Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 27-03-2007, 19.12.04   #11
Jade_de_Montaigne
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-02-2007
Messaggi: 131
Talking Riferimento: stare con un divorziato...

Hai detto tu stessa che questa donna è la sua EX moglie, quindi non vedo dove sia il problema

Per il resto, mi accodo ai commenti che mi hanno preceduta: è stata lei a rinnegarlo, quindi il divorzio non è avvenuto a causa tua, non hai colpa. Il problema (se esiste un problema, religiosamente parlando) sorgerebbe nel momento in cui tu fossi l'uomo con cui questa donna ha tradito il tuo attuale fidanzato.
Jade_de_Montaigne is offline  
Vecchio 27-03-2007, 19.23.43   #12
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: stare con un divorziato...

Scusami,non riesco a capire bene..cosa significa per te

"Stare insieme con un divorziato.."

Non desiderare l'uomo di un'altra donna.?ma quando vi siete conosciuti lui era già
divorziato?o l'hai conosciuto quando ancora lui era sposato?

Penso che il tuo problema scorre indietro nel passato..tu non ti stai creando
dei problemi per il presente.Rimani radicata nel passato.

Un peccato?non so cosa scriverti,per me non esiste niente di vergognoso o colposo quando due persone si vogliono bene.

Siamo tutti diversi e questo è il bello...Ti auguro di trascorrere dei momenti sereni con lui e cerca di passeggiare nel "tua piazza" a testa alta ...

klee
klee is offline  
Vecchio 27-03-2007, 20.24.27   #13
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: stare con un divorziato...

Citazione:
Originalmente inviato da Jade_de_Montaigne
Hai detto tu stessa che questa donna è la sua EX moglie, quindi non vedo dove sia il problema

Per il resto, mi accodo ai commenti che mi hanno preceduta: è stata lei a rinnegarlo, quindi il divorzio non è avvenuto a causa tua, non hai colpa. Il problema (se esiste un problema, religiosamente parlando) sorgerebbe nel momento in cui tu fossi l'uomo con cui questa donna ha tradito il tuo attuale fidanzato.


L'atteggiamento quasi unanime (salvo quello dell'autrice dl post) mi sembra il solito di "l'un contro l'altro armato", il perenne stato di belligeranza tanto caro ai pacifisti.

Né a me mai mi è capitato di incontrare chi stesse dalla parte del torto: dalla truffa all'evasione, dall'incidente stradale alla calunnia, quelli che ho conosciuto io erano sempre le vittime, mai i carnefici. Gli agnelli, mai i lupi.

Ora mi chiedo: ma se non mi è dato mai, di conoscere le ragioni dei cattivi, come posso incondizionamente dar ragione ai buoni?


Scusa Jade, se ho "postato" su di te per questo mio sfogo personale e forse arbitrario!... Niente di personale, naturalmente!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 28-03-2007, 09.19.16   #14
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: stare con un divorziato...

Citazione:
Originalmente inviato da Raffa
Mi permetto di scriverVi con profondo sentimento di stima e rispetto perchè ormai da tre anni sto insieme ad un ragazzo di 32 che,ahimè,è divorziato.
All'inizio ho tentato di "evitare" un coinvolgimento d'Amore fra noi, per la mia religione Cristiana e per la mia famiglia....
A volte pero' non si riesce ad andare contro ai sentimenti e così....ci siamo messi insieme,il nostro sentimento cresce ancora oggi, ma insieme al sentimento d'amore cresce anche quello di timore....temo il Signore, temo la Sua punizione....e mi chiedo se sia possibile soffrire così tanto....so che sono peccatrice e so anche che avrei dovuto evitare,ma penso anche a lui, al mio ragazzo e mi domando se sia giusto che debba stare solo e soffrire per tutta la sua vita perchè appartiene, agli occhi di Dio, ad un'altra (che,tra l'altro, lo ha tradito ed umiliato).

Vi chiedo di scusarmi se ho offeso qualcuno, ho solo bisogno di capire,di fare chiarezza nella mia mente.....

Grazie di cuore

Temere il Signore? Perchè? Dio, ammesso che esista il dio a cui tu fai riferimento, ha creato (se è stato lui) un mondo imperfetto, dove il dolore è presente e ammesso da Dio stesso (lo ha creato lui con tutte le altre cose, no?) , quindi se è onnisciente e signore della storia , sapeva già che la tua storia personale ti avrebbe portato a conoscere un divorziato (che non è un appestato, ma uno che ha posto fine ad una situazione che lo faceva vivere male) e quindi , se è misericordioso come dicono, ti ha già perdonato all'origine.
Ma nel 2007 ancora crediamo ai peccati?
Ecco perchè Ratzinger ha tutto questo spazio e tutta questa risonanza.
L'unico peccato è fare del male, ma non perchè lo dice Dio, ma perchè lo si sente dentro di sè cosa è in grado di provocare dolore.....
catoblepa is offline  
Vecchio 29-03-2007, 23.32.36   #15
Jade_de_Montaigne
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-02-2007
Messaggi: 131
Riferimento: stare con un divorziato...

Rudy,

non ti preoccupare, so che non c'è nulla di personale!

In questo caso, però, scusa, non pare eccessivo anche a te che questa ragazza si crei tutti questi problemi? In fondo lei che ha fatto di male? Da quello che ha scritto, pare che il divorzio non sia avvenuto a causa sua, no?

Jade_de_Montaigne is offline  
Vecchio 05-04-2007, 15.36.33   #16
Raffa
Ospite
 
Data registrazione: 27-03-2007
Messaggi: 8
Riferimento: stare con un divorziato...

Ciao a tutti!Scusate la latitanza ma è un periodo "pieno".

Jade, non è avvenuto a causa mia il divorzio, tuttavia mi pongo i miei interrogativi...forse esagerati...anche per questo volevo condividere con voi i miei pensieri, affinchè mi deste diverse interpretazioni!
Così è stato e ringrazio davvero tutti!
Un abbraccio e Buona Pasqua!
Raffa is offline  
Vecchio 05-04-2007, 17.45.56   #17
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: stare con un divorziato...

Citazione:
Originalmente inviato da Jade_de_Montaigne
Rudy,

non ti preoccupare, so che non c'è nulla di personale!

In questo caso, però, scusa, non pare eccessivo anche a te che questa ragazza si crei tutti questi problemi? In fondo lei che ha fatto di male? Da quello che ha scritto, pare che il divorzio non sia avvenuto a causa sua, no?



Anch'io devo scusarmi!... ti avevo risposto subito ma il forum era in modalità "solo lettura" e la mia risposta non l'ho potuta pubblicare subito... poi il solito amico tedesco!...

eccola:
.............................. .........


Mi trovi assolutamente impreparato, giovane amica. Tutta la mia vita (quasi tutta, spero me ne rimanga ancora un pezzetto!) l’ho trascorsa a crearmi scrupoli e problemi e soffrirci su e chiedermi se per caso non esagerassi.
Ovviamente meno che mai in questo caso me la sentirei di valutare un “poco” da un “giusto” ed un “eccessivo”.
Io come te penso che questa ragazza non abbia fatto nulla di male, ma l’angoscia che ti dà un problema solo parzialmente è legato alla gravità oggettiva del fatto!... altrimenti nessun bambino piangerebbe per il gelato caduto in terra e nessun amante soffrirebbe per il suo amore!
Il problema è un fatto personale, ed il metro di un altro non serve.

Quando al resto che dici, non so far altro che ripetere il mio punto di vista. Per quanto ci si sforzi di essere obiettivi non è possibile, soprattutto sui fatti che personalmente ti coinvolgono, ignorare l’ “effetto prospettico”. Quello che ti sta più vicino, che ti coinvolge maggiormente, ti apparrà sempre di dimensioni e di importanza diversa da quello che ti è più lontano.
E’ questo “riguardo particolare” che sbilancia la giustificazione da una parte e la colpa dall’altra, e fa si che a me (ma a tutti noi) fa incontrare spesso le vittime e raramente i carnefici.

Il divorzio poi… colpa mia, sua, di un terzo incomodo… queste distinzioni servono per la legge ed i patrimoni, certo, ed è bene che ci siano.
Ma un divorzio è un ponte che si spezza, un cavallo che inciampa, un frutto che si stacca dal ramo… di chi, davvero la colpa? Dei mattoni del pilone che non hanno sostenuto l’arcata, o dell’arcata che è venuta giù? della zampa poco abile o dell’occhio che non ha valutato l’inghippo?... del frutto divenuto troppo pesante, del ramo che lo ha nutrito o del picciolo ormai troppo debole?...

Io queste cose non so valutarle. Posso solo prevenirti che il ponte è vecchio, chiederti di galoppare più piano, attenderti sotto l’albero per prenderti in braccio. Tutto qui.
Lucio Musto is offline  
Vecchio 06-04-2007, 01.02.25   #18
Jade_de_Montaigne
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-02-2007
Messaggi: 131
Riferimento: stare con un divorziato...

Amico tedesco? Vuoi dire sua santità? Eh eh scusa ma proprio non ce la faccio a scrivere quel nome, non perchè non sappia farlo, ma perchè non voglio.

Ah, concordo con te quando dici che non tutti i metri possono essere uguali ed è per questo che non ho mai preteso che il mio valesse per gli altri: ognuno fa le sue scelte, ognuno ha le sue debolezze, ognuno crede in crede in cose diverse, ognuno fa le sue esperienze.
'E così ed è giusto che le cose non vadano in maniera diversa.

Probabilmente la ragazza protagonista di questo topic si fa scrupoli che io non mi farei, o meglio, me li farei, ma di tipo diverso, non certo religioso; così come probabilmente in altri settori io mi faccio scrupoli che lei o tu o chiunque altro non si farebbe...

... you never know
Jade_de_Montaigne is offline  
Vecchio 06-04-2007, 09.03.52   #19
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: stare con un divorziato...

Citazione:
Originalmente inviato da Jade_de_Montaigne
Amico tedesco? Vuoi dire sua santità? Eh eh scusa ma proprio non ce la faccio a scrivere quel nome, non perchè non sappia farlo, ma perchè non voglio.

Ah, concordo con te quando dici che non tutti i metri possono essere uguali ed è per questo che non ho mai preteso che il mio valesse per gli altri: ognuno fa le sue scelte, ognuno ha le sue debolezze, ognuno crede in crede in cose diverse, ognuno fa le sue esperienze.
'E così ed è giusto che le cose non vadano in maniera diversa.

Probabilmente la ragazza protagonista di questo topic si fa scrupoli che io non mi farei, o meglio, me li farei, ma di tipo diverso, non certo religioso; così come probabilmente in altri settori io mi faccio scrupoli che lei o tu o chiunque altro non si farebbe...

... you never know


Rassicurati, amica, non mi riferivo a quel signore vestito di bianco che certe volte vediamo affacciato ad una finestra e così insignificante che per tante persone è inopportuno anche nominarlo o scriverne il nome.
No non mi riferivo a lui anche perché in questo contesto non c'entrava proprio!
(curiosamente, una volta di più, leggendoti, ho ripensato: "ma come sono bigotti, questi non credenti!... vedono Papa e Chiesa in ogni cece!").

Mi riferivo invece ad una barzellettina, che poi ho trasformato in un (mi dicono) gustoso raccontino, dove un signore che dimentica tutto alla fine urla alla moglie: "Ma come si chiama quell'amico mio tedesco che mi nomini sempre?..." e la moglie: "Altzaimer... caro, Altzaimer!..."

Ecco, nesuna malizia... è il mio amico tedesco di quando mi scordo le cose!

Riguardo al resto sono contento che condividi con me la giustezza dell'essere differenti l'uno dall'altro e pensare ognuno con la propria capoccia e sentire col proprio cuore, come si usa dire.
E' naturale ed è positivo! come in biologia la buona salute di una specie e la sua speranza di successo evolutivo si vede dalla molta "diversità biologica" fra gli individui, così credo si possa pensare per le dottrine del pensiero.
Là dove le idee sono diversificate e numerose e varie la popolazione è più viva ed attiva.
Importante nella vita è fare le proprie scelte ed assumersene le responsabilità.
Decadenti sono quei gruppi che ottunduti dalle mollezze ed opachi d'ozio supinamente seguono la scia, si fanno sommergere dalle mode annegano nella palude dell'indifferenza e del lassismo troppo permissivo.

Diceva il nonno "una campana da sola stordisce più del concerto di campane!"
Lucio Musto is offline  
Vecchio 07-04-2007, 01.09.51   #20
Jade_de_Montaigne
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-02-2007
Messaggi: 131
Riferimento: stare con un divorziato...

Hey Rudy,

carina la storia dell'amico tedesco! Cmq, per tornare all'argomento del topic, credo che anche io mi farei mille scrupoli ma, come accennato, non di matrice religiosa.
Ad esempio mi darebbe fastidio, credo, che questa persona abbia alle spalle già un matrimonio, non so, forse per gelosia, forse perchè sono dell'idea che le esperienze più belle in una coppia vadano fatte assieme.
Non ti dico poi se quest'uomo avesse già un figlio (o più) nati dalla relazione precedente! Ah!

Jade
Jade_de_Montaigne is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it