Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 25-07-2006, 12.16.08   #11
diogenerasta
Ospite
 
Data registrazione: 25-07-2006
Messaggi: 14
si, la morale la dovremmo avere sia con che senza fede. Credendo in Dio e seguendo i comandamenti, la morale verrà indirizzata secondo le regole cristiane, ma anche non seguendo tali regole non è detto che non dobbiamo avere una morale.
diogenerasta is offline  
Vecchio 25-07-2006, 19.02.32   #12
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
diogenerasta scrive: "è diverso tempo che mi chiedo se dio possa esistere o meno, ma non riesco ad arrivare ad una risposta concreta. Questo non riuscire a comprendere mi sta facendo diventare matto....avete consigli?"

rifletti su questo aforismo e lo scoprirai da te:
"Quando l'uomo creò Dio era ancora ignorante, ciò spiega tutto."
alessiob is offline  
Vecchio 25-07-2006, 20.13.07   #13
diogenerasta
Ospite
 
Data registrazione: 25-07-2006
Messaggi: 14
si, ma come spieghi questa continua ricerca di qualcosa di superiore a noi, che esiste appunto da tempi remotissimi.
Forse è solo una medicina che consente all'uomo di vivere più tranquillo? Però potrebbe anche darsi che dio esista veramente.
Hume rimase agnostico e anche sul punto di morte quando gli chiesero se dio esistesse, lui rispose: "è anche possibile che un pezzo di carbone messo nel fuoco non bruci".
diogenerasta is offline  
Vecchio 25-07-2006, 22.07.27   #14
Portland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-06-2002
Messaggi: 48
Re: Re: Una riflessione sull'ateismo

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Credere che in assenza di indicazioni esterne, (la verità rivelata), l’uomo non sia etico e morale è un concetto che per millenni ci hanno fatto credere le religioni monoteiste, per convincerci della loro indispensabilità. In realtà l’etica e la morale sono presenti dentro ogni uomo come riflesso delle leggi naturali che ci circondano.
Dio è stato usato come sigillo per garantire la superiorità della fede sulla ragione, una sorta di imprimatur che garantisce la, passatemi il termine, “bontà del prodotto”, in realtà la potenzialità di farsi interprete del bene e del male è uguale per tutti gli uomini, anzi, possiamo dire che, chi ha fede, rifacendosi a concetti esterni al suo sentire, è spesso maggiormente confuso.

Ricordo inoltre che il Buddismo, pur essendo una religione a tutto tondo, prescinde dall’idea di Dio in quanto nel Buddismo il bene lo si cerca e lo si fa per la propria liberazione e non per dovere....


Sottoscrivo pienamente.
I valori più alti (l'amore, la solidarietà, il rispetto per il prossimo ecc) appartengono all'uomo. Non sono un'invenzione delle religioni.
Disegnare l'uomo senza fede come l'uomo insensibile e senza valori è un'enorme menzogna.
Portland is offline  
Vecchio 26-07-2006, 12.44.59   #15
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Mome spigo questa continua ricerca di qualcosa di suepriore a noi?

Niente di più semplcie!

Non sappiamo come siamo stati creati, perchè siamo stati creati, quale è il notro motivo di vivere e quale è il nostro obiettivo da raggiungere....

Credo che a queste domande ogni essere intelligente avrebbe voglia di rispondere.

Molti preferiscono rispondere a tutte con un unica, semplicissima parola: DIO.

Troppo facile.

ALtri cercano, anche se sanno che la ricerca è molto difficile e dura, ma i risultati si vedono.
alessiob is offline  
Vecchio 26-07-2006, 17.33.16   #16
diogenerasta
Ospite
 
Data registrazione: 25-07-2006
Messaggi: 14
Si, ma questa ricerca è senza soluzione purtroppo. Almeno senza una soluzione che sia logica. la fede va dove la razionalità non può arrivare .
diogenerasta is offline  
Vecchio 26-07-2006, 19.47.43   #17
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
"Si, ma questa ricerca è senza soluzione purtroppo. Almeno senza una soluzione che sia logica. la fede va dove la razionalità non può arrivare"

Esatto. Ecco infatti perchè la fede è la via più semplice.

Le risposte sono già tutte li, pronte, semplici e soprattutto, Belle.

Senza dio le risposte, non ci sono, se ci sono funzionano male e spesso sono brutte.

Meglio la fede infatti, almeno vivrai nell'illusione di una vita felice.

Il problema è se tu riuscirai a sopportare il tuo stesso autoinganno. io non sono riuscito a farlo.
alessiob is offline  
Vecchio 27-07-2006, 00.01.01   #18
diogenerasta
Ospite
 
Data registrazione: 25-07-2006
Messaggi: 14
io...non sono più sicuro dell'esistenza di un dio, ma allo stesso modo non comprendo chi è certo della non esistenza di dio. Proprio perché non si hanno le prove per un giudizio fondato, potresti essere anche tu nell'errore. Però il fatto di morire così, senza che ci sia qualcosa dopo è la mia più grande paura.
diogenerasta is offline  
Vecchio 27-07-2006, 11.34.02   #19
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
"Però il fatto di morire così, senza che ci sia qualcosa dopo è la mia più grande paura."

Ecco. Ti sei risposto da solo.

Io so quale è la paura che provi, perchè a mio tempo anche io la provai...per circa una settimana.
(dopo ho intuito la realtà del tutto e ora non ho paura)

Pensa a quanto è terribile la tua paura, spesso viene a prenderti quando stai per addormentarti, che pensi alla morte come un nulla.....

Da quella paura capirai da solo all'istante il perchè l'uomo ha creato Dio. E la cosa ti sembrerà talmente semplice e logica che ti stupirai di non esserci arrivato prima.

E la paura che ha fatto nascere Dio. E lui vive di questo, della paura. Senza la morte, senza il male dio non esisterebbe, è in funzione di male che lui esiste, in realtà il male serve a dio, è il suo cibo; senza di esso Dio morirebbe.
alessiob is offline  
Vecchio 27-07-2006, 12.06.29   #20
diogenerasta
Ospite
 
Data registrazione: 25-07-2006
Messaggi: 14
lo sai, ci ho riflettuto tantissimo e mi hai quasi convinto. Dico quasi perché su questo argomento io non parlerò mai di certezza, qualunque sia la mia scelta. la frase di Epicuro "non devi avere paura della morte perché quando sei vivo sei essere e ragioni, mentre quando sei morto ormai sei non-essere e quindi non hai il tempo di ragionare sulla tua morte", non mi rassicura affatto. Perché io ora sono essere e sto pensando a quando sarò non-essere. é meglio l'eterna dannazione rispetto al nulla.
diogenerasta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it