Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 03-07-2007, 17.36.49   #1
marcoriccardi1980
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2004
Messaggi: 199
L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

Buongiorno a tutti, nei miei 27 anni di vita ho notato una cosa che ancora mi lascia alquanto allibito: ho notato che gli uomini bastardi, cioè quelli che tengono sulle spine, che passano da un letto ad un altro, che non danno mai certezze, abili seduttori, indipendenti, spesso opportunisti ed egoisti, hanno sempre molto successo con le donne generalmente parlando.
Mentre invece il ragazzo buono d'animo, pezzo di pane, scontato, timido ed affidabile non riscuote il medesimo successo del primo, anzi spessissimo ha difficoltà a trovare una ragazza.
Come mai?
donne sapete rispondere a questo dilemma?
c'è una generazione di ragazzi che pensa ancora che le donne rincorrono il buon ragazzo, invece la realtà agli occhi di tutti è ben diversa.
Sapete spiegarci il perchè di questo paradosso?

Per favore non rispondete: "io preferisco la giusta via di mezzo".
La domanda è un'altra!



Bye
marcoriccardi1980 is offline  
Vecchio 03-07-2007, 19.40.08   #2
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Chi è davvero il bastardo?

Caro Marco,
ammetto che il quesito è divertente sebbene un po' generalista: l'uomo bastardo è come la donna vergine... una creatura mitologica
Cercherò di essere seria.
I tuoi interventi, che spesso danno origine a discussioni anche carine, per come la vedo io cercano di ottenere una risposta "particolare" facendo una domanda "generale".
La mia idea è: ti interessa una tipa che si interessa ai bastardi e vuoi sapere perché.
Io non lo posso sapere, credo nessun altro qui.
E' probabile che non lo sappia neppure lei.

Innanzi tutto andrebbe circoscritto il campo: cosa intendi per bastardo?
Voglio dire, io posso pensare che un uomo è bastardo quando:
1) fracassa moglie e figli di botte;
2) pratica attività sessuali con i bambini;
3) uccide altri uomini.
Non credo, onestamente, che ci siano donne che amano uomini così.
Ci possono essere donne, nel primo caso, che hanno paura a ribellarsi, o che non hanno la forza di ribellarsi e si convincono che sia amore restare assieme ad uno così.

Tu però non parli di questi bastardi...

Tu vuoi sapere perché alle donne piacciono (tiro a indovinare) uomini belli, ricchi, che mentono, non vivono un rapporto di coppia esclusivo, chiamano quando se lo ricordano.

Beh, intanto perché non essendoci non può venirti a noia...

Non tutti gli uomini così piacciono a tutte le donne così in tutte le fasi della loro vita.

Però, per dirla come direbbe Weyl che mi pare non scriva da un po', le donne amano gli orpelli e cosa di più bello c'è che mostrare un fidanzato che tutte invidierebbero?
Di solito l'uomo di cui parli tu è inafferrabile e, come la farfalla, tutti cercano di afferrarla.
Certo se poi lo prendessi e la mettessi nel quadretto di casa, ti annoieresti a guardarla tutto il giorno... ma quando vola nel prato è una poesia.

Poi, non permettendoti di entrare nel suo intimo (che non è il letto ma il cuore) ti fa immaginare di essere... incredibilmente meraviglioso: ci proietti sopra tutto quello che vorresti.

Lui non è così, lo credi tu.

L'uomo in questione, se catturato, annoia mortalmente ma la maggior parte delle donne che ha avuto non lo saprà mai.


La risposta razionale alla tua domanda è: perché troppe donne si stimano poco, e pensano che il loro valore dipenda dal riuscire a conquistare qualcuno che non vuole saperne di loro. Perché rivivono in queste relazioni schemi di assenze affettive dell'infanzia.
Perché troppe donne non si amano, e credono di non meritare neppure l'amore dell'altro.

Il bravo ragazzo di cui parli tu, onestamente, è un'altra creatura mitologica.
Siamo tutti umani e tutti ci comportiamo bene e male a seconda delle situazioni e delle persone che abbiamo di fronte.
Io sono una persona generalmente corretta e sincera, ma qualche volta sono stata anche "stronza", passami il termine.

Se vuoi piacere come sei, non interessarti a chi cerca altro tipo di persone.

Se invidi il bastardo, diventalo... poi ci saprai dire cosa si prova...

Un saluto
nevealsole is offline  
Vecchio 03-07-2007, 19.42.54   #3
peregrina
Ospite
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 16
Riferimento: L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

anzitutto NON PARLO A NOME DI TUTTE LE DONNE, ovvio, ma a nome mio.
Caro Marco..beh la risposta per me è semplice. se una cosa è poco raggiungibile, acquista valore. Se con dolore, avventure, casini vari riesci ad ottenerla, il tuo ego andrà alle stelle. tu avrai maggior stima di te in questo modo che se avrai scelto la cosa più a portata di mano: che soddisfazione hai avuto nell'ottenerla?ha posto pericoli, reali o immaginari, di cui riempire il tuo libro leggendario su te stesso??
direi di no.
però bisogna vedere se poi quella cosa, una volta raggiunta, ha effettivo valore per te, oppure magari lo aveva solo per altri, vedi il ragazzo più carino della scuola: è il più carino pe rte o per gli altri?? una volta che l'avrai avuto, se nn era per te che hai intrapreso la storia, probabilmente ti stancherai. oppure, gli starai dietro finchè ti farà soffrire, ma una storia, intendo vera, di Amore vero, non va avanti con i fuggi-fuggie e le ripicche.
Forse c'è da dire questo: per le storie mordi e fuggi, per forza di cose il bello e tenebroso e bullo va alla grande. Ma per la storia vera non funziona così, secondo me.
vero è che, però, le donne hanno sempre in mente un principe azzurro che le protegga. e cercano l'uomo forte, che solo in apparenza è il latin lover. se crescono, forse, possono capire che la forza ha tanti modi di presentarsi-oltre alla scaltrezza di un latin lover, sempre che si voglia chiamare forza-e magari cercano un aspetto particolare di forza che meglio si addice al loro carattere, ma guarda caso si presenta in un tipo del tutto ordinario...8discorso contorto, ma spero tu abbia capito!)
peregrina is offline  
Vecchio 03-07-2007, 21.11.36   #4
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

Do una Risposta un pò banale mah...

Forse perchè generalmente una cosa che non si può avere tutta per sè è più ambita.

Ma di contro c'è da dire anche che per una donna interessarsi a uno che molto probabilmente la sgancerà non la costringe a mettersi in gioco.

Da punto di vista puramente animale, l'andare con tante donne è un e ripeto un, elemento di virilità e la donna ne è attratta.

Credo che ad una certa età cmq quando la donna ha sperimentato questo tipo di uomo...inizi a cercare più sicurezza e quindi è possibile che il tipo timido e tranquillo risquota più successo.

Boh, risposte magari un pò banali o meglio semplicistiche...però magari un fondo di verità ce l'hanno!

Ultima modifica di individuo : 03-07-2007 alle ore 22.44.08.
individuo is offline  
Vecchio 04-07-2007, 04.48.27   #5
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
Buongiorno a tutti, nei miei 27 anni di vita ho notato una cosa che ancora mi lascia alquanto allibito: ho notato che gli uomini bastardi, cioè quelli che tengono sulle spine, che passano da un letto ad un altro, che non danno mai certezze, abili seduttori, indipendenti, spesso opportunisti ed egoisti, hanno sempre molto successo con le donne generalmente parlando.
Mentre invece il ragazzo buono d'animo, pezzo di pane, scontato, timido ed affidabile non riscuote il medesimo successo del primo, anzi spessissimo ha difficoltà a trovare una ragazza.
Come mai?
donne sapete rispondere a questo dilemma?
c'è una generazione di ragazzi che pensa ancora che le donne rincorrono il buon ragazzo, invece la realtà agli occhi di tutti è ben diversa.
Sapete spiegarci il perchè di questo paradosso?

Per favore non rispondete: "io preferisco la giusta via di mezzo".
La domanda è un'altra!



Bye

perche le donne se non soffrono non stanno bene..il paradosso dei paradossi
acquario69 is offline  
Vecchio 04-07-2007, 08.55.55   #6
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

In questa strenua lotta "contro" il genere femminile portata avanti da Mario Riccardi (ma si sa , là dove c'è un grande odio può nascondersi un grande amore, e credo che Mario ami molto le donne) qualche volta mi sento di solidarizzare con lui, anche se con sfumature diverse, e con un approccio meno "muro contro muro" , dovuto al fatto che con l'esperienza e col tempo si smussano certe prese di posizione troppo drastiche.

In questo caso mi ritornano in mente le volte (numerose) in cui la lei di turno , dopo avermi apprezzato e lodato sotto vari aspetti, ma catalogato senza pietà come il "bravo ragazzo" descritto da Mario, decideva poi di mettersi insieme con un altro, senz'altro fatto di altra pasta.

Fino a un pò di tempo fa mi incazzavo per le stesse ragioni introdotte da Mario, ma adesso, un pò perchè il tempo "smorza" alcune asperità, un pò perchè mi faccio rispettare di più (sono più consapevole del mio valore) , e un pò perchè mi rendo conto che tanto al cuore non si comanda, la delusione mi lascia ferite meno profonde, e la vita comunque va avanti come deve andare.

Attualmente una mia relazione con una donna separata si è conclusa per sua iniziativa perchè lei ancora pensa al suo ex, un uomo tuttora sposato e senza alcuna intenzione di lasciare la moglie, nonostante mi abbia detto che con me sta bene, e, paradossalmente , nonostante sia stata lei a cercare me!!

Cosa fare in questi casi? Chiedersi perchè una donna si comporta così?
Credo che sia uno spreco di energia.
Se una donna tende a volersi complicare la vita, alla fine sono affari suoi, evidentemente le cose lineari e raggiungibili non vengono apprezzate.....
catoblepa is offline  
Vecchio 04-07-2007, 09.55.02   #7
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

Scusami Marco, ma personalmente credo che la tua domanda contenga due pregiudiziali - date per scontate ma che scontate non sono affatto - che parzializzano talmente tanto l'indagine da falsarla completamente.

La prima pregiudiziale (secondo me falsa e fuorviante) riguarda il "motodo" nella fase di "impostazione dei dati": tra i due estremi del "bastardo spregiudicato" e del "timido introverso" ... esiste una così larga maggioranza di uomini con "equilibri migliori di squilibri anche maggiori"... che non puoi ignorarne l'esistenza se vuoi davvero avvicinarti ad una risposta!
Migliaia di uomini, senza essere "bastardi" nel tuo senso... generano appassionato interesse aumentato dal fatto dal fatto di non farsi "possedere" integralmente da una donna... in quanto inseparabili da un qualunque forte e valido interesse personale (professione, studio, arte, hobby, carriera, sport, ecc. ecc. ecc.). Non saltano da un letto all'altro, non generano gossip, ma normalmente vivono storie intense, e spesso neanche si accorgono di quante potrebbero viverne.
Altre migliaia di uomini, positivi-concreti-equilibrati, senza essere timidi patologici e senza farsi zerbino di nessuna donna, vivono relazioni di coppia stabili e serene, perfettamente appaganti per le loro donne, felici di avere avuto il privilegio di incontrare un Uomo e la fortuna che sia diventato il LORO uomo. Anche questi, capisci bene, non generano gossip, ma normalmente vivono rapporti intensi, e neanche si chiedono quante potrebbero viverne.

Da questa prima pregiudiziale deriva la seconda, che riguarda il metodo nella fase di "sviluppo dei dati" : il "bastardo" è un gossipparo nato.... (ricordi la barzelletta? Naufragio nell'oceano. Si salvano su un'isola assolutamente deserta un impenitente donnaiolo e Claudia Schiffer. Dopo mesi vengono miracolosamente salvati e riportati a casa. Gli amici del donnaiolo corrono a fargli visita... a lui che ha avuto la fortuna della Schiffer tutta per lui per mesi interi. "Ma allora, allora, ma che c'hai fatto con la Schiffer" ..... "Niente"....
"Ma dai, ma come "niente"?"..... "Ma.... lì non c'era nessuno... a casa pensavo di non tornarci mai più.... e, che dovevo fa'? A chi lo raccontavo?").
Scusa la parentesi. Dicevo che il bastardo è un gossipparo nato. Altrettanto lo sono le sue "vittime", che tra la necessità di urlare quanto è speciale il loro incontro e quella di urlare richieste di aiuto per capirci qualcosa.... fanno una reclame al bastardo... che la metà basta.
A modo suo, anche il supertimido introverso e gentile "fa rumore"... quello del silenzio... quando lo osservi; e quello del "lamento" quando vittimisticamente cerca aiuto e tenta di aprirsi almeno a qualcuno.

Quella terza maggioranza - che maggioranza è - NON fa rumore, NON ha bisogno di gossip, NON lo genera nè volontariamente nè involontoriamente: fa la propria vita... una vita credo più completa, con "storie" (quando sono storie) più ricche e appaganti e degne di memoria rispetto a quelle dei gossippari ai due estermi opposti, più che storie - questa maggioranza - sviluppa Relazioni tendenzialmente stabili. Come chiunque trovi quel che cercava... smette di "cercare" e quindi ... non la senti più e perciò non produce nessuna "rumorosità socialmente apprezzabile".
Ma questi uomini esistono, sono la maggioranza, sono quelli che sanno cosa cercare e sanno trovarlo, coltivarlo, farlo crescere e tenere con sè.
Non fanno rumore. Non li sentiamo. Ma non dimentichiamoci che esistono, e soprattutto, non commettiamo l'errore di credere che il mondo si divida fra le due eccezioni estreme. La "regola" è quella dei tanti uomini che sono in questa maggioranza aurea: non necessariamente equilibrati, ma con una grande forza vitale che li spinge alla continua ricerca di un equilibrio sempre migliore, di cui sanno far parte una serie di relazioni "serie", "motivate" e "motivanti".... che TROVANO... perchè al femminile le proporzioni sono più o meno le stesse!!!!

Ciao
donella is offline  
Vecchio 04-07-2007, 09.59.19   #8
voluttà
Ospite abituale
 
L'avatar di voluttà
 
Data registrazione: 14-12-2005
Messaggi: 124
Riferimento: L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

quello che dici è vero, ma anche no...
molte ragazze sono sttratte dal bello e bastardo e si fanno spezzare il cuore, piangono anni dietro a uno str... che non le merita! e poi un giorno si rendono conto che ci sono tanti bravi ragazzi che non vedo l'ora di prendersi cura di loro... allora si mettono con quello buono... che però alla lunga le annoia e allora lasciano anche lui... e poi dopo un periodo di singletudine, se saranno fortunate e abbastanza intelligenti (soprattutto più mature...) troveranno quello giusto.
che la giusta via di mezzo sia la risposta "giusta" lo sai anche tu, ma il percorso che ogni ragazza deve fare per diventare donna è lungo e gli errori sono compresi nel prezzo..
voluttà is offline  
Vecchio 04-07-2007, 09.59.46   #9
vagabondo del dharma
a sud di nessun nord
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 245
Riferimento: L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
In questa strenua lotta "contro" il genere femminile portata avanti da Mario Riccardi (ma si sa , là dove c'è un grande odio può nascondersi un grande amore, e credo che Mario ami molto le donne) qualche volta mi sento di solidarizzare con lui, anche se con sfumature diverse, e con un approccio meno "muro contro muro" , dovuto al fatto che con l'esperienza e col tempo si smussano certe prese di posizione troppo drastiche.

In questo caso mi ritornano in mente le volte (numerose) in cui la lei di turno , dopo avermi apprezzato e lodato sotto vari aspetti, ma catalogato senza pietà come il "bravo ragazzo" descritto da Mario, decideva poi di mettersi insieme con un altro, senz'altro fatto di altra pasta.

Fino a un pò di tempo fa mi incazzavo per le stesse ragioni introdotte da Mario, ma adesso, un pò perchè il tempo "smorza" alcune asperità, un pò perchè mi faccio rispettare di più (sono più consapevole del mio valore) , e un pò perchè mi rendo conto che tanto al cuore non si comanda, la delusione mi lascia ferite meno profonde, e la vita comunque va avanti come deve andare.

Attualmente una mia relazione con una donna separata si è conclusa per sua iniziativa perchè lei ancora pensa al suo ex, un uomo tuttora sposato e senza alcuna intenzione di lasciare la moglie, nonostante mi abbia detto che con me sta bene, e, paradossalmente , nonostante sia stata lei a cercare me!!

Cosa fare in questi casi? Chiedersi perchè una donna si comporta così?
Credo che sia uno spreco di energia.
Se una donna tende a volersi complicare la vita, alla fine sono affari suoi, evidentemente le cose lineari e raggiungibili non vengono apprezzate.....

Ti quoto.

Il mistero di cosa pensano le donne rimane insondabile e qualsiasi tentativo di arrivarci con la logica non ha senso. Ecco che ora si solleveranno le proteste perchè penseranno che io voglia dire che le donne non hanno logica. Non voglio dire questo: le donne hanno una "logica" diversa, cioè voi state cercando di arrivare con la razionalità ad una spiegazione laddove dovremmo esplorare il loro finissimo, sensibilissimo, volubilissimo modo di "sentire".

E' questa la chiave: i loro comportamenti non si possono spiegare, ma solo "sentire". E questo lo può fare solo la persona (donna) che volta per volta si troverà nella situazione (un topos della società contemporanea, ma forse proveniente dalla notte dei tempi) di abbandonare il bravo ragazzo per il bastardo o presunto tale, perchè il più delle volte il trombeur de femmes si rivela un infingardo incapace di assumersi la benchè minima responsabilità prima di tutto per se stesso e poi per l'altra.

Nell'insensato tentativo di trovare un senso a qualcosa che, come avrebbe detto il buon Vasco, un senso non ce l'ha, si può solo dire che statisticamente è molto elevata la probabilità che il bravo ragazzo o presunto tale, perchè anche lui può darsi presenti solo il lato più presentabile della propria personalità fingendo, sia lasciato per il bastardo infingardo. Il rapporto in questione tra la "flashata" di turno e il bastardo risulta essere sfavillante nel primo periodo (leggi un mese al massimo due) poi si rivela per quello che realmente è, un'illusione che illude di più rispetto alle altre illusioni d'amore e quindi svanisce come un fiocco di neve baciato dal sole lasciando solo uno sbuffo di vapore come una scorreggia nell'aria...

Direte che non è una buona mattina per il vagabondo e quasi sicuramente "sentirete" il giusto...
vagabondo del dharma is offline  
Vecchio 04-07-2007, 10.43.57   #10
pensierolibero
Cercatore solitario
 
L'avatar di pensierolibero
 
Data registrazione: 02-07-2007
Messaggi: 10
Riferimento: L' Irresistibile Fascino Dell' Uomo Bastardo

Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
quelli che tengono sulle spine, che passano da un letto ad un altro, che non danno mai certezze, abili seduttori, indipendenti, spesso opportunisti ed egoisti, hanno sempre molto successo con le donne generalmente parlando.
Mentre invece il ragazzo buono d'animo, pezzo di pane, scontato, timido ed affidabile non riscuote il medesimo successo del primo, anzi spessissimo ha difficoltà a trovare una ragazza.
Mi permetto di dare un'opinione da uomo, non è detto naturalmente che coincida con quella femminile.

Dunque, tu per "uomo bastardo" intendi "che passano da un letto ad un altro, abili seduttori, spesso opportunisti" e lo contrapponi a "scontato e timido".
Mi pare evidente che uno della prima specie non ha problemi a lanciarsi in ogni occasione, mentre il secondo avrà molta più difficoltà a fare delle avances, spesso dovrà essere la donna stessa a fare il primo passo. Uno "bastardo" (ma che brutta definizione) non ha problemi nel sentirsi dire di no, proverà con la prossima, comunque è sempre un divertimento. Uno timido spesso è pure complessato e risentirà di un eventuale rifiuto in modo molto più pesante.

Credo di poterlo dire per esperienza personale, perché mi sono trovato a vivere nei due modi e ho visto la differenza. Nella parte di timido era una continua sofferenza, conquistare una ragazza era difficile, anche se non impossibile e la fine di una relazione era traumatica. Nella parte che tu chiami "di bastardo", tutto era invece facile, le avventure si susseguivano senza sosta, con buona soddisfazione di entrambe le parti.

Forse le donne amano l'uomo vincente, sicuro di sé, forse lo sentono forte, in grado di proteggerle, dà loro un maggior senso di sicurezza e probabilmente una maggiore soddisfazione.

Detto questo, sono pure convinto che in generale si possa passare da un modo comportamentale all'altro e viceversa, non senza sforzo ovviamente. Per vincere la timidezza basta dirsi "non mi interessa delle conseguenze di un mio approccio", fatto comunque sempre con una certa intelligenza. Ma vale la considerazione che la maggioranza delle donne sono in attesa dell'iniziativa maschile (qualcuno dice "ogni donna ci sta", se presa nel modo giusto ovviamente), o perlomeno in genere la gradiscono, anche se pure loro possono avere dei blocchi mentali. Beh, al massimo dicono di no, si tirano indietro. Ma quante lo fanno sino in fondo?

Credo poi che vi siano fasi della vita nelle quali "vivere da bastardi" (continuo ad usare la tua definizione) sia giusto, altre invece no. Ma questo è un altro discorso.
pensierolibero is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it