Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 04-03-2006, 18.06.37   #21
Ateo
Non lo so...o forse si...
 
L'avatar di Ateo
 
Data registrazione: 19-02-2006
Messaggi: 46
"comunque, se si pensano a tutti gli universi logicamente possibili (compreso l'universo vuoto o, detto diversamente, l'inesistenza dell'universo), allora era più probabile che vi fosse un universo non vuoto, rispetto ad uno vuoto."

Rispondendo a Epicuurus, questa spiegazione esce dall'argomento della domanda perchè la domanda non chiede il perchè di un universo pieno , ma chiede il peerchè dell'esistenza di qualunque cosa. E puramente umano usare la statistica ma in questo caso non c'entra perchè la probabilità che esisteva qualcosa o non è al 50%.
Ateo is offline  
Vecchio 05-03-2006, 14.21.31   #22
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
quando noi vogliamo capire il perchè di qualcosa, ciò può avere più sensi, comunque -- in generale -- voler sapere il perchè di qualcosa richiede la creazione di un modello esplicativo entro quale collocare quel qualcosa: cioè, collocare quel qualcosa in un quadro concettuale più generico. e allora forse è qui la soluzione: un quadro concettuale più generico di uno che preveda l'intero universo non può esistere, e per questo la domanda non ha risposta, quindi non è una domanda.

sebastiano, ateo, capisco la difficoltà (da me chiaramente espressa) sul mio argomento probabilistico sugli universi possibili. comunque ritengo soddisfacente la risposta che ho dato in quelche post fa, e che ho qui quotato.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 06-03-2006, 23.50.57   #23
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
dimostrazione per assurdo

perche se nulla esistesse non staremmo qui a chiedercelo
Lucio Musto is offline  
Vecchio 09-03-2006, 01.14.40   #24
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Dimostrazione per.. logica

Il nulla esiste al pari del non-nulla!

Dimostrazione:
>Il "non-nulla": identificato come "materia, energia o quant'altro";
>Il "nulla": poiché la sua "esistenza" si prova attraverso l'impossibilità di verificarlo (sennò che "nulla" sarebbe? )

[Talmente semplice.. da sfuggirci da sotto il naso!!

Questa situazione comunque conferma l'assoluta relatività
d'ogni cosa (e non-cosa), e prima ancora sottolinea l'inseparabilità tra "evento" (o "cosa") osservato ed osservatore!!
Ci è dato di vedere non escludendoci dall'"oggetto" visto/percepito > poiché in relazione a noi!
Ci è dato da dedurre (o supporre) attraverso la medesima metodologia.

In un certo senso coerentemente al discorso di epicurus quando afferma che senza un campo d'azione al quale far riferimento mancano gli 'estremi' per porre la questione entro i limiti che la potrebbero verificare.. Se non ho capito male i suoi interventi!]

(La mente è realmente un.. labirinto!
Ogni cosa da noi è percepita/rapportata a questa "dimensione" mentale e di questa dobbiamo tener conto.. affinché il labirinto non sia trappola.. senza uscita!!)



Gyta

Ultima modifica di gyta : 09-03-2006 alle ore 01.22.26.
gyta is offline  
Vecchio 09-03-2006, 01.33.40   #25
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Re: Dimostrazione per.. logica

Citazione:
Messaggio originale inviato da gyta
Il nulla esiste al pari del non-nulla!

Dimostrazione:
>Il "non-nulla": identificato come "materia, energia o quant'altro";
>Il "nulla": poiché la sua "esistenza" si prova attraverso l'impossibilità di verificarlo (sennò che "nulla" sarebbe? )

[Talmente semplice.. da sfuggirci da sotto il naso!!


Gyta

Francamente non me la sento di condividere, forse perché la mia vecchia mente è ormai troppo lisa per fare ragionamenti difficili.

Mi sembra che di stia confondendo la non-esistenza con "un qualcosa che esiste" e si chiama "non-esistenza"

Cioè per esempio:
"c'è una mela sul tavolo" è una affermazione di esistenza .
Tolgo la mela e dico "c'è una assenza di mela, sul tavolo" e pretendo che sia ancora un'esistenza.

Se è questo, su cui si voleva approfondire, zitto zitto ritiro i remi in barca e cambio argomento.


Lucio Musto is offline  
Vecchio 09-03-2006, 04.43.34   #26
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Il lato "scuro" della luna.

Considerazioni dall'odore mistico-metafisico
attraverso un percorso logico-deduttivo



(l'altra forma della materia
Il nulla che contiene il non-nulla/
il non-nulla che contiene il nulla;
il non tempo che contiene il tempo/
il tempo che contiene il non tempo/
la mente che contiene la non-mente/
la non mente che contiene la mente.
Non: "materia" &d "antimateria"
Ma: "materia &d antimateria" l'altra faccia del "nulla"
Non polarità >ma dimensioni del vedere/
Non dimensioni ma >La Dimensione)




Può una "forma" non percepibile ("nulla")
essere percepita da una "forma" che percepisce (mente)?


Può essere solo dedotta!
Non immaginata secondo la sua realtà,
poiché è la realtà della mente ad immaginare (quindi la nostra).

Il resto è immaginazione confinata ai sensi-materia.
Qualcuno (qui sul forum) faceva l'esempio della luce che passa attraverso un prisma
e la comparazione è tra il linguaggio della luce proprio della luce, impossibile alle nostre labbra
ed il linguaggio dei colori modalità attraverso cui la percepiamo (quindi non direttamente):
il nulla sta alla luce, come i colori stanno al nostro linguaggio (ed alla sua materialità> del linguaggio);
Non vediamo direttamente la luce ma i colori come rappresentazione di questa.

Deduciamo la luce attraverso analisi materiali;
dedurremmo (a mio avviso) il nulla da analisi puramente concettuali.*
Tra il nulla e il non-nulla non c'è un dialogo oggettivo ma relativo;
e la relazione intercorre nella diversa deducibilità l'una dell'altra
(per ora mi limito a dedurre la sua "esistenza", quella del "nulla"
poiché il mio metro di rapporto e di analisi avviene attraverso ciò che io definisco non-nulla
cioè la mia materialità, i miei sensi, la mia mente -ma potremo anche togliere "mio" di fronte alle specificazioni:
ancor meglio resterebbe "materialità" "sensi" "mente" )
* Allora il linguaggio dei nomi (pensiero) sembrerebbe il più vicino in assoluto
alla "qualità" fondamentale della non percepibilità del "nulla".

Seguendo questa logica c'è allora una predisposizione del pensiero (della mente)
a poter concepire, seppur non rappresentare, il nulla.
Questa concezione del nulla, questa deduzione sarà tanto più vicina ad un ipotetica oggettività
tanto più si avvicinasse allo scemare della qualità soggettiva (o meglio -relativa!) dell'immaginazione della mente.

Ma esiste un "immaginazione" che sia non frutto diretto di questi sensi, di questa dimensione della materia? Forse quella senza "coscienza di sé" (così come la intendiamo noi; la roccia ad esempio)? Che allora ancora una volta ci trovassimo di fronte a strutture completamente mentali: l'essere ed il non essere nella materialità ed il nulla in sé medesimo (tutte e tre unicamente strutture mentali/interpretazioni/divisioni di ciò che in realtà "oggettivamente" sarebbe diversamente "concepibile")? E che intercorre tra l'ipotetica non coscienza di sé (così come la intendiamo noi) ed il nulla (quello della non-materialità non"esistenza"-assoluta) ? C'è un rapporto tra lo spazio ed il non-spazio?** Ancora la risposta risiede nella nostra deduzione puramente concettuale, diciamo "per assurdo" più vicina al linguaggio matematico come lontana rappresentazione? ** Se non c'è spazio non c'è materia né tempo.. allora il "nulla" (ancora non immaginabile, ma concepibile) esiste.



Gyta

Ultima modifica di gyta : 09-03-2006 alle ore 04.50.47.
gyta is offline  
Vecchio 09-03-2006, 10.50.45   #27
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Re: Il lato "scuro" della luna.

Citazione:
Messaggio originale inviato da gyta
[i]Considerazioni dall'odore mistico-metafisico
attraverso un percorso logico-deduttivo



....." &d "antimateria"
Ma: "materia &d antimateria" l'altra faccia del "nulla"
Non polarità >ma dimensioni del vedere/
Non dimensioni ma >La Dimensione....



Gyta

Mi dispiace... un "pelettino" troppo sofisticato, per me,
ma grazie lo stesso!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 10-03-2006, 16.03.09   #28
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Acc.. Rudello!! Ma quella tra parentesi è la parte
dello "sproloquio misticheggiante" !!
Il pensiero è nel resto!
Anzi.. nel succo delle considerazioni!
(nessun "sofisticato sofismo" solo considerazioni )



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 10-03-2006, 17.03.48   #29
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
vergognandomi un po'...

Citazione:
Messaggio originale inviato da gyta
Acc.. Rudello!! Ma quella tra parentesi è la parte
dello "sproloquio misticheggiante" !!
Il pensiero è nel resto!
Anzi.. nel succo delle considerazioni!
(nessun "sofisticato sofismo" solo considerazioni )



Gyta

... confesserò che il pezzetto l'ho preso a caso, per non fare un "riferimento" troppo lungo, come consigliato nella "netiquette".

Ma, se lo consenti ai miei capelli bianchi, ti voglio bene lo stesso!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 10-03-2006, 19.58.30   #30
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
.. Acconsento!!..Acconsento!!
E Ricambio!!
(al di là di capigliature & non!)

Accolgo la tua "dimostrzione per assurdo"
attendendone.. seguiti!!



Gyta
gyta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it