Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 04-01-2006, 12.52.16   #41
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Citazione:
Messaggio originale inviato da Elijah
Da cosa è generata la depressione...?

Non credo che tutto dipenda dagli eventi brutti che noi viviamo...

Dico così, perché ci sono persone che hanno ammesso che erano depresse quando avevano appena raggiunto la cima - ma anche durante tutto il tragitto - della loro carriera (a livello sporivo come nel lavoro... da cosa dipenderà mai la depressione???

A mio avviso, tutto dipende da come si vede il mondo...
Alcuni vedono tutto nero... e dopo vanno in depressione, anche se magari hanno tutto ciò che vogliono (LAVORO,AMORE , SOLDI, DIO, ecc.);
Mentre altri vedono tutto positivo... e anche se gli è appena morto una persona cara, anche se non hanno un soldo in tasca e non sanno cosa mangeranno, anche se sembra che il mondo gli crolla addosso; si accontantano di ciò che hanno e vanno avanti.

Perché in fin dei conti...
le cose sono come sono... cioè NÈ POSITIVE, NÈ NEGATIVE... siamo noi che attribuiamo alle cose un giudizio... quando in realtà esse "sono" e basta.

Concludendo e riassumendo...
da cosa è generata la depressione?
Dal vedere il mondo in modo negativo, quando in realtà non lo è!!!
Questa è l'idea che mi sono fatto io... opinione di un figlio di un depresso "cronico"...

Elia

#
Non sono d'accordo che chi ha in se una grande fede in Dio si deprima facilmente.
Credo invece che l'amore che il credente percepisce, anche come illusione, da qualunque Entità Superiore provenga, fa si che questi non si deprima al primo cattivo evento le capiti; qualunque sia il campo o il settore. La speranza e la fede del credente lo allontanano dalla convinzione che nulla si potrà risolvere.
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 04-01-2006, 19.21.53   #42
STELLINA78
Ospite
 
Data registrazione: 04-12-2004
Messaggi: 6
Unhappy per michelle60

io l'ho pravata altrimente perchè tanto interesse??? ora quello che mi "interessa" è a titolo preventivo per le persone che mi circonadano... è una patologia molto complessa che alle volte non da segni chiari ed evidenti.... e non si puo' neanche dire il momento esatto in cui ne esci.... è silenziosa ....troppo alle volte.....ciao a tutti
STELLINA78 is offline  
Vecchio 05-01-2006, 12.01.21   #43
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Chimera
Sul fatto che la depressine sia causata dalla rottura di certi ritmi non son per nulla d'accordo.

Ritmo, ciclicità, stabilità sicurezza ovvero... rutine.

Spesso al depressione è proprio causata da una vita troppo armonicamente regolata.

La depressione può essere causata dalla consorte, può essere causata dal lavoro.

Un equilibrio ciclico stabile e sicuro non è sempre ricetta di felicità.
Semplicemente anestetizza e impigrisce. Il che ti fa credere di essere iù fecilce solo eprché si ha paura di spezzare il ciclo o fare qualcosa in disaccordo con il nostro orologio biologico.

Stessa cosa per il caffé.
Qualcosa che rende più svegli ed attivi non necesariamente rende più ansiosi in modo ingiustificato.
Per essere ansiosi in primis ci deve essere una causa che notimo di più se biviam caffè magari.

Forse la causa del ansia e la stessa che ci fa bere il caffé.

Quando sono sotto esame studio parecchio,vedo meno i miei amici,bevo + caffe, prendo meno sole,dormo di meno... e sono nervoso.

Ho provato a non bere caffé ad uscire comuque e dormire di più risultato? Ero ancor più vervoso perché indietro con lo studio e non pronto in tempo per l'esame.

L'ansia era dovuta al esame come causa prima. Il resto sono più effetti che cause.

Non ho letto tutti i post. Però volevo dire due cose.
1) occorre distinguere tra depressione endogena e depressione reattiva. La depressione reattiva è quella causata da eventi contingenti. Un abbandono, un lutto, la perdita del lovoro, una relazione in crisi....
Può capitare a tutti!
2) sono assolutamente d'accordo sul mettere in relazione depressione endogena e ritmo. Quello che succede al depresso (al depresso vero! non a uno che sta male per una causa specifica) è proprio di smarrire in contatto con la scansione del tempo, con la ciclicità, con il ritmo. Per il depresso il tempo si è fermato. Non è tutta farina del mio sacco, è anche la tesi di Biswanger.


Fragola is offline  
Vecchio 05-01-2006, 12.05.46   #44
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: se non la provi non la conosci

Citazione:
Messaggio originale inviato da michelle60
Nessun depresso tra voi? Parlate di depressione come qualcosa di molto lontano da voi.... che non potrebbe affatto toccarvi....

Sono figlia di un grande depresso. Ho conosciuto la depressione (depressione vera, depressione maggiore!) fin da bambina attraverso mio padre. E poi l'ho anche vissuta sulla mia pelle.
Ma tendenzialmente cerco di lasciar fuori la mia storia delle discussioni del forum.
Fragola is offline  
Vecchio 05-01-2006, 12.16.21   #45
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Chimera
@Catharsis
Non ho mai sentito di "famiglie di depressi per generazioni"
mentre che 1 sul intera familia sia depresso è piuttosto comune. Mi pare che siano casi slegati.

Se la depressione prende un intero nucleo familaire credo sia dovuta al a fattori come condzione sociale problemi in comune, poblemi tra di loro o educazione... ma non ereditarietà.


Ma, io non sono psichiatra, ma a me hanno detto esattamente il contrario. Pare la predisposizione alla depressione endogena sia ereditria. Geneticamente ereditaria. E' stato uno psichiatra a spiegrmelo. Poi, io credo anche che la scienza, in ambito psichiatrico, sti ancora andando un po' a tentoni. Ma non escluderei la cosa.
Fragola is offline  
Vecchio 05-01-2006, 13.05.59   #46
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Gentili amici,

vorrei aggiungere una pietruzza a tutto ciò che si è detto in merito alle depressioni "In famiglia".
##
Sono certo che la depressione è, a volte, se non si è più che forti, Contaggiosa.
##
Qualcuno avrà fatto caso che, se ci capita di essere di fronte ad una situazione particolare, se si mette a piangere una persona, tutte le altre la seguono a ruota?
##
Ma a parte questa nota "Folcloristica", se si sta a fianco a dei "Musoni", introversi che non hanno voglia di parlare, un pò del loro carattere purtroppo lo si assorbe. Cosa analoga accade per quanto riguarda le persone allegre e l'allegria.
Dunque, cosa fare?

Saluti a Tutti
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 05-01-2006, 15.27.02   #47
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Citazione:
Messaggio originale inviato da Alessandro D'Angelo
#
Non sono d'accordo che chi ha in se una grande fede in Dio si deprima facilmente.
Credo invece che l'amore che il credente percepisce, anche come illusione, da qualunque Entità Superiore provenga, fa si che questi non si deprima al primo cattivo evento le capiti; qualunque sia il campo o il settore. La speranza e la fede del credente lo allontanano dalla convinzione che nulla si potrà risolvere.

È chiaro che quando ho scritto amore intendevo per lo più eros... sesso (in realtà eros è di più che il semplice sesso); e quando ho scritto Dio intendevo un Dio che non per forza è amore (agape)... ma potenza, forza, maestosità, un qualcosa di lontano e che non ci riguarda...

Insomma, per farla breve... mio padre era credente... credeva nell'amore di Dio, eppure si è tolto la vita...

Ma non metto in dubbio, che le parole di Marx sotto alcuni versi possono essere anche vere... "la religione è l'oppio dei popoli". La fede, la speranza e l'amore possono di sicuro allontanare la depressione, o renderla meno frequente.


ELia
Elijah is offline  
Vecchio 14-05-2006, 15.59.29   #48
cincin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-05-2006
Messaggi: 185
Citazione:
Messaggio originale inviato da Alessandro D'Angelo
Gentili amici,

ecco una piccola curiosità sulla depressione:

Il pesce contro la depressione.

A cura di Gabriella La Rovere, Medicina Estetica e Naturale

La dott.ssa Alexandra Richardson, dell'università di Oxford, afferma che mangiare il pesce può curare la depressione e la dislessia.
###
Il cervello ha bisogno di particolari grassi per poter funzionare in modo ottimale e grandi quantitativi di Omega-3 sono presenti in alcuni pesci, riuscendo a curare svariate patologie.
###
Ha anche affermato che la mancanza di questi grassi può essere la causa di depressione, autismo, dislessia.

Saluti a tutti
Depressione e olio di pesce.
Le cause della depressione vanno ricercate nel calo dell'apporto di acidi grassi omega 3 a catena lunga, contenuti nei pesci dei mari freddi e nell'olio di pesce che se ne ricava. Infatti, uno degli effetti positivi dell'olio di pesce ad alto dosaggio è quello di aumentare i livelli della serotonina. E secondo i ricercatori in campo psichiatrico, la depressione è spesso provocata da una carenza del neurotrasmettitore serotonina, appunto.
Inoltre, si è scoperto che in un cervello in condizioni normali il flusso sanguigno appare uniforme, mentre nei pazienti depressi risulta disseminato di "buchi" che denotano un flusso sanguigno scarso o addirittura assente [insufficienti quantità di agidi grassi omega 3 riducono la fluidità del flusso ematico] .
Gli eschimesi della Groenlandia è il popolo che nel mondo mangia più pesce, e in cui la depressione è praticamente sconosciuta.
In Giappone in cui si mangia tanto pesce, i tassi di depressione sono di molte volte più bassi rispetto ad altri paesi in cui si mangia meno pesce.
Studi su cavie mostrano come la quantità di serotonina presente nella corteccia frontale nel cervello degli animali aumenta nettamente in seguito a consumo di olio di pesce ad alto dosaggio, al contrario di quello che succede ai gruppi di controllo cui viene somministrata la dieta standard ricca di grassi omega 6.

Tratto da La Zona Omega 3RX, Barry Sears, Sperling & Kupfer Editori.

Ciao cincin
cincin is offline  
Vecchio 14-05-2006, 20.31.52   #49
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Cincin, ormai sugli Omega tre nessuno piu' ha dubbi....potevi anche dirlo con parole tue...senza pubblicizzare il solito.....

Anche una mancanza di attivita' fisica puo' generare depressione, oltre a problemi di tipo interiore, le endorfine prodotte durante l'attivita' fisica sono un ottimo antidepressivo....ed essendo simili agli oppiacei lo sport finisce con il dare dipendenza, questa volta pero' abbastanza benefica.
Yam is offline  
Vecchio 14-05-2006, 21.53.50   #50
cincin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-05-2006
Messaggi: 185
Ciao Yam, quando si portano degli studi scientifici bisogna sempre citarne la fonte bibliografica per correttezza, cosicchè, chiunque voglia verificare che quello che scrivo sia vero, possa farlo, e non essendo io medico non posso "prescrivere" terapie. Con la salute non si scherza.
E io preferisco sempre portare stralci di libri piuttosto che commentare a parole mie, perchè in definitiva quello che so l'ho appreso dai libri. E la legge dice che quando si riportano in internet parti di libri, la condizione per non incorrere nella lesione dei diritti d'autore (perdonami non so come si dice con precisione) è quella di citarne la fonte. Così facendo io mi tutelo.
Ciao cincin

Ultima modifica di cincin : 14-05-2006 alle ore 21.55.13.
cincin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it