Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 30-04-2004, 17.53.31   #21
ObyWan
Tamagochi
 
L'avatar di ObyWan
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 151
Altra considerazione

Partiamo un momento da una situazione inorganica:

Un diodo è fatto di silicio. Un diodo collegato ad una batteria non fa assolutamente nulla, salvo scaricare la batteria se collegato in un certo senso o esplodere.

Un moderno computer, come quello che stai usando ora, è fatto sostanzialmente da qualche milionata di diodi.

Un diodo da solo non fa quasi niente. Mettine assieme milioni e ottieni un computer ... tutto sta nel collegarli nel modo giusto.

da questo punto di vista, supponendo di avere 1.000.000 di diodi e di volerli combinare a caso per fare un computer, avremmo un numero di combinazioni possibili osceno, dell'ordine di 2^10000.

E' quindi ovvio che nemmenu un computer può nascere per caso, partendo da queste basi.

Ma se invece di provare a casaccio con, tutti insieme, il mio milione di diodi cominciassi con una manciata, per vedere se ottengo un transistor? allora le probabilità sono altissime, diciamo una su 20.

Il transistor è ormai consolidato, allora provo a unirne a casaccio una manciata per ottenere un oscillatore, ed anche qui le probabilità non sono male, diciamo 1/100
e così via. Tieni conto che con due oscillatori e poco altro ottengo una radio trasmittente ....

Per ogni step, ho delle probabilità piccole, ma non nulle di ottenere un risultato; se poi ci mettiamo in qualche migliaio a provare, le probabilità aumentano, no?

Chiero è che questa è una banalizzazione estrema, ma in linea di principio non penso possa essere scartata a priori.

Prova e riprova per qualche miliardata di anni ....

Ciao!
ObyWan is offline  
Vecchio 01-05-2004, 01.04.19   #22
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
forse può rassicurare...

ho letto che la Ministra rassicura: insegnamento della teoria evoluzionistica fin dalle elementari.
r.rubin is offline  
Vecchio 03-05-2004, 12.19.06   #23
Lachesis
muta-muta
 
L'avatar di Lachesis
 
Data registrazione: 27-04-2004
Messaggi: 119
tu stesso hai detto che l'esempio è una banalizzazione, ma teniamo valido.
Ora vediamo se con una semplice operazione di "probabilità" è possibile il passaggio dal diodo al transistor. qui sorge il primo problema. Mettiamo i diodi in un contenitore e li agitiamo e vediamo se si combinano per formare un transistor? Hai ipotizzato circa 1/20 probabilità, non sono molte, vuol dire che nel giro di 1 ora una persona potrebbe verificare de questa combinazione avviene. io credo che nemmeno dopo un mese si abbia questo transistor. Perchè? Il diodo è composto di 2 terminali, questi terminali dovranno essere in contatto tra loro in un solo modo. Se non esiste qualcosa che attira i terminali in modo di far combaciare elemento conduttore con elemento conduttore non si può formare il transistor... e nell'ipotesi che si formi il transistor serve qualcosa di esterno che lo faccia funzionare cioè "La finalità". Mi spiego meglio... se noi diamo un transistor a un non tecnico... sicuramente non saprà che farsene.. per lui è un oggetto con 3 gambe... e pertanto mancando la finalità. il nuovo oggetto ottenuto non sarebbe di nessun sviluppo. Pur avendo dei dubbi sulla possibilità di ottenere un transistor partendo da diodi... rimane sempre il problema di farlo funzionare, cioè applicare le tensioni adeguate, preparare la polarizzazione di base appropriata... e che la corrente di collettore non sia superiore a quanto permesso... cioè manca la finalità ... è questo che manca al concetto di sviluppo casuale dato da Darwin.... aggregazione di elementi senza una finalità.
per quanto riguarda la probabilità che precedentemete ho indicato .. viene riportata nel libro di Arcidiacono " Fantappiè e gli Universi".... però forse i dati di partenza per questa formulazione si trova in qualche libro di Fantappiè. Per chi vuol documentarsi ANCHE su altre possibilità di evoluzione consiglio il libro di Sermonti e Fondi "Dopo Darwin. Critica all'evoluzionismo"...é chiaro, ogni teoria è in grado di spiegare alcune cose, altre vengono lasciate per le prossime teorie!
Lachesis is offline  
Vecchio 07-05-2004, 07.32.44   #24
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Question darwin.....

Sono molto ignorante, accetto le ipotesi scientifiche e le considero tali e in tal senso accetto anche la possibilità che l'ipotesi di Darwin possa essere vera , ma mi sai spiegare come mai se discendiamo dalle scimmie esse ancora esistano?? Vero
è che l'uomo tenta di distruggere l'ambiente in cui vive, ma esse
resistono, ci imitano, le usiamo per fare esperimenti, per inviarle nello spezio al posto nostro e per fare divertire i bimbi agli zoo.
Ci sarà pure un anello mancante in questa ipotesi.
Io non sono per l'interpretazione letterale dei sei giorni biblici, so che ogni giorno sarà durato miliardi di anni, ma quando la scimmia è diventata sapiens chi le ha dato la sapienza???
credo che la scienza debba ancora capire qualcosa di questo anello mancante e forse noi non ci saremo allora.
Per quanto riguarda la vita oltre la morte hai mai provato a leggere qualcosa di serio ? Ci sono oggi molti scienziati che stanno studiando fenomeni collegati allo spirito e che sono in ...cammino verso ipotesi o verità.... e forse noi non ci saremo.
oppure si...ma in altra forma, perchè le forme evolvono ed
anche lo spirito....
...malu con meno certezze di te!!!!
paperapersa is offline  
Vecchio 07-05-2004, 13.14.43   #25
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: darwin.....

TI RISPONDO IO.

Citazione:
Messaggio originale inviato da paperapersa
Sono molto ignorante, accetto le ipotesi scientifiche e le considero tali e in tal senso accetto anche la possibilità che l'ipotesi di Darwin possa essere vera , ma mi sai spiegare come mai se discendiamo dalle scimmie esse ancora esistano??
bHE, Se ne parla anche in televisione del fatto che "il vecchio antenato comune scimmioide" si è diviso in due o più tronconi, uno di questi tronconi è rimasto nella foresta e ha sviluppato le scimmie odierne, l'altro troncone si è spinto nella savana e ha portato all'uomo odierno.
La selezione non è una cosa che arriva "così", passando il tempo, se le scimmie non scendono dagli alberi, se qualcosa nell'ambiente non cambia, se c'è sempre cibo in abbondanza per tutti, se non ci sono problemi di selezione sessuale, la scimmia non sviluppa particolari mutazioni, non ha evoluzione.
Così, se mi sono spiegato bene, avrai capito che c'era un antenato comune, che a causa, forse di un cataclisma, si è trovato diviso in due.
Il troncone che porterà all'uomo è quello che si è dovuto adattare alla savana, che ha perso l'abitudine di salire sugli alberi, che ha dovuto imparare a stare in piedi per potere vedere in lontananza (essendo un luogo pianeggiante), che alzandosi in piedi si è ritrovato con le mani libere....
[quote]

Citazione:
Io non sono per l'interpretazione letterale dei sei giorni biblici, so che ogni giorno sarà durato miliardi di anni, ma quando la scimmia è diventata sapiens chi le ha dato la sapienza???
Ma di cosa stai parlando? Hai mai sentito parlare di evoluzione culturale? La sapienza è una cosa che si dà così tutta d'un colpo? Oppure vi è un'evoluzione culturale? Basta studiare Storia.
Quando lo scimmione è diventato sapiens la ""sapienza"" gli è arrivata col tempo,ma non tutta d'un colpo, non è che da scimmia è diventata subito sapiens, ci sono state FASI GRADUALI, e in queste fasi graduali sviluppava la sua "sapienza" fino a diventare quello che è oggi.

Citazione:
credo che la scienza debba ancora capire qualcosa di questo anello mancante e forse noi non ci saremo allora.
Molte cose sono ancora da capire, ma il fatto che ci sia evoluzione è ormai assodato dalla scienza ufficiale. Anche se ci sono ancora cose da capire, queste servono per completare "un quadro" che è ormai in stato avanzato !
Citazione:
Per quanto riguarda la vita oltre la morte hai mai provato a leggere qualcosa di serio ? Ci sono oggi molti scienziati che stanno studiando fenomeni collegati allo spirito e che sono in ...cammino verso ipotesi o verità.... e forse noi non ci saremo.
oppure si...ma in altra forma, perchè le forme evolvono ed
anche lo spirito....
...malu con meno certezze di te!!!!
CI SARà SEMPRE LO SCIENZIATO "FUORI DAL CORO" che per essere originale dichiara l'incontrario di quello che la scienza ufficiale dice.
Comunque se ci sono scienziati che cercano di spiegare l'anima, non vuol per forza dire che vi credano, magari lo fanno proprio per confutare l'idea che esista l'anima.
E' come cercare i "cavalli alati", fuori dal buon senso.

Ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 08-05-2004, 07.35.08   #26
Cornelio
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-03-2004
Messaggi: 214
Ciao Dunadan
Mi pare di ricordarmi che qualche anno fa ho visto in televisione un documentario, ed il commentatore, un noto scienziato ..... pardon giornalista , spesso in TV.....o forse non era lui.. non mi ricordo! diceva: (lo dico con parole mie) che a un certo punto di questa storia evolutiva, ad un certo numero di specie di pesci nel mare, si sono rotte un po le scatole di stare sempre nell'acqua cosi si sono dotati di ali e sono diventati uccelli.
Tu che ne dici, ne sai qualcosa? o forse i miei ricordi sono un po confusi.
Un caro saluto, e come dici tù ognuno è libero di credere all'unicorno ed ai cavalli alati
La tecnologia ed l'ingeneria a mio avviso hanno poco a che fare con la scienza delle teorie.


PS. Non riesco propio a capire come faccia uno stimato scienziato (vero) come il Prof. Zichichi a pensarla diversamente dal teorico Darwin. Che sia anche Lui un originale che canta fuori dal coro.
Cornelio is offline  
Vecchio 08-05-2004, 09.57.08   #27
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
"In una lettera del 1872 indirizzata al paleontologo scozzese Hugh Falconer, Charles Darwin scriveva che "la sua teoria dell'evoluzione sarebbe stata rifiutata in blocco dai creazionisti che l'avrebbero considerata pura spazzatura, robaccia (rubbish)". Centocinquant'anni dopo, la profezia, almeno qui da noi, si è avverata, e la teoria darwiniana dell'evoluzione, che oggi neppure il magistero ecclesiastico contesta, ha rischiato di essere eliminata dai testi scolastici che, alla spiegazione scientifica dell'evoluzione, avrebbero dovuto preferire la narrazione mitico-simbolica della creazione. "

very,very,very... deprimente
w.
dawoR(k) is offline  
Vecchio 08-05-2004, 11.49.44   #28
Lachesis
muta-muta
 
L'avatar di Lachesis
 
Data registrazione: 27-04-2004
Messaggi: 119
Quello che più dispiace è che per alcune teorie non si obietta nulla.. per altre servono prove certe. Questo non fa parte dell'operare scientifico. Quelli che non la pensano con Darwin sono dei poveri illusi, dei bigotti, quelli che abbracciano Darwin sono illuminati! Studiosi di tutto il mondo ( e non parlo di preti) hanno posto dei quesiti seri sull'evoluzione darwiniana, ma probabilmente chi non vuol documentarsi ritiene questi studi Solo chiacchiere di vecchie bigotte, ma questo non è nello spirito scientifico. Quelli che non operano con spirito critico, sono quelli che più facilmente si lasciano ingannare. La scienza ha bisogno di "Ipotesi nuove" nuove per progredire. Quando sono nati i "numeri immaginari", chi non aveva la mente libera da preconcetti, ha ritenuto questo numero "solo un capriccio matematico"...... ora sono usati nel campo pratico.. e che dire della relatività prima della formulazione di Einstein?...quando il tempo era considerato immutabile... sicuramente chi non aveva l'elasticità mentale ha stentato a comprendere questo passaggio.... Io credo che la teoria di Darwin non sia tutta da buttare... ma cher venga difesa ad oltranza perchè è l'unica che "SPIEGA" una possibile evoluzione senza ammettere in un essere superiore, cioè per i sostenitori di Darwin l'unico essere superiore è la fatalità e l'adattamento cioè la casualità e la causalità ......non siamo molto distanti da una visione primitiva quando si assegnava una divinità ad ogni evento naturale.
Lachesis is offline  
Vecchio 08-05-2004, 12.24.48   #29
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
"Studiosi di tutto il mondo ( e non parlo di preti) hanno posto dei quesiti seri sull'evoluzione darwiniana"

perchè mentire così spudoratamente ?

in realtà l'ipotesi darwiniana
trova conferme sempre più forti
dalle nuove scoperte
nel campo della bioingegneria
e di quesiti (lecitissimi peraltro)
se ne pongono sempre meno

già gli antichi greci (leggi sotto)
avevano sepolto il creazionismo
ed ora si vorrebbe riesumarlo
dal cimitero della storia ?

"Anche quel piccolo frammento che tu rappresenti, o uomo meschino, ha sempre il suo intimo rapporto col cosmo e un orientamento a esso, anche se non sembra che tu ti accorga che ogni vita sorge per il Tutto e per la felice condizione dell'universa armonia. Non per te infatti questa vita si svolge, ma tu piuttosto vieni generato per la vita cosmica" (Platone)

invece nel 2004 mi tocca leggere ancora :
"Studiosi di tutto il mondo ( e non parlo di preti) hanno posto dei quesiti seri sull'evoluzione darwiniana"
certo,ci sono e ci saranno
del resto c'è in giro gente
che non crede che la terra sia rotonda
né che ci sia mai stato
lo sbarco sulla luna
gente (tanta)
che ancora ritiene l'uomo
essere al centro dell'universo

arghhh... w.
dawoR(k) is offline  
Vecchio 08-05-2004, 16.32.12   #30
Lachesis
muta-muta
 
L'avatar di Lachesis
 
Data registrazione: 27-04-2004
Messaggi: 119
per Dawor : dimmi quali sono le scoperte in bioingiegreria che hanno verificato l'evoluzionismo.. te ne elenco altre tante che possono essere interpretate da altre ipotesi. Molte volte chi parla di certi argomenti ha la presunzione di conoscere tutto e non considerano richerche fatte da valenti studiosi SOLO perchè non concordi alle proprie idee. Forse Sermonti e Fondi non sono al tuo livello ?? e questo per citare solo alcuni che hanno formulato una teoria diversa. Spiegami come può essere interpretata la differenzazione dal punto di vista termodinamico.. quando la causalità ne è la forza motrice dei processi!! Non si tratta di mentire spudoratamente.. si tratta di analizzare il problema alla luce delle conoscenze più attuali di quelle ipotizzate da Darwin.. e per quanto detto dai greci.... non fanno testo teorie formulate quando Zenone si divertiva con i paradossi.... di acqua ne è passata molta ...
Lachesis is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it