Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 16-10-2003, 00.00.12   #1
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Ma chi ci ha mai promesso... (riproposta)

Ma chi ci ha mai promesso che nella nostra vita ci sarebbe stato l'amore?

Treni.
Poi brandelli della mia pelle sparpagliati sulla banchina. Il tuo abbraccio, mentre mi riconsegni alla solitudine del mio cammino, a sostenermi fino al primo gradino di un viaggio di cui ormai a stento intuisco il significato.
Sul calendario esiste una casella che indica domani.
Poi mille altre. Quante volte vedrò il sorgere del sole?
E quelle, consumate dal tempo, custodite come tesori inutili. Monete fuori corso.
Ma chi mai ci ha promesso che nella nostra vita ci sarebbe stato l’amore?
Le canzoni dei quindici anni?
Siamo cresciuti nutriti di sogni.
Abbiamo viaggiato tra dentifrici, biscotti e parole comprate.
Ma la vita è quel rivolo di sangue che traccia la strada tra la banchina della stazione e il sedile del treno.
Le chiavi che girano nella serratura di una casa troppo silenziosa.
E quella casella con scritto domani, quando nessuna promessa verrà mantenuta.
E la grigia teoria di identici giorni trascorsi vendendo il susseguirsi dei respiri per denaro. Per comprare altri sogni omologati a prezzo fisso. Canone annuale. Consumare preferibilmente entro il.
Megaschermo, dvd, multisala, registrazione digitale, gsm e connessione in fibra ottica.
Mentre i brandelli della mia carne, sparsi lungo i binari, brulicano di vermi.


Ovvero...

MA CHI CI HA PROMESSO CHE NELLA NOSTRA VITA CI SAREBBE STATO L’AMORE?

Perché noi ce lo aspettiamo, l’amore. Ci illudiamo di trovarlo ad ogni svolta della strada. Salterà fuori e ci dirà, eccomi, ti aspettavo da sempre e rimarrò con te per sempre. E se questo non succede (e posso garantire che non succede mica a tutti!) siamo arrabbiati con la vita e stiamo male.
Poi ci capita di trovare un amore temporaneo. E allora crediamo di essere felici. Gratificati. Soddisfatti.
Fino a che dura. E non dura mai se crediamo che sia nostro per diritto. Se non lo accogliamo ogni giorno come una sorpresa, nuova e gratuita.
Poi, quando finisce, ricominciamo a camminare guardando attentamente dietro a tutti gli angoli. Aspettando l’Amore, quello destinato a noi, che ci accompagnerà per sempre e grazie al quale non saremo soli mai più. E se non lo troviamo siamo arrabbiati, arrabbiati, arrabbiati.
Parlo dell’amore. Ma può essere un’altra cosa: la carriera, il denaro, il successo.
Perché siamo cresciuti credendo che fosse un nostro diritto.
Perché ce lo hanno promesso. Senza che ce ne rendessimo conto ce lo hanno promesso. Il lieto fine.
A quelli della mia generazione lo hanno promesso i film di Walt Disney e le canzoni sentimentali. Ma soprattutto, soprattutto la televisione.
Per farci sognare sogni omologati, standard, che non suscitino scompiglio nel buon ordine sociale.
Perché non fossimo più capaci di sognare da soli.
Perché la cosa più importante fosse avere il denaro per accedere ai sogni in vendita.
E allora via, a lavorare, solo per avere i soldi per comperare sogni.
Ascoltate attentamente gli stacchetti degli spot pubblicitari. Guardate le immagini. Ci promettono che quel detersivo, quella crema, quel dentifricio, quella merendina ci daranno la chiave per accedere alla felicità. E ci forniscono un’idea precisa di come questa felicità debba essere. Guardate le fiction televisive con altri occhi. Cercate la promessa implicita che contengono.

DOMANI NESSUNA PROMESSA SARA’ MANTENUTA SEMPLICEMENTE PERCHE’ NON C’E’ MAI STATA ALCUNA PROMESSA.

L’amore e la felicità non sono un “diritto”, non ci spettano per il semplice fatto di esistere. Bisogna costruirli. Con fatica e sudore. E con la consapevolezza che la vita comprende il dolore. Inevitabile. Quello si che è garantito, promesso a tutti gli esseri che condividono la condizione umana.
E allora che cosa facciamo nei momenti in cui il compimento della “promessa occulta” pare lontano mille miglia dal realizzarsi?
Urliamo: “No, non è giusto! Non voglio questa vita!”
Oppure neghiamo che sia così e ci comperiamo un televisore nuovo, per sognare meglio. O una crema miracolosa che ci toglierà dieci anni di età. O una macchina. La moto. O semplicemente, se non ci possiamo permettere altro, cambiamo bagnoschiuma e facciamo incetta di merendine al cioccolato.
Ma mai, mai rimaniamo fermi ad osservare il dolore. Ad ascoltarlo. Per capirlo. Chiudiamo gli occhi ed il cuore così tanto, vogliamo essere così ciechi di fronte a ciò che si muove dentro di noi, che c’è addirittura chi teorizza che le emozioni, i sentimenti e tutto ciò che caratterizza la vita interiore di un essere umano debba essere esiliato persino dalla poesia, dall’arte. Da quella forma di espressione nata proprio per esprimere l’indicibile.

DOMANI NESSUNA PROMESSA SARA’ MANTENUTA SEMPLICEMENTE PERCHE’ NESSUNA PROMESSA E’ STATA FATTA.

Questo non significa che non ci sarà un futuro, che non ci sarà mai la felicità.
Ma non sarà domani e non sarà il compimento di ciò che ci era dovuto.
Potrebbe essere, se ne siamo capaci, in questo momento esatto. E non è assolutamente detto che abbia l’aspetto che noi desideriamo. Anzi è veramente poco è probabile che lo abbia.
E mentre cerchiamo affannosamente la felicità che ci hanno promesso, lasciamo che la nostra vita marcisca lungo la strada.
E io? Io sono invischiata in questa situazione come quasi tutti gli esseri umani.
La promessa fasulla cui io mi aggrappo è proprio l’Amore Eterno. Per questo parlo in prima persona.
Ho incontrato l’amore nella mia vita. Molte volte. E tante, tante volte mi ci sono aggrappata con le unghie e coi denti perché non finisse, uccidendolo.
E adesso mi chiedo chi mi aveva promesso che lo avrei trovato?
E chi, ancora, che lo avrei trovato in un uomo?
E chi che sarebbe durato per sempre?
Perché mi pare che da nessuna parte ci sia scritto che l’unica forma che l’amore può assumere è quella di due persone che si rotolano nello stesso letto.


ciao
Fragola is offline  
Vecchio 16-10-2003, 00.16.52   #2
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
probabile....

data l'ora, che non abbia letto bene, cmq...

si arriva anche a capire che senza amore ci si vive benissimo, forse meglio che nella speranza dell'amore che non arriva o che arriva, "non in eterno".

"Raccogliere" quel che strada facendo la vita ci propone...non è tutto da buttar via. (personalmente non butto nulla)

Se l'amore arriva, arriva da solo.

Se tanto ami, tanto ti è dovuto: ci credo poco.

Amo e non mi pongo il problema. (quale?) bò




l'ho scritto......nell'oggetto_baci o!!

buonanotte
tammy is offline  
Vecchio 16-10-2003, 13.07.25   #3
igro
Ospite
 
Data registrazione: 20-05-2003
Messaggi: 22
Tutto bello e profondo quello che hai scritto Fragola, condivido pienamente.
I tuoi ultimi righi poi, profondamente veri...dovremmo tutti imparare e riflettere..
un abbraccio
Igro
igro is offline  
Vecchio 16-10-2003, 21.43.51   #4
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Perché ce lo hanno promesso. Senza che ce ne rendessimo conto ce lo hanno promesso. Il lieto fine. A quelli della mia generazione lo hanno promesso i film di Walt Disney e le canzoni sentimentali. Ma soprattutto, soprattutto la televisione.
Per farci sognare sogni omologati, standard, che non suscitino scompiglio nel buon ordine sociale.


Prima della televisione qualche buon tempone ci aveva già promesso “paradisi terrestri” “illuminazioni” e “verità ultime dialetticamente perseguibili” e sai qual è la cosa più divertente è che tutte quelle promesse saranno domani. Domani saremo felici, domani saremo buoni, domani saremo illuminati…… domani salveremo il mondo dalla povertà, dall’ingiustizia e dalla catastrofe.
Quel domani non è altro che l’alibi per mettere in pace le nostre coscienze e continuare ad indulgere ora nelle nostre perversioni mentali……

Basta dai........ divento scuro quando tocco questi tasti…… :-(
VanLag is offline  
Vecchio 16-10-2003, 22.51.53   #5
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Carissima Fragola

hai scritto: """Perché mi pare che da nessuna parte ci sia scritto che l’unica forma che l’amore può assumere è quella di due persone che si rotolano nello stesso letto. """"

Io oserei dire che quella è la forma più difficile che l'amore può assumere. Quasi tutti la cerchiamo lì, e restiamo delusi profondamente. Tanto da non credere quasi più nell'Amore.

Nessuno (almeno a me non è stato fatto) insegna che l'amore non è qualcosa che si cerca ma in cui si entra. E' come entrare in una stanza illuminata oppure in una immersa nel buio. Magari è la stessa stanza, solo che una volta la finestra è aperta ed un'altra chiusa.

L'amore che cerchiamo, quasi sempre inutilmente, negli altri in particolare in un tale di sesso opposto, è una ricerca vana.
L'amore eterno è solo dentro di noi.

Quando ami non ti importa più di essere amato.
E' qualcosa che ti riempie completamente e l'altro non può darti di più di quello che già hai. Quando diventi amore ti trasformi in una sorgente di acqua pura. La sorgente chiede forse di riceve acqua a chi gli viene vicino per dissertarsi?! Se chiedesse acqua non sarebbe più una sorgente ma qualcosa d'altro.
Quando noi chiediamo amore non siamo più amore.
So bene che cercare di spiegarlo a parole non serve a molto.
Bisogna averne fatto l'esperienza. E per farne esperienza bisogna dimenticare tutto quello che ci è stato detto, insegnato, inculcato sin dalla più tenera età. Bisogna andare oltre quello che si crede, anzi occorre non credere. Serve sapere, conoscere, provare, sperimentare.
Un caro saluto
Mary
Mary is offline  
Vecchio 19-10-2003, 12.23.25   #6
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Ciao Fragola,
inutile ascoltare vane promesse.

Nessuno si può permettere di promettermi qualcosa che riguarda il mio personale, a meno che questo qualcuno non faccia parte della mia sfera personale.

Vane promesse=vuote speranze.
Già da tempo ne ho piene le scatole e rifiuto categoricamente (a volte con vera sofferenze, perchè mi piacerebbe che fossero vere...) qualunque tipo di promessa che porti con se solo felicità senza sforzo: non esiste.

Ma tu non parli solo di questo: in quella stazione non si parla di promesse, si parla di vita in cambiamento (magari non previsto..), una mutazione vissuta come l'abbandono della vecchia vita con una nuova. Vita nuova da riempire: se ti fai spaventare dal fatto che sia vuota non la riempirai mai.

(ps: perchè riproposta?)
Attilio is offline  
Vecchio 19-10-2003, 12.50.38   #7
Vi@nne
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 299
Io penso che l'amore è in tutto quello che viviamo, dipende solo da quello che ci aspettiamo in cambio.
Chi è modesto nelle pretese sa assaporare l'amore inteso come scambio di tutto quello che possiamo dare, se riceviamo meno...che importa?
Io credo nell'amore, e non sono più giovanissima, ho un lungo matrimonio alle spalle e so che non si può pretendere di trovare quello che vorremmo che fosse il "nostro amore".
Ma so anche che se mi innamoro, che duri un giorno, un mese, un anno...sarò contenta e nessuno mi potrà togliere le emozioni che ho provato!
Ciao
Vi@nne is offline  
Vecchio 19-10-2003, 15.23.18   #8
joker
Ospite abituale
 
L'avatar di joker
 
Data registrazione: 03-05-2002
Messaggi: 80
dici cose vere....dannatamente vere....
joker is offline  
Vecchio 19-10-2003, 23.27.27   #9
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
beh alla fine meglio un attimo di amore che un infinito di noia e apatia ..
bomber is offline  
Vecchio 19-10-2003, 23.41.47   #10
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Attilio
se ti fai spaventare dal fatto che sia vuota non la riempirai mai.

(ps: perchè riproposta?)

Riproposta perchè, se ben ricordo, l'avevo già postato tempo fa. Ma non ne sono poi così sicura...

Attilio, ti ho dato l'impressione di essere spaventata?
Mi interessa sempre sapere che cosa suscita quello che scrivo in chi legge.

ciao
Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it