Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 18-04-2006, 14.12.50   #11
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Una coesistenza veramente difficile, pochissimo agevolata dai governi... Sacrifici, senz'altro e tanti sensi di colpa...
Vedo molte donne rinunciare al lavoro per non starci addietro, perché per i figli sono di solito le donne a dover fare rinunce.
Lavorare devi lavorare, perché in questi tempi, anche con il marito, con un solo stipendio si fa molta fatica (di solito si è legato ad un mutuo che ti lega quasi a vita).
Lavorare perché impegna a chiunque a livello sociale , professionale e mentale. Il lavoro dovrebbe essere anche una via di sviluppo della persona.
Poi, se come me, si lavora lontani dall'abitazione e devi ogni giorni fare a colpi con i mezzi per non arrivare in ritardo, quindi le otto ore di lavoro diventano quasi dodici fuori casa, rientri a pezzi con il pensiero di fare la cena entro le 20:00 con un piccolo che non ti ha visto in tutta la giornata che ti pretende (giustamente) e tu hai poche energie da dare, ma comunque ce la fai lo stesso e arrivi alle 22:00, che lui dorme quindi hai ancora da fare (pulire, sistemare, stirare, ecc...) e arrivi a mezzanotte che non capisci nemmeno il grado di stanchezza che hai addosso, forse ancora ci riesci a curarti un po' (mi riferisco ad una doccia)...
Lavoro-casa-figli... tanti sforzi, rinunce e sacrifici... e parlo a titolo personale, ma penso di essere nella norma (a meno che uno abbia un conto corrente più che abbondante), ma ammetto, che nonostante ciò... ci sto e non rinuncio a mio lavoro e tanto meno a mio figlio e se tanti mi rinfacciano che lo vedo poco, vi assicuro che il nostro breve tempo assieme e di elevatissima qualità e rende molto di più di un'intera giornata di tante mamme con i propri figli....

Stanca morta ma... soddisfatta...
Ish459 is offline  
Vecchio 18-04-2006, 14.30.18   #12
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
La vita che sta conducendo una famiglia media occidentale in questo contesto socio-temporale è ASSURDA!
...MA TANTO ASSURDA!
maxim is offline  
Vecchio 18-04-2006, 15.06.53   #13
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
La vita che sta conducendo una famiglia media occidentale in questo contesto socio-temporale è ASSURDA!
...MA TANTO ASSURDA!

..bè la vita di una famiglia media che vive nei 2/3 del mondo che non mangia 5 volte al giorno, non mi sembra tanto meglio.

...non trovi?

Spaceboy is offline  
Vecchio 18-04-2006, 15.07.54   #14
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
"Il lavoro dovrebbe essere anche una via di sviluppo della persona".
Infatti ,cara Ish,hai ragione.E' quel "dovrebbe" che non mi piace.
Non capisco perchè noi donne per lavorare o mantenerci un lavoro,dobbiamo sgobbare più degli uomini!
Siamo ancora lontane anni luce dall' evoluzione lavorativa?
E probabilmente perchè la donna deve pensare ai figli ,alla loro educazione,a tenere ben pulita la casa, a fare la spesa ,far da mangiare...una ricca varietà di mansioni,(come potremmo annoiarci)!
Ma la cosa più grave è quando qualcuno fa notare, che si fa una vita assurda
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 18-04-2006, 15.24.57   #15
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Spaceboy
..bè la vita di una famiglia media che vive nei 2/3 del mondo che non mangia 5 volte al giorno, non mi sembra tanto meglio.

...non trovi?


Hai colto nel segno...

Non trovi che avendo noi la possibilità di poter gestire un pò meglio la vita in quanto risultano pienamente soddisfatte le esigenze primarie dell'uomo ci si possa gestire un pò meglio la vita in maniera tale che essa risulti meno affannosa e quindi di conseguenza anche meno ASSURDA?

Pantera...che ti turba?
maxim is offline  
Vecchio 18-04-2006, 15.42.08   #16
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
Hai colto nel segno...

Non trovi che avendo noi la possibilità di poter gestire un pò meglio la vita in quanto risultano pienamente soddisfatte le esigenze primarie dell'uomo ci si possa gestire un pò meglio la vita in maniera tale che essa risulti meno affannosa e quindi di conseguenza anche meno ASSURDA?

Pantera...che ti turba?
Fammi un esempio pratico di come si possa migliorare la vita della donna che lavora, e che naturalmente deve conciliare tutto,compagno ,figli,casa.
Poi non sono turbata , ma incavolata , perchè non c'è parità fra uomo e donna, e temo non ci sarà mai.

Scusa, ma certi argomenti mi prendono troppo
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 18-04-2006, 15.54.48   #17
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Pantera Rosa


Fammi un esempio pratico di come si possa migliorare la vita della donna che lavora...


Uhmmm....vediamo...un esempio pratico...
ah si ecco...ne ho uno proprio in casa...

La donna che lavora secondo me potrebbe migliorare la sua condizione di vita (e quindi di conseguenza anche quella di tutta la famiglia)...scegliendo di non lavorare...

Bella idea no!...che ne dici?
maxim is offline  
Vecchio 18-04-2006, 15.57.58   #18
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
Hai colto nel segno...

Non trovi che avendo noi la possibilità di poter gestire un pò meglio la vita in quanto risultano pienamente soddisfatte le esigenze primarie dell'uomo ci si possa gestire un pò meglio la vita in maniera tale che essa risulti meno affannosa e quindi di conseguenza anche meno ASSURDA?

Pantera...che ti turba?

Scusami ma i paragoni non hanno nessun senso... uno non può basare la proprio soddisfazione nella disgrazia degli altri... il solito "tanto c'è gente che se la passa molto peggio di me quindi dovrei essere pur contento con la mia vita, anzi sono cretino se mi lamento".
Non è così che si risolve nulla, anzi, ci porta inesorabilmente verso l'arrendevolezza.
Inoltre questa vita che tu chiami "assurda" è condizionata da tante fattori voluti anche dai nostri governi come la situazione che condiziona la vita di tante famiglie del terzo mondo.
Ish459 is offline  
Vecchio 18-04-2006, 15.59.45   #19
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
Uhmmm....vediamo...un esempio pratico...
ah si ecco...ne ho uno proprio in casa...

La donna che lavora secondo me potrebbe migliorare la sua condizione di vita (e quindi di conseguenza anche quella di tutta la famiglia)...scegliendo di non lavorare...

Bella idea no!...che ne dici?

Credo (e mi auguro) che Pantera Rosa non sarà affatto d'accordo con te.. Quella non è la soluzione, al meno per la maggior parte delle donne...
Ish459 is offline  
Vecchio 18-04-2006, 16.07.53   #20
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
Uhmmm....vediamo...un esempio pratico...
ah si ecco...ne ho uno proprio in casa...

La donna che lavora secondo me potrebbe migliorare la sua condizione di vita (e quindi di conseguenza anche quella di tutta la famiglia)...scegliendo di non lavorare...

Bella idea no!...che ne dici?

Ecco, forse la questione è più sociologica che psicologica, ma è altro che rende assurda la vita. Cosa fa oggi una donna che sceglie di non lavorare? Sta in casa da sola con i bambini dalla mattina alla sera, senza rapporti umani con altri adulti e senza stimoli intellettuale. Senza nessuna prospettiva di cambiamento, perchè poi, quando i figli sono finalmente grandi e non stanno più con lei, inserirsi nuovamente nel mondo del lavoro è impossibile. Senza indipendenza economica, quindi senza poter scegliere di andare via se la relazione con il suo compagno dovesse diventare insopportabile. Senza speranze!
Se fosse possibile stare a casa un po', poi ricominciare a lavorare, credo che molte donne lo farebbero volentieri, ma la scelta di diventare casalinghe oggi, se la si fa, è per sempre. E' senza ritorno. E le casalinghe sono la fascia sociale con il più alto tasso di alcolismo e di depressione. Perchè fare le casalinghe in una società strutturata come la nostra è davvero molto alienante!


Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it