Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 26-06-2005, 10.33.00   #51
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
arino il sito che hai linkato, mi sembra molto interessante riportare le prime righe
Citazione:
L'hanno chiamata "neuroteologia". L'università della Pennsylvania l'ha scoperta, la rivista "Newsweek" (e "Repubblica" di ieri in Italia) la rilanciano al mondo. In pratica, il ricercatore americano Andrew Newberg ha condotto alcuni esperimenti scientifici su monaci tibetani e suore di clausura, al termine dei quali gli è sembrato di concludere che "il cervello umano è stato geneticamente configurato per incoraggiare la fede religiosa". Iniettando un liquido di contrasto nelle vene di un monaco buddhista nel momento in cui questi raggiunge il culmine della meditazione e osservandone il cervello con un'apposita macchina, Newberg ha notato una sorta di "black out" dell'irrorazione sanguigna nella zona posteriore dell'encefalo: quella che governa la percezione dell'io e del mondo. In altre parole, la preghiera indurrebbe neurologicamente l'idea dell'unità del singolo col creato, con una "sensazione del tutto reale". Il ricercatore - che insieme al collega Eugene d'Aquili pubblicherà in aprile i risultati dei suoi studi nel libro "Perché Dio non se ne andrà" - ritiene perciò che "l'assorbimento dell'io all'interno di qualcosa di più vasto non deriva da una costruzione emotiva o da un pensiero pio, bensì da un evento neurologico". Gli stessi riti delle varie religioni sarebbero tecniche in grado di far scattare tali meccanismi cerebrali, dai quali persino gli atei non possono esimersi, in quanto geneticamente predisposti alla fede. "Finché il nostro cervello avrà questa struttura - sintetizzano gli scienziati americani -, Dio non andrà via". L'esperto di bioetica nonché vice-presidente della Pontificia Accademia per la vita, monsignor Elio Sgreccia, da parte sua non nega il possibile legame fra religione e neurologia: "Non contrasta con la fede affermare che in una parte del cervello c'è traccia dei momenti di preghiera. Il che però non significa che è il cervello a creare la fede".
La_viandante is offline  
Vecchio 26-06-2005, 20.26.46   #52
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da La_viandante
se per il big bang nn abbiamo certezza per quale strana logica dovremmo averne per dio?

ovvio, io non ho mai detto il contrario.

Citazione:
l'unica ricerca che si puo' fare e' da dove nasca l'idea di dio
e la risposta e' la tua mente, il tuo corpo e la materialita'
se si vuole arrivare a una qualche risposta certa la via e' quella, se poi a te nn interessa e' un altro discorso, ma devi tenere conto del fatto che a te nn interessa, non che sia una via sbagliata perche quella giusta e' spirituale=irrazionale

questo è logicamente confutabile: il fatto che la scienza permetta scoperte dimostrabili, non significa che la verità in quanto verità debba essere scientificamente dimostrabile, certamente può esistere una verità anche se questa è indimostrabile, solo non possiamo essere sicuri.

se poi a te non interessa è un altro discorso..
ma se vogliamo ragionare logicamente, almeno facciamolo fino in fondo!

quindi andiamo in fondo:

al fatto che nel corso di esperienze mistiche alcune zone del cervello si attivino, non è per niente conseguente, a rigor di logica, che l'esperienza mistica sia riducibile a questa attivazione cerebrale.
infatti una posizione, logicamente insostenibile, che sostiene questo, pretende, illeggittimamente, di dare status di certezza alla semplice eventualità che l'esperienza mistica sia un'esperienza senza oggetto concreto esterno al cervello, ma semplicemente riducibile a fattori interni allo stesso... tra le due posizioni c'è la differenza che c'è tra l'attivazione del cervello in risposta al gustarsi un gelato, e al gustarsi l'allucinazione del gelato... è ovvio che le due posizioni non sono identiche, ed è altrettanto ovvio, nel caso dell'esperienza mistica, che l'affermare con certezza che questa è riducibile all'attivazione autonoma del cervello... significa disonestà intellettuale.

qualsiasi persona intelligente e onesta può confermartelo.

"sapere aude!", ma fallo fino in fondo!

(da me non sentirai mai frasi del tipo "la via giusta è questa o quella", le vie giuste sono tante, ognuna porta ad una verità, tra le tante strade c'è anche la scienza)

Ultima modifica di r.rubin : 26-06-2005 alle ore 20.29.00.
r.rubin is offline  
Vecchio 27-06-2005, 12.35.32   #53
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
o infatti nn dici che hai la verita' assoluta, ma chi nn pensa come te e' disonesto e scemo
va be' rubin per me n e' affatto logico pensare che se nn c'e' nlla da verificare che esista puo' esistere lo stesso, la differenza e' che a qualcunopiace vler credere per forza e quindi gli appare logica qualsiasi sciocchezza
nn voglio continuare in questa discussione perche' ne ho fatte troppe e tute uguali e ... uff me so scocciata, credete pure a babbonatale, nn saro' piu' io a dirvi che nn esiste
La_viandante is offline  
Vecchio 27-06-2005, 12.45.09   #54
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da La_viandante
va be' rubin per me n e' affatto logico pensare che se nn c'e' nlla da verificare che esista puo' esistere lo stesso, la differenza e' che a qualcunopiace vler credere per forza e quindi gli appare logica qualsiasi sciocchezza

va bè, insomma, per te non è logico, ma lo è, e la logica non è un opinione.

esiste anche la "fede nella scienza" sai?
r.rubin is offline  
Vecchio 27-06-2005, 20.20.39   #55
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
La scienza produce comunque effetti reali che ci permettono di vivere meglio. Comunque, rimane il fatto che non è dimostrabile che sia vera. Potrebbe essere anche un'immane illusione nata casualmente e noi crediamo realmente che la vita vada così. A questo punto, tutto diventa vago ed incerto. La Fede conta.
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 27-06-2005, 20.22.30   #56
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
Comunque, io credevo in Babbo Natale.. ora non più perché mal si coniuga alle mie idee. Questo non vuol dire che non esista e che controlli buona parte dei genitori per portare loro i regali e che la sua potenza coincida con quella di Dio. Qui da me è Gesù Bambino che porta i regali.. chi lo sa..
SebastianoTV83 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it