Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 09-04-2007, 01.56.21   #21
kat
Ospite
 
Data registrazione: 20-02-2007
Messaggi: 25
Riferimento: Ansia e agitazione.

Ti voglio ringraziare per l’opportunità che ci hai dato nel proporre questo argomento.
Non sottovalutare l’ansia che compare all’improvviso in un centro commerciale senza alcun preavviso.
Tentare di rispondere e di aiutare una persona ansiosa è un compito molto difficile anche per esperti di tali malattie, ed io non lo sono. Quanto al mio vissuto, so che la persona ansiosa spesso non riesce ad essere logica e raziocinante nei riguardi di questa malattia che “ti prende” talmente nel profondo e ti fa provare artificialmente sensazioni che coscientemente non si è in grado di gestire ne di simulare come ad esempio durante gli attacchi di panico quando vengono manifestati sintomi di malattie non riscontrabili durante le diagnosi relative. Avendo provato per fortuna solo alcune di queste manifestazioni e dopo averne visto in altre persone a me vicine, posso molto modestamente e senza alcuna pretesa, esprimere alcune considerazioni sperando di essere anche solo un poco utile a chi questi problemi deve ancora affrontare e meditare, come mi è accaduto.
Occorre prima di tutto fare delle premesse, che magari già conosci, essenziali però per la comprensione dell’ansia, perché noi dobbiamo capire come scaturisce questa sensazione .
Manifestare angoscia o paura per qualche motivo evidente sia esso giustificato o no è una reazione normale; ad esempio avere paura di un cane può non essere giustificato dal fatto che il cane non manifesta in quel momento aggressività nei nostri confronti ma è sempre un motivo evidente e spiegabile a volte con una fobia relativa a questi animali che potrebbe avere radici antiche, un’aggressione per esempio subita molti anni prima.
Il cane c’è, i tuoi sensi lo percepiscono e tutto questo rimane nella “normalità”.
Questo significa che il tuo cervello analizza una situazione che appartiene ad una logica evidente, quella che ti permette di inter-agire con il mondo circostante e di far fronte alla così detta realtà quotidiana. Le attività della normale vita quotidiana, secondo me, sono fatte principalmente di azioni-reazioni nelle quali spesso la routine diventa un’attività prevalente come i luoghi comuni manifestati in opinioni, conversazioni, considerazioni religiose, razziali, politiche ecc…..
Mentre il cervello affronta questa vita materiale e svolge questa attività (realtà?) evidente, svolge anche alcune migliaia di operazioni contemporaneamente, delle quali non siamo perfettamente consci, in collaborazione con tutto il corpo quelle, per capirci, che ti permettono di vivere e di non morire di un’infezione per una piccola escoriazione o di disidratazione durante l’estate .Pur essendo un sistema complicatissimo ed efficiente può essere condizionato, occultamente o non dall’esterno, ricevendo segnali non evidenti quali la pubblicità subliminale o l’ipnosi ed anche in modo autonomo mediante la così detta forza di volontà che a volte trascende l’istinto di sopravvivenza.
La pubblicità, tanto per parlare di disoneste persone, cerca, e spesso ci riesce, di creare la necessità del prodotto reclamizzato mediante induzione tramite immagini.
Si cerca di creare disagio nello spettatore, proponendo la soluzione nel prodotto venduto.
L’induzione tramite immagini assomiglia vagamente a ipnosi? Secondo me si.
Dunque se mi inducono l’acquolina in bocca per farmi comprare la crocchetta di patate mi sta anche bene (se …………), ma se mi fanno sentire a disagio per motivi estetici per i quali è impossibile un cambiamento (vedi seno/capelli/taglia del vestito /rughe ecc…) credo che il mio assunto subliminale sarà che sono inadatto e non conforme alla società in cui vivo e credo che questo possa generare o sommarsi ad uno dei tanti motivi di stati d’ansia non detti non dichiarati percepiti in modo subdolo e inconscio. Pensa a quante vere e proprie aggressioni di questo tipo subiamo normalmente, e questa è solo una delle tante ed ecco perché l’ansia spunta dal profondo, da quella parte non gestibile consciamente. Non è detto però che non si possa fare il percorso a ritroso.
Tutto questo è solo per rimarcare, forse in modo scontato, che non siamo assolutamente consci di ciò che ci accade né fuori né dentro di noi e ci sono delle forze che influenzano la nostra vita delle quali occorre prendere atto per difenderci dal condizionamento al quale siamo sottoposti ed a volte ci sottoponiamo noi stessi, di nostra “volontà”.
L’ansia dimostra tutto ciò .L’ansia va al braccio con la depressione e gli attacchi di panico. L’insoddisfazione, il vuoto per una mancanza di chissà cosa, la paura di una malattia che non esiste, la paura di non farcela, secondo me, sono il risultato di condizionamenti ricevuti “gratis”dal mondo circostante che non sempre sono stati fatti di proposito al fine di manipolarti, perché oltre a questa realtà si deve anche considerare che essendo noi animali che imparano dagli stessi simili, impariamo le paure dagli altri, nel senso che impariamo atteggiamenti ansiosi nei confronti di………………appresi dai nostri genitori ad esempio o da persone influenti nella nostra vita.
Un’altra considerazione sulla quale meditare riguarda alcuni farmaci usati come rimedi all’ansia, che spesso sono indispensabili, e sono i responsabili del calo del desiderio sessuale.
Considerando quanto sopra detto a proposito del disagio causato dalle induzioni esterne, è interessante notare che eliminando il desiderio sessuale cala in modo esagerato la necessità di sentirsi conformato ai canoni odierni di bellezza che principalmente per le donne è motivo di stress notevole.
Non voglio approfondire ulteriormente, spero di averti dato alcuni spunti di riflessione, perché oltre ai farmaci la consapevolezza aiuta.
Saluti ……………….KAT
kat is offline  
Vecchio 09-04-2007, 15.01.54   #22
Ile
Ospite
 
L'avatar di Ile
 
Data registrazione: 05-04-2007
Messaggi: 18
Riferimento: Ansia e agitazione.

[quote=MocassinoH2O]Io parlo della cosìddetta "ansia generalizzata".
onnipresente... o quasi!

Ciao Mocassino H2O, tu parli di ansia onnipresente... e molto probabilmente vorresti delle risposte concrete, ma quì non credo che troverai facilmente quello che cerchi...
Come hanno fatto capire i tanti interventi l'ansia può derivare da diversi fattori, vedi Fantasy che parla di paure derivate dalla nostra proiezione mentale nel futuro e vedi Kat che invece incentra il discorso sui messaggi subliminari pubblicitari... entrambe le risposte sono vere, ma proprio per questo tu necessiti di un aiuto professionale perchè l'ansia è un qualcosa di soggettivo.

Il tuo stato di ansia potrebbe per esempio derivare da una situazione che inconsciamente non hai accettato... ti dico ciò perchè non essendo una specialista posso parlare su base personale e nel mio caso l'ansia deriva proprio da una situazione complicata che mi hanno imposto e che non ho accettato nè inconsciamente e nè consciamente!

Io sto cercando di "guarire" (se è il termine giusto) (fai buon uso di quello che sto per dirti) [b][u]fregandomene[u][u] di tutto quello che mi dicono di fare o non fare per essere affine al loro modo di vedere la vita; non mi importa di come le persone che mi stanno vicino vogliono vedermi ma di come io potrei trovare la felicità, faccio tutto ciò che mi rende felice e serena e in quei momenti la mia ansia sparisce!

Ti auguro di trovare presto la causa del tuo malessere, solo così potrai trovare il modo di vincere la tua ansia...
Ile is offline  
Vecchio 17-05-2007, 17.35.08   #23
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Riferimento: Ansia e agitazione.

vi ringrazio tutti,
e mi scuso se rispondo rendendovi grazie solo ora...

in ogni caso ci terrei a precisare che la persona in questione non sono io.
Mi sono documentata a fondo per una persona che mi sta molto a cuore.
Le sono vicina e l'aiuto a capire...
qui vi pongo una nuova domanda,

cosa si può fare per una persona con crisi di ansia? come si può starle vicina senza farle pesare la cosa, o cmq per alleggerirla?
vorrei davvero.....
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 18-05-2007, 09.52.46   #24
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Ansia e agitazione.

Grazie per le tue belle domande, Mocassino.

Per me l'unico modo di convivere e quindi sentir meno l'ansia (yoga, rilassamanti, jogging, preghiera, meditazione, passeggiate nel bosco hanno effetti temporanei) è di accettarla semplicemente come condizione umana : "le mal de vivre" come dicono i francesi.

Talvolta ci parliamo, so che lei mi spinge sempre a far meglio allora l'accontento un po' e lei mi lascia in pace. Nei momenti in cui mi metto a far meglio e con più attenzione ed amore quello che sto facendo, scompare addiritura (fino alla prossima puntata naturalmente).

Monica 3 is offline  
Vecchio 18-05-2007, 16.50.44   #25
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Riferimento: Ansia e agitazione.

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Talvolta ci parliamo, so che lei mi spinge sempre a far meglio allora l'accontento un po' e lei mi lascia in pace. Nei momenti in cui mi metto a far meglio e con più attenzione ed amore quello che sto facendo, scompare addiritura (fino alla prossima puntata naturalmente).


Si sta suggerendo uno spirito di tacita rassegnazione? Una sorta di accordo?
L'ansia non è nemica.....
cose così?
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 18-05-2007, 21.13.09   #26
uranio
Ospite abituale
 
L'avatar di uranio
 
Data registrazione: 22-10-2004
Messaggi: 470
Riferimento: Ansia e agitazione.

cosa si può fare per una persona con crisi di ansia? come si può starle vicina senza farle pesare la cosa, o cmq per alleggerirla?
vorrei davvero.....

Gli puoi star vicino dandogli coraggio quando ha questi problemi di ansia, tu cerca di stare calmo e tranquillo il più possibile, e cercate insieme di capire la motivazione in quel momento particolare cercado di indurgli sicurezza e coraggio ad affrontare situazioni normali che per lei/lui sono difficili. Prova prima così ,se la metodologia non va, prova ad ignorare i suoi momenti di ansia e fai finta di non esserti accorto di nulla, questo nel caso in cui la sua ansia possa essere un modo per accentrare la sua attenzione.
uranio is offline  
Vecchio 18-05-2007, 22.47.31   #27
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Ansia e agitazione.

Citazione:
Originalmente inviato da MocassinoH2O
Si sta suggerendo uno spirito di tacita rassegnazione? Una sorta di accordo?
L'ansia non è nemica.....
cose così?

Infatti. Perché medicalizzare la vita? Si vive meglio se la si vive. Parola di ansiosa.

Monica 3 is offline  
Vecchio 19-05-2007, 00.00.16   #28
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Ansia e agitazione.

Salve ,gioia e benevolenza nei nostri cuori, ho letto solo l'ultima pagina del 3d....ho lavorato qualche anno in un reparto di psichiatria e ho avuto modo di essere a contato con pazienti ansiosi in stato di acuzie, li si può aiutare ascoltandoli, aiutandoli nelle loro attività quotidiane (quando per esempio non curano il loro aspetto fisico e non si lavano e via dicendo.....l'ansia non è nemica ma è "dolorosa" quanto e più di un mal di denti e per il mal di denti si prendono gli analgesici o no? per quanto ne so la depresiione è una malattia anche "fisiologica" come ho detto prima... se sono diabetico assumo gli ipoglicemizzanti, con molta modestia un saluto a tutti voi claudio
fallible is offline  
Vecchio 19-05-2007, 10.20.26   #29
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Riferimento: Ansia e agitazione.

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Infatti. Perché medicalizzare la vita? Si vive meglio se la si vive. Parola di ansiosa.


Sei stata molto gentile..... grazie.
Ma innescare un meccanismo di complicità tra la parte ansiosa e la parte più razionale... secondo me è un'impresa ardua!

grazie a tutti voii e....
Uranio, non credo sia un modo per attirare l'attenzione, ma... nn l'avevo mai vista sotto questo aspetto.
Come sempre i vostri commenti allargano la vista!

grazie.
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 19-05-2007, 17.48.36   #30
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Ansia e agitazione.

Salve buon pomeriggio! benvolenza e gioia nei nostri cuori!
mi devo scusare con voi ; ho riletto il titolo del 3d e mi sono accorto che ieri ho erroneamenente o lapus freudiano "trattato" un ansioso come un depresso...me ne scuso, credo comunque che a certi livelli l'ansia vada curata con farmaci claudio
fallible is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it