Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 13-07-2002, 01.01.39   #31
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
.az...

Ardita! molto ardita come ipotesi e proposta!!!

Chissà cosa dà loro quello stato di beatitudine???


Mah!


Ciao
visechi is offline  
Vecchio 13-07-2002, 01.23.29   #32
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
Ciao Visechi,
non vorrei dare delle risposte, le mie risposte.....per ora.
Certo che in un sistema in cui l'intelletto spadroneggia, la proposta è ardita.
Ma se qualcuno crede che la felicità sia il nostro sincero e primario obiettivo, non sarà un giusto prezzo l'assenza dai nostri pensieri e dalle nostre coscienze?
LIGHT is offline  
Vecchio 13-07-2002, 01.36.56   #33
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Sarò anche un pò fuori di testa... ma la mia risposta è NO! Tieniti la tua insipida felicità! A me piace questa triste, bellissima, esaltante, radiosa, dolorosa, calorosa, intensa, passionale, sofferente, fetida, putrida, piacevole, amorevole, incantevole, marcia, demente, struggente, mistica, dilettevole, tremenda, inarrestabile, godereccia e schifosa vita!!!!!


Ciao
visechi is offline  
Vecchio 13-07-2002, 02.44.42   #34
spyder
Ospite
 
Data registrazione: 06-06-2002
Messaggi: 33
Smile



Grazie Amonia!
===========================
Inafferrabilità
Felicità, ti ho riconosciuta solamente
al rumore fatto,
quando te ne andasti.
(R. Radiguet)
============================

E' bello e incoraggiante ritrovare i propi pensieri
in uomini di cultura,meglio descritti magari.....,
mi fa' sentire meno idiota!
spyder is offline  
Vecchio 14-07-2002, 04.45.53   #35
Giano
Ospite
 
Data registrazione: 08-07-2002
Messaggi: 7
Pensierino della sera...

Visse, scrisse, amò.........L'amore ha fatto la felicità e l'infelicità della sua vita.
Stendhal


Solitamente non si desidera ciò che è facile ottenere.


Giano
Giano is offline  
Vecchio 14-07-2002, 12.14.15   #36
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
I dementi sono felici. Non è un invito a vivere da dementi. Solo uno stimolo a riconsiderare il concetto di felicità. La felicità non ha bisogno dei raffinati pensieri umani. La felicità di un cretino è ascesi pura. Ciò a cui voi non rinuncereste facilmente non è la felicità, ma il compiacimento di esserlo. L’auto-celebrazione di cui gli stupidi sono privi. Siamo figli di questo tempo. La felicità di molti somiglia all’atmosfera che si respira nella pubblicità di casa Barilla.
Questo nostro intelletto proteso ad una riqualificazione costante dell’individuo, fino a snaturarlo.
Di recente ho vissuto un’esperienza assolutamente incredibile. Ho scoperto che si può essere felici semplicemente respirando. Respirando secondo pratiche di meditazione. E’incredibile come si possa essere felici semplicemente riscoprendo le nostre naturali facoltà.
Tutto ciò a cui fa riferimento Visechi non è in discussione. Nessuno propone l’astrazione dalla dimensione sociale. Io suggerirei una maggiore vocazione alla dimensione naturale. Una libertà del corpo per una felicità fisiologica.
Il gioco della passione (amore?) citato da Giano, motore del mondo, che genera felicità ed infelicità “funziona” ma pervade ogni espressione della nostra esistenza, monopolizzandola.
Comprendere che è solo un gioco, spogliandolo di quella seriosità che gli si attribuisce, fa bene a noi ed anche al gioco stesso.

Voglio concludere con un pensiero:
Se voi siete seduti, non continuate a muovere le gambe come se steste camminando. Perché non provate a tenere ferma anche la mente quando non serve?

Potete esprimervi con tre giudizi: pazzo, saggio, incomprensibile.
gulp
LIGHT is offline  
Vecchio 14-07-2002, 18.59.49   #37
Giano
Ospite
 
Data registrazione: 08-07-2002
Messaggi: 7
Respirando...

Sinceramente, pensare di dover usufruire di una pratica o un tecnica per far scaturire ciò che fa gia parte di me, mi provoca tristezza.
Solitamente queste tecniche tendono ad un dominio del corpo e dei sensi.
Credo di più nell’ istinto.
Probabilmente prendiamo coscienza di cosa sia la felicità solo quando siamo infelici. Un po’ come dire, affogare per respirare, affogare per capire quanto sia indispensabile respirare.
Ma non penso di dover usare una pratica meditativa per capire questo.
Sentirsi in pace con se stessi e con gli altri, ci rende felici ?
A volte si, a volte no. Giro a voi questa domanda.
La passione in senso lato deve comprendere anche il gioco, ma non voglio spogliarmi della seriosità se è rivolta verso una persona, non credo che sia giusto giocare con i sentimenti delle persone.
Ma la passione è un sentimento come la felicità ?


Giano
Giano is offline  
Vecchio 14-07-2002, 22.03.39   #38
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
Giano: affogare per capire quanto sia indispensabile respirare.

Come quel tale che calzava scarpe strette perchè, a suo dire, era meraviglioso liberarsene al ritorno a casa....

L'eccezionalità dell'esperienza non sta, chiaramente, nella respirazione ma in ciò che essa riesce a generare.(non so se immagini di cosa si tratti)
Avrei potuto citarti la tecnica del terzo occhio o altre, la scoperta sconvolgente è che noi esercitiamo in maniera scadente le nostre basilari funzioni fisiologiche. Se per te non è così, sei al di sopra della norma. Complimenti. Significa che ti puoi ancora fidare dell'istinto, ma questo non è vero per tutti.
Una delle fasi della meditazione è la deautomatizzazione delle funzioni fisiologiche, che tende a riconsegnartene le potenzialità.
Proprio perchè un istinto confuso non sa essere più guida imparziale.
Prova a pensare alle somatizzazioni ...ma non bisogna essere necessariamente ammalati per provare a conoscersi meglio.....
LIGHT is offline  
Vecchio 15-07-2002, 03.41.40   #39
Giano
Ospite
 
Data registrazione: 08-07-2002
Messaggi: 7
Oculistica…

Per sommi capi....
Il terzo occhio è un insieme di energia psichica,sia positiva che negativa,che si forma tra i chakras del cuore, gola e testa.Un volta svegliato il terzo occhio(tramite delle tecniche), possiamo prendere coscienza di nuove dimensioni esistenziali.
Io non voglio far parte di nessun spirito collettivo,e
non desidero unirmi all’Essere Supremo.
Ma dato che sicuramente sei in sintonia con l’universo, amerai ugualmente anche me.
Io che sulla terra ci cammino e basta, e che non amo i mio prossimo tanto quanto dovrei, faccio riflessioni meno universali.
Però mi chiedo.
Potrebbe anche essere che una persona sia felice di essere infelice perché ora comprende cosa sia la felicità..e può desiderarla.



Giano
Giano is offline  
Vecchio 15-07-2002, 10.31.06   #40
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
Giano io non mi unisco ad alcun Essere supremo e di essere in sintonia con l'universo mi riesce di tanto in tanto.
Mi sembra, comunque, che tu sia amabile non per appartenenza alla specie umana, ma per diritto acquisito.
LIGHT is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it