Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 19-01-2005, 09.57.53   #11
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Tradito? A me non sembra...secondo me non c'è nessuna strada da vedere prima sotto, c'è solamente bisogno di partire come una freccia e a costo della proria vita arrivare al bersaglio...
Ecco, mi è venuta la caratteristica principale della forza di volontà, cioè essere pronti a dare la propria vita senza fare calcoli dei rischi che si potrebbero incontrare; penso che in questo caso sia tutto realizzabile...
Paolo77 is offline  
Vecchio 19-01-2005, 10.05.30   #12
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da Paolo77
Tradito? A me non sembra...secondo me non c'è nessuna strada da vedere prima sotto, c'è solamente bisogno di partire come una freccia e a costo della proria vita arrivare al bersaglio..

Okay..
Ma non ti pare sia necessario poter individuare 'il bersaglio' prima di 'tirare'..? (Ti parrà scontato.. ma non sempre lo è..)





Gyta
gyta is offline  
Vecchio 19-01-2005, 10.12.50   #13
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Si certamente, è indispensabile mirare giusto, anzi toglierei il giusto, l'importante è mirare e poi il resto penso che accada di conseguenza...da qualche parte ho letto "mirate bene e ogni risultato sarà un buon risultato. Quello che viene a voi è vostro. Ciò che tarda a venire non è degno di essere atteso. Lasciate che sia esso ad aspettare. Voi non sbaglierete mai un bersaglio se quello a cui mirate stava mirando voi. Un obiettivo mancato è sempre un obiettivo raggiunto."
Paolo77 is offline  
Vecchio 19-01-2005, 10.15.17   #14
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614


..Ineccepibile!


Gyta
gyta is offline  
Vecchio 19-01-2005, 12.20.51   #15
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
In modo un po’ sconclusionato in questo 3d ho parlato di “ciò che voglio e ciò che posso”. Nell’altro 3d del cercatore e della farfalla ho parlato di “ciò che voglio e ciò che devo”.
L’ho fatto qui e non in spiritualità o in filosofia, forse perché ritengo che qui sia più probabile avere “una comprensione”.
VanLag is offline  
Vecchio 19-01-2005, 12.47.06   #16
Ettore
Ospite abituale
 
L'avatar di Ettore
 
Data registrazione: 29-12-2004
Messaggi: 398
Cosa succede se un IO VOGLIO (un mio obiettivo) si scontra con un altro IO VOGLIO (che ha il mio stesso obiettivo)?

Il nostro POSSO si infrange, come neve al sole.

Penso che l'IO VOGLIO vada inteso come facoltà del libero arbitrio.

Il volere vuol dire che potenzialmente puoi raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato come avete già scitto e sono daccordo. Almeno comunemente è inteso così.

Il linguaggio economico/commerciale usa l'IO VOGLIO subordinandolo a obiettivi.

Ma il volere come facoltà di essere liberi di...è un altra cosa.
Ettore is offline  
Vecchio 19-01-2005, 13.44.57   #17
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ettore
..Ma il volere come facoltà di essere liberi di...è un altra cosa.


Scusa..

Il 'Volere' E' facoltà ed espressione di libertà..! -a mio avviso!

Non parlo di 'volere' come impulso, ma come esplicazione di un profondo sentire, sondato.. meditato.. chiarito.. 'pulito'.. discusso.. individuato..



Gyta

x VanLag

?? Perché il tuo specificare..?
Qualcosa mi sfugge..
gyta is offline  
Vecchio 19-01-2005, 13.50.13   #18
Ettore
Ospite abituale
 
L'avatar di Ettore
 
Data registrazione: 29-12-2004
Messaggi: 398
Esatto gyta!

Era quello che volevo dire, forse mi sono espresso male.

Ettore is offline  
Vecchio 19-01-2005, 15.39.39   #19
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da gyta
?? Perché il tuo specificare..?
Gyta, ci sono: - il desiderio, il dovere ed in mezzo ci stà un IO che deve scegliere -
Facendo un esempio banale - io desidero stare qui a scrivere e parlare con te ma devo lavorare e devo quindi operare una scelta. Meno banalmente, io desidero viaggiare e girare il mondo, ma devo pensare ad un genitore anziano e non auto sufficiente, o ad un figlio handicappato ed, ancora, devo operare una scelta.
Nasce quindi una domanda specifica che si può formulare anche nel seguente modo: - dove finisce il “bene” che devo a me stesso e dove inizia quello che devo agli altri? –
Pur sapendo che ogni situazione è una situazione a se stante che richiede quindi la giusta risposta, pur tuttavia chiedo: - esiste una regola, un approccio, una considerazione, che può aiutarmi ad orientarmi in questa scelta? –
VanLag is offline  
Vecchio 19-01-2005, 17.39.52   #20
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Meno banalmente, io desidero viaggiare e girare il mondo, ma devo pensare ad un genitore anziano e non auto sufficiente, o ad un figlio handicappato ed, ancora, devo operare una scelta.
....... specifico che le situazioni menzionate sono ipotizzate ai fini del discorso .......
VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it