Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 19-01-2006, 21.37.52   #11
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
L'uomo senza dio è solamente merce

Naturalmente per potrer interpretarla correttamente - e cioè come il papa stesso intendeva la propria affermazione - bisognerebbe sapere il contesto nella quale è stata detta.

Ma io il contesto non lo conosco, però c'è da dire che una frase del genere sembra un po' troppo pesante comunque.

Con buona pace di alessio, l'uomo non è merce. Non è merce primo perchè possiede dei diritti e secondo perchè equiparare un paio di scarpe con un bambino è politicamente assurdo e filosoficamente insensato.

Prendendo solamente l'aspetto politico (forse il più importante in questi ambiti) l'affermazione del papa mette scalpore: l'uomo non credente (o magari politeista) non ha diritti ed è equiparabile ad un paio di scarpe.

Non penso (e spero) che il papa intendesse dire questo, però forse dovrebbe essere più cauto in quello che dice.

epicurus

N.B. naturalmente è ben accetto se qualcuno sapesse il contesto nel quale tale frase è stata affermata.
epicurus is offline  
Vecchio 19-01-2006, 21.52.05   #12
Step
Ospite
 
Data registrazione: 18-01-2006
Messaggi: 34
Mi dispiace non poter ricordare in contesto preciso nel quale il papa abbia detto tale frase, kmq reputo troppo duro e soprattutto troppo ambizioso compiere tali affermazioni..

Per il resto sto ancora aspettando quell'interpretazione del " Dio Unico " ...

Step
Step is offline  
Vecchio 20-01-2006, 10.06.57   #13
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
Quello che ha tentato di fare il Papa, al di là di sciocche polemiche che vivisezionano ogni parola detta dalle autorità religiose cattoliche per reinterpretarle a modo proprio è semplicemente ribadire il fatto che proprio quei diritti (e conseguenti doveri) di cui gode l'Uomo possono essere considerati veri e reali solamente se c'è un princìpio assoluto che li garantisce. Il terrore principale delle autorità religiose risiede nel relativismo assoluto che imperversa in quest'ultimo periodo e che può trasformare l'essere umano in oggetto e quindi merce se non c'è un qualcosa che ne garantisca la "divinità", la "sacralità" della sua figura. Penso comunque che la relazione tra individuo e Dio sia cosa intima e personale e che non abbia a che fare con la religione (strumentalizzazione di Dio e dell'Uomo) com'è stata concepita sino ad oggi. La frase del Papa è solamente il tentativo di porre l'Uomo in relazione con un princìpio superiore che ne garantisca la dignità. Certo che è arduo visto che le gerarchie ecclesiastiche "usano" Dio per ottenere privilegi. L'Uomo va rimesso al centro della vita dell'essere umano, non c'é dubbio! Dev'essere al più presto essere riconosciuto come portatore di una dignità unica e inattaccabile o rischia di diventare merce.. grazie a chi considera l'Uomo un animale come tanti altri solo appena più evoluto e quindi sacrificabilissimo per ottenere privilegi sociali-economici bla bla.
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 20-01-2006, 10.13.59   #14
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Epicurus scrive: "Con buona pace di alessio, l'uomo non è merce. Non è merce primo perchè possiede dei diritti e secondo perchè equiparare un paio di scarpe con un bambino è politicamente assurdo e filosoficamente insensato"

L'uomo possiede dei diritti? E quali? Chi ha deciso questi diritti? Chi può giudicare tali diritti? chi puo crearli e renderli universali?

Il fatto che le scarpe non siano equiparabili con l'uomo è vero, ma questo non scalfisce minimamente l'idea dell'essere umano-merce.

Un pacco di scarpe è merce, ma anche un contenitore di diamanti o uno di organi umani.

Ognuno è più elevato dell'altro, più importante eppure continua ad essere merce.

Perchè l'uomo per quanto importante non dovrebbe esserlo?
alessiob is offline  
Vecchio 20-01-2006, 10.15.35   #15
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da SebastianoTV83
Quello che ha tentato di fare il Papa, al di là di sciocche polemiche che vivisezionano ogni parola detta dalle autorità religiose cattoliche per reinterpretarle a modo proprio è semplicemente ribadire il fatto che proprio quei diritti (e conseguenti doveri) di cui gode l'Uomo possono essere considerati veri e reali solamente se c'è un princìpio assoluto che li garantisce. Il terrore principale delle autorità religiose risiede nel relativismo assoluto che imperversa in quest'ultimo periodo e che può trasformare l'essere umano in oggetto e quindi merce se non c'è un qualcosa che ne garantisca la "divinità", la "sacralità" della sua figura. Penso comunque che la relazione tra individuo e Dio sia cosa intima e personale e che non abbia a che fare con la religione (strumentalizzazione di Dio e dell'Uomo) com'è stata concepita sino ad oggi. La frase del Papa è solamente il tentativo di porre l'Uomo in relazione con un princìpio superiore che ne garantisca la dignità.

Il papa e` una figura molto influente soprattutto nella cultura italiana, quindi e` naturale che quello che dice sia preso in considerazione, quindi anche criticato.

Il fatto e` che la dignita` dell'uomo non svanisce se si ammette che non c'e` alcuna divinita` nell'uomo. La dignita` umana e` una conquista del tutto indipendente dalle tesi teologiche.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 20-01-2006, 10.22.55   #16
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
L'uomo possiede dei diritti? E quali? Chi ha deciso questi diritti? Chi può giudicare tali diritti? chi puo crearli e renderli universali?

perche` i diritto per essere tali devono essere universali (validi in ogni galassia ed in ogni tempo)? penso proprio di no, i diritti umani sono un costrutto umano ma non per questo perdono importanza.

Citazione:
Il fatto che le scarpe non siano equiparabili con l'uomo è vero, ma questo non scalfisce minimamente l'idea dell'essere umano-merce.
Un pacco di scarpe è merce, ma anche un contenitore di diamanti o uno di organi umani.
Ognuno è più elevato dell'altro, più importante eppure continua ad essere merce.
Perchè l'uomo per quanto importante non dovrebbe esserlo?

Scusa un attimo, ma mi sfugge qualcosa, infatti dal punto di vista civile-giuridico i diamanti hanno gli stessi diritti delle scarpe: non hanno diritti! E questo vale anche per ammassi di organi umani.

Proporre una visione di uomo come merce e` inproprio perche` tale modello esplicativo non ci fornisce informazioni aggiuntive, anzi ci indica una via forviante: se ci mettiamo ad analizzare un uomo come merce (o ammasso di atomi) allora non riusciamo a capire proprio nulla di lui.


epicurus

P.S. Leggiti il mio topic sull'identificazione dello stato intenzionale e il brano postato da gyta nel topic sulla prova scientifica dell'anima.
epicurus is offline  
Vecchio 20-01-2006, 10.25.13   #17
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
certo che svanisce epicurus perché un ammasso di atomi eguale a qualunque altro non ha dignità. una persona ha dignità. nell'economia dell'universo "scientifico" se l'uomo scomparisse, se noi ci uccidessimo a vicenda, stuprassimo tutti i bambini del mondo e facessimo violenze d'ogni tipo, nulla cambierebbe. Se invece l'uomo è un'entità divina o in relazione con un divino, il suo ruolo e l'uso della morale diventano fondamentali. capisci dove sta la differenza?

il vecchio discorso dell'industriale che inquina e inquina e per mettersi da parte soldi annienta le possibilità degli altri esseri umani: inquino e i miei discendenti moriranno di stenti, avvelenati, i poveri crepano e io m i godo i soldi che sarebbero potuti essere loro ma.. chi se ne frega? morirò e nessuno mi giudicherà. è tutto un sistema che si fonda su questo pensiero..
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 20-01-2006, 10.47.26   #18
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da SebastianoTV83
certo che svanisce epicurus perché un ammasso di atomi eguale a qualunque altro non ha dignità. una persona ha dignità. nell'economia dell'universo "scientifico" se l'uomo scomparisse, se noi ci uccidessimo a vicenda, stuprassimo tutti i bambini del mondo e facessimo violenze d'ogni tipo, nulla cambierebbe. Se invece l'uomo è un'entità divina o in relazione con un divino, il suo ruolo e l'uso della morale diventano fondamentali. capisci dove sta la differenza?

la dimensione morale (e quella politica e sociale) viene costruita dall'uomo e non ha bisogno di fondamenti metafisici. dai un occhio a inventare il giusto e l'ingiusto?.

d'altro canto nel mio topic sulla filosofia della mente ho proposto una sorta di pluralismo ontologico, un mondo dove ci sono solo atomi, ma anche cellule, animali, uomini e stati. quindi non e` che l'assenza del divino mi obblighi a mantenere un monismo ontologico particellare.

Citazione:
il vecchio discorso dell'industriale che inquina e inquina e per mettersi da parte soldi annienta le possibilità degli altri esseri umani: inquino e i miei discendenti moriranno di stenti, avvelenati, i poveri crepano e io m i godo i soldi che sarebbero potuti essere loro ma.. chi se ne frega? morirò e nessuno mi giudicherà. è tutto un sistema che si fonda su questo pensiero..

be` ci sono le leggi, ed inoltre e` nostro potere cercare di modificarle per vivere in un mondo piu` equo: quindi si viene giudicati. ok, non sempre, ma non penso sia legittimo passare da "non sempre" a "mai". non e` che un tribunale divino al quale nulla sfugge cambi di molto la situazione: nel link che ho messo dimostro l'impossibilita` concettuale di una morale assoluta.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 20-01-2006, 12.40.34   #19
Step
Ospite
 
Data registrazione: 18-01-2006
Messaggi: 34
Credo che le mie parole saranno alquanto dure...in ogni caso comincio

Mi prendo la libertà di modificare la frase del papa, dicendovi :

Dio senza l'uomo è solamente merce..dio senza l'uomo perde importanza..dio senza l'uomo non è niente, semplicemente un idea!

Tutto il credo fondato sopra dio è frutto dell'uomo (visto che è l'uomo che ha scritto di dio e che ne ha parlato), che ha usato tale figura per inglobare la più ampia parte della popolazione (inizialmente incapace di avere una propria idea e soprattutto per comodità) sotto il suo " controllo " che sia morale o spirituale ma sicuramente oggi anche politico; la chiesa è sempre stato un ente di corruzione che ha saputo, nel corso dei secoli, ampliare le sue ricchezze " comprandosi " la fede dell'uomo (indulgenze etc) e compiendo enormi massacri sotto il suo stemma e nome..il papa oggi gira in limousine in mezzo ai fedeli come Hitler o come ogni altro politico faceva lo stesso qualche anno prima o tutt'ora..

Questo deve rappresentare un ipotetico dio ? spero che le vostre menti, abbastanza intelligenti da quanto ho letto finora, e soprattutto conscie del libero arbitrio che possedete ed in grado di opinionare (spero) ed esprimere (spero) propri pareri liberi dalle interpretazioni di qualcuno venuto prima di voi (visto che continuamente le frasi che vi rappresentano sono dette da altri)siate in grado di rinnegare il dio che vi viene professato da questa chiesa e di averne, se ne sentite il bisogno, uno fatto ad immagine di voi...perchè dio è frutto solamente di chi crede in lui, altrimenti non esisterebbe.

Di conseguenza dico..l'uomo " debole " ha bisogno di dio..questa è la verità..questa non è un offesa, l'intero scritto del topic non vuole esserlo, quindi se lo reputerete tale sarà un dispiacere per me.

Step
Step is offline  
Vecchio 20-01-2006, 19.22.14   #20
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
[quote]Messaggio originale inviato da Step
[b]Mi dispiace non poter ricordare in contesto preciso nel quale il papa abbia detto tale frase, kmq reputo troppo duro e soprattutto troppo ambizioso compiere tali affermazioni..

Per il resto sto ancora aspettando quell'interpretazione del " Dio Unico " ...

Step legg


Salve,
il Dio Unico è il Dio dell'Advaita vedanta,della Kabala Ebraica e della mistica cristiana dei maestri Renani e Spagnoli.
L'advaita dice:

"Esiste solo Brahman,uno senza secondo e tu sei Quello."

Chiaro? Non esistono altre cose oltre a Dio.Non esiste una seconda cosa,un'altra cosa.E,se non esiste altro da Brahman,io sono Quello e cioè Brahman.

La versione dei Sufi musulmani:

"La illa'ha ill Allah" = Non esiste altro Dio se non Dio.
oppure:
"Ovunque tu volgi lo sguardo,vedrai il volto di Allah."
In tutta la tua vita i tuoi occhi hanno visto solo e soltanto Allah e nessunissima altra cosa.
E questo è il Monoteismo.
Impossibile da capire con il cervello.Bisogna trascendere la mente
e allora vedrai che "Allah è il monoteismo."
Allah non è un uomo con la barba nera,con uno straccio bianco con stecche nere e oro sulla testa e che passeggia tra le nuvole,
è tutta un'altra cosa.
E Brahman non è un ragazzo elegante pieno di gioielli d'oro,che suona il flauto mentre delle belle ragazze gli ballano attorno.
E' tutta un'altra cosa.
E Cristo non è un uomo con la faccia da funerale che cammina sull'acqua.E' tutta un'altra cosa:

"Ovunque tu volgi lo sguardo,vedrai il volto di Cristo."

Impossibile da capire con il cervello.

Inch'Allah !

Kantai.
kantaishi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it