Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 27-07-2004, 12.19.24   #21
SEIG
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-07-2004
Messaggi: 92
Citazione:
Messaggio originale inviato da Wax

Sarebbe libero in ogni caso quindi, con o senza manifestazione razionale di dio...

In realtà ora che ci penso no.... perché uno può sempre smettere di credere, ma se Dio si manifestasse non potrebbe più.
SEIG is offline  
Vecchio 27-07-2004, 13.41.36   #22
Wax
Telespalla
 
Data registrazione: 30-04-2003
Messaggi: 246
Citazione:
Messaggio originale inviato da SEIG
Bhe allora la cabalà non è una religione dato che dice che non c'è dimensione "peggiore" di questa, da qui si può solo risalire verso i mondi superiori e quindi verso Dio e negano assolutamente l'esistenza dell'inferno. Calcola che la cabalà è ebraica e sostiene veritiero il vecchio testamento... sarà veramente una scienza come si definisce?
Beh ai tempi in cui vivere significava miseria, sudditanza, morte prematura... non faccio fatica a credere che sia nata una religione che considerava già la terra un l'inferno...
ma non è questo il punto.

Citazione:
Qui ti contraddici, dici che non vi è nulla di più ma trovi un motivo diverso da quello. Quindi trovi un motivo nel "nulla di più"? Te lo inventi...

Il senso della vita è soggettivo, ognuno ha il suo perché.
Vivere per vivere non basta all'uomo perchè non risponde a tutti i suoi bisogni.
Egli infatti vivendo in una società organizzata, sviluppa dei bisogni personali ulteriori rispetto all'animale.
Biologicamente parlando però l'uomo è un animale, e molti dei suoi bisogni solitamente fanno capo ad istinti animali.

Citazione:
Ma per esempio influirebbe di certo su quelli che non credono.
per l'appunto ! coloro che non credono avrebbero un motivo in più per credere, per salvarsi l'anima, per rispettare gli insegnamenti (e quindi l'etica in essi contenuta)...
Sarebbe positiva, non negativa

Citazione:
Non ho detto questo, ho detto che una religione è "sana" quando non obbliga ma inviti a riflettere, quello che fa il cattolicesimo non lo so sinceramente è da un po' che non frequento...
Una religione come tu la consideri risponde alle tue esigenze, perciò la consideri "sana".
All'epoca del medioevo una religione "sana" era una religione che distingueva in maniera netta e radicale il bene dal male.
In futuro non è affatto escluso che le esigenze delle persone cambino ancora, e di conseguenza cambieranno anche i culti, o verranno abbandonati in favore di nuovi, altri.

Citazione:
In realtà ora che ci penso no.... perché uno può sempre smettere di credere, ma se Dio si manifestasse non potrebbe più.

ebbene? dove starebbe il problema nel far sapere all'uomo che REALMENTE deve impegnarsi nella vita per godere dell'aldilà /rinascere sotto forma migliore / altro ?
Dal mio punto di vista non c'è.
Wax is offline  
Vecchio 27-07-2004, 15.49.40   #23
SEIG
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-07-2004
Messaggi: 92
Citazione:
Messaggio originale inviato da Wax
Beh ai tempi in cui vivere significava miseria, sudditanza, morte prematura... non faccio fatica a credere che sia nata una religione che considerava già la terra un l'inferno...
ma non è questo il punto.

no il motivo è diverso ma se ti interessa saperlo ti consiglio di consultare il forum italiano di www.kabbalah.info dato che sicuramente ci sono persone più adatte di me nel risponderti


Citazione:
Citazione:
per l'appunto ! coloro che non credono avrebbero un motivo in più per credere, per salvarsi l'anima, per rispettare gli insegnamenti (e quindi l'etica in essi contenuta)...
Sarebbe positiva, non negativa
[/b]

questo se il motivo dell'esistenza fosse quello di salvarsi l'anima attraverso la preghiera o gli insegnamenti. A quel punto Dio avrebbe potuto creare al posto del mondo un'immensa chiesa e tutti facevamo quello che voleva lui e compivamo il motivo della creazione.

Ma se il motivo dell'esistenza fosse quello di capire il perché di quegli insegnamenti no.

Cioè se Dio si mostrasse uno seguirebbe gli insegnamenti e basta, meccanicamente. Se invece Dio non si mostra uno fa quello che gli pare fino a che, tramite le sue esperienze personali, la sofferenza, la comprensione di se stesso e di tutto ciò che lo circonda ecc. arriva a capire "da solo" che quegli insegnamenti fanno parte di lui.

Ho scritto quel "da solo" tra virgolette perché, se fosse vera quella teroia, tutto quello che ci accade è opera divina attuata per farci comprendere. Quindi ci sembra di capire da soli, ma in realtà ce lo fa capire Dio.


Citazione:
Una religione come tu la consideri risponde alle tue esigenze, perciò la consideri "sana".
All'epoca del medioevo una religione "sana" era una religione che distingueva in maniera netta e radicale il bene dal male.
In futuro non è affatto escluso che le esigenze delle persone cambino ancora, e di conseguenza cambieranno anche i culti, o verranno abbandonati in favore di nuovi, altri.

una religione è "sana" quando ti porta alla ricerca dell'anima, ossia del bene e ti fa distinguere il male, ossia l'egoismo dell'uomo. E la ricerca dell'anima è il fine ultimo comune a tutte le epoche. Sicuramente nel medioevo hanno utilizzato una "tecnica" diversa, ossia l'inferno e il paradiso, forse perché spiegare ad un contadino ignorante che Dio è l'infinita bontà ma che il male che c'è sulla terra proviene da Lui era un po' complicato. Non so se è giusto quello che facevano ma il punto è che l'intento finale non cambia, forse cambia il metodo...

Citazione:

ebbene? dove starebbe il problema nel far sapere all'uomo che REALMENTE deve impegnarsi nella vita per godere dell'aldilà /rinascere sotto forma migliore / altro ?
Dal mio punto di vista non c'è.

come ho detto prima, questo sarebbe vero se il motivo della vita fosse quello di impegnarsi per assicurarsi una ricompensa o un miglioramento.
SEIG is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it