Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 06-04-2007, 02.26.09   #11
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
Forumisti di Riflessioni di nuovo bentrovati.
Non avrei aperto un apposito topic sull'argomento in oggetto se non avessi notato con una certa costanza (ed insistenza oserei dire) un particolare:
negli annunci matrimoniali o simili di moltissime donne si trovano scritte frasi tipo "cerco un uomo che mi faccia ridere" oppure "cerco un uomo che mi faccia divertire" , o ancora "cerco un uomo non musone, che abbia il senso dell'umorismo" ecc....

A questo punto una riflessione è quasi obbligatoria....

le donne si sentono auto-esonerate dal portare un pò di allegria nel rapporto di coppia?

Il riso, l'umorismo è un "compito" naturale del maschio?

E soprattutto: chi l'ha detto che per un uomo essere "musone" non possa essere una reazione alla scarsa verve della compagna?

Grazie come sempre a chi darà un contributo

Catoblepamente vostro.




ma per quale motivo dovrebbe essere un compito solo dell'uomo ??
direi proprio di no ... si anche perche alla fine l'uomo puo pensare di portare il buon umore almeno nei primi momenti dato che deve appliccare i suoi codici di cacciatore ... ma poi finito quel momento non puo sobbarcarsi di tutto il lavoro e se cosi fosse probabilmetne potrebbe poi in futuro rompersi qualcosa nella coppia ... anche perche non sempre uno è contento di essere il precursore del buon umore a volte si ha l'esigenza fisica che sia l'altro a portarlo ...
bomber is offline  
Vecchio 06-04-2007, 05.10.52   #12
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da Pierre
Che la donna desideri che il suo uomo sappia farla ridere, credo sia una caratteristica prettamente femminile.

A questa osservazione ne aggiungo un'altra non meno vera, e cioè che la donna non ama aver a fianco un giullare, ma un uomo molto INTELLIGENTE, che poi utilizzi questa sua dote non di rado in senso umoristico.
Dunque lei ama ridere per quello che lui le dice mantenendo uno sguardo intelligente ed un'acutezza di pensiero.

Allora ritengo valga l'equazione:

intelligenza + (simpatia x ironia x allegria) = SICUREZZA

Perché un uomo intelligente che non di rado prende il mondo con ironia ed humour, cosa dimostra?
Di controllare bene la vita, di esserne padrone, cioè di essere sicuro di se stesso!

E le donne hanno un bisogno, direi fondamentale, di avvertire sicurezza nel loro uomo, perché loro possano continuare a sentirsi come per natura si sentono: più delicate, più sensibili, talvolta più fragili, più complesse, dotate di un'interiorità importante e profonda.

Dunque, sì, secondo questa logica, il riso e l'umorismo è TENDENZIALMENTE compito dell'Uomo.
O quanto meno, in genere è gradito che lo sia.

..trovo limitante l'assegnazione dei "compiti",mi sembra davvero un paragone adatto per un alunno che deve dimostrare di essere uno studente modello..alla fine credo pero' che sia come mettersi una bella maschera dal sorriso stampato sopra,ma pur sempre di una maschera si tratta!...quindi e' di questo che avete bisogno per potervi sentire inclini alla vostra natura?
acquario69 is offline  
Vecchio 06-04-2007, 10.16.18   #13
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da Pierre
Che la donna desideri che il suo uomo sappia farla ridere, credo sia una caratteristica prettamente femminile.

A questa osservazione ne aggiungo un'altra non meno vera, e cioè che la donna non ama aver a fianco un giullare, ma un uomo molto INTELLIGENTE, che poi utilizzi questa sua dote non di rado in senso umoristico.
Dunque lei ama ridere per quello che lui le dice mantenendo uno sguardo intelligente ed un'acutezza di pensiero.

Allora ritengo valga l'equazione:

intelligenza + (simpatia x ironia x allegria) = SICUREZZA

Perché un uomo intelligente che non di rado prende il mondo con ironia ed humour, cosa dimostra?
Di controllare bene la vita, di esserne padrone, cioè di essere sicuro di se stesso!

E le donne hanno un bisogno, direi fondamentale, di avvertire sicurezza nel loro uomo, perché loro possano continuare a sentirsi come per natura si sentono: più delicate, più sensibili, talvolta più fragili, più complesse, dotate di un'interiorità importante e profonda.

Dunque, sì, secondo questa logica, il riso e l'umorismo è TENDENZIALMENTE compito dell'Uomo.
O quanto meno, in genere è gradito che lo sia.

Cara Pierre (sei uomo o donna? scusa ma non si capisce con chiarezza) mi fa piacere che hai evidenziato il "tendenzialmente".....perlomen o con questa definizione dai una scappatoia all'uomo (inteso proprio come genere maschile) dall'addossarsi una responsabilità esclusiva (la cui esclusività è per me del tutto infondata) di portare l'allegria nella coppia.
Riguardo poi il fatto che la donna per natura è più "sensibile, fragile, complessa, dotata di interiorità profonda"...beh credo che ci sarebbe da discutere su ogni singolo punto (tranne forse per quanto riguarda l'essere complesse...su questo credo la donna sia oggettivamente insuperabile), ma non è questo il topic per farlo.
catoblepa is offline  
Vecchio 06-04-2007, 12.44.29   #14
Pierre
Ospite abituale
 
L'avatar di Pierre
 
Data registrazione: 14-03-2004
Messaggi: 58
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da bomber
... anche perche non sempre uno è contento di essere il
precursore del buon umore a volte si ha l'esigenza fisica che sia l'altro
a portarlo ...

Che si tratti di un flirt nascente, o di un matrimonio pluridecennale,
nella coppia ci si dovrebbe stare innanzitutto per DARE. Dare Amore alla persona Amata significa non aspettarsi qualcosa, ma ricercare sempre la sua Felicità, offrendole Gioia di Vivere perché c'è LEI nella nostra Vita.


Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
..trovo limitante l'assegnazione dei "compiti",mi sembra
davvero un paragone adatto per un alunno che deve dimostrare di essere uno
studente modello..alla fine credo pero' che sia come mettersi una bella
maschera dal sorriso stampato sopra,ma pur sempre di una maschera si
tratta!...quindi e' di questo che avete bisogno per potervi sentire
inclini alla vostra natura?

Niente compiti assegnati, e soprattutto, mai nessuna maschera!
Il sorriso dovresti sentirlo spontaneo se Ami davvero, dovrebbe fiorirti sul volto appena la vedi!

Ed anche se si tratta di tua moglie sposata tanti anni fa, hai mai provato la Gioia d'incontrarla per caso? Scorgerla per strada quando non ti aspettavi che stesse lì in quel momento, e sentire dentro come un: "Sono a casa!", una Gioia che ti si accende perché quella persona è la tua Vita!


Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
Cara Pierre (sei uomo o donna? scusa ma non si capisce
con chiarezza) mi fa piacere che hai evidenziato il "tendenzialmente".....perlomen o con questa definizione dai una scappatoia
all'uomo (inteso proprio come genere maschile) dall'addossarsi una
responsabilità esclusiva (la cui esclusività è per me del tutto infondata)
di portare l'allegria nella coppia.
Riguardo poi il fatto che la donna per natura è più "sensibile, fragile,
complessa, dotata di interiorità profonda"...beh credo che ci sarebbe da
discutere su ogni singolo punto (tranne forse per quanto riguarda l'essere
complesse...su questo credo la donna sia oggettivamente insuperabile), ma
non è questo il topic per farlo.


Io ammiro ed amo le donne, e non credo che ci sia granché da discutere sui singoli punti; io le vedo sensibili, fragili, complesse, dotate di interiorità profonda e tanto altro ancora.
Abbiamo moltissimo da imparare dalle donne, ognuna di esse è un tutto un mondo.
Se poi qualcuna è manifestamente antipatica, può trattarsi di una donna che attraversi delle difficoltà psicologiche e/o sentimentali... e potrebbe benissimo darsi che la si senta antipatica solo perché non la si sia capita sino in fondo... o non ci si sia nemmeno applicati a comprenderla.

A tutti noi uomini riesce un po' difficile cambiare paradigma mentale quando pensiamo ad una donna: invece bisogna sempre provare a mettere LEI al centro della nostra ATTENZIONE, anziché noi stessi.
Cioè cercare di immedesimarsi, cercare di capire il più possibile lo spirito di lei (che sente in modo un po' diverso dal nostro) e i suoi moti dell'Animo.
E' un esercizio difficile, ma molto interessante.
Consente di comprendere qualcosa in più di loro... e di vedere noi stessi dall'esterno. E quest'ultimo fatto, è come lo yoga quando si è principianti: dopo averlo praticato, si sentono doloretti vari, ma proprio quei doloretti sono benèfici, perché sono il segno di muscoli ed articolazioni che hanno "lavorato" assumendo posizioni benefiche, col risultato che viene aumentata la nostra flessibilità!

Allo stesso modo, vederci dall'esterno costa talvolta dei "doloretti" alla propria autostima, ma aumenta la nostra FLESSIBILITA', migliorandoci.
Pierre is offline  
Vecchio 06-04-2007, 16.04.55   #15
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Niente compiti assegnati, e soprattutto, mai nessuna maschera!
Il sorriso dovresti sentirlo spontaneo se Ami davvero, dovrebbe fiorirti sul volto appena la vedi!

Ed anche se si tratta di tua moglie sposata tanti anni fa, hai mai provato la Gioia d'incontrarla per caso? Scorgerla per strada quando non ti aspettavi che stesse lì in quel momento, e sentire dentro come un: "Sono a casa!", una Gioia che ti si accende perché quella persona è la tua Vita!

..mi pare che il topic era incentrato sulle fasi iniziali dell'approccio,non capisco come in questo caso deve rimanere la prerogativa che sia l'uomo ad avere il compito di far sorridere una donna e che lei faccia la parte della spettatrice cui sara' riservato il privilegio del plauso finale della commedia,perche poi e' esattamente questo che succede ed e' esattamente questa la PRETESA..vedi,una persona ,mettiamo appunto mia moglie che conosco da molto tempo mi sento LIBERO e SPONTANEO di esprimere i miei stati d'animo,che vanno dall'ilarita e la gioia fino al dispiacere e la tristezza perche la gamma dei nostri sentimenti devessere autentica e completa a trecentosessanta gradi e far vedere solo un lato,quello comico,per esempio, della nostra personalita,io la interpreto come un voler mettere un ombra,oscurarne una parte..(davvero masochistico ricercare una tale tipologia,in realta molto piu frequente di quanto si pensi nell'ambito femminile)forse sarebbe questa la cosa per cui meriterebbe davvero la pretesa da parte della persona e della donna che vorremmo conoscere,non certo lo spettacolino piu o meno forzato per strappare una risatina accondiscente
acquario69 is offline  
Vecchio 06-04-2007, 16.19.41   #16
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da Pierre
Che si tratti di un flirt nascente, o di un matrimonio pluridecennale,
nella coppia ci si dovrebbe stare innanzitutto per DARE. Dare Amore alla persona Amata significa non aspettarsi qualcosa, ma ricercare sempre la sua Felicità, offrendole Gioia di Vivere perché c'è LEI nella nostra Vita.




Niente compiti assegnati, e soprattutto, mai nessuna maschera!
Il sorriso dovresti sentirlo spontaneo se Ami davvero, dovrebbe fiorirti sul volto appena la vedi!

Ed anche se si tratta di tua moglie sposata tanti anni fa, hai mai provato la Gioia d'incontrarla per caso? Scorgerla per strada quando non ti aspettavi che stesse lì in quel momento, e sentire dentro come un: "Sono a casa!", una Gioia che ti si accende perché quella persona è la tua Vita!





Io ammiro ed amo le donne, e non credo che ci sia granché da discutere sui singoli punti; io le vedo sensibili, fragili, complesse, dotate di interiorità profonda e tanto altro ancora.
Abbiamo moltissimo da imparare dalle donne, ognuna di esse è un tutto un mondo.
Se poi qualcuna è manifestamente antipatica, può trattarsi di una donna che attraversi delle difficoltà psicologiche e/o sentimentali... e potrebbe benissimo darsi che la si senta antipatica solo perché non la si sia capita sino in fondo... o non ci si sia nemmeno applicati a comprenderla.

A tutti noi uomini riesce un po' difficile cambiare paradigma mentale quando pensiamo ad una donna: invece bisogna sempre provare a mettere LEI al centro della nostra ATTENZIONE, anziché noi stessi.
Cioè cercare di immedesimarsi, cercare di capire il più possibile lo spirito di lei (che sente in modo un po' diverso dal nostro) e i suoi moti dell'Animo.
E' un esercizio difficile, ma molto interessante.
Consente di comprendere qualcosa in più di loro... e di vedere noi stessi dall'esterno. E quest'ultimo fatto, è come lo yoga quando si è principianti: dopo averlo praticato, si sentono doloretti vari, ma proprio quei doloretti sono benèfici, perché sono il segno di muscoli ed articolazioni che hanno "lavorato" assumendo posizioni benefiche, col risultato che viene aumentata la nostra flessibilità!

Allo stesso modo, vederci dall'esterno costa talvolta dei "doloretti" alla propria autostima, ma aumenta la nostra FLESSIBILITA', migliorandoci.



LA MIA AFFERMAZIONE era apputno quella dato che non sempre possiamo essere persone felici e al massimo della forma che a volte anche capita che ci ritroviamo ad avere livelli bassi di felicità e una coppia che funziona deve per forza intervenire l'altra persona ovvero la donna anche se normalimente può essere l'uomo a tirare su il morale ..
bomber is offline  
Vecchio 06-04-2007, 16.22.51   #17
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
Forumisti di Riflessioni di nuovo bentrovati.
Non avrei aperto un apposito topic sull'argomento in oggetto se non avessi notato con una certa costanza (ed insistenza oserei dire) un particolare:
negli annunci matrimoniali o simili di moltissime donne si trovano scritte frasi tipo "cerco un uomo che mi faccia ridere" oppure "cerco un uomo che mi faccia divertire" , o ancora "cerco un uomo non musone, che abbia il senso dell'umorismo" ecc....

A questo punto una riflessione è quasi obbligatoria....

le donne si sentono auto-esonerate dal portare un pò di allegria nel rapporto di coppia?

Il riso, l'umorismo è un "compito" naturale del maschio?

E soprattutto: chi l'ha detto che per un uomo essere "musone" non possa essere una reazione alla scarsa verve della compagna?

Grazie come sempre a chi darà un contributo

Catoblepamente vostro.


La donna che mette annunci e inizia con "lo cerco divertente" magari lo vorrebbe anche "bello" poi magari "palestrato", con gli sghei sarebbe ancora meglio e così via dicendo...... ...

Uno o è divertente o non lo è, uomo o donna senza distinzioni.....L'essere spiritosi, ironici, sono lati caratteriali che ti portano ad avere, in generale, un atteggiamento positivo verso la vita ed è questo che attira e piace. Se poi hai una compagna o un compagno che sa stare al gioco perchè ha il carattere simile al tuo tanto meglio, ma vale anche la regola degli opposti che si compensano!!!!
Il "bel tenebroso" o la donna "ammantata di mistero" alla fine stufano...e che noia oltrettutto!!!!

Invece mi è venuto da pensare a quante volte, in ristorante o in pizzeria, noto coppie che cenano in rigoroso silenzio, senza scambiarsi non dico una risata ma nemmeno una parola...In genere sono coppie un pò in là con gli anni o comunque non più giovanissimi... il senso dello humor se lo sono già persi per strada....chissà con quali altre cose.... .....

pallina is offline  
Vecchio 06-04-2007, 18.28.51   #18
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da pallina
La donna che mette annunci e inizia con "lo cerco divertente" magari lo vorrebbe anche "bello" poi magari "palestrato", con gli sghei sarebbe ancora meglio e così via dicendo...... ...

Uno o è divertente o non lo è, uomo o donna senza distinzioni.....L'essere spiritosi, ironici, sono lati caratteriali che ti portano ad avere, in generale, un atteggiamento positivo verso la vita ed è questo che attira e piace. Se poi hai una compagna o un compagno che sa stare al gioco perchè ha il carattere simile al tuo tanto meglio, ma vale anche la regola degli opposti che si compensano!!!!
Il "bel tenebroso" o la donna "ammantata di mistero" alla fine stufano...e che noia oltrettutto!!!!

Invece mi è venuto da pensare a quante volte, in ristorante o in pizzeria, noto coppie che cenano in rigoroso silenzio, senza scambiarsi non dico una risata ma nemmeno una parola...In genere sono coppie un pò in là con gli anni o comunque non più giovanissimi... il senso dello humor se lo sono già persi per strada....chissà con quali altre cose.... .....


Ottima riflessione Pallina....
catoblepa is offline  
Vecchio 06-04-2007, 21.39.39   #19
Pierre
Ospite abituale
 
L'avatar di Pierre
 
Data registrazione: 14-03-2004
Messaggi: 58
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
...vedi,una persona ,mettiamo appunto mia moglie che conosco da molto tempo mi sento LIBERO e SPONTANEO di esprimere i miei stati d'animo,che vanno dall'ilarita e la gioia fino al dispiacere e la tristezza perche la gamma dei nostri sentimenti devessere autentica e completa a
trecentosessanta gradi e far vedere solo un lato,quello comico,per esempio, della nostra personalita,io la interpreto come un voler mettere un ombra,oscurarne una parte...

Certo, con la moglie la gamma dei sentimenti dev'essere autentica. E, aggiungo io, la moglie deve esser a conoscenza di tutto quello che hai nel Cuore.
Il che non vuol dire piangere sulla sua spalla quando si è tristi o dispiaciuti. Sì può esprimere tristezza e dispiacere senza avvilire la propria consorte. Non è facile, ci vuole carattere e forza d'animo, ma questo è DARE. Non far pesare le proprie pene, ed offrire sempre la propria spalla e la propria protezione per render comunque migliore la Vita della persona che Amiamo. Continuando ad esser del tutto sè stessi.

Attenzione Aquario69: io non parlo di comicità, non confondiamo la comicità con l'umorismo e l'ironia. La comicità presuppone l'intenzione determinata di far ridere: niente di più sbagliato con una donna!
L'umorismo e l'ironia sono categorie di pensiero che DEVONO esser spontanee e dunque si tratta di rimarcare gli aspetti divertenti delle situazioni che capitano innanzi. E sottolineo: bisogna saperlo fare con intelligenza. Dunque nessuno spettacolino che sarebbe deleterio per sè e per lei.

Citazione:
Originalmente inviato da bomber
LA MIA AFFERMAZIONE era appunto quella dato che non sempre possiamo essere persone felici e al massimo della forma che a volte anche capita che ci ritroviamo ad avere livelli bassi di felicità e una coppia
che funziona deve per forza intervenire l'altra persona ovvero la donna anche se normalimente può essere l'uomo a tirare su il morale ..

Sì, sono d'accordo con la tua affermazione. In una coppia che funziona PUO' (non "deve") intervenire l'altra persona, ovvero la donna.
Ma esser buon compagno di Vita consiste nel non aspettarselo per sè ed esser pronto a farlo per lei. ;-)



Hai ragione Pallina! Ho osservato anch'io, nei ristoranti, coppie mute per minuti e minuti, proprio come dici tu!
Se dopo anni ed anni, della Gioia d'esser INSIEME non è rimasto loro che il silenzio in un ristorante... poveretti loro!
Evidentemente si sono persi nella Vita il significato della stessa e la Gioia di viverla.
E la costruzione del loro Amore deve aver subìto... brutti contrattempi.
Pierre is offline  
Vecchio 07-04-2007, 11.34.11   #20
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Chi ha il compito di portare l'allegria in una coppia?

Citazione:
Originalmente inviato da bomber
LA MIA AFFERMAZIONE era apputno quella dato che non sempre possiamo essere persone felici e al massimo della forma che a volte anche capita che ci ritroviamo ad avere livelli bassi di felicità e una coppia che funziona deve per forza intervenire l'altra persona ovvero la donna anche se normalimente può essere l'uomo a tirare su il morale ..

A me questo che può essere normalmente l'uomo a tirare su il morale non mi convince proprio....

Come se noi donne fossimo più fragili, portate più facilmente ad abbatterci, pessimiste....Ma non è così!!!!!!! E' solo questione di carattere!!!! Bisogna invece essere attenti e nei momenti di difficoltà, di "stanchezza" (che non risparmiano nessuno) chi è più forte in quel momento aiuta l'altro, gli tende la mano e lo aiuta a reagire....Saper stemperare le tensioni con una risata, una battuta ma anche solo con una parola di conforto non deve essere prerogativa di uno solo.

Oltrettutto ti dirò bomber che di fronte p.e. alla malattia le donne reagiscono, in genere, con molta più grinta degli uomini. Spesso, in questo caso, sono le donne che sanno spronare a reagire, che hanno maggior capacità di incoraggiamento... ... ....

pallina is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it