Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 13-03-2008, 14.28.14   #21
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da -Ivan-
Questo è vero, ma il bello di leggere quell'autore è nell'avere a portata di mano i principi di tutte le religioni, di qualche filosofo e di chi si è occupato di spiritualità con successo e ne ha scritto, tutto in un unico libro, semplicissimo, scorrevole e divertente.
Lui è un prete gesuita laureato in filosofia ed in psicologia, e da quello che ha studiato vengono le sue idee con una aggiunta di esperienza che gli ha chiarito i concetti, e che insieme alle sue doti di scrittore gli permette di trascriverle in modo altrettanto chiaro per chiunque.
Il suo maggior pregio non è l'originalità ma la chiarezza.

Ecco…forse è anche per questo che risulta banale…la troppa chiarezza non rende certo onore a ciò che tutto sommato dovrebbe mantenere quell’alone di mistero e di ambiguità che contraddistingue la scrittura mistica orientale, interpretabile solitamente fra le righe…altrimenti, proprio come diceva il mio maestro Visechi , pare voler dire in maniera ipersemplicistica “è meglio essere migliori piuttosto che essere peggiori”.

Banale anche pensare sia possibile racchiudere tutto il pensiero mistico in un unico a libro a portata di tutti!
Tuttavia riconosco che per un giovincello che si affaccia alla spiritualità per la prima volta nella sua vita, quel libro possa essere un semplice ed invitante inizio.

maxim is offline  
Vecchio 13-03-2008, 15.42.28   #22
vero
Ospite abituale
 
L'avatar di vero
 
Data registrazione: 29-08-2007
Messaggi: 89
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Secondo me,ognuno di noi è individuo unico,con un vissuto,un ambiente diverso,una sensibilità propria,da non voler mai "paragonare" a quella di altrui;siamo simili alle tante faccette di un kaleidoscopo,tantissime sfumature,mai una simile a un'altra..
La percezione che abbiamo né risulta per tanto "solo nostra"..sia delle nostre letture,di cio' che viviamo,delle situazione che affrontiamo..
De Mello per me,no..altri si,altri magari..ma la massima tolleranza che ho di fronte ad altrui non puo' farmi dire chi scrive cose scontate,sensate..perché solo la "mia" percezione le darebbe come tali,quando ognuno è a un punto diverso del cammino,e ognuno percepirà cio' che bisognerà..
Leggere Osho o un'altro...io per esempio non ci trovo nessun pericolo,perché se mi ha fatto capire certe cose,o più esattamente me le ha "ricordate",non le predico ad altrui,le ho fatto mie solo perché le sento,e il mio atteggiamento,sia mentale che emotivo ha seguito la voce della mia anima..non quella di Osho..
La vita va vissuta secondo me di prima persona,come attore,partecipandovi,giorno dopo giorno,e non come certe persone,passivamente,rimettend o la loro infelicità,insoddisfazione "sù" altri..lamentandosi perennamente,senza mai agire.
L"universo gira,con o senza di noi,e solo se ce ne accorgeremo potremo esserne partecipe,trovando la felicità in noi,e non ricorrendola in vano fuori,in una vita di lotta,frenetica e priva di senso.
Ognuno ha i suoi tempi,e non sono "nessuno" per permettermi di fare commenti se tale o tale legge cio' che legge,sarà che ne ha bisogno,come io ho bisogni diversi dai suoi..
Era solo un mio parere,siamo qui per quello,ed è cio' che apprezzo,lo scambio con altrui..
ciao a tutti
vero is offline  
Vecchio 13-03-2008, 15.56.54   #23
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da -Ivan-
Questo è vero, ma il bello di leggere quell'autore è nell'avere a portata di mano i principi di tutte le religioni, di qualche filosofo e di chi si è occupato di spiritualità con successo e ne ha scritto, tutto in un unico libro, semplicissimo, scorrevole e divertente.
Lui è un prete gesuita laureato in filosofia ed in psicologia, e da quello che ha studiato vengono le sue idee con una aggiunta di esperienza che gli ha chiarito i concetti, e che insieme alle sue doti di scrittore gli permette di trascriverle in modo altrettanto chiaro per chiunque.
Il suo maggior pregio non è l'originalità ma la chiarezza.

Non è mia intenzione sottilizzare oltremisura, ma non avendo letto il libro in questione, avendo preso visione solo di un estratto di una sua pagina (peggio per chi ha basato la discussione su quell’unica pagina senza ulteriori approfondimenti), non avevo la minima idea che si trattasse di un bignamino della spiritualità universale. Se l’intento dell’autore era prettamente divulgativo, forse hai ragione tu a dire che raggiunge lo scopo che si era prefissato, ma per favore, non parlatemi di profondità di pensiero… da quel che scrivi emerge solo che si tratta di un semplice, semplicistico, sempliciotto manuale ‘Radio Elettra’ della spiritualità pret à porter. Ben venga se aiuta i neofiti ad avvicinarsi al tema. Il fatto che sia un prete gesuita, addirittura filosofo, non depone, ipse facto, a favore di una profondità assolutamente inesistente in quelle poche righe postate.

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 13-03-2008, 16.02.40   #24
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Ecco…forse è anche per questo che risulta banale…la troppa chiarezza non rende certo onore a ciò che tutto sommato dovrebbe mantenere quell’alone di mistero e di ambiguità che contraddistingue la scrittura mistica orientale, interpretabile solitamente fra le righe…
L'ambiguità e forse ciò che cerchi (o vedi) tu..
De Mello ha il grosso merito di poter essere letto da chiunque..
ma questo come tutto ciò che è SEMPLICE, ha il rovescio della medaglia, e quindi può essere scambiato per banale ,oppure per chi è poco accorto come dicevo,apportare solo un po' di energia positiva passeggera e sedante e non cambiare nulla in profondità..
Noor is offline  
Vecchio 13-03-2008, 17.12.33   #25
confucio
Ospite
 
Data registrazione: 28-02-2008
Messaggi: 10
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da vero
Secondo me,ognuno di noi è individuo unico,con un vissuto,un ambiente diverso,una sensibilità propria,da non voler mai "paragonare" a quella di altrui;siamo simili alle tante faccette di un kaleidoscopo,tantissime sfumature,mai una simile a un'altra..
La percezione che abbiamo né risulta per tanto "solo nostra"..sia delle nostre letture,di cio' che viviamo,delle situazione che affrontiamo..
De Mello per me,no..altri si,altri magari..ma la massima tolleranza che ho di fronte ad altrui non puo' farmi dire chi scrive cose scontate,sensate..perché solo la "mia" percezione le darebbe come tali,quando ognuno è a un punto diverso del cammino,e ognuno percepirà cio' che bisognerà..
Leggere Osho o un'altro...io per esempio non ci trovo nessun pericolo,perché se mi ha fatto capire certe cose,o più esattamente me le ha "ricordate",non le predico ad altrui,le ho fatto mie solo perché le sento,e il mio atteggiamento,sia mentale che emotivo ha seguito la voce della mia anima..non quella di Osho..
La vita va vissuta secondo me di prima persona,come attore,partecipandovi,giorno dopo giorno,e non come certe persone,passivamente,rimettend o la loro infelicità,insoddisfazione "sù" altri..lamentandosi perennamente,senza mai agire.
L"universo gira,con o senza di noi,e solo se ce ne accorgeremo potremo esserne partecipe,trovando la felicità in noi,e non ricorrendola in vano fuori,in una vita di lotta,frenetica e priva di senso.
Ognuno ha i suoi tempi,e non sono "nessuno" per permettermi di fare commenti se tale o tale legge cio' che legge,sarà che ne ha bisogno,come io ho bisogni diversi dai suoi..
Era solo un mio parere,siamo qui per quello,ed è cio' che apprezzo,lo scambio con altrui..
ciao a tutti

Vero, hai ragione! Però attenta a non farti prendere la mano da questo "relativismo esagerato e totalitario"....Io credo che caratteristiche e problematiche comuni ad ogni uomo, soprattutto per quanto riguarda la sfera dell'emotività che ha sede nell'amigdala.....Non ti è mai successo di vivere e condividere sensazioni comuni ad altre persone??
De Mello, Osho, Tolle......danno una chiave di lettura, un interpretazione ovvia, banale (x il pensatore Visechi) ma che a tante persone può servire come conforto, come consiglio, ecc......Anche una bella pacca sulla spalla, un gesto di conforto, ecc alle volte ci aiutano nello sconfiggere i nostri mali, figuriamoci queste letture!!!
Ciao!!
confucio is offline  
Vecchio 13-03-2008, 17.20.03   #26
confucio
Ospite
 
Data registrazione: 28-02-2008
Messaggi: 10
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da visechi
Non è mia intenzione sottilizzare oltremisura, ma non avendo letto il libro in questione, avendo preso visione solo di un estratto di una sua pagina (peggio per chi ha basato la discussione su quell’unica pagina senza ulteriori approfondimenti), non avevo la minima idea che si trattasse di un bignamino della spiritualità universale. Se l’intento dell’autore era prettamente divulgativo, forse hai ragione tu a dire che raggiunge lo scopo che si era prefissato, ma per favore, non parlatemi di profondità di pensiero… da quel che scrivi emerge solo che si tratta di un semplice, semplicistico, sempliciotto manuale ‘Radio Elettra’ della spiritualità pret à porter. Ben venga se aiuta i neofiti ad avvicinarsi al tema. Il fatto che sia un prete gesuita, addirittura filosofo, non depone, ipse facto, a favore di una profondità assolutamente inesistente in quelle poche righe postate.

Ciao


Prete gesuita con cultura orientale fusa ad un pensiero occidentale, che ha girato il mondo e ha dato aiuti concreti alle persone.....Tutte le religioni conducono ad una vera e grande verità universale.....io credo che lui sintetizzi il meglio di tutto, pur in chiave semplice e "banale"....
Semplicità = felicità!!!!
Scusate la banalità del messaggio......
confucio is offline  
Vecchio 14-03-2008, 14.04.01   #27
vero
Ospite abituale
 
L'avatar di vero
 
Data registrazione: 29-08-2007
Messaggi: 89
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da confucio
Vero, hai ragione! Però attenta a non farti prendere la mano da questo "relativismo esagerato e totalitario"....Io credo che caratteristiche e problematiche comuni ad ogni uomo, soprattutto per quanto riguarda la sfera dell'emotività che ha sede nell'amigdala.....Non ti è mai successo di vivere e condividere sensazioni comuni ad altre persone??
De Mello, Osho, Tolle......danno una chiave di lettura, un interpretazione ovvia, banale (x il pensatore Visechi) ma che a tante persone può servire come conforto, come consiglio, ecc......Anche una bella pacca sulla spalla, un gesto di conforto, ecc alle volte ci aiutano nello sconfiggere i nostri mali, figuriamoci queste letture!!!
Ciao!!

Ciao,ma si,certamente che concordo con te,il mio intervento era solo per dire che un libro,pur se di sagezza universale..o di qualiasi percorso o cammino spirituale,ma non solo,farà logicamente un "effetto" diverso,non affatto scontato,a secondo della persona che lo legge,è normale che sia cosi,ma non si puo' minimamente presuporre che eccheggi in modo simile in più persone,è quello che volevo dire..
come per esempio se leggi un romanzo,che leggo anch'io..logico che te ne "farai" una rappresentazione singolare,come io lo faro'..cio'che invece non esiste più quando ne fanno un film...capito?
Sapessi quanto so che siamo interdipendenti,in quanto individui,e che da solo non si giunge mai a nessun posto felice..talvolta c'è chi lo crede..ma non è cosi..
le emozioni di ogni genere vanno condivise,perché solo quando condivise possono appagare..
ciao
vero is offline  
Vecchio 15-03-2008, 17.54.29   #28
-Ivan-
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2007
Messaggi: 49
Riferimento: De Mello e l'amore, cosa ne pensate

Citazione:
Originalmente inviato da visechi
Non è mia intenzione sottilizzare oltremisura, ma non avendo letto il libro in questione, avendo preso visione solo di un estratto di una sua pagina (peggio per chi ha basato la discussione su quell’unica pagina senza ulteriori approfondimenti), non avevo la minima idea che si trattasse di un bignamino della spiritualità universale. Se l’intento dell’autore era prettamente divulgativo, forse hai ragione tu a dire che raggiunge lo scopo che si era prefissato, ma per favore, non parlatemi di profondità di pensiero… da quel che scrivi emerge solo che si tratta di un semplice, semplicistico, sempliciotto manuale ‘Radio Elettra’ della spiritualità pret à porter. Ben venga se aiuta i neofiti ad avvicinarsi al tema. Il fatto che sia un prete gesuita, addirittura filosofo, non depone, ipse facto, a favore di una profondità assolutamente inesistente in quelle poche righe postate.

Ciao


Non è un bignamino della spiritualità universale, credo che sia il pensiero di un uomo che ha vissuto da religioso e da studioso ed è arrivato a certe soluzioni.
Avendo studiato molto le sue idee nascono principalmente dagli studi che ha svolto e dalle esperienze che ha fatto in vita sua.
Non c'è la volontà di riassumere un filone di pensiero, però di fatti nel suo libro si trovano molti concetti delle più grandi religioni (buddhismo, cristianesimo ed islamismo) e di grandi pensatori come ad esempio Meister Eckhart.
Poi è questione di gusti, nel suo libro si esprime in modo semplicissimo ed alla portata di tutti perchè non fa altro che esprimere dei concetti, non lo fa in modo erudito o fra le righe, spesso lo fa tramite una storiella ed a parole nel modo più chiaro possibile, dunque non è un libro che si legge e rilegge mille per la sua profondità e per scoprirne qualcosa di nuovo ogni volta.
-Ivan- is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it