Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 30-06-2006, 16.14.31   #21
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
turaz sono in uno stato di amarezza e....boh.....mi viene solo "buio".
Si può dire uno "stato di buio"? che lo si possa dire o no, beh io ci sono dentro.

alle tue domande non so dare risposta. sono bloccata.

ecco quale è il "problema"

il "buio" che attualmente hai .

per questo ti ho (velatamente) consigliato la tranquillità e serenità mentale.

Trova un pò di spazio solo per te, rilassati e non fermarti sui pensieri che affollano la tua mente.
una volta fatto questo vedrai che il "turbinio mentale" in cui sei svanisce e arriva il "lampo di luce"


pensa a quando Gesù disse "padre padre perchè mi hai abbandonato?"

in quel breve momento non era forse anche Gesù in preda al "buio"?

e sempre citando passi conosciuti... quale era il "metodo" di Gesù per uscirne?

non andava forse in "solitudine" da qualche parte (ricercando il suo silenzio interiore) per ritrovare la "luce"?

pensa all'orto dei getsemani ad esempio...

ciao

Ultima modifica di turaz : 30-06-2006 alle ore 16.17.01.
turaz is offline  
Vecchio 30-06-2006, 16.14.44   #22
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Re: cavar sangue da una rapa

Quando due o più persone rimangono ancorate alle loro personali convinzioni, ritenedole giuste senza possibilità di compromesso....allora è lì che ci si manda al diavolo reciprocamente.

..non ce' mica bisogno di mandarsi al diavolo..perche farsi venire il mal di fegato?! ...forse potresti partire da questa riflessioni..se ti pare buona per te
ciao a domani!

acquario69 is offline  
Vecchio 30-06-2006, 16.23.10   #23
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Re: cavar sangue da una rapa

Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
scusate il titolo poco fine, ma è una frase che mi gira e rigira continuamente in testa, e che esprime perfettamente il mio stato d'animo.

Non si riesce, e non si può, far accettare ad una persona uno stato di cose, se questa persona non desidera accettarlo.
E' una perdita di tempo, energia e salute, peggio che cavar sangue dalle rape.
Quando due o più persone rimangono ancorate alle loro personali convinzioni, ritenedole giuste senza possibilità di compromesso....allora è lì che ci si manda al diavolo reciprocamente.
Ma si può mandare a quel paese una persona verso cui nutri affetto e gratitudine, solo perchè si hanno convinzioni profondamente diverse? E' giusto difendere chi devi difendere, e difendere le tue convinzioni,anche mancando di delicatezza e "rispetto" verso chi ha un'idea diversa......o bisogna sempre accettare il compromesso, anche quando il compromesso dentro di te ti sembra sbagliato, e sbagliato di brutto?

Se qualcuno ha un consiglio, un'idea, una barzelletta anche....

Cara Odissea, oggi mi sento in vena di asciugarti le lacrimucce (non credere che io non versi le mie!!!).. innanzitutto l'esprimerti (sfogo) fa bene perché ti aiuta a ascoltare te stessa. Quando ci si esprime, si esterna quello che si ha dentro, si elaborano molto meglio le proprie sensazioni riuscendo a metabolizzare nel modo giusto, digerirle. che non sembri che rimangono in gola, strozzandoti. Quindi indipendentemente dei "consigli" è importante che ti "ascolti mentre parli/scrivi".
In molti miei interventi del genere mi hanno accusata di "scarsa sensibilità". No, Odissea, non mi piace dire quello che vogliamo sentirci dire per dare una giustificazione a tutto ciò e sentirci meno "inadeguati". Considero che in certe situazioni lo "schiaffo" sia molto più rivelatore. Perché non è quello che io dico quello che conta, bensì come tu lo interpreti guardandoti da fuori. Se rimani in te stessa, non servirà a nulla.
Forse non mi capisci, ma sai, forse sono io che cerco di esprimere cose troppo difficili in una lingua che non è la mia, se tu sapessi in questo forum quanto mi "hanno fatto divertire" per questo...

dici: "Non si riesce, e non si può, far accettare ad una persona uno stato di cose, se questa persona non desidera accettarlo." No! non si può "far accettare" qualcosa a nessuno. Perché è qualcosa che deve venire spontaneo, infatti dici "se non desidera accettarlo". Nonsi tratta nemmeno di desiderarlo o meno, bensì di sentirlo.
"Scendere a compromessi", "rimanere con le proprie convinzioni". Secondo me, certi frasi dovrebbero rimanere bandite in un rapporto, perché danno la sensazione di "clausole contrattuali" che devono rimanere tali per non arrivare alla rescissione anticipata...
Sai quanto è bello essere con qualcuno che la pensa diversamente di te... c'è la possibilità di CONFRONTO (ho detto tante volte questa parola che secondo me è MAGICA), ed il confronto ARRICCHISCE. Se non c'è confronto c'è lo SCONTRO quindi, la diversità di pensiero non diventa più un modo di arricchimento personale bensì di annichilimento...
I "compromessi" riguardano piuttosto la quotidiana convivenza, l'accettazione del comportamento e le abitudini dell'altro, il rispetto a vicenda.
Se non c'è confronto, non c'è crescita, se non c'è rispetto (non si accettano i "compromessi") nulla ha senso...
Solo questa consapevolezza può portare verso la strada di concludere un rapporto con ironia e maturità, coltivando quello che veramente vi accomuna...

Tutti vorremmo sapere come si raddrizza questo dannato Ego per risolvere ogni dannato impiccio di questa vita, ma nel frattempo dobbiamo andare a tentativi, inciampando e rialzandoci, con più forza di prima, non credi?



p.s. senti, più di uno mi corregge gli errori che faccio, forse aiuta a sdrammatizzare un po' le situazioni complicate... fallo anche tu!, di errori ne avrò aiosa, tu ti divertirai ed io imparerò finalmente qualcosa!!!

Ultima modifica di Ish459 : 30-06-2006 alle ore 16.26.30.
Ish459 is offline  
Vecchio 30-06-2006, 16.36.39   #24
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Posso immaginare a cosa ti riferisci, ma secondo me devi lasciare che il tempo faccio il suo corso. Inutile insistere o pretendere, perché non otterrai l'effetto desiderato. Certi percorsi non si fanno in qualche giorno.
bside is offline  
Vecchio 30-06-2006, 16.39.13   #25
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
vai a "monte"...
risali la "corrente" .
vai all'origine dei tuoi pensieri

è li che risiede la luce


prima di "agire" cerca il silenzio
turaz is offline  
Vecchio 30-06-2006, 17.47.44   #26
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Secondo me le convinzioni diverse non possono essere causa di crisi fra persone amiche. L'amicizia vera dovrebbe resistere a differenze di idee, e se non resiste e' secondo me segno che amicizia non era. Fra amici si puo' sentirsi liberi di discutere e anche litigare su un dato argomento.
Penso che sia giusto di difendere le proprie convinzioni, ma a patto d'essere pronti ad ascoltare e considerare quelle diverse. Penso che una discussione sia creativa se ognuno dei partecipanti e' pronto ad accettarne alcuni aspetti, raggiungendo cosi' vedute piu' ampie e comprensione.
hava is offline  
Vecchio 30-06-2006, 17.48.03   #27
layla
Ospite abituale
 
L'avatar di layla
 
Data registrazione: 22-12-2005
Messaggi: 158
Re: cavar sangue da una rapa

Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
scusate il titolo poco fine, ma è una frase che mi gira e rigira continuamente in testa, e che esprime perfettamente il mio stato d'animo.

Non si riesce, e non si può, far accettare ad una persona uno stato di cose, se questa persona non desidera accettarlo.
E' una perdita di tempo, energia e salute, peggio che cavar sangue dalle rape.
Quando due o più persone rimangono ancorate alle loro personali convinzioni, ritenedole giuste senza possibilità di compromesso....allora è lì che ci si manda al diavolo reciprocamente.
Ma si può mandare a quel paese una persona verso cui nutri affetto e gratitudine, solo perchè si hanno convinzioni profondamente diverse? E' giusto difendere chi devi difendere, e difendere le tue convinzioni,anche mancando di delicatezza e "rispetto" verso chi ha un'idea diversa......o bisogna sempre accettare il compromesso, anche quando il compromesso dentro di te ti sembra sbagliato, e sbagliato di brutto?

Se qualcuno ha un consiglio, un'idea, una barzelletta anche....

Io credo che molte volte quello che si sbaglia in certe situazioni è pretendere che l'altro la pensi assolutamente come noi, volerlo convincere a tutti i costi che il giusto stia dalla nostra parte, ancorarsi all'idea che se non lo fa non ci ama o non ci vuole bene. Non è vero. Credere alle proprie idee è giusto, vuol dire rispettarsi, ma questo non vuol dire che lo si debba fare mancando di rispetto e di delicatezza verso chi la pensa diversamente. Andare avanti per le proprie idee non vuol dire sminuire l'altro. Non sempre è facile raggiungere dei compromessi, a volte si può deliberatamente scegliere di non farlo...ma se è davvero indispensabile un piccolo sforzo si può fare.
layla is offline  
Vecchio 30-06-2006, 18.15.48   #28
Alanis
Ospite
 
Data registrazione: 28-06-2006
Messaggi: 31
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
grazie cara


ma prego cara Odiessa !

i rapporti interpersonali sono così complicati a volte........
poi sai si è sempre "bravi" a consigliare ma quando ci troviamo noi in difficoltà tutto diventa più difficile...soprattutto quando scatta la paura di poter perdere qualcuno .......
non mollare......persevera.....equ ilibrando se possibile le tue convizioni con quelle dell'altra persona.......
insieme si possono trovare molte soluzioni...che non devono essere per forza compremessi....
dai dai !
Alanis is offline  
Vecchio 30-06-2006, 19.16.05   #29
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
Quando due o più persone rimangono ancorate alle loro personali convinzioni, ritenedole giuste senza possibilità di compromesso....allora è lì che ci si manda al diavolo reciprocamente.

A volte è più saggio prendersi una pausa, non mandarsi al diavolo reciprocamente, ma accantonare il motivo del dissidio.

Parlare d'altro, di quello sul quale si è abbastanza in sintonia.

Insistere troppo sull'argomento del disaccordo peggiora o fa troncare i rapporti, porta a un irrigidimento delle rispettive posizioni, diventano due monologhi e non un dialogo.

Alcune persone hanno bisogno di più tempo per accettare ciò che per loro è difficile da accettare, magari vedere che una scelta, anche se da loro non condivisa, dà serenità a chi la porta avanti, può aiutarli a vedere con altri occhi.

Il tempo aiuta, e in alcuni casi è necessario dare tempo.


dana is offline  
Vecchio 30-06-2006, 20.29.28   #30
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
meglio dire: é campana che non suona!

E' una situazione penosa e difficile per te, e per tutti quelli che fanno parte di questa situazione.

Poiché penso di sapere a cosa ti riferisci, io penso che tu stia facendo una gran cosa nel cercare di ricostituire un dialogo e un'accettazione da parte dei tuoi. E' un'azione nobile e seria la tua, solo che lo é solo per te, solo dal tuo punto di vista.

Rimane nobile, ma per la controparte questa situazione é solo un brutto rospo nel piatto. Dover digerire la diversità e l'uscir fuori da regole millenarie che stabilivano l'ordine del mondo e delle relazione, e delle scelte, vedi che é un passo difficilissimo, soprattutto dopo una certa età. Sei daccordo?

Per cui, tu fai tutto quello che puoi, fino all'ultima goccia del tuo sangue, se é ciò in cui tu credi. E' un atto d'amore. Ma l'amore lascia liberi..tutti. E loro per adesso hanno bisogno di fare gli struzzi, di pensare che tutto é solo un incubo che non li riguarda.

Ma poi, sebbene con queste persone ci siano legami di sangue strettissimi, affidali a Dio.

Tu non sei loro. Tu sei tu, e devi rendere conto solo a te stessa e alla tua coscienza. Tu non hai scelta perché sei la parte, diciamo, forte e proteggi e fai la voce di chi é più debole.

Quando ci sentiamo addosso una responsabilità, magari gli altri ci danno addosso, che preferivano non saperlo, che ci siamo impicciati, che non volevano sapere, e che non accetteranno mai, ma siamo noi che gestiamo la responsabilità..e sono cavoloni.

un abbraccione

feng qi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it