Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 05-03-2008, 08.37.16   #11
candycandy
Ospite
 
Data registrazione: 04-03-2008
Messaggi: 12
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Citazione:
Originalmente inviato da xman
A me sembra un caso di pornodipendenza:

http://www.noallapornodipendenza.it/


Ciao, ho visitato i link che mi hai mandato (nonostante gia sapessi abbastanza informazioni al riguardo) ma non credo questo caso centri con la pornodipendenza.
Lui non ha mai fatto numeri telefonici particolari...
non ha mai preferito restare davanti al pc a fare cose porno piuttosto che magari uscire con gli amici (quando li aveva).
Non ha mai rinunciato a cibo, al sonno, allo svago per queste situazioni
Alle volte capita che non si connetta per 3 giorni su internet.. ma non è che riscontro in lui un maggior nervosismo o in ansia ...
Non sta li a vedere foto porno o a scaricare filmini....


Non se riesco a farmi capire... perchè non sò dare una definizione precisa alla problematica.

Morale :
Lui "gioca" su internet per mezzo di doppia identità.
Può stare davanti al monitor 1 ora e mezzo di fila (piu che altro nel week end quando non lavora), come invece 30 minuti in totale a settimana (lavora, non ha tempo) o.. restare tutto il week end senza o 10 minuti al massimo (perchè magari partiamo o ... non lo so.. ci mettiamo a pulire casa, la macchina, quindi poi si ritrova stanco e si butta sul divano a vedere la tv).

Ricapitolo il mio pensiero :

Nella vita virtuale si comporta in un modo che, nella vita materiale, non riesce a fare. "Ciò che vorrebbe essere ma non è.. perchè non riesce ad esserlo"
Quindi ad essere forte, un poco insensibile, a prendere in giro (riscattandosi delle prese in giro che ha pagato nel corso degli anni), ad essere schietto, superbo, egocentrico, chiaccherone e tanto altro...
Una doppia identità che però mi fa paura...
Paura nel senso che , conoscenso i suoi limiti di forza CARATTERIALI, non vorrei che si facesse trasportare troppo da quel gioco trovandosi poi a cedere a chissà quale proposte (qualsiasi tipo).
Capite qual'è il mio problema?
Cioè se lui fosse una persona determinata, sicurissima di se, di medio equilibrio, credetemi non mi porrei tutti questi problemi.
Forse potrei divenire un pochino gelosetta nel vedere che si spaccia per una donna che sta li ad osservare le foto che gli mandano le tipe (in alcuni casi, sono chiari i montaggi fotografici che denotano dall'altra parte esserci un altro uomo...) però non farei chissà quale tipo di scenata. Sarebbe nettamente diverso.

Vorrei un attimo riflettere per mezzo immedesimazione.
in questo caso inverto la sua situazione, con me.

Io sono in questa forma... ovvero una persona che ha sempre voglia di confronti, di parlare, di confidarsi, di ascoltare e di leggere.
Qui, su msn, su yahoo, nella vita reale e ovunque.
Ok? Non mi interessa spacciarmi (esempio) da miliardaria, da signora di alto livello sociale, da una che possiede ville nel mondo, barche etc.
Mettiamo che ho un attimo di confusione (o per gioco, non so) ed inizio a spacciarmi tale. Tutti mi cercano, mi scrivono perchè sappiamo quanta gente ci sia a "convenienza" è giusto?
Nel frattempo continuo a vivere una realtà che in qualche modo mi rende triste, alle volte sfuggente, nervosa, chiusa... Continuo il mio lavoro con responsabilità e maturità. Nel mio lavoro sono stimata da tutti e posseggo un grande incarico.
Quando torno a casa, però, oltre a "giocare da miliardaria", nei miei diari disegno fumetti di uccellini in gabbia ... mega ville sul mare, disegni astratti
raffiguranti paradiso, inferno, orologi con uomini che cadono dalle lancette, aquile, abiti celestiali o lussuosi, cavalli che corrono etc.
E' giusto? (Mio marito in questo caso non disegna ville perchè l'esempio in questione riguarda me... Il resto dei disegni però li realizza).
E ancora... se io davanti alla mia famiglia, mantengo un rapporto di assoluto riguardo, di adorazione malgrado essi abbiano commesso errori con me, di rispetto totale malgrado essi mi abbiano ferito in qualche modo, se blocco il mio desiderio ardente di rispondere, di esternare la sofferenza per il torto subito, poi torno a casa e continuo a disegnare, mi collego su internet e con tutta "rabbia" (interiore) davanti a quel monitor mi "vendico" trasformandomi in una miliardaria egoista, snob e presuntuosa, IO LA VEDO PROBLEMATICA.

DONELLA ha riassunto il tutto con :
"Alcuni aspetti, maturati DOPO ANNI in una confidenza reale difficilissima da conquistarsi malgrado ogni "intesa da parata", mi hanno anche convinta che il connubio intelligentemente colto da Candy tra frustrazioni della vita e disinvolture del sesso abbiano una grande possibilità di NON trovarsi casualmente in tandem"



Citazione:
E se lui non fosse disposto ad analizzarsi, ritenendo di essere perfettamente a posto con la propria sessualità: tu che faresti?

Infatti bene o male lui cosi si è espresso.
E' solo che....
anche io quando anni fa attraversai un periodo di stress, ansia e nervosismo avevo la stessa risposta per tutti "no va tutto bene"...
Poi, grazie a qualcuno che stava vicino a me (con tutta pazienza e tempo mi ha parlato di terapie ed alla fine mi ha incentivato a provare sedute terapeutiche) HO CAPITO CHE NE AVEVO DAVVERO BISOGNO, che avevo davvero un serio problema che è stato preso in tempo e risolto in pochi anni.




Citazione:
Se dal sesso mi attendo chissà quali rivincite persino sociali (!!!) o chissà quali trionfi o visioni o deliri adrenalinici... è inutile che io ti prenda per i fondelli con la storia dell'intesa

beh Secondo Maxim Basta che ti metti li pure te a giocare, approvare (perchè in questo modo si approva l'altro) ad entrare in una cerchia che trovi squallida.
E' come avere un figlio che si fa le canne. Invece di andare alla radice, ad aiutare, a mettersi in gioco in primis come un genitore dovrebbe fare, una madre si mette li a drogarsi pure.
E' facile agire in questo modo... peccato sia una mossa (a mio parere) perdente e fallimentare.Bah...

Ripeto.. è piu difficile mettersi li ogni giorno a capire e a parlare, ascoltare e trovare la parola giusta al momento giusto.

Grazie a tutti per le opinioni...
Donella, rileggo ancora i tuoi interventi perchè regali tantissimi spunti di riflessione.
candycandy is offline  
Vecchio 05-03-2008, 09.23.55   #12
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Carissimo Maxim, mi sono accorta d'aver tralasciato un aspetto che non mi sembra secondario e che Candy ha esplicitato molto meglio di me: NON stai parlando con due donne che parlano in termini di "porco" scappando a gambe levate di fronte alle "cose sporche"!

Candy, come me, ama, ascolta, guarda, prende atto senza drammi del modo d'essere dell'altro ed è molto APPASSIONATAMENTE vicina ed attenta al suo compagno.

Prova ne sia che a Candy, come a me, NULLA viene praticamente nascosto, e c'è anzi , nel compagno, tranquilla e spontanea volontà di condivisione con noi di questo loro mondo.

E qui già direi: altro che vittimismo femminile!

Ma volevo soffermarmi su quella "condivisione" perchè lì credo sia il punto.

Di sicuro esiste una grandissima disponibilità da parte nostra, frutto di una enorme desiderio di essere vicine. Che però, e credo questo sia solo sano, non sconfina nell'omologazione insensata, e permette sempre il salutare discernimento tra "ciò che mi piace", "ciò che non mi dice nulla", "ciò che trovo grottesco", "ciò che, anizichè entusiasmarmi, mi deprime". Ok?

Creare una Intesa degna di questo nome (che è tutta diversa da quella che si sbandiera via webcam o nei privè) con donne così dovrebbe essere semplicissimo: basterebbe saper parlare DI SE' con la stessa disinvoltura con cui si esibiscono i propri genitali e le loro prodezze!

INVECE.... questo parallelismo NON C'E' MAI!

INVECE.... accade che, per allestire il kit del perfetto sessomane virtuale, si diventa perfetti tecnici hardware/software; che, per vivere anche la più modesta schizo-esperienza reale, si sia disposti a mettere a rischio la propria faccia (quella per la cui dignità si lavora a vita persa!); MA.... che per rispondere a un amorevole ed attento "ok, parliamone".... si sfoderino puntualmente due economicissime e sbrigative parole magiche nonsense : "gioco" e "intesa".

QUALE INTESA
Quale intesa vaneggi, tu mio compagno, se manco t'accorgi che quel che t'attizza... può farmi qualunque effetto fuorchè quello che fa a te?
Quale intesa vaneggi, se a genitali sconosciuti dedichi ORE e a NOI dedichi due parole nonsense... con le quali follemente pensi di potermi coinvolgere in un mondo che - per se stesso - non mi dice nulla se non disperazione?
Io , Candy, siamo qui per cercarla l'Intesa: quella vera, quella di corpi e menti però! Non quella di soli genitali che accomunati da un "cerco qualcosa ma non so cosa" spengono la mente premendo i tasti "gioco" e "intesa" sulla consolle di una follia che s'illude di sdoganarsi nel territorio "sanità mentale" , o addirittura di assurgere al gotha di questo territorio, con la sola forza del branco: per la serie "siamo in tanti, qualcosa vuol dire!".

Tu Maxim parli spesso del mondo scambista.
Non discuto delle nobili origini del fenomeno, e credo saremo d'accordo nel riconoscere tutta la dignità anche intellettuale e culturale dei pochissimi aristocratici annoiati che fino a qualche decennio fa indulgevano nella pratica in assolutissima riservatezza e reale trasgressione.... giacchè saper delle loro abitudini avrebbe fatto trasecolare invocando d'urgenza lo psichiatra e l'esorcista insieme... praticamente a tutta l'Italia.
Per qualche miliardo di motivi, che cominciano dall'esistenza di un mercato del sesso (che deve vivere e vendere) e vanno sino al facilissimo gioco di allettare "i poveri" additandogli quel che fanno "i ricchi"..... non è stato affatto difficile trasformare un vizio d'elite in fenomeno scimmiottato dalla massa. E' un meccanismo che funziona sempre da dio, e qualche volta anche oltre le previsioni di chi fabbrica per vendere : ricordi la Classe A Mercedes? E quella, per Mercedes, doveva essere l'utilitaria della "gente che vive": manco in Mercedes avevano messo in conto che sarebbe diventata (con comode rate) l'auto di famiglia di un sacco di gente che non vedeva l'ora di essere "Mercedes"!!!!!

Bene: Maxim, sii sincero : posto che chiunque può entrare in siti per scambisti e farsene una propria idea, ma a te che effetto fa VERIFICARE che almeno il 90% di quelli che inviano un filmato di presentazione..... esibiscono pance, celluliti e sfattezze varie che SOLO un contratto matrimoniale di qualche decennio prima può tenere ancora insieme, con una lingerie da discount della vita, in interni domestici (son quelli che mi divertono di più) da dispensario Caritas del buon gusto e della fantasia!!!!!!!!!!!!!!_interro ga
Ma davvero TU puoi credere che in QUEI mondi possa , non dico vivere, ma anche solo nascere la ricerca di qualcosa che possa seriamente chiamarsi INTESA????
Lo so anch'io che il 10% è diverso e superiore. E sempre di più penso sia costituito da quelli che ci transitano per caso, alla ricerca di qualcosa ...che prima o poi capiranno non trovarsi lì.
donella is offline  
Vecchio 05-03-2008, 10.20.22   #13
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Vedi Maxim, sarebbe troppissimo facile risponderti (aspetta che copio e incollo cambiando solo UNA parola):
"Una minima apertura da parte del MARITO potrebbe avviare a quell’intesa di cui ti parlavo…ovviamente non è immediata e spesse volte non è affatto indolore…comprendo benissimo sia più facile scegliere di infilare la testa sotto la sabbia. "

La continua guerra dei sessi
…per cortesia Donella…quando la predica che lascia tanto il gusto dolce di morale, arriva da un pulpito femminile che sappiamo immerso nel mondo più controverso e stravagante di fantàsia nei momenti in cui godono di quell’uomo che dicono, a parole, di volere in esclusiva, allora oltre al vittimismo ci aggiungo pure un pizzico di ipocrisia e di egoismo.
Nel caso evidenziato da Candy mi pare sottinteso che l’apertura debba venire anche dal marito per il semplice motivo che questo suo “modo di fare” ha alterato, in negativo, il rapporto sessuale che c’era prima tra i due. Questa sua “passione” non ha portato benefici al rapporto e l’analisi del problema dev’essere valutata attentamente da entrambi…non solo da lei o solo da lui…
Ben comprendo che se la tua visione di sessualità maschile è univoca in senso terrifico, allora difficilmente potrà uscirne qualcosa di positivo…divertenti e spensierate varianti al tema sessuale di coppia saranno inesorabilmente precluse, pertanto all’uomo in questione non resta che tradire, fisicamente, mentalmente o virtualmente, quella donna che magari chissà quali “assurde” fantasie (orsù signore che siete tutte molto esibizioniste ) tiene nei confronti dell'“oggettuccolo” uomo a suo uso e consumo familiare.

Citazione:
Originalmente inviato da donella

Io un'idea ce l'avrei: schiarirsi le idee su ciò che ci attende dal sesso.


Giusto…non sappiamo mai con esattezza cosa ci attende dal sesso e la chiusura mentale dettata da quella paura di perdere il vostro oggetto uomo non favorisce certo la scoperta. E’ essenziale però che ci sia anche una verifica da parte di entrambi e ci si chieda, onestamente, cosa ci SI attende dalla sessualità e come questa, ovviamente, viene vissuta dall’altro. Posso dirti che io personalmente mi attendo di passare quel paio d’ore con la mia compagna in maniera rilassata, non problematica ed esente da paranoie esistenziali…quei momenti che poi vengono discussi magari anche il giorno dopo con ironia e che sono sufficienti a rigenerarti dai problemucci quotidiani che ognuno di noi tiene. Se tutto ciò non dovesse accadere significa che quello che stiamo provando non fa al caso nostro! PUNTO!
Come vedi la mia semplice analisi, sempre basata sulla valutazione dei due componenti la coppia, non entra nelle oscure cause psicologiche che potrebbero aver originato le temibili e pericolosissime varianti al tema sessuale, ma vanno a valutare semplicemente la qualità generale della vita di coppia.

Il caso di Candy per esempio dovrebbe essere già sufficiente per far interrompere i giochi di lui in attesa che attraverso un dialogo sincero, essi possano ritornare a vivere quei momenti intimi vissuti in passato…

maxim is offline  
Vecchio 05-03-2008, 11.26.02   #14
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Bene: Maxim, sii sincero : posto che chiunque può entrare in siti per scambisti e farsene una propria idea, ma a te che effetto fa VERIFICARE che almeno il 90% di quelli che inviano un filmato di presentazione..... esibiscono pance, celluliti e sfattezze varie che SOLO un contratto matrimoniale di qualche decennio prima può tenere ancora insieme, con una lingerie da discount della vita, in interni domestici (son quelli che mi divertono di più) da dispensario Caritas del buon gusto e della fantasia!!!!!!!!!!!!!!_interro ga
Ma davvero TU puoi credere che in QUEI mondi possa , non dico vivere, ma anche solo nascere la ricerca di qualcosa che possa seriamente chiamarsi INTESA????
Lo so anch'io che il 10% è diverso e superiore. E sempre di più penso sia costituito da quelli che ci transitano per caso, alla ricerca di qualcosa ...che prima o poi capiranno non trovarsi lì.

Guarda che non è obbligatorio ricercare a tutti i costi una intesa in questo mondo…se non c’è, non c’è!
I voli pindarici che la tua mente compie nel trattare l’argomento in questione a me sarebbero più che sufficienti, se fossi il tuo uomo, ad interrompere bruscamente qualsiasi tuo coinvolgimento…poi cosa farei io non lo so ma di certo la visione che hai sul fenomeno non ti farebbe vivere il momento in maniera rilassata, tranquilla e divertente…
…le tue ragioni sono più che corrette ma ti assicuro che non possono costituire generalizzazione perché di donne convinte, e meno paranoiche, nei giochi si trovano eccome!
Se dovessimo fare una raccolta di tutti gli aggettivi negativi che hai affibbiato al tema in discussione ci potremmo fare una fortuna nel venderli a tutti quegli psichiatri/psicologi che non riescono mai, e sottolineo MAI, a trovare una collocazione positiva della sessualità nella nostra mente quand’anche questa sia vissuta in maniera piuttosto “normale”. La psicologia più che la religione ha provveduto a rovinare ciò che alcuni “scellerati”, uomini e donne, riescono a vivere, ma tu guarda un po’, con meno sensi di colpa o senza troppi se e troppi ma!

Aggiungo anche che leggendo il forum delle tematiche inerenti la sessualità in generale, ma anche sentendo le coppie “normali” che si frequentano, mi è venuta come la sensazione che i problemucci sessuali facciano visita molto più volentieri nelle case di chi si limita a predicare a gran voce perbenismi d’ogni sorta.

maxim is offline  
Vecchio 05-03-2008, 13.50.49   #15
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Citazione:
Originalmente inviato da candycandy
Infatti bene o male lui cosi si è espresso.
E' solo che....
anche io quando anni fa attraversai un periodo di stress, ansia e nervosismo avevo la stessa risposta per tutti "no va tutto bene"...
Poi, grazie a qualcuno che stava vicino a me (con tutta pazienza e tempo mi ha parlato di terapie ed alla fine mi ha incentivato a provare sedute terapeutiche) HO CAPITO CHE NE AVEVO DAVVERO BISOGNO, che avevo davvero un serio problema che è stato preso in tempo e risolto in pochi anni.


Io posso anche, astrattamente, concordare sul fatto che il tuo lui abbia un problema (è una ipotesi).

Quello che però leggo, è che tu hai un problema, che ti fa stare male, il problema di non accettare il modo di vivere la sessualità del tuo partner che per te (tra l'altro e non è poco) non è fonte di piacere.
Io, onestamente, lavorerei su questo e - nel caso - cercherei aiuto per me, per capire se questa scoperta di come il mio uomo pensa e vive la sessualità è qualcosa che posso condividere o che mi affligge portandomi a stare male ed impedendomi la gratificazione sessuale.
Il nodo sta lì, perché se sostituiamo "playstation" a "webcam", lui continuerebbe ad essere sempre appiccicato ad un monitor e tu a passargli davanti in reggicalze risultando trasparente: solo che in questo caso, forse, semplicemente penseresti che è un cretino, senza scomodare gli psicologi...
nevealsole is offline  
Vecchio 05-03-2008, 14.36.08   #16
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Anziutto voglio rigraziarti MAXIM (non sto scherzando) per aver corretto la mancanza di quel SI , in una mia frease due volte ripetuta, che hai giustamente sottolineato: per due volte volevo scrivere "ci SI attende dal sesso" e per due volte ho scritto un insensato "ci attende dal sesso".

Per la verità mi sono anche chiesta se in questo non ci fosse qualcosa di freudiano da parte mia: sarà un caso, ma ho parlato come chi ... ha abdicato ad attenderSI qualcosa dal sesso... per averlo troppe volte visto come "la cosa" che, agìta da altri a propria volta agìti DAL sesso, .... CI attende (al varco) senza ascoltare le nostre attese....

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
I voli pindarici che la tua mente compie nel trattare l’argomento in questione a me sarebbero più che sufficienti, se fossi il tuo uomo, ad interrompere bruscamente qualsiasi tuo coinvolgimento…poi cosa farei io non lo so ma di certo la visione che hai sul fenomeno non ti farebbe vivere il momento in maniera rilassata, tranquilla e divertente…

G R A Z I E

Poter udire dalle TUE parole che, se fossi la tua donna, al mio rifiuto .... mi lasceresti perdere e ANDRESTI "OLTRE" .... è davvero la più esaltante conferma che tu potessi regalarmi : come i migliori gentiluomini, in un momento qualunque di un giorno qualunque!

E cosa insegue, Maxim, chi fa come te?
L'intesa con l'altra.... o la giostra del sesso?

Citazione:
…le tue ragioni sono più che corrette ma ti assicuro che non possono costituire generalizzazione perché di donne convinte, e meno paranoiche, nei giochi si trovano eccome!

Se le mie ragioni sono "più che corrette" (e detto da te vale doppio)... forse, ma forse, le vere paranoiche potrebbero essere quelle che nei giochi vedi convinte. Convinte di che? Ah, sì! Convinte che il loro essere informi/deformi, sdoganato da quel superuomo informe/deforme che hanno sposato qualche secolo prima, sia finanche attizzante con le autoreggenti del discount ... e le riscatti da quella vita un po' di cacca in cui fra i vapori della cipollata sembra quasi carina anche la fotocopia del Teomondo Scrofalo appeso alle pareti............... Capisco.

Citazione:
Se dovessimo fare una raccolta di tutti gli aggettivi negativi che hai affibbiato al tema in discussione ci potremmo fare una fortuna nel venderli a tutti quegli psichiatri/psicologi che non riescono mai, e sottolineo MAI, a trovare una collocazione positiva della sessualità nella nostra mente quand’anche questa sia vissuta in maniera piuttosto “normale”. La psicologia più che la religione ha provveduto a rovinare ciò che alcuni “scellerati”, uomini e donne, riescono a vivere, ma tu guarda un po’, con meno sensi di colpa o senza troppi se e troppi ma!


Non idolatro psichiatri e psicologi. Però son più che certa che qualcosa abbian studiato. E debbo ammettere che, almeno quelli che conosco, provano una certa commiserazione nei confronti di questi escamotage "rinforzanti". Però sono anche le stesse persone che trasmettono e raccolgono Fascino su Altri piani: sessualmente moooooooooolto significativi! Tradotto significa che non hanno bisogno di questo circo. Poi , magari ne fanno un altro, però quello loro mi intriga una cifra di più.

I sensi di colpa ... non so dove li hai letti.
I "se" e i "ma", invece, ci sono ... e quando ripenso che tipico del cretino è non averne.... sono lieta di averne.

Citazione:
Aggiungo anche che leggendo il forum delle tematiche inerenti la sessualità in generale, ma anche sentendo le coppie “normali” che si frequentano, mi è venuta come la sensazione che i problemucci sessuali facciano visita molto più volentieri nelle case di chi si limita a predicare a gran voce perbenismi d’ogni sorta.

Bah... io sono più prudente...
Che i problemucci ci siano e siano diffusi, qua la mano e te la stringo!
Se poi siano più gravi tra chi se li pone chiamandoli per nome, o, INVECE, siano più gravi tra chi li "svorta" con la webcam e le autoreggenti del discount... sii gentile.... viviamo, parliamo, stiamo a vedere!
Io ci sto.
E tu ? (Tu hai già "capito tutto"? IO NO. Io sono fierissimamente LENTA e ancor più fierissimamente DUBBIOSA).

donella is offline  
Vecchio 05-03-2008, 14.52.22   #17
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
Io posso anche, astrattamente, concordare sul fatto che il tuo lui abbia un problema (è una ipotesi).

Quello che però leggo, è che tu hai un problema, che ti fa stare male, il problema di non accettare il modo di vivere la sessualità del tuo partner che per te (tra l'altro e non è poco) non è fonte di piacere.
Io, onestamente, lavorerei su questo e - nel caso - cercherei aiuto per me, per capire se questa scoperta di come il mio uomo pensa e vive la sessualità è qualcosa che posso condividere o che mi affligge portandomi a stare male ed impedendomi la gratificazione sessuale.
Il nodo sta lì, perché se sostituiamo "playstation" a "webcam", lui continuerebbe ad essere sempre appiccicato ad un monitor e tu a passargli davanti in reggicalze risultando trasparente: solo che in questo caso, forse, semplicemente penseresti che è un cretino, senza scomodare gli psicologi...


Accipicchia...

E' la cosa più sensata, serena, spassionata, tranquilla e corretta che io abbia mai avuto modo di sentire dalla penna di una donna in riferimento a tale argomento.

Sperò che Donella abbia letto

maxim is offline  
Vecchio 05-03-2008, 17.34.52   #18
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Citazione:
Originalmente inviato da donella

Non idolatro psichiatri e psicologi. Però son più che certa che qualcosa abbian studiato. E debbo ammettere che, almeno quelli che conosco, provano una certa commiserazione nei confronti di questi escamotage "rinforzanti". Però sono anche le stesse persone che trasmettono e raccolgono Fascino su Altri piani: sessualmente moooooooooolto significativi! Tradotto significa che non hanno bisogno di questo circo. Poi , magari ne fanno un altro, però quello loro mi intriga una cifra di più.


Molto bella quella questa tua dichiarazione...sapresti illustrarmi con la sincerità che ti contraddistingue di quale "circo", a questo punto presumo extra-coppia, sanno godere i tuoi amici che tanta commiserazione provano per l'altro circo di coppia e per il quale tu ti sentiresti molto ma molto più intrigata?

maxim is offline  
Vecchio 06-03-2008, 00.50.20   #19
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Molto bella quella questa tua dichiarazione...sapresti illustrarmi con la sincerità che ti contraddistingue di quale "circo", a questo punto presumo extra-coppia, sanno godere i tuoi amici che tanta commiserazione provano per l'altro circo di coppia e per il quale tu ti sentiresti molto ma molto più intrigata?

Siccome siamo completamente OT rispetto alla discussione introdotta da Candy, cerco di essere quanto meno ingombrante possibile.
Se "presumi extra-coppia" già non ci siamo capiti in partenza: la prima cosa che hanno chiara, e che condivido in toto, è che "coppia" e "stato civile" possono serenamente non coincidere. La seconda è che "coppia" (con o senza vidimazione concordataria o comunale) è quel legame che unisce due persone ognuna delle quali sia l'orizzonte dell'altra (e non il davanzale su cui appoggiarsi per cercare l'orizzonte). La terza, che deriva dalle prime due, è che non c'è MAI necessità di andare "extra-coppia": quando l'altro non è più il tuo orizzonte.... la coppia è semplicemente finita (non è che entrano i massaggiatori e le "riserve" come allo stadio).

Ciò premesso, ai termini "condivisione" e "intesa" danno la stessa importanza che dai tu, e che do anche io. E questo vale anche per "mistero", "fascino", "possesso", "desiderabilità", e così via.

Solo che .... agli stessi termini corrispondono concetti e aspettative affatto diversi.

Vorrei essere semplice, con un esempio, senza essere volgare : quell'ebrezza che lo scambista medio prova quando porta la moglie infiocchettata al privè... quelli che chiami "miei amici" lo provano moltiplicato per mille.... quando in qualunque cena fra amici vedono la loro donna muoversi fra gli altri con il fascino che le appartiene da mattino a sera... e , con la sensualità che emana dallo stile e dall'intelligenza , suscitare l'ammirazione altrui anche in jeans e t-shirt...
Idem al femminile.

-----------
P.s.: con Nevealsole non posso che essere d'accordo.
Magari non ho capito perchè ti sei entusiasmato proprio tu.
Tu dicevi "perchè non lo fate insieme?".... e mi pare che Neve dica esattamente il contrario!
E, infatti, non ho mai capito che razza di intesa sarebbe quella in nome della quale... una dovrebbe fare una scemata se tale la considera!

donella is offline  
Vecchio 06-03-2008, 08.41.08   #20
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Quando il "gioco" virtuale crea problemi nella realtà.

Citazione:
Originalmente inviato da donella

Vorrei essere semplice, con un esempio, senza essere volgare : quell'ebrezza che lo scambista medio prova quando porta la moglie infiocchettata al privè... quelli che chiami "miei amici" lo provano moltiplicato per mille.... quando in qualunque cena fra amici vedono la loro donna muoversi fra gli altri con il fascino che le appartiene da mattino a sera... e , con la sensualità che emana dallo stile e dall'intelligenza , suscitare l'ammirazione altrui anche in jeans e t-shirt...
Idem al femminile.


Fantastico...il "vorrei ma non posso" che ben si esprime in quel puro esibizionismo femminile per la felicità dei maschietti di turno e del compiacente marito che quando ritorna a casa dalla cena corre a leggere i messaggi ricevuti nel sito ove mesi addietro si era proposto in qualità di "singolo" nella speranza di trovare coppie che si spingano leggermente oltre l'esibizione del fascino e dell'intelligenza...
...dai che vi conosco un pò tutti e potrei scardinare con un solo messaggio di risposta tutti i bei propositi del buon padre di famiglia...e pure quelli della signora con classe, stile ed eleganza...l'unico problema è che le donne sarebbero più portate ed intrigate a "giocare" in solitudine escludendo da subito gli affetti di famiglia!

...mettetevi d'accordo

maxim is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it