Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 30-10-2004, 05.40.14   #1
uranio
Ospite abituale
 
L'avatar di uranio
 
Data registrazione: 22-10-2004
Messaggi: 470
Angry solitudine

SOLITUDINE



Vivere in solitudine non è una scelta, ma una costrizione. Non credo nelle persone che dicono che da soli si sta bene. Anche gli animali solo per essere “esseri viventi” hanno bisogno di stare con i loro simili. Da soli non si può parlare, non puoi condividere dei pensieri, non puoi darti delle risposte a dei dubbi e non puoi che ascoltare un intollerabile silenzio. Vivere in questa maniera è pazzesco, non tanto meno che vivere insieme agli altri. La fiducia non esiste più, perché non hai mai la certezza di chi hai davanti. Una vita di delusioni, di speranze ed affetti dissolti nel nulla. Rimani chiusa in una ampolla di vetro dove è difficile respirare. Ora vi chiedo, visto che in solitudine non si può stare, così come non si può socializzare, cosa rimane ancora da fare!!!!!!!!!!!!
uranio is offline  
Vecchio 30-10-2004, 11.11.25   #2
Tery
Ospite abituale
 
L'avatar di Tery
 
Data registrazione: 08-09-2004
Messaggi: 128
Temo la solitudine in modo enorme! E' quello che mi fa più paura al mondo....
Non credo però che non ci sia la possibilità di socializzare;
io mi sono sempre circondata di tantissime persone e a tutte queste persone voglio bene, può capitare che si litighi, a volte di rovinare un rapporto, ma so che se mi accade qualcosa c'è qualcuno pronto a starmi vicino che non mi farà sentire sola...
Credo che la solitudine possa esser combattuta...
Tery is offline  
Vecchio 30-10-2004, 11.13.07   #3
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Re: solitudine

Citazione:
Messaggio originale inviato da uranio
SOLITUDINE



Vivere in solitudine non è una scelta, ma una costrizione. Non credo nelle persone che dicono che da soli si sta bene. Anche gli animali solo per essere “esseri viventi” hanno bisogno di stare con i loro simili. Da soli non si può parlare, non puoi condividere dei pensieri, non puoi darti delle risposte a dei dubbi e non puoi che ascoltare un intollerabile silenzio. Vivere in questa maniera è pazzesco, non tanto meno che vivere insieme agli altri. La fiducia non esiste più, perché non hai mai la certezza di chi hai davanti. Una vita di delusioni, di speranze ed affetti dissolti nel nulla. Rimani chiusa in una ampolla di vetro dove è difficile respirare. Ora vi chiedo, visto che in solitudine non si può stare, così come non si può socializzare, cosa rimane ancora da fare!!!!!!!!!!!!


ti contraddico subito ...
o meglio non del tutto ma ...
se nella letteratura seguimo quello che dice la
Buchholtz ci accorgiamo che lei tira fuori un nuovo modo di vedere la solitudine ...
ritiene che la vita delle persone gia da molto piccoli (parla di vita intrauterina )
si divide in due bisogni, uno e quello del bisogno degli altri (cordone omeblicale ) ma anche un bisogno di stare solo (da soli nel liquido amniotico ) che nasce gia come detto nell'utero ma che prosegue per tutta la vita ...
secondo questa autrice infatti le perosne hanno la vera necessita di avere sia momenti di compagnia che di solitudine per avere un equilibrio stabile ed una vita serena, insomma se si cerca il contatto con le persone sicerca a sua volta anche il contatto con se stessi (concetto di alonetime)
per riuscire a creare una persona equilibrata...
ovviamente mette in guardia da due cose
1 la societa moderna o anche in genere rifiuta in toto la solitudine come qualcosa di negativo anche se a volte attimi di riflessione e di ragioanemnto sono necessari per la persona per ragioanre e per migliorarsi ...
2 gli estremi di questi due bisogni debbono essere bilanciati pena una probabile patologia ...
se si sta troppo da soli ppuo arrivare la depressione
se si sta troppo con gli altri si arriva al servilismo e alla dissociazione del se ...
riassumendo la solitudiene nn è un male ma una necessita cosi come lo è quello di stare assieme agl altri pero isonga essere consapevoli di dare un equilibrio a quello che succede...
bomber is offline  
Vecchio 30-10-2004, 16.44.51   #4
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Cesare Pavese diceva che si può essere soli anche in mezzo a migliaia di persone.

Spesso siamo noi che ci sentiamo soli, perché non stiamo bene con noi stessi.
Quando stiamo bene con noi stessi la solitudine, a mio avviso, dà la carica per ritornare poi al bagno di folla quotidiano.

Un saluto
Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 30-10-2004, 17.55.29   #5
Tery
Ospite abituale
 
L'avatar di Tery
 
Data registrazione: 08-09-2004
Messaggi: 128
Pienamente d' accordo con te, Neve!
Tery is offline  
Vecchio 30-10-2004, 19.33.13   #6
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Tery
Temo la solitudine in modo enorme! E' quello che mi fa più paura al mondo....
Non credo però che non ci sia la possibilità di socializzare;
io mi sono sempre circondata di tantissime persone e a tutte queste persone voglio bene, può capitare che si litighi, a volte di rovinare un rapporto, ma so che se mi accade qualcosa c'è qualcuno pronto a starmi vicino che non mi farà sentire sola...
Credo che la solitudine possa esser combattuta...



Non voglio stare qui a difendere la solitudine ma perche tutti la trovono cosi difficle d'affrontare tanto d'aver paura di rimanere 5 min da soli ???
bomber is offline  
Vecchio 30-10-2004, 19.35.09   #7
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da nevealsole
Cesare Pavese diceva che si può essere soli anche in mezzo a migliaia di persone.

Spesso siamo noi che ci sentiamo soli, perché non stiamo bene con noi stessi.
Quando stiamo bene con noi stessi la solitudine, a mio avviso, dà la carica per ritornare poi al bagno di folla quotidiano.

Un saluto
Neve




Solitudine
mah poi cose questa cosa misteriosa della quale molti hanno paura ??
cosa è ??
un emozione ?
un sentimento ?
un modo di essere ?
un comportamento ??
o forse un modo di pensare?
insomma chi mi sa definire una definizine ??
bomber is offline  
Vecchio 30-10-2004, 19.41.00   #8
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
per me il vivere dovrebbe contemplare con quanta più possibile armonia aspetti diversi...quindi il rapporto con gli altri...come la solitudine con se stessi...tutto in proporzioni diverse a seconda della persona...ma senza escludere completamente nessun aspetto...

che paura fa stare un po' soli ?

la solitudine in cui vengono isolati gli anziani o alcuni malati è diversa, mi sembra che noi stiamo parlando di un tipo di solitudine che ben amministrata aiuta a guardare un po' se stessi...
rodi is offline  
Vecchio 30-10-2004, 19.46.14   #9
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
Solitudine
mah poi cose questa cosa misteriosa della quale molti hanno paura ??
cosa è ??
un emozione ?
un sentimento ?
un modo di essere ?
un comportamento ??
o forse un modo di pensare?
insomma chi mi sa definire una definizine ??

propongo:

una situazione...
quando è...fisica...quando effettivamente non abbiamo altre persone accanto..

una sensazione...
quando è...mentale...quando soli fisicamente non lo siamo...ma ci sentiamo tali ugualmente...

rodi is offline  
Vecchio 30-10-2004, 19.47.24   #10
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Re: solitudine

Citazione:
Messaggio originale inviato da uranio
SOLITUDINE
La fiducia non esiste più, perché non hai mai la certezza di chi hai davanti.

Forse recuperare la fiducia in se stessi e negli altri può essere un modo per uscire dalla solitudine.

Come hanno già detto Bomber e Neve e Rodi, abbiamo bisogno di momenti di solitudine e di momenti di condivisione con gli altri.
Sono necessari entrambi, per il nostro equilibrio.

Forse scrivendo questo post hai già fatto il primo passo per rompere la tua solitudine....e il primo passo è spesso il più difficile.

dana is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it