Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 22-08-2003, 02.03.15   #11
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Disinformazione.it ha scelto il titolo più appropriato per la propria attività.
784 is offline  
Vecchio 22-08-2003, 13.57.49   #12
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
sembrerà strano o totalmente normale...ma sto cominciando a credere che il modo migliore per imparare qualcosa non sia cominciare leggendo libri e quindi opinioni di altri ma inizialmente farsi solo una propria opinione cercando di continuare a farsi domande su domande e cercando di dare risposte logiche o totalmente immorali ma che cmq ci soddisfino fin quando arrivi a un punto in cui non riesci più ad andare avanti..nn riesci più a farti domande o non trovi più la risposta che cerchi...allora vai alla ricerca di altre opinioni confrontandole...ma è inutile che qualcuno vada in cerca di un'idea di qualcun'altro su un argomento senza prima aversi fatto la propria...io sono acora alla prima fase...grazie willow e rinez x i titoli..m saranno utili in futuro, ora come ora non ho le idee ancora totalmente chiare..diciamo che voglio riuscire a trovare risposte da sola prima di arrivare ai libri(non ke non m piaccia leggere anzi!).

x rinez...ognuno di noi ha una mente, un'anima e un corpo...e volendo possiamo contrastare la forza che comanda sopra di noi. come il destino...io credo esista...da qualche parte come una specie di scrittore qualcuno scrive su un librone la storia delle nostre vite e la nostra missione..ma non è detto che noi lo seguiamo a regola...ognuno può decidere se farlo o no.

per quanto riguarda quello che ha scitto willow...mediterò...
tammy is offline  
Vecchio 22-08-2003, 13.59.57   #13
crazy
M'illumino d'immenso.
 
L'avatar di crazy
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 36
scusate...

il mex di prima era mio non di tammy...ho dimenticato i cookie...
crazy is offline  
Vecchio 22-08-2003, 17.26.11   #14
crazy
M'illumino d'immenso.
 
L'avatar di crazy
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 36
Citazione:
Messaggio originale inviato da Willow
Puoi partire però da questo presupposto. in un momento di forte stress il corpo si immunodepressa e stranamente tendono ad essere colpiti alcuni organi piuttosto che altri. Perchè?

solito le patologie si bloccano nella parte addominale...collegando a quello che ho scritto precedentemente...l'impurament o dei chakra(nn ricordo come si scrive) impedisce all'energie positive di passare e quindi provoca disagio...possibile?
crazy is offline  
Vecchio 22-08-2003, 18.02.39   #15
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
“sembrerà strano o totalmente normale...ma sto cominciando a credere che il modo migliore per imparare qualcosa non sia cominciare leggendo libri e quindi opinioni di altri ma inizialmente farsi solo una propria opinione cercando di continuare a farsi domande su domande e cercando di dare risposte logiche o totalmente immorali ma che cmq ci soddisfino fin quando arrivi a un punto in cui non riesci più ad andare avanti..nn riesci più a farti domande o non trovi più la risposta che cerchi...allora vai alla ricerca di altre opinioni confrontandole...”

Cara crazy, non so se ho capito bene ciò che vuoi sapere e nello stesso tempo non so se posso dirti qualcosa che ti sia d’aiuto. Che nella vita impariamo tutto sulla nostra pelle, sì posso dirlo forte. Quando ti imbatti in qualcosa, quando sei malato o un tuo caro si ammala e vuoi sapere come e perché tutto ciò, inizi a cercare qua e là e qualche risposta valida la trovi sempre e la tua memoria ricorderà per sempre perché è stata la tua lezione di vita.

” ognuno di noi ha una mente, un'anima e un corpo...e volendo possiamo contrastare la forza che comanda sopra di noi. come il destino...io credo esista...da qualche parte come una specie di scrittore qualcuno scrive su un librone la storia delle nostre vite e la nostra missione..ma non è detto che noi lo seguiamo a regola...ognuno può decidere se farlo o no.”

Secondo certi pensieri lo scrittore del librone della nostra vita attuale siamo sempre noi oppure l’io supremo oppure come dice Firenze il Padre. Lo scopo è l’evoluzione. Adesso che riusciamo o no a seguire un certo cammino non lo so visto che non conosco neanche quale deve essere il cammino da seguire. Trovare delle risposte sensate in certi momenti della vita già è un gran passo avanti.
Crazy le malattie non vengono per caso e anche se certe condizioni della nostra vita sembrano di aver favorito la malattia questa era una prova per un certo tipo di illuminazione oppure un desiderio del nostro corpo troppo sollecitato di riposare, oppure… Che posso dire? L’importante è riconoscere la malattia, accettarla come una medicina e provare a superarla.
Un bacione cara
Edali
edali is offline  
Vecchio 24-08-2003, 04.49.09   #16
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
Cara Crazy, perchè non partiamo dall'inizio?

C'è che ha già studiato e cercato prima di noi, perchè buttare via il loro sapere prima di esserci fatti una nostra opinione? Se stai cercando qualcosa vuol dire che una tua opinione già te la sei fatta e adesso stai cercando delle prove che l'affermino o la confutino? Sbaglio?

Ma per inizio intendevo proprio di cominciare dalla medicina ufficiale, altrimenti è un po' come se volessi costruire una casa su fondamenta di sabbia. La Grande Rete offre l'ampia possibilità di non essere più succubi della terminologia medica e pendere dalle labbra dei dottori, così come una volta si faceva con i guaritori. Il dottore ti dice che hai una bronchite? Vai su un motore di ricerca e digita la parola, scopri quali sono le cause virali della malattia e come viene curata.INFORMIAMOCI!!!
Poi puoi passare allo step due. considera che tendenzialmente tutte le infezioni, cioè tutte quelle malattie che finiscone per -ite, secondo altre medicine, vengono scatenate da una rabbia repressa. Ho notato come sia più facile che mi venga una faringite quando vengo sgridata ingiustamente sul lavoro e non posso dire al capo quello che penso di lui se voglio ancora avere un lavoro. Ingoio la rabbia... e mi ammalo!

Ti sembra fantascienza?
Willow is offline  
Vecchio 24-08-2003, 12.59.26   #17
crazy
M'illumino d'immenso.
 
L'avatar di crazy
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 36
Citazione:
Messaggio originale inviato da Willow
Cara Crazy, perchè non partiamo dall'inizio?

C'è che ha già studiato e cercato prima di noi, perchè buttare via il loro sapere prima di esserci fatti una nostra opinione? Se stai cercando qualcosa vuol dire che una tua opinione già te la sei fatta e adesso stai cercando delle prove che l'affermino o la confutino? Sbaglio?

forse non m sono spiegata molto bene..io nn sto rifiutando il sapere di chi ha una conoscenza sicuramente maggiore della mia..io voglio inizialmente farmi semplici e complesse domande e finchè riesco a trovare una risposta vado avanti in quest'impresa...quando mi troverò un muro davanti e nn saprò più come andare avanti comincerò a leggere libri e informarmi quà e là.risolto il problema andrò avanti con le domande.



Ma per inizio intendevo proprio di cominciare dalla medicina ufficiale, altrimenti è un po' come se volessi costruire una casa su fondamenta di sabbia. La Grande Rete offre l'ampia possibilità di non essere più succubi della terminologia medica e pendere dalle labbra dei dottori, così come una volta si faceva con i guaritori. Il dottore ti dice che hai una bronchite? Vai su un motore di ricerca e digita la parola, scopri quali sono le cause virali della malattia e come viene curata.INFORMIAMOCI!!!
Poi puoi passare allo step due. considera che tendenzialmente tutte le infezioni, cioè tutte quelle malattie che finiscone per -ite, secondo altre medicine, vengono scatenate da una rabbia repressa. Ho notato come sia più facile che mi venga una faringite quando vengo sgridata ingiustamente sul lavoro e non posso dire al capo quello che penso di lui se voglio ancora avere un lavoro. Ingoio la rabbia... e mi ammalo!

Ti sembra fantascienza?
[/quote]

questo è un altro punto su cui farmi domande su domande...il punto principale da cui è cominciato tutto credo xò sia un fatto molto più spirituale che scientifico...sul quale aimè ho pochissima conoscenza...infatti m sono rivolta qua prima di cominciare grandi immersioni in letture.

grazie x la tua attenzione
crazy is offline  
Vecchio 24-08-2003, 13.20.09   #18
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
Sono felice che si parli di questo argomento!
Concordo pienamente con quello che è stato detto finora, altrimenti non si spiegherebbe come sia possibile che il 30% di malati d'asma, ipertensione, dolori cronici e malattie cardiache...
sia guaribile con acqua fresca o zucchero (effetto placebo), ma vorrei ampliare la discussione parlando ad esempio delle nuove malattie:
una volta i bambini erano irrequieti, biricchini & vivaci, oggi no!
sono affetti dall'A.D.H.D. (Attention Deficit Disorder) disturbo da deficit dell'attenzione, e cosa si fà a questi malati?
gli si dà il metilfenidato ("Ritalin" prodotto da Novartis), che è una droga presente nella tabella 1 insieme all'Eroina, Cocaina, Morfina, Amfetamine, Alcaloidi totali dell'oppio, funghi del genere Strofaria, Conocybe e Psylocibe, Ketamina LSD, Metadone...
(i camionisti la prendono per le traversate trans-continentali!)
Negl'USA sono circa 4 milioni i bambini affetti da questo "disturbo", immaginate che business!
Adesso stà prendendo piede anche in Italia! www.aifa.it

Oppure parliamo dell'A.I.D.S.
L'AIDS è una malattia comportamentale. E' multifattoriale, causata da molti attacchi contemporanei al sistema immunitario, quali le droghe, l'abuso di medicinali, le classiche malattie sessuali, ed infezioni virali multiple.
L'establishment dell'AIDS, dominato dai media, da gruppi di pressione e dagli interessi di svariati gruppi farmaceutici, ha fatto sì che la ricerca perdesse contatto con le menti aperte della scienza medica, dal momento che l'ipotesi mai comprovata dell'HIV causa dell'AIDS ha ricevuto il 100% dei fondi per la ricerca, mentre le altre ipotesi sono state totalmente ignorate.
L'ipotesi dell'HIV causa dell'AIDS è allo stesso livello della teoria della malaria causata dall'aria cattiva, o della teoria del beri beri o pellagra causate dai batteri (cause da rinvenirsi invece nella deficenza nutrizionale).

Investiamo tanti soldi in ricerche non fondate, quando i morti veri ci sono davvero!!
In quanti muoiono al mondo per la fame, il morbillo e altre malattie che siamo già in grado di debellare?
Provate a pensare, se cerchi un vaccino in Africa non sempre lo trovi, ma se cerchi una Coca-Cola la trovi anche nel baracchino più sperduto del Kilimanjiaro!!



Il più potente impero industriale tedesco della prima metà del secolo scorso era la IG Farben, abbreviazione per Interessengemeinschaft Farben. "Interessengemeinschaft" significa associazione per interessi comuni ed era un potente cartello comprendente BASF, Bayer, Hoechst e altre società chimiche e farmaceutiche tedesche. La IG Farben fu l'unico grande finanziatore della campagna per l'elezione di Adolf Hitler. Un anno prima che Hitler prendesse il potere nel 1933, la IG Farben donò 400.000 marchi a lui e al suo partito nazista. Di conseguenza, quando il partito nazista andò al potere, la IG Farben fu l'unica a trarre profitti dalla Seconda Guerra Mondiale e dal saccheggio dell'Europa da parte dei nazisti. Il cento per cento di tutti gli esplosivi e della benzina sintetica proveniva dalle fabbriche della IG Farben. Quando la Wehrmacht tedesca conquistava un altro paese, i direttivi di Bayer, Hoechst e BASF rilevavano sistematicamente le industrie di quei paesi. Grazie alla stretta collaborazione con la Wehrmacht di Hitler, la IG Farben partecipò al saccheggio dell'Austria, della Cecoslovacchia, della Polonia, della Norvegia, dell'Olanda, del Belgio, della Francia e di tutti gli altri paesi occupati dai nazisti. Nel 1946, le indagini del governo americano giunsero alla conclusione che senza la IG Farben, la seconda guerra mondiale non sarebbe stata possibile. Dobbiamo renderci conto che non fu uno psicopatico di nome Adolf Hitler né l'innato carattere del popolo tedesco a causare la seconda guerra mondiale. L'avidità economica di compagnie come Bayer, BASF e Hoechst fu il fattore determinante dell'Olocausto. Terribili esperimenti medici furono compiuti nei lager in accordo con le industrie farmaceutiche tedesche, ad esempio la Bayer.
...la Bayer!!
Sapevate che l'eroina è un'invenzione della Bayer e che fu creata sperimentando sulla banalissima aspirina ???
L'eroina nasce nei laboratori tedeschi della Elberfeld Farbenfabrik di Friederich Bayer nel 1898 come una mega-aspirina.
L'aveva inventata Heinrich Dreser, che negli anni successivi al 1880 aveva sperimentato e ideato l'aspirina o acido acetilsalicilico, tutto ciò come alternativa al silicilato di sodio, l'analgesico che si usava in precedenza che però aveva il difetto di corrodere lo stomaco.
La sostituzione di un gruppo di atomi di sodio con un gruppo acetilico si era rivelata straordinariamente efficace, tanto che Dreser ne aveva concluso che con gli acetili si andava sul sicuro".
Nel 1898 prese la morfina e inserì due minuscole catene acetiliche tra il grande gruppo alcolico e quello idrossilico fenilico. Il composto che ne risultò la Diacetilmorfina fu sperimentata su sessanta pazienti che lavoravano in una tintoria e si rivelò molto
superiore ad un semplice rimedio per il mal di testa…..
La "nuova medicina" era meravigliosamente efficace anche per la tosse, il catarro, l'asma e perfino per la tubercolosi…
Tutti rimasero stupiti da questo magico ritrovato e di conseguenza il signor Bayer battezzò la nuova sostanza con il nome di Eroina, dal tedesco Heroisch che sta a significare "una grande potenza molto concentrata", e la vendette con la stessa
fiera assiduità dell'aspirina.
La pubblicità dell'eroina Bayer ne decantava in grande stile le
doti.
La dose consigliata per la tosse era minima, dai 3 ai 5 mg., ma una persona vittima di un forte raffreddore poteva aver bisogno di quattro dosi al giorno per un paio di giorni… Fatto ciò il paziente constatava alcune tipiche e spiacevoli sensazioni:
crampi, mal di testa, abbondanza di muco, ma soprattutto una forte ansietà e depressione per due o tre giorni (oggi si chiama crisi d'astinenza…).
Tra fine Ottocento e inizio Novecento l’uso della morfina diventò un fatto di costume, al punto che nei caffè e nei teatri della grandi città europee era possibile vedere uomini e donne dell’èlite iniettarsi la “medicina di dio”. La dipendenza dalla morfina diventò allora un problema sanitario e sociale assai grave: così si avviarono studi per scoprire un farmaco con gli stessi effetti terapeutici, ma che non generasse dipendenza.
La Bayer nel 1874 pensò di aver scoperto tale farmaco: la diacetilmorfina, comunemente conosciuta come eroina, dal tedesco heroisch, per la sua “eroica” capacità di vincere i mali. Si pensava di guarire la dipendenza da morfina prescrivendo l’eroina. In seguito si accertò che anche l’eroina, come e più della morfina, produceva grave dipendenza.


Scusate se il messaggio è così lungo, ma le cose da dire a riguardo sarebbero ancora tante!!

Bacioni!!
lelle 79 ;o) is offline  
Vecchio 24-08-2003, 14.40.43   #19
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
lelle...

Mi sono trovata a dover rispondere a persone come te in molti forum, e sono profondamente avvilita dal livello di confusione che esiste nell'informazione sulla salute...

Ci sono tanti punti che vorrei toccare, e non so se riesco. Ci provo. Inizio dal discorso generale sulle malattie.

Le malattie hanno in genere un'origine multifattoriale, e sono determinate da una concomitanza di fattori interni e esterni al'organismo che si ammala. Nelle medicine cosiddette "alternative", alcune delle quali nascono da culture antichissime come quella cinese, quella indiana o quella tibetana, si cerca prevalentemente di riequilibrare un sistema andato in squilibrio. Le tecniche sono varie, ma sostanzialmente hanno alla base quest'aspetto fondamentale. Inoltre si cerca di far sì che l'organismo non perda lo stato di equilibrio, e quindi queste culture tendono a concepire l'intervento "medico" se così si può dire, più come un intervento di tipo preventivo, e solo in ultima analisi di tipo curativo. La medicina occidentale si è concentrata sulla causa esterna prima che su quella interna. Più di tipo analitico che sintetico, ha privilegiato l'esame delle parti piuttosto che del tutto. E' una medicina interventista, che porta alla risoluzione rapida di problemi in atto.

Se leggi con attenzione, ti accorgi che queste due forme di intendere la cura del corpo possono essere complementari, in quanto all'una manca quello che ha l'altra e viceversa. Se posso essere d'accordo sul fatto che può essere uno squilibrio interno ad aver generato la malattia, comunque continuo a pensare che non è sensato ostinarsi a non assumere antibiotici quando si è preda di una polmonite. Infatti, per riequilibrare un sistema in squilibrio ci vuole molto tempo, e in corso di alcune malattie questo tempo non c'è.

In secondo luogo: se è pur vero che le case farmaceutiche sono industrie, e in quanto tali fanno interessi di tipo commerciale, non è sensato demonizzarle al 100%. Buona parte dei farmaci prodotti è davvero efficace, non foss'altro perchè quelli che non lo sono son destinati a scomparire per un fenomeno di selezione naturale. Il paziente che non sta meglio dopo una cura, quel farmaco semplicemente non lo assume più e lo sconsiglierà ai suoi vicini e ai suoi parenti. Inoltre troppo spesso la ricerca viene colpevolmente lasciata in mano alle case farmaceutiche. E' chiaro che le case farmaceutiche non sono indipendenti e svolgono i propri interessi, ma non è stroncando loro che si risolve il problema, bensì finanziando la ricerca indipendente...

Terzo punto: l'ADHD è una malattia organica, vi sono reperti di neuroimaging che l'hanno identificata e l'hanno delimitata. I bambini affetti da questa malattia hanno un danno cerebrale minimo che li rende PATOLOGICAMENTE irrequieti. La loro irequietezza non è quella di un bambino vivace, perchè è determinata dalla assoluta incapacità di mantenere l'attenzione per un tempo superiore ai 4 minuti sulla stessa cosa. Questo comporta dei danni di crescita che, se il bambino non viene trattato, diventano irreparabili, ed il bambino, crescendo, è destinato a diventare un adulto insufficiente mentale e psicotico. Questi bambini hanno reazioni paradosse all'uso dei farmaci. La ragione per cui vengono usati amfetaminici è proprio questa: la reazione paradossa che hanno questi bambini, i quali, sotto terapia, riprendono ad avere una vivacità normale e ad essere in grado di seguire un percorso di crescita regolare. C'è un preoccupante movimento di rifiuto aprioristico degli amfetaminici, che non ha base scientifica ma pseudo-moralistica. Lo stesso farmaco, se pur ottimo, può essere la mano di Dio per una persona o veleno puro per un'altra. E in questo caso l'evidenza è più grande.

Io ho in terapia adulti che sono stati bambini affetti da ADHD, non riconosciuto o non trattato adeguatamente. Sono psicotici, gravissimi, e saranno destinati prima o poi all'Ospedale Psichiatrico Giudiziario, perchè sono diventati pericolosi e incapaci di comprendere le conseguenze delle proprie azioni. Per loro c'è pochissimo da fare ed è una sofferenza sentirsi impotenti per un disastro generato dal fatto che in Italia i farmaci per la cura dell'ADHD sono vietati per legge...

In altre circostanze ho spiegato che esiste un farmaco di pronto intervento che salva la vita a chi ha un infarto in corso. Si tratta della MORFINA. La morfina agisce su un circuito che perpetua lo stato di contrazione delle coronarie, e che non può, a volte, essere intaccato dai comuni vasodilatatori perchè è mantenuto dal dolore e non da altri fattori. Inoltre è un antiedemigeno ed ha una marea di altre azioni positive in questo specifico caso. Ma nessun medico si sognerebbe mai di tenere nella propria valigetta la morfina per almeno 2 ragioni: 1. se lo si venisse a sapere verrebbe rapinato dai tossicodipendenti da oppiacei; 2. correrebbe il rischio di passare per un trafficante di stupefacenti. Molte persone che sono morte d'infarto potevano essere tempestivamente salvate da un trattamento a base di oppiacei.

Per non parlare dei malati terminali, ai quali spesso si nega una adeguata terapia antidolorifica per ragioni che hanno dell'assurdo. Spero che a nessuno di voi capiti mai di dover vedere un proprio caro contorcesi dai dolori e non poter far nulla perchè nessun medico può prescrivere antidolorifici oppiacei...

Sul fatto che l'AIDS non sia causato dal virus HIV ci starei molto attenta. Fra l'altro si sta verificando nella malattia un andamento tipico delle malattie infettive: ossia che tende nel tempo a mitigarsi come gravità. E questo perchè il microorganismo non ha interesse a uccidere subito la propria vittima, ma ha molto più interesse a diventarne, se possibile, simbionte. Poi posso anche essere d'accordo che ci siano molti fattori che possano essere determinanti per l'attechimento del virus e per lo sviluppo della malattia...

Io amo molto pensare che in un futuro le medicine di tipo olistico e quelle occidentali si affiancheranno per agire ognuna nel proprio campo di azione. Le posizioni komeiniste di qualunque parte siano, non fanno bene a nessuno.
Ygramul is offline  
Vecchio 24-08-2003, 17.22.21   #20
lelle 79 ;o)
Ospite abituale
 
L'avatar di lelle 79 ;o)
 
Data registrazione: 09-06-2003
Messaggi: 114
Ciao Ygramul ;o)

Comincio col dirti che mi fà piacere che ti senta in dovere di rispondere a "persone come me", ma non farmelo pesare, d'altra parte la scelta di rispondere é tua.

In secondo luogo mi piace fare una netta distinzione tra i dottori e i laureati in medicina, i primi seguendo il giuramento di Ippocrate hanno come missione quella di preservare la salute del paziente sopra ogni cosa, gl'altri sono in possesso di una laurea (che Dio solo sà come e con quale intenzione l'hanno ottenuta).

...considera che non ho pregiudizi, ma valuto solamente lo stare delle cose, quindi non identifico tutte le case farmaceutche allo stesso modo, però...

un gruppo di pensionati inglesi e' riuscito a costringere la multinazionale farmaceutica Glaxo a vendere a prezzi di costo medicine salvavita in Africa. Come hanno fatto?
Si erano accorti che i gestori dei loro risparmi e dei loro fondi pensione avevano acquistato titoli di fondi d'investimento che comprendevano anche azioni della Glaxo, forse la piu' grande casa farmaceutica del mondo.
La quale stava affrontando una causa per far valere i propri brevetti. Cosi' in molti, spontaneamente, avevano scritto alle societa' di gestione dei loro risparmi per protestare e l'evento era finito sui giornali. I vegliardi si sono cosi' resi conto che erano sulla strada giusta, si sono attaccati a internet e sono riusciti a raccogliere le dichiarazioni di protesta di decine di migliaia di risparmiatori. E vicino a ogni firma c'era l'importo che quella persona aveva investito in prodotti finanziari che comprendevano azioni della Glaxo. Hanno raccolto firme di risparmiatori che tutti insieme avevano investito piu' di 3 mila miliardi di lire in fondi (cifra corrispondente a 1500 milioni di euro).
Poi sono andati dai gestori dei loro risparmi e hanno sussurrato: "Se non togliete la Glaxo dai vostri fondi noi ritiriamo i nostri soldi".
Vedeste che reazioni rapide!!! I broker hanno telefonato subito alla Glaxo e gli hanno detto: "Scusate, c'e' un problemino..." In un batter d'occhio alla Glaxo hanno fatto due conti e hanno scoperto che far crollare i prezzi delle medicine in Africa era meglio che affrontare il panico in borsa.
Addirittura hanno creato loro stessi una campagna-aiuti!
Ma mica perchè sono solidali!!
La domanda da "PORCI" e': i pensionati inglesi hanno salvato la vita a migliaia, a centinaia di migliaia o a milioni di persone???

Per quanto riguarda l'A.D.H.D., credi davvero che 4 milioni (di bambini) su 160 milioni (tra bambini, adulti e vecchi) siano affetti da tale patologia?
Non sarebbe meglio prendersi le proprie responsabilità di genitore ed educare i propri figli in maniera etica?

Non ho nessun preconcetto per quanto riguarda le droghe, anzi le considero, se usate nel giusto modo, un'ottimo mezzo per evolverci, oltre che dal punto di vista medico, da quello psico-sociale.
Ma come ogni cosa è soggetta ad un facile abuso!
Se poi ci mettiamo in mezzo forti valori economici e facciamo decidere il tutto a degli schifosi arrivisti, il gioco è fatto!!

...quindi anche per quanto riguarda la morfina non dico che sia sbagliata la somministrazione perchè presente nella tabella 1 delle droghe, ma visto che esistono diverse e valide alternative, perchè non percorere anche altre strade?
Mi vengono in mente per esempio le onde T.E.N.S., la cui efficacia è più che comprovata, visto che riescono addirittura a lenire i dolori da arto fantasma, per esempio.
Conosco persone affette da cefalea da tensione (assolutamente non mortale), che rischiano gravi traumi per la continua assunzione di anti-dolorifici!!

Un'ultima cosa; mi terrorizza pensare che sia il paziente a dover creare un fenomeno di selezione naturale per quanto riguarda l'efficacia di un farmaco, già questo succede per gl'effetti collaterali, ma per l'efficacia è davvero troppo!

Sono già tanti i casi in cui i valori di studi "scientifici" vengono falsati a "norma di legge":
per esempio rileviamo l'inquinamento a 2 metri d'altezza, quando a un metro da terra i valori sono fino a 25 volte maggiori!!
Oppure calcoliamo i valori di condensato e nicotina con parametri inverosimili quelli dellla smoking machine, (omologota allo stesso modo su tutto il territorio Europo, che aspira 35 cc di fumo in 2 secondi ogni 60 secondi!!
(ma chi c***o fuma per 2 secondi ogni 60 secondi!!)
Misuriamo le onde elettromagnetoche (quelle di radio Vaticano per esempio) a 10 km, perchè a 3 chilometri sarebbero risultate troppo alte!!
...e la scuola elementare che è a un solo chilometro dal ripetitore???
Vorra dire che si ammaleranno di una leucemia a norma di legge, omologata secondo D.P.R.
Perfetto no?

Bacioni!!
lelle 79 ;o) is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it