Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 03-01-2007, 09.47.49   #21
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?

Citazione:
Originalmente inviato da Cornelio
Però è vero come tu dici massylety, l'avvenimento di Fatima fà riflettere. Aldilà del miracolo l'avvenimento fà riflettere per le sue contraddizioni non solo i cattolici, ma anche i cristiani in generale, altri di altre confessioni religiose, filosofi e studiosi. A me personalmente fà riflettere una "riflessione" letta in un giornale: "il quotidiano di Lecce". L'autore di questo lungo articolo pubblicato il 03-06-00, tale Arrigo Colombo, uomo di fede come si definisce, ma anche uomo di ragione, professore di filosofia e studioso dell'utopia, cosi scrive: (cito solo alcuni passaggi) (...) cominciamo dai segreti. Il primo inizia con una spaventosa visione dell'inferno come monito all'umanità traviata e peccatrice, che dovrebbe convertirsi sotto la minaccia dell'atroce pena. Ma sull'inferno il pensiero teologico, oggi, non è più sicuro come un tempo. Per ragioni teoretiche: perchè una pena eterna, infinita nella durata, non ha senso nella finitudine dell'uomo, per la limitata coscienza ch'egli ha del male, la limitata responsabilità; anche nei crimini più gravi. Per ragioni storiche ed esegetiche: perchè l'inferno è sostanzialmente assente dalla tradizione biblica veterotestamentaria (la punizione degli empi dal II sec. a.C., già in età apocalittica); compare per la prima volta con chiarezza nel capostipite della letteratura, il libro di Enoc (10,12-13, l'abisso di fuoco), provenendo dalla tradizione iranica; e cosi penetra nella cultura ebraica, e da questa nei vangeli; ma con l'annunzio evangelico si trova in contrasto con la legge dell'amore, la legge del perdono. Se il perdono è richiesto all'uomo in misura incondizionata, e proprio in riferimento all'amore misericordioso del Padre, non si capisce come mai il Padre non perdoni al Suo piccolo figlio, ma lo colpisca cosi ferocemente. A parte la scappatoia che nell'inferno non ci sarebbe nessuno, estremo appiglio dei conservatori anche illustri (il teologo von Balthasar, ad esempio), che a dir poco è ridicola. La Madonna, dunque, madre buona e gentile, minaccia l'umanità con una pena atroce che poi è fittizia. Si obietta che parla secondo la mentalità del tempo, che nel 1917 l'inferno tra i cattolici era credenza intatta. E perchè allora non discoprire l'inganno? perchè da madre buona e gentile, non attrae l'umanità con la forza dell'amore, ch'è poi l'autentica forza dell'annunzio cristiano; piuttosto che con quella "religione del timore" che il potere ecclesiastico aveva foggiato a suo supporto, l'intimidazione per il dominio?. Il groviglio di contraddizioni è intricato: la Madonna interviene a sostegno della "religione del timore". Si, perchè il segreto continua su questa linea, e predice la Seconda guerra mondiale; ancora un monito minaccioso. Rispetto al quale non ha molta importanza la predizione come tale, il fatto che nel 1917 la Seconda guerra mondiale non fosse prevedibile. Il secondo segreto prevede l'ascesa dell'Urss come potenza mondiale atea e persecutrice della chiesa. Ma l'Urss non era solo questo; è stato anzitutto una grande forza per la lotta dei poveri (i prediletti del vangelo), per la loro redenzione materiale: la dignità del lavoro, l'equità ed equa ascesa del salario, l'istruzione, la sicurezza sociale. Una forza per le organizzazioni operaie, i partiti operai che in tutto il mondo conducevano questa lotta. Per la redenzione anche materiale del povero che il vangelo aveva annunziato, che la primitiva comunità s'era impegnata a realizzare, com'è detto negli 'Atti degli apostoli': che tutto tra loro era comune, perchè chi possedeva dei beni ne portava il ricavato ai piedi degli apostoli, e veniva diviso tra tutti. e <nessuno più tra loro era indigente> (4,34). La Madonna dovrebbe conoscere questo grande apporto; non solo il dispotismo, il potere annientatore, la persecuzione. (.......) E' chiaro che tutto questo discorso non concerne la Madonna come tale, ma le apparizioni e le loro incongruenze. Le "cosidette" apparizioni, perchè stando a quel che si vede e si sente, questo fenomeno presenta connotati strani e certo problematici. Il suo moltiplicarsi, il suo continuo ripetersi, la Madonna che qui appare, là lagrima, altrove sanguina, dovunque fa miracoli; la Madonna che prega se stessa recitando il Rosario, come a Loudes, con Bernadette; che raccomanda il culto al suo "cuore immacolato", come a Fatima. Non molto modesta, diremmo. Sopratutto non parla del Padre, dell'amore paterno di Dio, ch'è il perno dell'annunzio cristiano; non invita alla preghiera al Santo e allo Spirito. Si muove cioè nell'ambito di alienazione della religiosità popolare moderna, dominata dal culto di madonne, santi, morti; da feste, processioni, statue, santuari ancor sempre di madonne e santi; anzichè dall'"adorazione di Dio in Spirito e Verità", dall'adorazione del Padre. Dominata da preghiere ripetitive come il rosario, anzichè dalla preghiera e meditazione biblica, e dalla preghiera personale, il colloquio interiore con Dio..(.....)


Ciao Cornelio.
Porti il nome del primo pagano convertito al Cristianesimo, questo mi da speranza!
Quindi secondo te la nostra Religione e' dominata da vari culti scomposti per soddisfare il capriccio di molti?
No, vedi il problema e' tutto nell'interpretazione di questi messaggi, mi spiego meglio, se a Fatima la Madonna e' apparsa dando delle precise disposizioni agli uomini di Chiesa e a tutti gli esseri umani lo ha fatto solo per avvisare l'umanita' del rischio tremendo che il peccato produce.
Se e' vero che il peccato e' entrato nel mondo per invidia del diavolo come afferma San Paolo e se e' vero che se un membro e' malato tutto il corpo ne risente, chiediamoci: ora come ora com'e' messo questo pianeta?
La Madonna non vuole nulla per Se, ma tutto rimanda a Suo Figlio, quindi le preghiere, la lode, l'amore, non e' apparsa senza la Volonta' esplicita e Sacrosanta di Dio, non e' apparsa per sostituirsi a Dio, ma al contrario ha detto: Se l'uomo non smettera' di offendere Dio ....
Ma siccome l'uomo non ha intenzione di smettere, allora sull'umanita' i castighi arriveranno,.. purtroppo!
E' inutile predicare un Amore diverso da quello che Cristo ha predicato, e' inutile dire io amo Dio se poi non ci curiamo dei suoi Comandamenti.
Le anime vanno all'inferno, ma per salvarle Dio ha stabilito.......se si dara' ascolto.....ma chi presta ascolto alle Parole della Madre di Cristo?
In qualche capitolo della Bibbia c'e' scritto che due terzi delle nazioni spariranno!
Chiediamoci come!
Per confermare che questa apparizione non e' una "bufala" Dio ha compiuto il Miracolo del Sole.

La porta del Paradiso e' piccolissima e solo gli umili ci entreranno, quelli che in questa vita si sono fatti piccoli per amore di Dio.
Maria Santissima e' la porta! Ma per entrarvi bisogna lavarsi l'anima dai Peccati, bisogna ascoltare quelo che ci chiede con umilta'.
massylety is offline  
Vecchio 03-01-2007, 17.35.52   #22
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Citazione:
Originalmente inviato da anacleto
Il Problema Del Nostro Tempo È Che Non Vogliamo Accettare La Condizione Umana Impregnata Di Dolore. Noi In Occidente Tentiamo Di Nasconderlo, Di Non Parlarne, Di Non Rifletterne. Eppure Personalmente Con La Morte Tragica Di Due Esseri Che Amavo Moltissimo Mia Moglie E Mio Figlio, Nel Dolore Ho In Chiesa Invocato Dio PerchÈ Non Aveva Accolto La Mia Supplica. Ma Le Tenebre Del Dolore E La Solitudine Del Deserto Mi Hanno Aperto Al Mistero Del Soffio Divino. Vi DirÒ Soltanto Che Non Ho Visto Visioni E Non Sono Stato In Estasi, Ma Ho Sentito La Percezione Dello Spirito Che I Miei Cari Vivono In Un'altra Dimensione Nella Pienezza Della Gloria Del Signore. Che Dire Di Fronte All'incredulitÀ Di Molti, Alle Apparizioni Della Vergine Immacolata. Certo Non È Un Dogma Di Fede Crederci Per Salvarsi, Ma Sono Convinto Che È Nescessario Aprirci Al Mistero. Le Varie Profezie Sono Chiare. Personalmente Arrriveranno Tempi Bruttissimi Per L'intero Occidente E I Cristiani Anche In Occidente Saranno Perseguitati. Ma Alla Fine Dio TrionferÀ. Da Troppo Tempo Lo Abbiamo Allontanato Dalle Nostre SocietÀ Occidentali, Abbiamo Tolto I Crocifissi Dagli Ambienti Pubblici, Abbiamo Detto Che Non È Opportuno A Insegnare Religione Nelle Scuole, Abbiamo Calunnniato, Offeso, Vilipeso I Papi E I Santi. PerÒ Nessuno SarÀ Salvo Senza Dio. Ma Se Non Hanno Creduto In GesÙ Che OperÒ Miracoli Prodigiosi, RisuscitÒ Lazzaro E SÈ Stesso, Come Pretendiamo Che La Gente Creda Nelle Apparizioni Della Immacolata?
GesÙ Ritarda La Sua Venuta Al Fine Dei Tempi PerchÈ L'uopmo Prima O Poi Si RavvederÀ E Quando PenserÀ E AgirÀ Per L'avvento Del Regno Di Dio Allora Avremmo Raggiunto La Fine Dei Tempi E VerrÀ Lui A Giudicarci.
Caro Anacleto,
in tanto mi dispiace che tua abbia dovuto soffrire enormemente per trovare
la via della spiritualità!
Certo la vita ha per tutti gioie e dolori e nessuno è esente.
Ma i raggi che portano al Sole Centrale sono tanti e non bisogna necessariamente appartenere ad una religione per giungere alla Verità.
Gesù Cristo è il Maestro dei Maestri eil Suo messaggio se ben compreso
conduce proprio al concetto di Unità.
All'Amore Universale!
Non è quindi un messaggio di separazione ma di Unione.
Non mi permetto mai di giudicare il mio prossimo. Chi sono io per dire se quella
esperienza negativa (apparentemente negativa) non sia fonte di grande bene per la sua e per le altrui anime?
Quanto al giudizio universale ti trasmetto una bellissima preghiera
per me tanto consolante e veritiera:

Altissimo Signore, che il Cristo ci ha insegnato a chiamare Padre,
non puoi averci generato perchè ci perdessimo
e non puoi aver sottoposto la nostra salvezza alla nostra debolezza,
nascosto il nostro vero bene con la nostra incapacità di comprendere.
Noi siamo confusi, incerti, dominati dall'egoismo, limitati.
Non può essere che Tu abia subordinato la nostra eterna beatitudine
alla padronanza di virtù che non possiamo avere, al possesso di una natura che non è di tutti e chenon sempre è nostra.
Tu sei amore ed il Tuo amore non può essere condizionato dalle nostre
azioni, dalla nostra incoscienza:
Il tuo amore non può cessare, arrendersi, di fronte ai nostri errori, comunque grandi siano.
Il tuo amore non può essere impotente di fronte alla nostra cecità e al nostro rifiuto, perchè è amore divino e come tale è illimitato nulla e nessuno può escludere:
Oh Padre, fa che siamo consapevoli della grandezza del Tuo Amore!
E allora comprenderemo che quanto ci accade per la nostra incoscienza, per il nostro egoismo, per la nostra cecità e crudeltà e il nostro rifiuto, Tu lo permetti per il nosro vero bene:
Padrfe, fa che troviamo in noi questa sicurezza ed allora ci sarà più facile accettare quanto ci accade:
Fa che comprendiamo che stiamo nascendo alla vita delo spirito e quanto sia per noi importante vivere consapevolmente per trovare quella comprensione che ci svela quanto ci ami.
Trasmesso dall'entità Teresa al Cerchio 77


Questa preghiera la trovo molto consona a chi si trova in situazioni di sofferenza e non capisce il perchè!
Ti auguro un cammino sereno e libero da giudizi!
Il mondo non è ciò che appare ma ciò che ne facciamo noi!
paperapersa is offline  
Vecchio 03-01-2007, 20.44.49   #23
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?

massylety ): La porta del Paradiso e' piccolissima e solo gli umili ci entreranno, quelli che in questa vita si sono fatti piccoli per amore di Dio.
Maria Santissima e' la porta! Ma per entrarvi bisogna lavarsi l'anima dai Peccati, bisogna ascoltare quelo che ci chiede con umilta'.


joannes ) : è vero, riprendo le tue parole caro massy ma per un momento divento incredulo come se lo fossi sempre stato; allora mi chiedo:"ma sarà mica tutto vero quel che dicono sti cristiani, ste apparizioni e tutto il resto"? ma questo aimè avviene solo quando si è lontani da "casa", lontani da un forum che può inorgoglire la nostra sapienza, lontani da tutto forse perchè è accaduto qualcosa che nella nostra vita non pensavamo potesse succedere (vedi l'esperienza di anacleto), provando realmente che quel in cui credevamo o non credevamo non sortisce un reale effetto di svelamento di qualche realtà!
c'è una testimonianza in proposito, il padre di un avvocato di una mia amica, il quale era a sua volta avvocato con il proprio studio; egli era ateo, ma penso che la maggior parte lo siano proprio perchè non si pongono il problema se sono nati o meno o a cosa serve quello che chiamano vita; la vivono e basta presi dal loro lavoro, dall'avere sempre piu soldi ed essendo sempre tristi, rancorosi, egoisti, chiusi nel proprio piccolo limitato strettissimo universo! cosi a quest'uomo gli venne regalata una Bibbia che però lui pose sulla scrivania senza nemmeno mai aprirla ma un giorno perse una causa ed era afflitto, ma veramente afflitto; forse credo quando arriva una semplice, piccola sconfitta della vita per una persona cosi chiusa in un mondo circoscritto deve essere un gran bel dolore, anche se c'è abbondanza in questa vita, se non manca certo il cibo, la casa i vestiti; per cui era inconsolabile e si chiedeva:"chi mai può consolarmi"?; e sia prese a aperse la Bibbia li vicino e trovò su scritto :" Io sono il tuo consolatore.....ecc".
Si convertì all'istante un po come Matteo chiamato da Gesù, capi il significato di essere libero, di quella libertà che solo Gesù ti da; libero dai vincoli, maschere infinite e certezze umane che rendono l'uomo solo un piccolo essere triste; come può un uomo consolarne un altro? può egli solo dirci "o come mi dispiace" oppure " fatti forza" e via dicendo; il Cristo gesù no, ti libera ora da tutte quelle zavorre che tanto pesano e che solo noi, soli la sera in camera senza nessuno, sentiamo durante la giornata; quella solitudine vera, reale che nessuno conosce, quella tristezza del cuore che tentiamo di nascondere e seppellire con le cose di questo mondo; lavoriamo e fatichiamo tanto solo per una piccola ed effimera dose di felicità, ma lavoriamo affinchè abbiamo almeno quella dose; ma non ha forse detto gesù di cercare prima la vera giustizia, quella del regno dei cieli e tutto ci sarà dato in aggiunta? non ha forse detto che è inutile affannarsi tanto perchè non potremo aggiungere un minuto alla nostra vita? allora da dove tutta quella forza dei santi, anche dei santi che nessuno conosce dopo che si è incontrato Cristo? sarà vero dunque che lui è la Via, la Verità, la Vita perchè solo lui può darci queste tre cose; chi altro ce le ha date? cos'è dunque l'amore di cui parla il cristiano per mezzo di Cristo che non ritroviamo in nessun altra sapienza conosciuta?
allora tutta quella gente a Fatima ha davvero visto qualcosa,è reale questo messaggio o ritengo che tutto è inutile e rimango qui nella mia sapienza con i miei dolori e piccole vittorie o gioie che siano?
ecco per capire il mistero bisogna entrare in esso, solo in questo modo capiremo quanto eravamo piccoli, quanto egoistico il nostro pensiero!
joannes is offline  
Vecchio 03-01-2007, 21.54.21   #24
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Caro Anacleto,
in tanto mi dispiace che tua abbia dovuto soffrire enormemente per trovare
la via della spiritualità!
Certo la vita ha per tutti gioie e dolori e nessuno è esente.
Ma i raggi che portano al Sole Centrale sono tanti e non bisogna necessariamente appartenere ad una religione per giungere alla Verità.

Lo diceva anche un demonio in un esorcismo!

Gesù Cristo è il Maestro dei Maestri eil Suo messaggio se ben compreso
conduce proprio al concetto di Unità.
All'Amore Universale!
Non è quindi un messaggio di separazione ma di Unione.
Non mi permetto mai di giudicare il mio prossimo.

No! solo cancellarne il ricordo! sopratutto dei Cattolici e della loro Chiesa.

Chi sono io per dire se quella
esperienza negativa (apparentemente negativa) non sia fonte di grande bene per la sua e per le altrui anime?
Quanto al giudizio universale ti trasmetto una bellissima preghiera
per me tanto consolante e veritiera:

Altissimo Signore, che il Cristo ci ha insegnato a chiamare Padre,
non puoi averci generato perchè ci perdessimo
e non puoi aver sottoposto la nostra salvezza alla nostra debolezza,
nascosto il nostro vero bene con la nostra incapacità di comprendere.
Noi siamo confusi, incerti, dominati dall'egoismo, limitati.
Non può essere che Tu abia subordinato la nostra eterna beatitudine
alla padronanza di virtù che non possiamo avere, al possesso di una natura che non è di tutti e chenon sempre è nostra.
Tu sei amore ed il Tuo amore non può essere condizionato dalle nostre
azioni, dalla nostra incoscienza:
Il tuo amore non può cessare, arrendersi, di fronte ai nostri errori, comunque grandi siano.
Il tuo amore non può essere impotente di fronte alla nostra cecità e al nostro rifiuto, perchè è amore divino e come tale è illimitato nulla e nessuno può escludere:
Oh Padre, fa che siamo consapevoli della grandezza del Tuo Amore!
E allora comprenderemo che quanto ci accade per la nostra incoscienza, per il nostro egoismo, per la nostra cecità e crudeltà e il nostro rifiuto, Tu lo permetti per il nosro vero bene:
Padrfe, fa che troviamo in noi questa sicurezza ed allora ci sarà più facile accettare quanto ci accade:
Fa che comprendiamo che stiamo nascendo alla vita delo spirito e quanto sia per noi importante vivere consapevolmente per trovare quella comprensione che ci svela quanto ci ami.
Trasmesso dall'entità Teresa al Cerchio 77

Ehm.... perdonami ma chi sarebbe questa famigerata entita' 77?
Cioe' non dovremmo credere ai Vangeli Canonici e alle testimonianze dei Santi per credere alle entita' numeriche?


Questa preghiera la trovo molto consona a chi si trova in situazioni di sofferenza e non capisce il perchè!

Perche' Cristo non si e' Incarnato per spiegare la sofferenza, ma per Santificarla ..ecco perche'!
Dio, il Padre (non cosmico o galattico) ha scelto per la Redenzione la via della Croce, quella via che e' stoltezza per coloro che vanno in perdizione, (non reincarnazione)
ha scelto la via della sofferenza perche' il peccato entrato nel mondo per invidia del diavolo (non entita') aveva rovinato e l'uomo e la Creazione!

Ti auguro un cammino sereno e libero da giudizi!

Il mondo non è ciò che appare ma ciò che ne facciamo noi!
Questa non l'ho capita! davvero!!
massylety is offline  
Vecchio 07-01-2007, 10.14.28   #25
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Questa non l'ho capita! davvero!!

E allora te la spiego: tu, io, tutti siamo parti di Dio
e come tali abbiamo in piccolissima parte i suoi poteri creativi
(vuoi negare la tua creatività? quella del tuo prossimo?)
E' ormai dimostrato che la nostra mente ha qualità importanti e che
immaginare porta a creare (sto parlando di immaginare, attento non di fantasticare!) L'immagine che tu ti fai nella tua mente condiziona in senso positivo o negativo la creazione che avverrà!
In fondo la preghiera concentrata sulla pace cosa altro è se non un pensiero
collettivo su una possibilità! Ora immagina se questo pensiero concentrato
seguito da immagini di un mondo pieno di gioia, di musica, di condivisione
di amicizia, di salute totale, immagina se tutta la bellezza, l'armonia,
la pace che vuoi per te la immaginiamo con tensione, desiderio, concentrazione (centratura del tuo Io) per il tutto, se tutta la luce che
vuoi nel mondo tutti la immaginiamo, immagina e produci con la mente
questa visione di un mondo di gioia! Immagina che questavisione
sia generalizzata o quanto meno che sia del maggior numero possibile
di menti creative sulla terra, riesci a vedere la trasformazione? La vedi?
Ora se questa visione di pace che senti dentro e questa tensione
verso l'armonia diviene impegno quotidiano!! di tante menti, tutte nelo stesso istante! tutte che mirano a quell'unico obiettivo! Ecco che facciamo centro
La freccia si dirige verso il centro e non può deviare
e noi piccole parti di Dio realizziamo il Piano di Dio!
E' un fatto di fede questo si hai ragione! Fede incrollabile che sposta le montagne!
Se avrete fede quanto un granellino di senape direte a questa montagna :Spostati ed essa si sposterà!
E' Cristo che lo dice e dice anche :Sta scritto: siete Dei!
Dobbiamo solo non vedere un Dio lontano da noi ma dentro di noi:
Il Regno di Dio è dentro ognuno di noi! Ed è sempre Cristo che lo dice!
Solo che se come al solito diciamo: si ma tanto non cambierà mai nulla! Perchè io faccio tutto quello che posso ma c'è sempre chi non lo fa!
dubitiamo! e la fede non c'è!
La vera fede non è in un Dio che torna a premiare o punire!
La vera fede è la costruzione singola della pace per mezzo degli uomini di buona volontà! E' questa la Gloria di Dio!
paperapersa is offline  
Vecchio 07-01-2007, 13.20.30   #26
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?

E' Cristo che lo dice e dice anche :Sta scritto: siete Dei!


Puo' forse Cristo avere commesso errori? essere stato in contraddizione con se stesso?
Come mai dice sarete Dei e poi piu' avanti dice non spetta a voi saperlo!
Oppure voi non potete aggiungere un solo capello al vostro capo?
Vedi, significa che siamo fatti ad immagine di Dio a sua Somiglianza ed Egli ci ha posto nel punto piu' in alto della Sua Creazione, sta scrittto infatti:
Che cos'e' l'uomo perche' Tu te ne curi e il Figlio dell'uomo perche' Tu te ne dia pensiero...eppure ecco! Poco meno degli Tu lo hai creato di Gloria e di Onore lo hai coronato!
Non abbiamo l'immoratlita'! questo e' un esclusivo dono che Dio ci ha fatto!
Infatti sta scritto: Ora,egli non stenda piu' la mano e non prenda anche dell'albero della vita, ne mangi e viva sempre!



Dobbiamo solo non vedere un Dio lontano da noi ma dentro di noi:
Il Regno di Dio è dentro ognuno di noi! Ed è sempre Cristo che lo dice!
Solo che se come al solito diciamo: si ma tanto non cambierà mai nulla! Perchè io faccio tutto quello che posso ma c'è sempre chi non lo fa!
dubitiamo! e la fede non c'è!

Altra cosa e' il dubitare e altra ancora e' guardarsi intorno,Dio ha bisogno anche di noi ma sopratutto noi di Lui!

La vera fede non è in un Dio che torna a premiare o punire!
La vera fede è la costruzione singola della pace per mezzo degli uomini di buona volontà! E' questa la Gloria di Dio![/quote]

La Gloria di Dio e' compiere il suo volere e accettare con Umilta' cio' che ci ha detto: Pregate sempre senza stancarvi-Vegliate e pregate per non entrare in tentazione- chiedete e vi sara' dato- Io sono il pane Vivo disceso dal Cielo, chi mangia di Me vivra' per Me!

Alla prossima Papera cosi' approfondiremo meglio ciao.
massylety is offline  
Vecchio 07-01-2007, 17.41.08   #27
Cornelio
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-03-2004
Messaggi: 214
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Ciao Johannes.
Vedi e' come dico io di solito: e' la solita Giostra!
Se credi per fede sei un imbecille perche' credi in quello che storicamente non e' stato accertato dai sapientoni di questo mondo, se credi ti parlano di scienza, ti dicono portami la prova!
Non sembra sia cambiato molto il mondo, credo sia identico ai tempi di Cristo!
Insomma caro Johannes se hanno perseguitato il Signore perseguiteranno anche tutti coloro che gli appartengono, quindi non darti pena, ma gioisci perche': Beati sono coloro che soffrono per Lui!
E' come dici, non c'e' peggior sordo e cieco..... anche il Signore lo diceva sai,
"Se foste ciechi non avreste alcun peccato..ma siccome dite IO VEDO, il vostro peccato rimane!"
Ciao e alla prossima.

Sai massylety..secondo me... se la fede, poca o tanta, oppure cieca, è una grazia che molti hanno, la Ragione, Dio l'ha data a tutti, ma proprio a tutti. Gesù stesso ha consigliato di usarla; non ha detto: "abbiate il cuore candido come colombe, ma siate prudenti come serpenti"? ed il serpente non è la rispondenza stessa della Ragione?. Poi cosa c'entra il peccato, col credere a tutti messaggi che la chiesa certifica come veri?.
Si parla tanto di miracoli, ma è proprio questo mi sconcerta. Il miracolo giudica e non libera l'uomo. L'uomo è libero davanti a Dio, libero di incamminarsi verso Oriente, oppure di procedere verso Occidente, perchè a Dio si deve arrivare per propria libera scelta, e cioè con l'amore a Lui ed al nostro prossimo, e non per costrizione, sia pur di miracoli. Se Dio voleva dei zombi senza ragione, zombi ci faceva, e non uomini liberi e con la Ragione; uomini liberi che un giorno potranno essere davanti a Lui e chiamarlo: 'Padre' (e non padrone). Io mi considero un apprendista cristano cattolico (universale) e un pò meno cattolico romano, rispetto perciò la religione e le pratiche religiose in uso nel nostro paese, con le sue tradizione e credenze varie, però rilevare contraddizioni in ogni cosa che ci viene detta, mi sembra cosa ovvia.
Un caro saluto.
Cornelio is offline  
Vecchio 08-01-2007, 10.30.35   #28
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?

Gesù stesso ha consigliato di usarla; non ha detto: "abbiate il cuore candido come colombe, ma siate prudenti come serpenti"?



Veramente ha detto: Siate semplici come colombe,ma astuti come i serpenti!



ed il serpente non è la rispondenza stessa della Ragione?


Ti risulta? Casomai e' astuto!



Poi cosa c'entra il peccato, col credere a tutti messaggi che la chiesa certifica come veri?
Si parla tanto di miracoli, ma è proprio questo mi sconcerta. Il miracolo giudica e non libera l'uomo. L'uomo è libero davanti a Dio, libero di incamminarsi verso Oriente, oppure di procedere verso Occidente, perchè a Dio si deve arrivare per propria libera scelta, e cioè con l'amore a Lui ed al nostro prossimo, e non per costrizione, sia pur di miracoli. Se Dio voleva dei zombi senza ragione, zombi ci faceva, e non uomini liberi e con la Ragione; uomini liberi che un giorno potranno essere davanti a Lui e chiamarlo: 'Padre' (e non padrone). Io mi considero un apprendista cristano cattolico (universale) e un pò meno cattolico romano, rispetto perciò la religione e le pratiche religiose in uso nel nostro paese, con le sue tradizione e credenze varie, però rilevare contraddizioni in ogni cosa che ci viene detta, mi sembra cosa ovvia.
Un caro saluto.[/quote]


Siamo sempre liberi di accettare oppure no una determinata cosa, anche spirituale.
Io me la prendo con chi vuole ridicolizzare e sminuire,non con chi "non vuole o non puo'.. ancora crederci".
Giusto..uno deve credere per amore, non si deve mai sentire obbligato, ma visto che mi parli di ragione inviterei l'umanita' ad usarla!
A Fatima forono predette cose che puntualmente si sono avverate e altre dovranno avverarsi.
Lumanita' dovra' fare i conti con cio' che Santi e profeti hanno scritto e hanno detto.
Stia bene anche la contraddizione, ma ti chiedo : A Fatima hai trovato qualche contraddizione?
Un caro saluto anche a te.
ciao
massylety is offline  
Vecchio 08-01-2007, 14.16.09   #29
anacleto
Ospite
 
Data registrazione: 27-12-2006
Messaggi: 10
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?


Mi dispiace Mary però la scienza non può pretendere di entrare a spiegare il mistero della resurrezione di Gesù senza la sperimentazione. Altrimenti non è più scienza che dovrebbe sempre agire orrizzontalmente per capire e far capire. Quando invece la scienza si fa portavoce di teorie, allora non è più tale e riduce la sua funzione e quindi predende ridurre anche le facoltà dell'uomo. Meglio sarebbe che come scienziata dicessi: non lo sappiamo e basta. Mi sembra più serio. Del resto anche sulla nascita dell'Universo, includendo il buon Einistein, la scienza ci parla di ipotesi e di teorie che sono fuori dalle proprie categorie sperimentali.
La Resurrezione di Gesù è soltanto materia di fede e come tale qualsiasi persona dovrebbe mantenere al riguardo rispetto per chi ci crede.
Ad ogni modo ti amo come amo tutti; coloro che credono e coloro che non credono.
anacleto is offline  
Vecchio 08-01-2007, 16.46.38   #30
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Fatima messaggio di tragedia o di speranza?

Citazione:
Originalmente inviato da anacleto
Mi dispiace Mary però la scienza non può pretendere di entrare a spiegare il mistero della resurrezione di Gesù senza la sperimentazione. Altrimenti non è più scienza che dovrebbe sempre agire orrizzontalmente per capire e far capire. Quando invece la scienza si fa portavoce di teorie, allora non è più tale e riduce la sua funzione e quindi predende ridurre anche le facoltà dell'uomo. Meglio sarebbe che come scienziata dicessi: non lo sappiamo e basta. Mi sembra più serio. Del resto anche sulla nascita dell'Universo, includendo il buon Einistein, la scienza ci parla di ipotesi e di teorie che sono fuori dalle proprie categorie sperimentali.
La Resurrezione di Gesù è soltanto materia di fede e come tale qualsiasi persona dovrebbe mantenere al riguardo rispetto per chi ci crede.
Ad ogni modo ti amo come amo tutti; coloro che credono e coloro che non credono.

Sarà perchè non ho tutte le rotelle a posto ma penso che non esista niente a questo mondo alla quale si debba credere per fede.
La resurrezione di Cristo non credo sia avvenuta come mi hanno detto ovvero che il corpo fisico è andato in cielo. Il corpo fisico, sangue, ossa, carne, appartiene alla terra non vi è alcuna ragione per portarlo da un'altra parte.

La resurrezione è avvenuta (almeno io ci credo) e cercare una spiegazione scientifica non ha senso, almeno oggi, perchè altrimenti dovremmo cominciare a fare ricerche serie sulla reincarnazione, sulla telecinesi, sulla telepatia, sulle predizioni, sui viaggi fuori dal corpo ecc.

La scienza è solo uno strumento che aiuta a comprendere meglio il mondo in cui si trova, non certo i mondi spirituali. Quelli non vi è ricerca scientifica che possa raggiungerli anche se..... le nuove scoperte hanno rivelato che la materia è.....pura energia. Energia che diventa materia, materia che diventa energia.
E così mi sembra ci si avvicini un po' di più allo spirituale.

Ma ad essere proprio sinceri sinceri, a me dei dogmi della chiesa non me ne importa niente e forse neppure della natura di Gesù e della Sua resurrezione, quel che per me conta sono le Sue Parole e l'aiuto che offrono per camminare con una qualche mappa in mano.
Le mappe sono importanti per orientarsi (se poi sono sbagliate ti mettono in serie difficoltà, come se non fosse già tutto difficile) ma conta di più il passo che si mette, uno dopo l'altro e l'esperienza che si fa.

Io non dico che gli altri percorsi siano sbagliati se uno decide di andare a Roma ma invece di prendere il treno Milano-Roma prende il Milano-Mosca
e fa il giro del globo, è un suo cammino. Forse si divertirà più di me che ho preso la strada più breve. Forse farà più esperienza di me, e avrà più meriti agli occhi del Divino. Che ne posso sapere io?
Ma io non posso prendere il Milano-Mosca perchè ho visto il Milano-Roma e se prendessi l'altro mi sentirei di approfittare della pazienza del Cielo.

Avete presente i tassisti che per portarti in una via vicino alla stazione fanno il percorso più lungo possibile, o ti fanno girare in tondo?!!!!! Non sono onesti e così penso si senta chi fa una strada che ritiene sbagliata, non si sente onesto con se stesso. E la propria coscienza è giudice e la guida più implacabile.

Mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it