Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 09-04-2006, 14.05.52   #21
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469

Comunque confermo che quello che dici ha moltissimo fondamento. Quando lo si è veramente superato, non si ha più voglia di dirlo a tutti. Lo si dice solo quando è necessario dirlo. Non si desidera, appunto, essere visti ancora come vittime. Non si desidera mettere tra se e gli altri il muro che una comunicazione del genere inevitabilmente comporta. Ma c'è una fase intermedia in cui si ha bisogno di dirlo.


Grazie mille Fragola!

Mi hai detto ciò che volevo........

Ultima modifica di MocassinoH2O : 09-04-2006 alle ore 14.09.29.
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 09-04-2006, 19.57.33   #22
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Grazie Fragola per aver risposto per me, e con le parole che avrei detto io, sulla questione della "vittima".

Se avete letto altri interventi miei sui vari forum, vi sarete accorti che oggi non mi sento una vittima, ma una persona che ha parecchie risorse per aiutare altri ad uscire dal vittimismo.

E' proprio per mettere a disposizione queste risorse che ho preso il rischio di raccontare la mia storia personale. Talvolta serve più della teoria.

Monica 3 is offline  
Vecchio 10-04-2006, 11.15.58   #23
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
E per qnto riguarda la compassione???
Per esser ancora in tema.......

Che rapporta ha chi è stato vittima (solo nell'infanzia) con la compassione?
Fa piacere ricevere compassione o infastidisce??(intendo inseguito...nellavita d'adulto!)

Vorrei un parere sia razionale che irrazionale...
....più vissuto insomma.....
...quindi... tu cosa ne pensi Monica3?


e... gazie!

Ultima modifica di MocassinoH2O : 10-04-2006 alle ore 11.17.14.
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 10-04-2006, 12.37.17   #24
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Ciao Mocassino H2O,

non hai visto che ti ho risposto sul tema compassione?

In ogni caso, finché mi identificavo come vittima, la compassione la cercavo addiritura, ma tutto quello che riuscivo a fare era attaccare a destra e a manca. Questo però non mi portava molto lontano e diventavo quasi sempre una specie di capro espiatorio.

Ho hovuto affrontare tutta la gamma dei sentimenti per tirarmene fuori: dalla vergogna, alla paura di denunciare, alla profonda tristezza alla presa di responsabilità, all'ascolto degli altri e conseguente sdrammatizzazione.

Ogni iniziativa che prendevo in senso positivo mi portava su tonnellate di senso di impotenza, poi poco alla volta (ci sono voluti anni e tanti errori), via via che mi identificavo meno come vittima, mi sono accorta che cominciavo a guadagnarmi rispetto e considerazione.

La cosa più potente è stato in ogni caso perdonare e ascoltare la sofferenza di chi mi aveva fatto male.

Intendiamoci, qualche scivolone indietro lo faccio tuttora (anche su questo forum).

Monica 3 is offline  
Vecchio 10-04-2006, 12.47.45   #25
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Sì... ma qlke scivolone indietro è concesso! senza problemi!




---- ---- --- fly fly!
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 10-04-2006, 12.51.39   #26
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
È una questione talmente complessa, delicata e problematica che la tua frase "Non ho più rabbia nei confronti di questa persona, perché mi ha permesso di capire tantissime cose che ora mi sono preziose." non dovrebbe assolutamente servire a nessuno per "capire" o per trarre delle conclusioni.
La tua esperienza nonché deplorevole e condannabile lascia un sentore di "ringraziamento" nei confronti del "carnefice".
Non mi interessa il passato di chi compie un atto di tali conseguenze su un bambino, deve in ogni caso PATIRE E PAGARE DURAMENTE. Nessuno deve essere vittima delle frustrazioni altrui.
Perché mi sta bene che uno abbia subito da piccolo, ma non credo a questo "agire inconsapevoli per poi renderlo giustificabile".
mai e poi mai.
Poi sta alla società a saper far pagare o lenire i dolori delle nostre frustrazioni, ma siamo noi in prima persona a dover capire il giusto o meno.
Ish459 is offline  
Vecchio 10-04-2006, 12.53.05   #27
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
una volta che la persona matura ed esce dal "vortice del vittimismo" riesce ad ammettere senza problemi di essere stata una vittima?

Io credo che in molti casi si possa tentare anche di "divittimizzare" cioè... in molti casi non si ammette di esser stati una vittima... questo a che processo è legato?

non lo so... sto entrando in un rompicapo! E per d più oggi sono meno chiara del solito....

Ancora grazie to Monica3!

MocassinoH2O is offline  
Vecchio 10-04-2006, 15.28.12   #28
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
[quote]Messaggio originale inviato da Ish459
[b]

Non mi interessa il passato di chi compie un atto di tali conseguenze su un bambino, deve in ogni caso PATIRE E PAGARE DURAMENTE. Nessuno deve essere vittima delle frustrazioni altrui.
Perché mi sta bene che uno abbia subito da piccolo, ma non credo a questo "agire inconsapevoli per poi renderlo giustificabile".
mai e poi mai.




--------------------

Su questo mi trovi assolutamente d'accordo Ish459, anche perché chi ha fatto male a me è molto probabile che faccia male ad altri.

Dal punto di vista del benessere della vittima, cito le parole di Fabrizio de André:

"Nella pietà che non prova rancore, madre ho tovato l'amore".

Ciao e grazie per il tuo intervento.


Monica 3 is offline  
Vecchio 10-04-2006, 15.54.31   #29
Essere
Ospite abituale
 
L'avatar di Essere
 
Data registrazione: 22-12-2005
Messaggi: 320
Non credo che chi ha subito abusi da bambini e riesce da adulta a parlarne sia una questione di vittimismo per essere compatita , anzi dovrebbe avere tutto il nostro appoggio morale perchè grida la sua rabbia di non avere potuto essere bambina perchè gli hanno rubato l'infanzia e questo secondo me è positivo riuscire a parlarne , è solo un richiamo inconsapevole di aiuto ma chi parla di compassione è solo superficialità perchè chi ha subito un abuso nell'età dell'infanzia ne porta le conseguenze per tutta la vita è una ferita che non si può lavare è qualche cosa di penetrante .
Monica ho subito abusi per diversi anni in balia di pedofili , ne porto le conseguenze sono morta ora stò percorrendo la mia seconda vita
ciao a tutti
Essere is offline  
Vecchio 10-04-2006, 16.02.02   #30
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Secondo voi non è esagerato dire che le persone che hanno subito abusi durante l'infanzia sono stati sottratti di questo periodo?
E Quindi non hanno vissuto la loro infanzia.....?
MocassinoH2O is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it