Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 30-01-2003, 14.13.57   #21
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Mistico scusa.....
spiega sta cosa..per favore...

ma non c'é amore se non si é in due ad amare, c'é solo male d'amore.

Grazie
deirdre is offline  
Vecchio 30-01-2003, 17.27.56   #22
anael_la
Ospite abituale
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 41
possesso

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
Chi mai vorrebbe perdere una cosa amata? E' naturale il senso di possesso che si ha per ciò che si ama. Credo anche che chi ama davvero desidera il bene per l'altro più che per sè stesso... ma non c'é amore se non si é in due ad amare, c'é solo male d'amore.
Ed allora, se si é in due ad amare, il senso di possesso viene a cadere, perchè nessuno dei due darebbe mai motivo all'altro di temere la perdita.
In definitiva, credo che é possessivo chi non ha fiducia nell'altro, probabilmente perchè l'amore dell'altro non é poi tanto quanto si vorrebbe.

Mi sà che ho detto una banalità...
Non penso proprio che tu abbia detto una banalità, è proprio vero che la paura di perdere qualcosa o qualcuno ci rende più iperprottettivi ed ansiosi, ma del resto non credo poi sia facile essere sicuri dell'amore altrui, è difficile conoscere a fondo noi stessi, pensa quante incognite e dubbi immaginiamo nella mente e nel cuore degli altri....


Ciao

Ciao...
anael_la is offline  
Vecchio 30-01-2003, 21.53.20   #23
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre


La tua risposta non è banale... ma posso dirti che amare una persona significa volere il BENE dell'altro..quando questo bene implica il lasciar andare qualcuno... il tutto si complica...

Ti contesto il fatto che chi è possessivo non ha fiducia nell'altro... io credo si tratti di mancanza di fiducia in se stessi.... l'amore dell'altro? ognuno ama in modo diverso e mettere insieme le due cose non sempre è facile.....

Ciao Gemellina!
ogni tanto compaio di qua e di là, come certi frutti fuori stagione....

Sulla faccenda dell'egoismo sono d'accordo con te, per il resto rimango della mia idea: qualcuno il senso del possesso non lo ha, oppure si presenta in modo talmente accondiscente che è come se non ci sia.
Ci tengo a dire che, anche se non ha il senso del possesso, ama parimenti come tutti gli altri.
Attilio is offline  
Vecchio 31-01-2003, 01.15.53   #24
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
Cara Deirdre. Sei possessiva in quanto sei insicura.
Un uomo lascia una “cosa” buona solo nella speranza di trovare una “cosa” migliore. Sei possessiva in quanto – non sei sicura di essere abbastanza “buona”. Anche la gelosia è un aspetto importante degli insicuri.
Deirdre, sei gelosa?
salice is offline  
Vecchio 03-02-2003, 10.03.37   #25
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Ciao salice.... dunque, di lunedì mattina presto..questa domanda...hehehhe..ok..sono possessiva e come già detto sto cercando di variare, meglio... equilibrare questo aspetto del mio carattere... diciamo che essendo stata figlia unica, unica nipote...ecc... nella vita sono sempre stata circondata da persone che, bene o male, a me..e solo a me, hanno dedicato le attenzioni.
Questo certamente non vuol giustificare, ma può dare un'informazione utile per comprendere alcuni aspetti che mi hanno condotta ad essere ciò che sono.
Insicurezza? non so... non credo, sotto alcuni aspetti può essere.. nel senso che la paura che chi amo possa preferire un altro individuo a me..esiste... ma questo credo sia un "male" di dominio pubblico...

Gelosia? Bhe..altro aspetto correlato all'insicurezza... tu lo sei salice????

Io lo sono stata..talvolta mi succede ancora...ma non mi vergogno di questo mio lato... ammettere, comprendere ed osservare noi stessi..è il primo passo per apportare modifiche..non trovi????
deirdre is offline  
Vecchio 03-02-2003, 10.13.14   #26
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Messaggio originale inviato da Attilio


Ciao Gemellina!
ogni tanto compaio di qua e di là, come certi frutti fuori stagione....

Sulla faccenda dell'egoismo sono d'accordo con te, per il resto rimango della mia idea: qualcuno il senso del possesso non lo ha, oppure si presenta in modo talmente accondiscente che è come se non ci sia.
Ci tengo a dire che, anche se non ha il senso del possesso, ama parimenti come tutti gli altri.

Mio adorato gemellino... è sempre un piacere risentirti...è vero, ultimamente sei uccel di bosco...ma al momento giusto... arrivi! hehhe....

Sai Attilio, io credo che molte persona vivano nella convinzione di non esserlo, magari non s'accorgono neppure di aver dentro di loso un aspetto simile... talvolta è una forma di autoconvinzione per evitar di star male... il dolore spaventa....
Ciò non toglie che possa essere valida anche l'ipotesi da te esposta. In questo caso tanto di cappello, perchè, sicuramente...queste persone vivono la loro esistenza in modo più sereno...il che non è poco.
Altra cosa... credo vada fatta una distinzione tra affetto nei confronti di amici e parenti ed amore per il compagno della nostra vita... diciamo una sorta di graduatoria o classificazione, anche se non amo particolarmente questo metodo in riferimento ai sentimenti....lo trovo utile.
Non mi dirai che se scopri tua moglie che ti tradisce... non t'imbestialisci???? Non ci credo Attilio!
Ma non solo.... sono convinta che il motivo di base che ci porta a reazioni spropositate in situazioni come la sopra citata, sia quella forma di declassazione della nostra persona agli occhi della causa scatenante.... oltre che l'orgoglio ecc...
L'importanza personale...brutta bestia da sopportare... molto difficile da amnientare!
deirdre is offline  
Vecchio 03-02-2003, 11.48.18   #27
Gigi
Ospite abituale
 
L'avatar di Gigi
 
Data registrazione: 11-04-2002
Messaggi: 91
QUOTE]Messaggio originale inviato da deirdre
Premetto...questa cosa mi tocca particolarmente....
Lo ammetto sono molto possessiva, in special modo nei rapporti affettivi...e d'amore...
a vostro avviso è sbagliato esserlo?
e se si...perchè?
Cosa ci spinge a voler "tenere"...vicino chi amiamo?

grazie

[/quote]


Ciao DD!! Ben trovata!!

Bella discussione. Ora ti dico come la penso:

Non si può parlare d'amore e affiancare la parola possesso.
L'amore non ha condizioni, è libero, gratuito e disinteressato.
Amo il sentimento che scaturisce in me e lo proietto su chi mi è vicino.

Le nostre insicurezze, le nostre aspettative e le nostre paure impediscono a questo sentimento di crescere naturalmente.

La verità è che abbiamo paura. Paura della sofferenza che proverremmo nel rimanere delusi. Del disincanto che ne scaturirebbe e del dover ricominciare tutto daccapo

E allora cerchiamo di "possedere" materialmente o psicologicamente, nn accorgendoci che così facendo soffochiamo sia la persona amata sia il nostro sentimento.

Questo non è amore.

Quindi ritengo sia sbagliato essere possessivi.

Gigi is offline  
Vecchio 03-02-2003, 14.07.07   #28
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
E' che gli uomini devono avere controllo su tutto,su ogni più piccola sfumatura della propria vita.Non siamo capaci di fiducia e spontaneità.E poi,visto che non ci sentiamo liberi,vogliamo rendere schiavi anche le altre persone,per un perverso gioco di frustrazione
sisrahtac is offline  
Vecchio 03-02-2003, 14.30.45   #29
falcorum
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-01-2003
Messaggi: 66
Re: Il senso del possesso

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Premetto...questa cosa mi tocca particolarmente....
Lo ammetto sono molto possessiva, in special modo nei rapporti affettivi...e d'amore...
a vostro avviso è sbagliato esserlo?
e se si...perchè?
Cosa ci spinge a voler "tenere"...vicino chi amiamo?

grazie


L'egoismo! E' solo questo a spingere una persona a "tenere" vicino chi amiamo. Ogni qual volta diciamo ad un'altra persona "ti amo", in effetti stiamo dicendo......"voglio essere amato/a da te!!".
Questo allora significa che non si deve amare o che il rapporto di coppia deve essere libero ed aperto??? No non significa affatto questo. Il vero amore è quello che dona senza aspettarsi nulla in cambio. Quando due persone che hanno nell'animo questo sentimento si incontrano, allora è amore con la A! L'uno dona e si dona all'altro senza attendersi nulla in contropartita, e così facendo entrambi donano e ricevono più di quanto essi stessi non possano neppure immaginare. Questo concetto vale, a mio avviso, per qualunque forma di amore, che passo dopo passo, addiviene alla comprensione totale dell'Amore in senso generale, che avvicina l'individuo al concetto principe di "amore": l'amor divino.
Con simpatia,
falcorum
falcorum is offline  
Vecchio 03-02-2003, 16.59.42   #30
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Caro Falco, tu hai citato qualcosa di importantissimo... ogni qualvolta diciamo "ti amo"... facciamo una richiesta d'amore... chiediamo alla controparte di esere amati...nulla di più vero. L'amore che tu intendi è qualcosa di meraviglioso, sublime...dare senza pretender nulla in cambio, diciamo che hai estrapolato il concetto di...amare= donare....
Non è di facile raggiungimento questo "livello"..le paure, talvolta le insicurezze in noi stessi e la mancanza di fiducia negli altri, vuoi per le cause più disparate..ci portano ad amare nel modo sbagliato.
Rendersi conto di questo, capire dove sta l'errore fondamentale è già un buon passo in avanti.... modificare conseguentemente quei lati del nostro io che impediscono a questo amore, che tutti noi possediamo, di rendersi "vivo"....è un altro piccolo grande passo....

E' un lungo lavoro da compiere su noi stessi...lungo e faticoso..con ricadute, dolori...scottature... ma, la costanza, la perseveranza e la volontà aiutano....se quello è davvero il nostro obiettivo finale.... ovvero imparare ad amare.

D'altra parte la società in cui viviamo ci propone dei modelli "d'amore"...falsi... quindi, capisci che diviene ancora più arduo.... l'uomo è influenzabile da tutto e da tutti.... e certamente il contesto in cui si sviluppa il suo io avrà un notevole "peso" nell'arco della sua esistenza.
deirdre is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it