Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-03-2008, 16.07.09   #11
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da vero

Per esempio,a me piace molto di più Osho...come stile di pensiero,di scrittura..anche se in fondo non dice cose diverse..


Già…in fondo dicono proprio tutti sempre la stessa cosa e mi stupisco molto di come non venga voglia, dopo aver finito di leggere il primo libro, di riporlo immediatamente nella libreria per ritornare con i piedi per terra ricominciando semplicemente ad osservare la realtà che ci circonda che guarda caso, è sempre difforme da ciò che abbiamo letto.
Io lo so che già vi prudono le dita per scrivere che questa realtà non è come quella che insegna il testo perché se tutti fossimo e... bla, bla, bla…
…potrebbe essere invece che la realtà dell’uomo sia veramente un’altra, composta di alti e di bassi, di pregi e difetti, di odio e amore che alla stessa maniera vanno riconosciuti e alla stessa maniera, rispettati!


PS: Curioso, ma non certo sbagliato, che la presente discussione sia stata postata in psicologia
maxim is offline  
Vecchio 11-03-2008, 17.34.24   #12
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da visechi
è scritta una ‘verità’ banale, che chiunque attento lettore della vita potrebbe scrivere, senza con ciò crogiolarsi nella sua presunta – o forse millantata – futile saggezza.
Le parole della verità sembrano banali quando,piuttosto che risuonare nel cuore,rimbombano inerti,senza vita ,nella testa..
Ma è così che accade..sin quando qualcosa finalmente ci rapisce..
ma solo perchè è giunto il momento..
magari con parole ancora più banali..
Noor is offline  
Vecchio 11-03-2008, 18.12.08   #13
confucio
Ospite
 
Data registrazione: 28-02-2008
Messaggi: 10
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Già…in fondo dicono proprio tutti sempre la stessa cosa e mi stupisco molto di come non venga voglia, dopo aver finito di leggere il primo libro, di riporlo immediatamente nella libreria per ritornare con i piedi per terra ricominciando semplicemente ad osservare la realtà che ci circonda che guarda caso, è sempre difforme da ciò che abbiamo letto.
Io lo so che già vi prudono le dita per scrivere che questa realtà non è come quella che insegna il testo perché se tutti fossimo e... bla, bla, bla…
…potrebbe essere invece che la realtà dell’uomo sia veramente un’altra, composta di alti e di bassi, di pregi e difetti, di odio e amore che alla stessa maniera vanno riconosciuti e alla stessa maniera, rispettati!


PS: Curioso, ma non certo sbagliato, che la presente discussione sia stata postata in psicologia

Vero....

Eppure c'è qualcuno che, anche grazie all'ausilio di libri inutili, ce la fa...che riesce ad aumentare le fasi di alti e dimnuire quelle di bassi...la vita è crescita, e la crescita arriva con la consapevolezza e la maturità....quindi ben venga conoscersi, conoscere la nostra psiche e il perchè di tanti comportamenti....
Ogni cosa può essere valutata in 2 modi...in chiave positiva e negativa....una ci da felicità, l'altra sofferenza....tu quale scegli???
confucio is offline  
Vecchio 11-03-2008, 19.12.26   #14
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da confucio
Vero....

Eppure c'è qualcuno che, anche grazie all'ausilio di libri inutili, ce la fa...che riesce ad aumentare le fasi di alti e dimnuire quelle di bassi...la vita è crescita, e la crescita arriva con la consapevolezza e la maturità....quindi ben venga conoscersi, conoscere la nostra psiche e il perchè di tanti comportamenti....
Ogni cosa può essere valutata in 2 modi...in chiave positiva e negativa....una ci da felicità, l'altra sofferenza....tu quale scegli???

Io scelgo di vedere le cose per come si presentano in "generale" (che brutto termine )...poi hai ragione tu...le colorazioni alla vita le diamo noi...ma qui parliamo solo di "psiche" quindi la discussione va benissimo in questa sezione e l'intromissione dei nostri amici spirituali in una sezione che ritengono non appartenergli, l'ha dimostrato.

...tra un pò arriva anche Yam e Tmusa...

maxim is offline  
Vecchio 11-03-2008, 20.35.16   #15
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
qui parliamo solo di "psiche" quindi la discussione va benissimo in questa sezione e l'intromissione dei nostri amici spirituali in una sezione che ritengono non appartenergli, l'ha dimostrato.

...tra un pò arriva anche Yam e Tmusa...
Visto che mi pare evidente che ti riferisca innanzitutto alla mia intromissione..
ti potresti spiegare meglio cosa si sarebbe dimostrato?
Noor is offline  
Vecchio 12-03-2008, 11.48.08   #16
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da Altroquando
Quello che dici è vero e riferendoti alle anzidette spiegazioni non posso darti torto. ma il libro non si dedica solo al distacco dalle dipendenze, la fase più importante è quella che poi ne descrive i perchè.


Io, dopo aver letto l’introduzione: << Io sono fermamente convinto abbia completamente ragione, voi che dite??? Non aiuta a riflettere??? E a capire al limitatezza dell psiche umana?>>, ho giustamente ritenuto che il proponente il Thread sollecitasse interventi proprio su quelle poche righe che mi son subito parse eccessivamente banali. Avesse inteso sollecitare commenti sul libro da cui ha estratto quella pagina, avrebbe dovuto avvertire i lettori che altro era il suo intendimento. Da quelle poche righe, il concetto sinteticamente desumibile è della serie: <<è meglio essere migliori piuttosto che essere peggiori>>. Come dice Maxim, cose banali, usuali, trite e ritrite, non necessitanti di saggezza particolare.

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 12-03-2008, 13.58.21   #17
confucio
Ospite
 
Data registrazione: 28-02-2008
Messaggi: 10
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da visechi
Io, dopo aver letto l’introduzione: << Io sono fermamente convinto abbia completamente ragione, voi che dite??? Non aiuta a riflettere??? E a capire al limitatezza dell psiche umana?>>, ho giustamente ritenuto che il proponente il Thread sollecitasse interventi proprio su quelle poche righe che mi son subito parse eccessivamente banali. Avesse inteso sollecitare commenti sul libro da cui ha estratto quella pagina, avrebbe dovuto avvertire i lettori che altro era il suo intendimento. Da quelle poche righe, il concetto sinteticamente desumibile è della serie: <<è meglio essere migliori piuttosto che essere peggiori>>. Come dice Maxim, cose banali, usuali, trite e ritrite, non necessitanti di saggezza particolare.

Ciao

Ecco appunto.....incarni il perfetto modello di chi a priori e giocoforza deve complicare le cose....Sii semplice, la vita è fatta di emozioni e di piccole aperture verso qualcosa di superiore da cogliere al volo, io non so, per quanto mi riguarda complicare le cose mi fa soffrire oltre a farmi perdere un sacco di tempo....
La breve lettura della pagina di De Mello a molti fa star bene oltre che riflettere in maniera positiva, un pò di Macchiavellismo non fa mai male: il fine giustifica i mezzi......se a qualcuno leggere De Mello (pur nella sua banalità) fa bene, WHY NOT????
Io credo, comunque, che dica delle grandi verità per molti (ma non per tutti) per nulla scontate!!!
Ciao
confucio is offline  
Vecchio 12-03-2008, 15.02.22   #18
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da confucio
per quanto mi riguarda complicare le cose mi fa soffrire oltre a farmi perdere un sacco di tempo....
La breve lettura della pagina di De Mello a molti fa star bene oltre che riflettere in maniera positiva, un pò di Macchiavellismo non fa mai male: il fine giustifica i mezzi......se a qualcuno leggere De Mello (pur nella sua banalità) fa bene, WHY NOT????
Credo checomunque,ci sia da stare molto accorti..
c'è la possibilità,cioè,che in queste letture si cerchi un "effetto-placebo" o
comunque un sedativo al nostro malessere..
e che dopo la lettura tutto torni come prima,senza nessun cambiamento effettivo.
Ciò può anche andar bene,per un pò,come per tutto il "pensiero positivo" d'altronde,perchè ridona una certa fiducia nei propri mezzi,
ma ci sarà sempre un momento in cui,il malessere dovrà essere affrontato senza il bisogno di crearci finti Eden entro cui trincerarci.
Osho ,ad esempio fa lo stesso effetto..ti fa star bene..
ma se non capita che prima o poi ti faccia star pure male..
allora è meglio che cambi lettura..
Noor is offline  
Vecchio 12-03-2008, 15.10.15   #19
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da confucio
Ecco appunto.....incarni il perfetto modello di chi a priori e giocoforza deve complicare le cose....Sii semplice, la vita è fatta di emozioni e di piccole aperture verso qualcosa di superiore da cogliere al volo, io non so, per quanto mi riguarda complicare le cose mi fa soffrire oltre a farmi perdere un sacco di tempo....
La breve lettura della pagina di De Mello a molti fa star bene oltre che riflettere in maniera positiva, un pò di Macchiavellismo non fa mai male: il fine giustifica i mezzi......se a qualcuno leggere De Mello (pur nella sua banalità) fa bene, WHY NOT????
Io credo, comunque, che dica delle grandi verità per molti (ma non per tutti) per nulla scontate!!!
Ciao


Ma come? Cerca di deciderti! Prima mi suggerisci di essere semplice, poi affermi che un po’ di machiavellismo non fa mai male. Temo che tu utilizzi le parole, in questo caso l’aggettivo ‘semplice’ e l’aggettivazione ‘machiavellico’, in maniera distorta, senza neppure ponderarle bene. E dire che qui dentro siamo in un forum i cui costituenti particolari ed essenziali sono proprio le parole. Fra l’altro, essendomi limitato al solo testo da te inserito e non avendo spaziato su tutto il pensiero di De Mello, non potrai negare che i miei interventi sono stati assai più semplici di quanto lo sarebbero stati se avessi esteso le mie critiche al De Mello pensiero.
Anche leggere i romanzi di Lyala non nego che a qualcuno possa fare bene. Io di ciò non mi cruccio, ma nessuno pretenda che, se interpellato – e tu questo facevi, interpellavi -, esprima un mio giudizio, nel caso di specie assolutamente negativo, oppure, forse, solo annoiato per la riproposizione di cose trite e ritrite.

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 13-03-2008, 13.21.26   #20
-Ivan-
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2007
Messaggi: 49
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da visechi
Diceva Dante: <<non ragioniam di loro, ma guarda e passa>>, Divina Commedia, Inferno, III° Canto.

Dotte citazioni a parte, io non mi sono permesso di criticare De Mello nella sua veste di divulgatore di un sapere superiore. Non potrei farlo, di De Mello non ho letto assolutamente nulla, tranne quelle poche righe da te inserite nel forum quale incipit della discussione. E proprio di quelle poche righe parlavo: in esse è scritta una ‘verità’ banale, che chiunque attento lettore della vita potrebbe scrivere, senza con ciò crogiolarsi nella sua presunta – o forse millantata – futile saggezza. Se rileggi con attenzione quelle righe, estratte dal suo libro più autorevole – suppongo –, non potrai che rinvenire un guazzabuglio di banalità intessute senza il minimo senso critico... tutto qui.

Ciao

Questo è vero, ma il bello di leggere quell'autore è nell'avere a portata di mano i principi di tutte le religioni, di qualche filosofo e di chi si è occupato di spiritualità con successo e ne ha scritto, tutto in un unico libro, semplicissimo, scorrevole e divertente.
Lui è un prete gesuita laureato in filosofia ed in psicologia, e da quello che ha studiato vengono le sue idee con una aggiunta di esperienza che gli ha chiarito i concetti, e che insieme alle sue doti di scrittore gli permette di trascriverle in modo altrettanto chiaro per chiunque.
Il suo maggior pregio non è l'originalità ma la chiarezza.
-Ivan- is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it