Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 17-12-2005, 17.14.11   #21
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
La sentenza trans-umana.

Salve,
chi riesce a comprendere la definizione di libertà data dal Mahatma Tibetano Koot Hoomi (un essere che non esiste ma ha un indirizzo e-mail) diventa un illuminato all'istante.
La definizione è:

"Libertà vuol dire realizzare nella vita il proprio oroscopo di nascita."

Se volete contattare il Maestro Hoomi(che non esiste) dovete entrare nel sito : www.escatologia.it e cercare l'indirizzo e-mail del traduttore-interprete dei maestri Tibetani e così potete parlare col maestro Hoomi(che non esiste).
Credete che stia scherzando? Dipende dal significato che date al
verbo esistere.

Om! Mani Padme Hum (pronn. omenipemehùng)

Kantai.
kantaishi is offline  
Vecchio 21-12-2005, 14.58.03   #22
pizzetto31
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 21-12-2005
Messaggi: 1
Libertà...

LIBERTA’. La prima cosa che viene in mente è che libertà significa poter fare e dire tutto ciò che vogliamo e pensiamo.
Da qui scaturisce la prima riflessione che mi porta a dire che le cose che vogliamo e che pensiamo sono diverse da individuo ad individuo, dunque sono soggettive.
Il primo dato per me è che la libertà è un concetto soggettivo.
Poi, continuando a riflettere, mi viene da pensare che il concetto di libertà deve fare i conti, non solo con la libertà altrui, ma anche con la coscienza. La nostra coscienza, la nostra morale, il nostro inconscio che alle volte frenano il nostro pensiero, lo limitano, lo chiudono in ambiti ristretti, ben definiti.
Verrebbe da pensare che la libertà non esista nella realtà, che sono troppi i condizionamenti sociali, culturali, e che il nostro stesso cervello, i nostri stessi meccanismi di difesa inconsci, ci limitino in maniera inevitabile e non ci permettano di essere veramente liberi…
Ma a mio avviso non è così, io vedo la libertà come una sensazione: sentirsi liberi significa anche “essere liberi”.
Proprio per la soggettività del concetto di libertà, nel momento in cui io ritengo di sentirmi libero di pensare ciò che voglio, io sono libero. Libero nei miei processi di pensiero.
La mia sensazione è di libertà, dunque, di fatto sono libero.
Per me, quindi, la libertà è una sensazione, una sensazione soggettiva, che nasce e trova sede nei processi di pensiero. Essa, va cercata dentro di noi, ed è frutto di introspezione, di riflessione. Trovare un equilibrio nella nostra mente, padroneggiare i nostri processi di pensiero ci consente di sentirci liberi.
pizzetto31 is offline  
Vecchio 21-12-2005, 15.00.33   #23
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
La libertà è forse scegliere da chi o da cosa farsi controllare..
sisrahtac is offline  
Vecchio 21-12-2005, 18.12.46   #24
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
Forse la libertà è il non porsi nessuno obbligo di scelta.
Nemo is offline  
Vecchio 21-12-2005, 18.18.42   #25
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Ecco, io ho deciso di farmi controllare esclusivamente dal mio respiro.
sisrahtac is offline  
Vecchio 22-12-2005, 16.24.18   #26
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Re: Libertà...

Citazione:
Messaggio originale inviato da pizzetto31
..Il primo dato per me è che la libertà è un concetto soggettivo.
Poi, continuando a riflettere, mi viene da pensare che il concetto di libertà deve fare i conti, non solo con la libertà altrui, ma anche con la coscienza. La nostra coscienza, la nostra morale, il nostro inconscio che alle volte frenano il nostro pensiero, lo limitano, lo chiudono in ambiti ristretti, ben definiti.

Verrebbe da pensare che la libertà non esista nella realtà, che sono troppi i condizionamenti sociali, culturali, e che il nostro stesso cervello, i nostri stessi meccanismi di difesa inconsci, ci limitino in maniera inevitabile e non ci permettano di essere veramente liberi…
Ma a mio avviso non è così, io vedo la libertà come una sensazione: sentirsi liberi significa anche “essere liberi”.
Proprio per la soggettività del concetto di libertà, nel momento in cui io ritengo di sentirmi libero di pensare ciò che voglio, io sono libero. Libero nei miei processi di pensiero.
La mia sensazione è di libertà, dunque, di fatto sono libero.
Per me, quindi, la libertà è una sensazione, una sensazione soggettiva, che nasce e trova sede nei processi di pensiero. Essa, va cercata dentro di noi, ed è frutto di introspezione, di riflessione. Trovare un equilibrio nella nostra mente, padroneggiare i nostri processi di pensiero ci consente di sentirci liberi. [/b]

finalmente uno che la pensa come me!
e ti quoto quasi tutto.

ciao a tutti
feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 22-12-2005, 16.56.52   #27
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
la libertà viene solitamente caratterizzata da due punti, così l'agente A è libero di fare x quando (1) avrebbe potuto fare altrimenti, cioè non fare x, (2) è A che determina l'azione x.

ovviamente cosa stiano a significare i due punti in questione è fonte di grande dibattito.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 23-12-2005, 22.40.56   #28
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
La paura di Pio IX.

Salve,
verso la fine dell'800 Pio IX disse fra l'altro:

"Due immani catastrofi si abbatteranno fra poco sul suolo italiano:
il suffragio universale e la scuola dell'obbligo.................. ..."

Un cardinale rispose:
"Riguardo il primo punto,Sua Santità non deve temere:noi divideremo gli Italiani in due partiti,uno di destra e uno di sinistra:
il partito di destra sarà controllato da noi ,mentre quello di sinistra sarà controllato da.......noi !!" (risate a crepapelle degli altri cardinali).
Ecco la libertà:sciegliere fra quei due partiti.

En passant:
chi sarà il prossimo Presidente del Consiglio? Berlusconi o Prodi?
Sarà Berlusconi.
E come faccio a saperlo?
Berlusconi ha più soldi di Prodi. Tutto qui.
Ecco perchè il cittadino non può essere libero.

Pacebbene.

Kant-Ay.
kantaishi is offline  
Vecchio 27-12-2005, 13.43.48   #29
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Libertà, ne vale la pena?

Non vale la pena avere la libertà, se questo non implica avere la libertà di sbagliare. Gandhi

Libertà e condizionamento...

Nessuno è più schiavo di chi si credo libero e non lo è. Appena può dichiararsi libero l'uomo si sente condizionato. Quando ha il coraggio di dichiararsi condizionato si sente libero. Goethe

Libertà fino dove?

La mia libertà finisce dove comincia la vostra. Martin Luther King


Elia



P.S.: la libertà è ambigua...

Ultima modifica di Elijah : 27-12-2005 alle ore 13.45.19.
Elijah is offline  
Vecchio 27-12-2005, 15.09.59   #30
Jack Sparrow
Pirate of the Caribbean
 
L'avatar di Jack Sparrow
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 363
probabilmente la libertà è una semplice illusione.

in chimica e in fisica (i modelli che ci indicano come funziona il mondo) non mi risulta che esista qualcosa del genere.

dunque esiste solo nella mente umana.

e a questo punto sorge spontaneo chiedersi se esista davvero o se sia una creazione della nostra mente.

per come il cervello gira, per come la fisica gira, e per un semplice principio "anti-arroganza" (cioè che come al solito SOLO gli homini sapiens hanno questo dono ecc.) mi viene spontaneo dire che sia tutta un'illusione.

e vi invito a riflettere bene su ciò che scriveva elijah:

"nessuno è più schiavo di chi si ritiene libero senza esserlo"...

saluti
Jack Sparrow is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it