Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 14-06-2007, 13.20.20   #31
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Cuore spezzatino...e patatine bollite.

Bentornata cuore solingo nella tormenta!

Giusto due cosine...prima che sparisci di nuovo.
Tu dici: voglio uno che mi rispetti e voglio uno che mi ami...Urca!

Vuoi uno che ti rispetti?
Hai mai provato a farti rispettare?

Angelo sperduto, la vita è anche lotta.
La tua dignità finisce esattamente dopo la trincea che hai eretto per difenderla.

Vuoi l'amore? Una domandina prima.

Tu ti ami?
No, perchè sai se tu non ti ami non capisco come pretendi che un'altro essere vivente (che non ti conosce quasi) possa provare un sentimento che nemmeno tu riesci a meritare per te stessa pur convivendoti assieme dal momento che hai cominciato a respirare su questo pianeta.

Mi risulta difficile pensare che tu ti ami, poichè io stesso (che reputo persona fantastica, intelligente nonchè modesta oltre ogni misura) non ci riesce.

Se non ti ami almeno ti accetti?
Completamente? cioè fisicamente e psicologicamente?

Va bene abbassiamo il livello...tu vai d'accordo con te stessa?
Sempre?
Fai quello che dici e dici quello che sei, senza mai deviare?

Ah ecco...
visir is offline  
Vecchio 14-06-2007, 13.23.18   #32
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Riferimento: Una malattia chiamata Uomo.

Citazione:
Originalmente inviato da visir
Vedo che la discussione derapa verso i personali punti di vista, giustissimo, ottimo, solo procedendo a zig-zag si può andare dritti.
Come in barca.


E' convincente l'immagine della folla che vive in ognuno di noi.
E non mi pare nemmeno incoerente con la mia teoria di cui sopra, con cui si voleva sintetizzare - per immagini, ancora una volta - la sostanziale irrazionalità che governa il ns. approccio ai rapporti sentimentali, portandoci, più di una volta, verso il cuore spezzatissimo, se non verso la condizione mondaini-vianello.

Per tornare alla folla, con piglio compromissorio, mi verrebbe da dire che probabilmente ci sarà un signore, in mezzo a quella folla, che aspirerà all'amore passionale; mentre quello in ultima, o penultima fila dentro di noi obietterà che preferisce immaginare una vita prudente con una persona a fianco stabile, affidabile, anche se magari un po' noiosa dopo un po'. Magari l'avrà vinta il secondo, per un po'. Poi arriverà un terzo signore, seduto in chissà quale fila, che vorrà uscire dalla noia, per cercare chissà che.

Quel che è certo è che tra la folla che personalmente vive dentro il mio animo (marco1, marco2, marco3, marco4, marco5, marco6, marco7, marco8, e via dicendo), si è sviluppata almeno una visione unanime, granitica, indiscussa:al Visir non regaliamo neanche la smart, ma neanche un Sulki; ma neanche l'Apecar.
marco gallione is offline  
Vecchio 14-06-2007, 13.30.20   #33
karlem
Ospite abituale
 
L'avatar di karlem
 
Data registrazione: 28-05-2007
Messaggi: 61
Riferimento: Una malattia chiamata Uomo.

Citazione:
Originalmente inviato da visir
Per dare se stessi bisognerebbe prima essere, essere se stessi (in senso di essere una unità), altrimenti che diamo mai? diamo il nostro io poetico o diamo il nostro io in*****so che non trova il posteggio per la macchina?
Bisognerebbe intendersi.
Noi non siamo uno siamo una folla.
Se non mettiamo d'accordo prima questa folla, mentre uno di essi dice: ti amo, l'altro in fondo alla fila già si schiarisce la voce per dire ti odio.

Certo visir,è giustissimo quello che dici:noi possiamo amare qualcun'altro solo nella misura e nella forma in cui amiamo - e quindi siamo uno con - noi stessi;ed è solo così che possiamo anche essere amati:l'altro può amarci in tutti i modi possibili,ma ciò che noi possiamo accogliere e sperimentare del suo amore è solo quello che siamo anche in grado di dare.
Nell'amore non valgono le leggi di mercato,la logica dello scambio,il do ut des che invece spesso caratterizza anche i nostri rapporti personali:dare e ricevere coincidono,perché nell'amore noi siamo uno.
L'amore è proprio la forza che ricompone in unità la molteplicità frammentata dell'esistente,dentro e fuori di noi.

Ultima modifica di karlem : 14-06-2007 alle ore 15.02.11.
karlem is offline  
Vecchio 14-06-2007, 13.52.25   #34
querelle
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 48
Riferimento: cuore spezzatissimo

Citazione:
Originalmente inviato da Cravo&Canela
Quello no, soprattutto ben posizionato socialmente....di questo non me ne importa niente...anzi più è semplice e più mi piace.
Voglio soltanto qualcuno che mi rispetti e mi ami...tutto qui...cosa che non ho mai trovato in nessuno

...che è quello che non siamo in grado di fare minimamente con noi stessi.
Pretenderlo dagli altri mi sembra come partire sconfitti sinceramente.
querelle is offline  
Vecchio 14-06-2007, 15.46.07   #35
karlem
Ospite abituale
 
L'avatar di karlem
 
Data registrazione: 28-05-2007
Messaggi: 61
Riferimento: ..limiti?

Citazione:
Originalmente inviato da cassiopea
Mi chiedo..l'altra persona, quella "bizzarra" o meglio non coinvolta fino a dove può spingersi? Mi spiego meglio..rispetto la persona non innamorata, quella non coinvolta è in una posizione di..potere, perché in genere quella coinvolta è disposta a tutto (quasi) pur di mantenere una qualche relazione..Se, ad un certo punto, la persona non coinvolta si rende conto di far male all'altra, per una questione morale...dovrebbe interrompere i rapporti? o può continuare fino a che la situazione sia comoda? Si suppone infatti che la persona non coinvolta tragga un qualche beneficio dalla situazione ambigua (sia esso un beneficio fisico o anche affettivo)...
Io credo che sia impossibile rispondere in astratto a questa domanda cassiopea,perché bisogna vedere cosa la persona 'non coinvolta' (o meglio,meno coinvolta,perché se non lo fosse affatto non starebbe lì) prova per l'altra. Dal mio punto di vista,l'unica cosa che sicuramente non deve fare è mentire sui propri reali sentimenti,simulare una corrispondenza che in realtà non esiste.
Tempo fa mi è capitato di vivere una situazione di questo tipo,come persona meno coinvolta.
Provavo per lei affetto,tenerezza,simpatia e ovviamente una certa attrazione (ma non tanta),e la consideravo essenzialmente un'amica (fra l'altro vivevamo in città diverse e quindi ci vedevamo saltuariamente) - e gliel'ho sempre detto. Lei,che probabilmente si era innamorata (anche se non l'ha mai detto esplicitamente) in apparenza accettava la cosa,ma in realtà (come poi ho capito) dentro di sé credeva - voleva credere,nonostante io non le abbia mai dato motivo per farlo- che poi la cosa sarebbe cambiata e mi sarei anch'io innamorato. E così a volte s'incazzava con me per quello che non le davo:in queste occasioni io sostanzialmente dicevo che forse era meglio lasciar perdere,visto che non potevo darle qualcosa che non avevo e che lei ci stava male.
E' andata avanti così per un po',finché lei ne ha avuto abbastanza dei limiti che io ponevo al nostro rapporto e l'ha interrotto. Successivamente mi è capitato di rivederla un paio di volte,e abbiamo parlato tranquillamente (non del passato) da buoni amici.

Ultima modifica di karlem : 14-06-2007 alle ore 17.24.29.
karlem is offline  
Vecchio 15-06-2007, 11.19.22   #36
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Cavar sangue da rape e soldi da avvocati.

A Marco:Ok, ok se non posso avere non domando più! Lo sapevo che voi avvocati avete tre braccia, due per prendere e una per dar niente a nessuno.

Faccio una semplice constatazione, avete notato che, nonostante la promotrice della discussione proceda sul suo binarietto personale, sì è tirato comunque fuori una bella discussione? Non cambia nulla, ma almeno ci siamo divertiti e confrontati.
visir is offline  
Vecchio 05-08-2007, 16.52.30   #37
DaFnE
Ospite
 
Data registrazione: 05-08-2007
Messaggi: 13
Wink Riferimento: cuore spezzatissimo

Citazione:
Originalmente inviato da Cravo&Canela
Ciao a tutti!
Non so nemmeno come intitolare il thread...perchè più che altro ho voglia di sfogarmi...vabbè ci penserò, alla fine darò un titolo!
Non riesco a togliermi di dosso un peso, un dolore profondo, una frustrazione, un peso che ho qui localizzato tra il cuore e lo stomaco....una rabbia profonda e una voglia di vendetta perchè mi sento una "carne da macello sentimentale"
Dopo varie storie tutte finite male, con persone bruttissime che adesso non prendo nemmeno più in considerazione e ignoro totalmente, ho conosciuto un ragazzo che mi sembrava molto bravo, credente, sempre casa e Chiesa, cresciuto con i miei stessi principi nonostante fosse straniero...lui si è fatto avanti con me, ci siamo messi insieme e mi faceva sognare tantissimo, mi parlava di una famiglia e di figli...ecc...dopo 4 mesi mi ha lasciata senza un motivo, e ogni volta che ho tentato di chiederglielo, mi rispondeva "ci sono cose che non vanno spiegate" e si rifiutava di incontrarmi! Adesso mi sono rassegnata come sempre, ho ingoiato la frustrazione, sopporto, non lo cerco più, ma ho un peso enorme nel cuore...non ho voglia di andare avanti, ci sono dei giorni di tristezza infinita in cui mi chiedo perchè la mia vita è così e se sarà sempre destinata ad essere così...
finita la storia con lui ho incontrato un altro ragazzo più grande di me, ci siamo baciati, siamo usciti insieme, ma lui diceva di essere impegnato con un'altra, a me piaceva moltissimo e ancora mi piace... lui mi cerca per telefono, mi chiama e ci sta le mezz'ore a parlare ma mai mi chiede di uscire o di vedersi. Gli ho chiesto cosa rappresento io per lui e dove andrà a finire questa storia...lui mi ha risposto che "NON LO SA...e che io sono libera di fare ciò che voglio, non devo aspettare lui!"...adesso sto cercando di dimenticare pure lui

Ci sono anche altri ragazzi che mi vorrebbero, ma io non li voglio in ugual maniera, in me non è nato niente quando li ho conosciuti, perchè la mia mente era occupata da altre persone.

Ho molta paura ad aprirmi a nuove storie, non mi fido più di nessuno, ho molta paura di soffrire di nuovo ma nel frattempo mi dispiace di dover stare qui senza nessuno bloccata da questo dolore e da questa maledetta paura che non mi lascia aprire. Ho sofferto troppo per amore, soprattutto perchè sono stata abbandonata proprio nel momento in cui ero maggiormente innamorata.
Ho paura che lasciandomi andare ad un altro ragazzo tutto questo si ripeta, che io venga ripetutamente abbandonata in un circolo vizioso di dolore che non finirà mai. Il mio cuore è diventato come un tiro a segno su cui sembra che ogni volta si divertano a conficcare freccette.
Ho paura che la mia vita non cambierà mai che avrò sempre questo peso e questa rabbia che mi morde dentro, questa voglia di vendicarmi e di restituire il male che ho subito e che non riuscirò mai ad essere veramente felice...

..sai anche a me è capitato di soffire..ho perso due persone che amavo perchè troppo stupida..sn andata dietro un kretino per un anno e qlk mese perkè lo amavo e m ha fatto fare mille sbagli..e come te ho avuto paura di amare o meglio ancora di essere abbandonata e di restar sola a soffrire..e non nego di averne ancora una briciola..ma se non si tenta nella vita..non si vive..so che è difficile l'ho sperimentato sulla mia pelle..sn stata male ma veramente tanto..avrei preferito le fiamme dell'inferno..ma è andata così..nella vita non si può essere sempre e solo felici..ci saranno sempre gli alti e i bassi è inevitabile..e meno male..ti immagini una vita sempre sorridente? no grazie preferisko soffrire a volte perkè m sento + viva..la sofferenza t deve dare la forza anche qnd sai ke nn ce la puoi fare +..tenta sempre e vai avanti non abbatterti impara dagli errori del passato..impara dal dolore provato..accetta il tutto e inizia a vivere nuovamente..:-) ciau kiss
DaFnE is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it