Dio di cui parlava Gesù , forse ..chissà e sepolto dentro di noi ....
All'università c'è un corso di specializzazione biennale chiamato "scienze delle religioni", ecco, è una delle possibili vie che ho in mente dopo il triennio di Storia delle idee filosofiche e scientifiche.

In estate ho fatto un po' di autodidattica, ma ora la sto un po' trascurando, perchè preferirei fare bene ciò per cui sono pagato. "Pagato" nel senso di voto scolastico...
Se sono pagato bene mi si alza di più anche il morale ! E' un po' come sentirsi realizzati...

Comunque, è quasi sempre l'autodidattica che fa emergere le persone, perchè la scuola ti dà un metodo, ti avvia ad analizzare in un certo modo, ma poi però non può insegnarti tutto...

ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 27-05-2004, 17.55.08   #15
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: Re: Sono Ateo o Agnostico?

Citazione:
Messaggio originale inviato da binosoma
Non chiederti se dio esiste o meno, ma se la sua esistenza condiziona o condizionerebbe, e in che modo farebbe questo, la tua vita tutta.

Io sono agnostico, ma operativamente (moralmente) ateo, proprio perche` l'esistenza o no di Dio non condizionerebbe la mia condotta morale.

ciao
epicurus is offline  
Vecchio 31-05-2004, 13.04.13   #16
seeker
Ospite
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 15
Forse

Sei certamente agnostico.
L'ateo ha una fede.
Tu, caro Dunadan, cerchi la dimostrazione di tutto e non tutto è dimostrabile anche perché quel tutto forse non esiste. Forse.
Quel forse ti pone irrimediabilmente nella grande categoria degli agnostici.

Forse.

Ciao.
seeker is offline  
Vecchio 01-06-2004, 00.39.59   #17
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Raddrizzare le parole

Proviamo, confucianamente, a definire con precisione il senso delle parole.
L'agnosticismo è quella corrente di pensiero che, tradizionalmente, giudica le due fondamentali proposizioni "Dio è" e "Dio esiste" nel modo seguente.
"Dio è": un giudizio problematico, ossia aperto alla possibilità di una conferma o di una negazione, in quanto attingibile all'immediatezza assiomatica dentro un impianto metafisico che possa presentarsi come scienza.
"Dio esiste": (ossia Dio è un ente fenomenico) un paralogismo.
L'ateismo si pone di fronte ai due giudizi nel seguente modo.
"Dio è": un paralogismo.
"Dio esiste": un'asserzione falsificabile e non verificabile.

Dunque, la differenza più rilevante tra le due posizioni concerne il primo giudizio, rispetto al quale l'agnosticismo non ammette la dimostrabilità immediata, ma subordina ogni prova allo strumentario assiomatico, metodologico e concettuale di una metafisica che si pretende, però, omogenea alle scienze di natura.
L'ateismo, invece, nega questa, pur remota al pensiero contemporaneo, possibilità: un paralogismo è, infatti, un ragionamento viziato da un errore fondamentale, come può essere una petizione di principio, un regressus ad infinitum oppure una moltiplicazione non necessaria di elementi probatori.

Per conto mio, caro Dunadan, tu non sei nè ateo nè agnostico, ma oscilli tra le due posizioni.
Non è anomalo, perchè nel mondo contemporaneo le differenze di "atteggiamento" tra le due posizioni si sono fatte minime, ma rimangono connesse a dei distinguo piuttosto astratti, come puoi ben dedurre dalle conseguenze pratiche e scientifiche tra le due posizioni.
Ricordiamo, per richiamare Eco, che Kant ammonì la metafisica, ma non volle negarne affatto la possibilità scientifica.
leibnicht is offline  
Vecchio 01-06-2004, 14.46.35   #18
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
grazie a tutti
Dunadan is offline  
Vecchio 01-06-2004, 19.21.53   #19
Corvonero
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2004
Messaggi: 41
X Dunadan
Penso che tu abbia un problema.
Se tu, per un attimo dovessi accettare la credenza di uno Spirito che ci compenetra, di un’energia Universale che ci lega, di un qualcosa che ti scalda il cuore al di là di quelle ca…. di concetti scolastici che ti hanno inculcato, andresti in crisi profonda.
Quella crisi che ti farebbe gettare anni di studi e di credenze, che ti farebbe cambiare visione.
Ma del resto a che pro gettare i tuoi “subdoli” studi alle ortiche??
Sei un ateo per convenienza.

Per questa volta niente “anatemi”
Un suggerimento, vattene in un cimitero a studiare e rielaborare la tua filosofia, chissà che non ne nasca qualcosa di diverso
Corvonero is offline  
Vecchio 02-06-2004, 01.43.16   #20
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Chiedo a chi ama la filosofia:
Vale la pena di rispondere a tanta semplicioneria?






"Semplicioneria" è una parolaccia? Spero di no, non vorrei essere cafone come lui è.


Ultima modifica di Dunadan : 02-06-2004 alle ore 01.49.57.
Dunadan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it