Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 03-04-2006, 12.51.07   #1
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Narcisismo

L’anno scorso, durante un mio soggiorno a Milano ho partecipato a un cineforum/conferenza. Animava la serata uno psichiatra giovanile. Tema della serata era il narcisismo.

Il film proiettato era “The dreamers” di Bertolucci. In una Parigi infiammata dalla contestazione, tre giovani, che non avevano ricevuto nessun tipo di limite dai genitori, consumavano il loro narcisismo in un ripiegamento su se stessi che ruotava intorno al gioco sessuale. (Poiché la serata era organizzata da un circolo cattolico, la povera suora seduta vicino a me soffriva non poco di fronte alla libertà in materia del regista).

Quel film mi viene in mente in questi giorni. Mentre i giovani francesi sono sulle strade a chiedere al governo garanzie per il lavoro, per la creazione di una famiglia, per svolgere un ruolo degno nella società, i nostri si ripiegano su se stessi. Senza la certezza di poter offrire ad una partner un futuro, s'identificano sempre più spesso come gay. Alcuni non si sentono bene nella loro e pelle chiedono l’assoluzione alla Chiesa, la quale ufficialmente non gliela può dare, anche se tollera l’omosessualità nelle sue gerarchie.

Quanto ha influito su questo stato di cose la nostra industria dell’immagine, del sexy a tutti i costi, della moda a tutti i costi, il culto del proprio aspetto fisico?

Alla fine del film di Bertolucci, il ragazzo ospite esce dall’appartamento, si unisce ai giovani sulla strada e...si salva.

Sono quasi certa che quella parte dei giovani che s'identifica come gay per un senso d’impotenza si aprisse verso l’esterno e si unisse alle rivendicazioni dei ragazzi francesi, potrebbe cambiare la propria percezione di se stessa. Coloro che invece trovano energia e appagamento dall’amore con lo stesso sesso, vivano serenamente la propria sessualità e siano in ogni caso membri attivi e produttivi della società.

Ah! Dimenticavo. Narciso, attratto dalla propria immagine riflessa nello stagno, muore annegato.

Ciao

Monica 3 is offline  
Vecchio 03-04-2006, 18.12.20   #2
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Tornando da Milano oggi sul treno avevo di fronte due ragazzi abbracciati mentre dormivano...sembravano usciti da una pubblicità di Dolce e Gabbana...

E sempre oggi parlavo ad una mia compagna dell'ammirazione che ho per i ragazzi francesi. A dire la verità ha iniziato lei, ma io ero d'accordo. Noi italiani siamo troppo viziati. Sì, sì..

Vado a farmi una pizza..o due spaghi, va, che è mmeglio....

Ultima modifica di sisrahtac : 03-04-2006 alle ore 18.15.05.
sisrahtac is offline  
Vecchio 03-04-2006, 21.29.01   #3
cippy
Ospite
 
Data registrazione: 29-03-2006
Messaggi: 3
narcisismo

Ma narciso era innamorato della bellezze perchè all'infori di sè non la trovava! Lezione di estetica della scorsa settimana.. troppo bella veramente, ve la consiglio, almeno di leggere qualcosa, allarga veramente la mente

ah..poi amore libero per tutti chiaramente

buona serata...
cippy is offline  
Vecchio 04-04-2006, 10.06.42   #4
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Che poi nei secoli scorsi con il termine narciso si intendesse il masturbatore esibizionista con tendenze omosessuali è un conto, ma penso sia chiaro che non sempre narcisismo coincide con omosessualità? E poi da Freud in poi la parola ha assunto il valore di persona superba, fondamentalmente...
O no?

Ultima modifica di sisrahtac : 04-04-2006 alle ore 10.08.03.
sisrahtac is offline  
Vecchio 04-04-2006, 10.30.35   #5
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Penso che questo argomento abbia un grande succo dentro... parli di un film ambientato in un periodo dove tutto era da guadagnarsi ancora, dove i diritti si acquistavano attraverso la lotta ed i compromessi non solo con se stessi anche con gli altri.

Adesso stiamo vivendo una periodo epocale di regressione in questo senso. Non voglio generalizzare ma percepisco un notevole menefreghismo sui temi sociali nelle nuove generazioni, abituate ad avere tutto facilmente. Non c'è consapevolezza storica, non c'è abitudine per lottare per qualcosa che si vuole. È principale obbiettivo apparire e apparire bene.

I figli respirano la rassegnazione dei suoi genitori e la trasformano in conformismo.

Essere bellissimi è sinonimo di soldi facile, successo, fama... anche se la società perde il resto dei valori acquistati con sangue e fatiche, anche se si dimentica che abbiamo una voce e una forza che deve imporsi a questo assoluto, deplorevole menefreghismo rassegnato.

Non credo che il messaggio che possa trasparire delle rivolte studentesche in Francia faccia in qualche modo da scintilla in queste nuove generazioni italiane, ma vorrei sbagliarmi, e non intendo dire che bisogna per forza ribellarsi a qualunque costo e senza ordine, semplicemente essere consapevoli che non si deve sempre chinare la testa, o dare le spalle alla realtà e guardarsi continuamente se stessi allo specchio...
Ish459 is offline  
Vecchio 04-04-2006, 11.31.53   #6
Bunny
Ospite abituale
 
L'avatar di Bunny
 
Data registrazione: 15-02-2006
Messaggi: 222
mi permetto di intervenire anche io...mi sento chiamata in causa.
sono tra le vittime della legge biagi, quindi senza lavoro-tra 2 settimane mi termina il contratto e dio solo sa quanto tempo dovro` attendere per trovarne un altro!!- sono laureata...

e` verissimo che non ho "memoria storica" o simili, ma scusate chi se ne frega!!

io so che adesso non ho un lavoro e piu` che dirlo, sottolinearlo, scriverlo...non posso mica scendere in piazza da sola!!

se i politicanti italiani al potere li abbiamo votati noi in uno stato di democrazia e ci riducono cosi`...caso mai dobbiam scendere in campo per cambiare i politicanti!!

ci arriva anche una persona come me non laureata in economia(ma in altro) che se dai contratti di tre mesi ora che quella persona ha un`idea del lavoro che deve fare e` gia` il momento di andarsene!! e quindi il lavoro continuera` ad essere fatto poco e male...
in compenso la persona viene pagata pochissimo(ho letto che siamo a livello terzo mondo come potere di acquisto degli stipendi medi...)


e voi mi chiamate viziata perche` non scendo in piazza...
piuttosto che ognuno si impegni di piu`, smetta di accettare lavori a 5 euro l`ora( se c`e` chi accetta sara` sempre piu` un gioco al ribasso e non al rialzo!!) faccia bene il proprio lavoro e...cambi sta massa di politicanti industriali!!

che ci sia controllo sull`euro che ha ridotto l`italia in ginocchio, invece di alzare i prezzi sulle importazioni cinesi(che COMUNQUE costano meno che in italia-stesso prodotto meta` prezzo-) mi sembra che siamo governati da una massa di incompetenti...

ma che noi li assecondiamo!!
Bunny is offline  
Vecchio 04-04-2006, 17.47.40   #7
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Senza la certezza di poter offrire ad una partner un futuro, s'identificano sempre più spesso come gay.

Il film di bertolucci non l'ho visto però non mi è chiaro il collegamento che fai tra la gioventù disimpegnata e l'omosessualità. Secondo te i gay sono tali perché non riuscirebbero a mantenere una moglie?
bside is offline  
Vecchio 04-04-2006, 21.03.27   #8
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Ciao Bside.

Non ho nessun pregiudizio contro i gay. Molti contro il trend narcisista.

E non voglio riaprire l'ennesima discussione sull'omosessualità. Credo che ce ne sia ancora una aperta sul Forum Spiritualità.

Guarda il film di Bertolucci poi ne riparliamo.

Quello che mi interessa è l'AMORE.
Monica 3 is offline  
Vecchio 04-04-2006, 21.54.48   #9
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Non ho nessun pregiudizio contro i gay. Molti contro il trend narcisista
Di gioventù eterosessuale disimpegnata e narcisa è pieno il mondo, tuttavia (curiosamente) hai tirato in ballo l'omosessualità rifiutando di dire cosa ti ha spinto a questa associazione.
bside is offline  
Vecchio 04-04-2006, 22.24.30   #10
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
La conferenza / cineforum sul film di Bertolucci di cui parlo nel mio primo messaggio.

Si tratta di giochi erotici a tre basati sul narcisismo tra un fratello, una sorella ed un altro ragazzo mentre fuori esplode il '68. Per cui vedi che l'omosessualità in questo caso specifico non è che un gioco. Distinguo fra un'identificazione gay che potrebbe essere espressione di un altro tipo di malessere, e che quindi crea insoddisfazione, e l'omosessualità.

Monica 3 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it