Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 28-02-2008, 12.03.43   #1
dafne du
Ospite
 
Data registrazione: 09-02-2008
Messaggi: 12
ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

vi spiego la mia storia ...
tutto e' iniziato 6 mesi fa,ho conosciuto un ragazzo con cui ,da parte mia e' scattato subito un colpo di fulmine,abbiamo cominciato a parlarci e in meno di un mese eravamo gia uno nelle braccia dell'altro ...
lui inizialmente mi disse ke le sue esperienze se le era fatte e ke non voleva piu giocare..voleva condividere qualcosa con qualcuno e provare a costruire qualcosa. (lui ha 27 anni)
dopo circa un mese ke ci vedevamo in cui tutto andava a gonfie vele ,una favola, una sera dal nulla lui se ne uscì con questo discorso : "no comunque io non voglio una storia seria, voglio una cosa "easy",non e' un momento della mia vita in cui voglio impegnarmi" ...Io ci sono rimasta male,anke perke' un mese prima aveva detto il contrario...ho pensato ke probabilmente mi avesse presa in giro solo per portarmi a letto e ke quindi essendoci riuscito poteva tirare giu la maskera. ne ho parlato con lui di questa cosa e mi ha detto ke subito voleva provare ad avere una cosa seria (non ne ha mai avute) ,ma ke poi quando ci si e' trovato dentro ha capito ke non era ancora pronto...e ke probabilmente quello ke provava per me non era abbastanza forte da far si che gli venisse voglia di provarci...mi disse anke cose cattive quella sera,ke le cose non sarebbero mai cambiate e ke se io speravo in qualcosa di piu da lui dovevo lasciarlo subito perke' lui non me l'avrebbe mai dato.
chiamatemi stupida, ma io ero gia troppo coinvolta per dimenticarlo cosi,ho deciso di andare avanti a mio rischio e pericolo fingere di stare alle sue condizioni e sperare che col tempo le cose cambiassero. Effettivamente dopo circa 2 mesi le cose erano totalmente cambiate,lui era cambiato,mi chiamava per la buona notte,mi portava a cena fuori ,al cinema e pagava sempre lui,facevamo lunghe telefonate e parlava in continuazione ai suoi amici di me...il culmine e' stato a natale in cui mi ha scritto una letterina strappalacrime in cui diceva di essere veramente felice di avermi conosciuta. improvvisamente dopo capodanno e' diventato freddo,assente,per circa 2 settimane si e' negato ,io mi sono preoccupata e quando e' riapparso era cattivo e mi ha detto cose orrende,ke lui poteva fare quello ke voleva,ke se non voleva farsi vivo poteva farlo perke' tra noi non c'era niente di serio,e ke io l'avevo incastrato perke' negli ultimi 2 mesi sembrava ke stessimo insieme e ke era colpa mia perke' lui non voleva. io giuro ,ke non l'ho mai costretto a fare niente...e' stato lui ke col tempo mi ha dato determinate cose,non l ho costretto a telefonarmi tutti i giorni o a portarmi a cena fuori e a presentarmi sua madre...anzi non glielo ho neanke kiesto,ha fatto tutto da solo e poi improvvisamente si ritira e mi accusa di averlo incastrato.
comincia a ripetermi tutti i giorni ke lui per me non prova niente e non lo provera' mai...ma c'era una vocina dentro di me ke mi diceva : non puo 'essere.
passa un mesetto da quel momento e piano piano le cose vanno a posto,cominciamo a rivederci ma lui era comunque sempre agitato , si sentiva a pelle ke il nostro rapporto lo stava mettendo in ansia,infatti dopo circa 2 settimane mi ha lasciata dicendomi ke non aveva senso continuare, che io volevo una cosa seria e lui non poteva darmela e non era piu giusto farmi soffrire...in realta' non ci siamo mai lasciati,ufficialmente era cosi,ma abbiamo continuato a vederci per un altro mese finche' un giorno io gli ho detto ke non poteva continuare cosi,ke io mi ero innamorata di lui e ke non potevo amare una persona ke non mi ama...lui ha cominciato a sudare e ha detto come al solito ke lui non prova niente per me ,e ke se io ero innamorata non potevamo piu vederci perke' lui non si sarebbe mai innamorato ed e' scappato lasciandomi li in mezzo alla strada
qua il colpo di scena..3 giorni dopo ha cominciato a scrivermi,a telefonarmi come un ossesso e io ovviamente non rispondevo perke' ero straziata dalle lacrime,e' andato avanti per 2 giorni kiamandomi all'impazzata finke' io non ho risposto e a quel punto ha cominciato a piangere al telefono dicendomi ke senza di me non poteva stare, ke lui ha sempre provato qualcosa per me, ke non voleva ammetterlo a se stesso,ke sperava ke non fosse cosi ma e' sempre stato,e ke in quei 3 giorni senza di me non era riuscito a kiudere occhio, che ero la donna della sua vita...che voleva andare a vivere con me,E' persino corso sotto casa mia solo per abbracciarmi e se ne e' andato.
per 5 giorni e' stata una favola,finke' un pomeriggio abbiamo avuto una discussione e lui mi ha troncato le gambe dicendomi " ma comunque ti ricordo ke io e te non stiamo insieme, ci vediamo"....ma come? dopo tutto quello ke mi ha detto al telefono non stiamo insieme? in quel momento non ce l ho piu fatta e gli ho detto : "basta,non voglio piu assecondarti in queste pazzie,io e te stiamo insieme e tu non vuoi ammetterlo! "...non l'avessi mai fatto...mi ha lasciato li di nuovo in mezzo alla strada, ha cominciato a stare zitto,e poi ha di nuovo sudato e mi ha detto ke non aveva piu senso andare avanti,ke questo tira e molla doveva finire,ke lui ci aveva creduto ma non ce la fa,non ci riesce,non se la sente,nn puo' darmi quello ke cerco e se ne e' andato .
io tutte le volte ke faceva questi numeri l'ho sempre rincorso,gli sono sempre venuta incontro perke' capivo ke non lo faceva per cattiveria,ma perke' davvero aveva qualke problema,...ma quel giorno io mi sono stancata.mi sono stancata e non l'ho piu cercato.
lui per un mese e' stato nel silenzio e dopo esattamente 25 giorni e' spuntato fuori con un messaggio "ciao furbetta,come va?" ...ovviamente io non ho risposto....per altri 4 giorni silenzio e poi di nuovo un messaggio "Non mi parli piu?"...e il giorno dopo di nuovo "non mi parli piu?"
io non ho mai risposto e per il momento non intendo farlo,sono innamorata ma non ha piu senso straziarmi in questo modo, io ho cercato di aiutarlo,ho cercato di capirlo...io non gli rispondo perke' ho paura ke mi dica ke vuole ke restiamo amici,ke vuole rimanere in buoni rapporti ...io non lo sopporterei un dolore simile.
io non so se esista la paura di impegnarsi,o se profondamente sia una scusa per prendere in giro le persone
dafne du is offline  
Vecchio 28-02-2008, 12.29.23   #2
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

Citazione:
Originalmente inviato da dafne du
io non so se esista la paura di impegnarsi,o se profondamente sia una scusa per prendere in giro le persone
Hai trovato un tipo disturbato, solo questo.Dimenticalo e in fretta.
chlobbygarl is offline  
Vecchio 28-02-2008, 12.42.35   #3
dafne du
Ospite
 
Data registrazione: 09-02-2008
Messaggi: 12
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

Citazione:
Originalmente inviato da chlobbygarl
Hai trovato un tipo disturbato, solo questo.
ci ho pensato anke io...ma mi sono detta, come e' possibile che sia disturbato? ha una laurea,tanti amici che frequenta regolarmente...teoricamente una persona disturbata avrebbe dei problemi nella vita sociale in genere
dafne du is offline  
Vecchio 28-02-2008, 12.48.31   #4
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

Citazione:
Originalmente inviato da dafne du
ci ho pensato anke io...ma mi sono detta, come e' possibile che sia disturbato? ha una laurea,tanti amici che frequenta regolarmente...teoricamente una persona disturbata avrebbe dei problemi nella vita sociale in genere
I disturbi mentali sono assolutamente democratici e se devono fare una selezione
non scartano di sicuro i laureati!!!
chlobbygarl is offline  
Vecchio 28-02-2008, 12.53.15   #5
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

Penso che tutti gli amori "tormentati" siano causati dal fatto che ci si è innamorati di chi non ci vuole. Devi arrenderti all'evidenza che lui non vuole, comunque, quello che vuoi tu (intendo come tipo di relazione) e per questo ti sta portando a spasso sulle montagne russe...per questo penso anche che non gli importa poi tanto che tu "soffra" per lui...
Lungi da me dare consigli ma prova intanto a capire perchè sei attirata da un tipo così poi valuta: se vuoi continuare a farti del male stai al suo gioco del tira e molla, altrimenti "lascialo andare"....

un abbraccio.
pallina is offline  
Vecchio 28-02-2008, 13.00.03   #6
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

paura di impegniarsi????
chi ha paura di impegnarsi ha paura di soffrire,chi ha paura di soffrire non cresce,stagnia in uno stato inconsapevole superficiale che lo rende sicuro e immune(illusione).Solo chi affronta la paura conoscerà il vero amore,lontano dalla concezione comune priva dell'esperienza stessa.Il vero amore é perdono per chi ti farà soffrire,per chi faccendoti soffrire ti offre l'opportunità di crescere,rendendoti consapevole di quanto la nostra sofferenza sia schiava della nostra incomprensione di noi stessi.
daniele75 is offline  
Vecchio 28-02-2008, 13.01.59   #7
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

Da questo tuo post mi sembra chiaro che si tratta di persona che ha paura di impegnarsi pur essendo probabilmente legato a te.
La tua reazione mi sembra giusta perche' tu non dovresti passare una vita a curarti di un tipo immaturo ed egocentrico.
Ce la farai Dafne , ho l'impressione che tu sia forte e realista. Auguri!
hava is offline  
Vecchio 28-02-2008, 14.06.14   #8
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

Ciao Dafne.
Non sono psicologa ma il tuo racconto mi ha ricordato una mia brutta esperienza con inversione dei ruoli, che forse e sottolineo mille volte il forse, potrebbe aiutare a trovare un qualche indizio. E dando anche ragione a Chlobby, perchè onestamente ripenso a quel periodo come momento di mio squilibrio. Iper motivato, ma sempre squilibrio!

Quando io mi sono comportata più o meno come il tuo ragazzo (creando effettivamente danni gravi, ma gravi sul serio al malcapitato) è successo, oggi lo so, perchè lui incarnava esattamente il meglio del meglio che una brava ragazza potesse desiderare.
Lo sapevo, ma lo sapevo solo razionalmente. Perchè poi, emotivamente, io nei suoi confronti non provavo assolutamente nulla.
Ero abbastanza giovane da subire i "buoni consigli" di tutti... ed ero disperata... perchè fra i "buoni consigli" c'erano quelli di persone del cui amore verso me non potevo assolutamente dubitare.
A queste stesse persone non era affatto possibile far comprendere che il "tipo" a cui riconoscevo spontaneamente ogni magia e fascino era DEL TUTTO diverso da questo così "buono e santo e giusto e che mi adorava sine conditione", perchè sarei stata disapprovata totalmente e sarei forse io passata per pazza.
E poi, per carità, "loro" avevano ragione: il massimo dell'uomo da sposare... per carità.... era quello che dicevano loro, e io lo sapevo!
Cercavo di convicerne la mia emotività.
Oggi so che l'impresa è totalmente disperata, ma ingenuamente , allora, ci provavo.
Il risultato è stato questo:
- il bravo ragazzo.... credo di averlo veramente odiato ... in proporzione diretta alla sua "perfezione" : perchè in se stessa mi sarebbe piaciuta.... ma non era da un tipo come lui che la volevo (e sapevo benissimo da quale tipo la volevo, solo che era fisiologicamente inconciliabile quella perfezione con quel tipo);
- il bravo ragazzo è rimasto gravemente segnato dalla mia illegibilità (e questo, oggi, mi dispiace, ma - ancora oggi - lo dico con la mente e non lo sento con il cuore!)
- ancora oggi, a distanza di anni e dopo tanta altra vita non di rado felice, nei "momenti-no" il mio incubo ricorrente è che tra le felicitazioni e l'entusiasmo generale... io mi accinga a sposarmi col ragazzo "perbene" con la MORTE nel cuore e tra la più totale incomprensione generale. E' IL mio incubo, quello che per tanti altri è l'esame di maturità!

Ho solo sentito di offrirti una mia esperienza reale, e credo che in UNA direzione fra tante possibili possa aiutare a riflettere.
Se arriverai alla conclusione che qualcosa della me di allora possa essere in comune con il tuo ragazzo... con tanta tanta simpatia mi permetto di dirti: lascia perdere! Lascia perdere di corsa! : quando un essere umano fa così.... per ben che vada.... i suoi "recettori" son colmi d'altro! Magari disperatamente, colmi d'altro, MA colmi d'altro!!!! E quale che sia la tua preziosità.... con l'altro NON comunica! Anzi: può fargli rabbia e persino odiarti per quel che gliene arriva!
Ma sappi che soffre, e tanto, anche l'altro.
Solo che non può occuparsi di te. Non ce la fa.

donella is offline  
Vecchio 28-02-2008, 14.22.56   #9
Cravo&Canela
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-04-2007
Messaggi: 73
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

Ciao!
Senti, ti do un consiglio: lascialo perdere!
Io ci sono già passata, avevo un ragazzo psicopatico che si comportava esattamente così, un giorno mi amava e il giorno dopo no...quindi ti consiglio di non perdere tempo con un malato di mente di questo genere!
Per il mio parere, invece che 27 anni, sembra che ne abbia 15.
E il fatto che sia laureato non è una garanzia...oggi si laureano anche gli stupidi, e se uno è bravo nello studio o nel lavoro non significa che lo sia anche nella vita. E questo caso è l'esempio lampante.
Quel ragazzo che si comportava così con me ha 30 anni e ancora non ha una donna, è un pazzo che scatena risse ovunque...se continuavo a stargli dietro a quest'ora ero diventata matta...per fortuna che l'ho mandato a quel Paese.
Cravo&Canela is offline  
Vecchio 28-02-2008, 14.23.07   #10
dafne du
Ospite
 
Data registrazione: 09-02-2008
Messaggi: 12
Riferimento: ci credete voi nella paura di impegnarsi ?

Citazione:
Originalmente inviato da chlobbygarl
I disturbi mentali sono assolutamente democratici e se devono fare una selezione
non scartano di sicuro i laureati!!!
certo, ma lui nella vita sociale e' assolutamente normale, ha ritmi un po sballati ma una cerchia di amici ampia che frequenta da una vita a cui non ha mai fatto ciocchi simili...ha amici ke vede tutti i giorni ,soprattutto maschi con cui ha un rapporto splendido...per questo sono perplessa a dire ke possa avere disturbi a livello relazionale
dafne du is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it