Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 02-06-2004, 12.07.17   #21
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da Corvonero
X Dunadan
Penso che tu abbia un problema.
Se tu, per un attimo dovessi accettare la credenza di uno Spirito che ci compenetra, di un’energia Universale che ci lega, di un qualcosa che ti scalda il cuore al di là di quelle ca…. di concetti scolastici che ti hanno inculcato, andresti in crisi profonda.
Quella crisi che ti farebbe gettare anni di studi e di credenze, che ti farebbe cambiare visione.
Ma del resto a che pro gettare i tuoi “subdoli” studi alle ortiche??
Sei un ateo per convenienza.

Per questa volta niente “anatemi”
Un suggerimento, vattene in un cimitero a studiare e rielaborare la tua filosofia, chissà che non ne nasca qualcosa di diverso

Credo che Dunadan la pensi più o meno come me: per dati di fatto non si và in crisi, e non mi farebbe cambiare il sistema fisolofico. se si accetta di avere una impostazione logico-razionale, qualsiasi cosa accada non si avrà uno stravolgimento di niente, semplicemente si annoterà sul tacquino un nuovo dato di fatto certo.

ciao
epicurus is offline  
Vecchio 02-06-2004, 13.52.41   #22
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Si Epicurus, l'impostazione è quella.
Anche se è più difficile farlo quando scriviamo sul taccuino che parla della nostra vita.
Anche in tal caso, bisogna essere forti e affrontare i fatti.

Forti, perchè chi si rifugia nelle favole non lo è abbastanza.
Dunadan is offline  
Vecchio 02-06-2004, 17.12.00   #23
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Si Epicurus, l'impostazione è quella.
Anche se è più difficile farlo quando scriviamo sul taccuino che parla della nostra vita.
Anche in tal caso, bisogna essere forti e affrontare i fatti.

Forti, perchè chi si rifugia nelle favole non lo è abbastanza.

già...
epicurus is offline  
Vecchio 03-06-2004, 18.34.44   #24
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Carissimo,
per prima cosa bisogna intenderci su cosa vuol dire religione.
Albert Einstein distingue fra"Religioni del terrore"e "Religioni etico-profetiche."
Osho Rajneesh distingue fra religioni-politiche e religioni mistico-esoteriche.Cristianesimo,Islam ismo e d Ebraismo sono partiti politici,mentre esoterismo e misticismo cristiano sono religioni.
E così Sufismo(Islamico) e Chassidismo(Ebraico).
Inoltre non c'è nessuna differenza sostanziale fra Buddhismo,Induismo,Taoismo,Suf ismo,Chassidismo ed esoterismo cristiano.
E veniamo all'ateismo:gli atei non esistono di fatto ma solo di concetto.perchè?Perchè un ateo cristiano è diverso da un ateo musulmano e,a sua volta è diverso da un ateo buddhista.
A un vero ateo non dovrebbe interessare nè la religione-politica nè la religione etico-profetica.Invece la religione politica interessa e come!
Si può fare la prova:
prova dire a un ateo iraniano che il Corano non è altro che un Vangelo apocrifo dimenticato non si sa dove e poi rispolverato da maometto.Se fosse un vero ateo non si incazzerebbe,invece si incazza eccome!Perchè?Perchè si parla male della SUA religione,della SUA tradizione,della SUA nazione.
Da ciò si vede che Religione=Nazionalismo.
Viceversa:
prova dire a S.Teresa d'Avila che Gesù non è mai esistito.
Non glie ne importa nulla,per lei va benissimo.
Ma prova dirlo a un prete e vedrai come si incazza e perchè?
perchè offendi ciò che LUI ha studiato al seminario,offendi i SUOI superiori,offendi il SUO Vescovo ,il Suo Papa,la Sua tradizione.
Prova dire a Swami Vivekananda che krishna è un deficiente.
Si metterà a ridere di gusto!
Prova dire a Chuang-Po che Buddha è un povero ignorante.
Si farà delle grasse risate perchè Buddha non è il suo Idolo,non è suo Padre,non è la bandiera della Sua Cina,non è morto per la Sua salvezza,non tornerà all'ultimo giorno.
Per Chuang-Po ,Buddha è un maestro da CAPIRE e,una volta capito,lo si butta via.
E cosa dice Chuang-Po,maestro zen,per provocare la gente?
Dice:"Solo gli atei sono i veri religiosi,i veri Buddha."

Saluti.

kantaishi za zen.
kantaishi is offline  
Vecchio 03-06-2004, 19.55.45   #25
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Ciao Kantaishi

Dici bene quando affermi che gli atei nel mondo sono diversi tra di loro.
Perchè accade? perchè la religione fa parte della cultura e la cultura fa parte del popolo. Nel popolo c'è l'ateo, costui non crede alla religione ma è comunque cresciuto nella cultura che è influenzata dalla religione.

Quindi, per me gli atei esistono comunque, sono coloro che, pur vivendo e preferendo i determinati costumi della cultura-religione in cui è cresciuto, ha una visione laica della vita e rifiuta ciò che non è dimostrabile.
Separare la cultura(influenzata da una religione) dalla religione dei dogmi, è possibile.
NO?

ciao
Dunadan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it