Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 01-03-2007, 20.42.29   #11
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
....
ancora una volta dunque il vangelo esorta alla conversione del cuore in questa vita, a cambiar vita e la fine dei tempi è opera e volontà di Dio; nessun altro può conoscere nemmeno attraverso le scritture; affermare: il vangelo è stato conosciuto in tutto il mondo non è esatto giacchè ai tempi di Gesù "Fino ai confini della terra" voleva dire Roma!
ma come ho detto, se uno si fissa su quel che non può sapere, nel mentre tralascia la propria salvezza, il proprio non rinascere in spirito il vangelo cosi come le Scritture sono uanto mai di piu lontano dall'essere comprese e con esse la Parola di Verità!

Siamo divisi nella mente e nello spirito. Non ascoltiamo le semplici e profonde parole di Gesù, che sono parole che possono scaturire dal cuore di chiunque viva su questa terra e ricerchi la verità in se stesso.

Le religioni non fanno altro che aiutare l'uomo a restare diviso, ha le proprie buone ragioni. Ma noi abbimo le nostre buone ragioni per risvegliarci dal torpore in cui giacciono le nostre menti e i nostri cuori.

Non preoccupiamoci di leggere ed interpretare libri su libri, ma ricerchiamo nella vita vera, dove la sostanza e non l'apparenza sia la vera regina.

Gesù è probabile che sia venuto in forme umane chissà quante volte, ma non si è fatto riconoscere perchè era qualcosa di impossibile anche per Lui. Impossibile perchè il cuore degli uomini non è mai stato pronto a riconoscerLo.

Lo avrebbero messo al rogo, lo avremmo deriso come eretico, come rivoluzionario, come folle da rinchiudere in manicomio.

Gli uomini e donne dei Suoi tempi avevano il cuore certamente più integro del nostro. Provate ad immaginare come verrebbe trattato se tornasse a dire le stesse identiche cose di allora, qui in mezzo a noi.

Il Regno di Dio non è lì, nell'universo, da qualche parte. Le religioni lo hanno allontanto il più possibile dalle menti e dai cuori degli uomini per meglio controllarli.
Noi siamo come un cavalluccio marino che si mette in viaggio per cercare l'oceano.

Noi siamo nel Regno di Dio e non ce ne rendiamo conto. Non sta da un'altra parte, non sta poco più in là o poco più in sù, noi ci siamo già dentro e invece di viverLo ci affanniamo a costruire l'inferno, ovviamente aiutandoci gli uni con gli altri.
Mary is offline  
Vecchio 05-03-2007, 14.25.56   #12
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Ciao Mary

Citazione:
Siamo divisi nella mente e nello spirito. Non ascoltiamo le semplici e profonde parole di Gesù, che sono parole che possono scaturire dal cuore di chiunque viva su questa terra e ricerchi la verità in se stesso.

Sicuramente siamo divisi nella mente ma non nello spirito. Lo spirito è uno, è l'intero universo, forse gli universi. La verità in se stesso è un fatto certo, ma non basta, bisogna testimoniare per essere salvi spiritualmente.

Citazione:
Le religioni non fanno altro che aiutare l'uomo a restare diviso, ha le proprie buone ragioni. Ma noi abbimo le nostre buone ragioni per risvegliarci dal torpore in cui giacciono le nostre menti e i nostri cuori.

Non sono le religioni di Dio che dividono gli uomini, sono le chiese fatte dagli uomini. Svegliamoci allora è diamo la nostra mano a cambiare questo mondo e portarci il Regno di Dio.

Citazione:
Non preoccupiamoci di leggere ed interpretare libri su libri, ma ricerchiamo nella vita vera, dove la sostanza e non l'apparenza sia la vera regina.

Preoccupiamoci invece, leggiamo e capiamo non interpretiamo perchè cosi ritroveremo la vita vera dove le parole di Gesù siano tramutate in azioni ed il più piccolo dei suoi servi sarà dissetato, rifocillato, vestito e sia ridotto il divario tra immensa ricchezza ed estrema povertà.

Citazione:
Gesù è probabile che sia venuto in forme umane chissà quante volte, ma non si è fatto riconoscere perchè era qualcosa di impossibile anche per Lui. Impossibile perchè il cuore degli uomini non è mai stato pronto a riconoscerLo.
Lo avrebbero messo al rogo, lo avremmo deriso come eretico, come rivoluzionario, come folle da rinchiudere in manicomio.

Non credo Tu sappia cosa stai dicendo, Cristo è tornato o non è tornato?
Ogni individuo ha il compito strettamente personale di rispondere a questa domanda, ne và del fatto di risorgere o restar morto.
Dobbiamo studiare le scritture e darci una risposta, è il mondo intero che lo chiede, ogni individuo faccia la sua parte e nel caso trovi una risposta anche se sbagliata la condivida con tutti

Citazione:
Gli uomini e donne dei Suoi tempi avevano il cuore certamente più integro del nostro. Provate ad immaginare come verrebbe trattato se tornasse a dire le stesse identiche cose di allora, qui in mezzo a noi.

Non è vero, provà è che solo in pochi gli Hanno creduto, la maggioranza lo Ha solo beffeggiato e crocifisso. Altra cosa, non direbbe le stesse cose le farebbe, attirando a se quelli di buona volontà.

Citazione:
Il Regno di Dio non è lì, nell'universo, da qualche parte. Le religioni lo hanno allontanto il più possibile dalle menti e dai cuori degli uomini per meglio controllarli.
Noi siamo come un cavalluccio marino che si mette in viaggio per cercare l'oceano.
Noi siamo nel Regno di Dio e non ce ne rendiamo conto. Non sta da un'altra parte, non sta poco più in là o poco più in sù, noi ci siamo già dentro e invece di viverLo ci affanniamo a costruire l'inferno, ovviamente aiutandoci gli uni con gli altri.

Già, il Regno è qui tra noi, sta a noi riconoscerlo e costruirlo.
Per far questo bisogna essere uniti, solidali, senza pregiudizi e preconcetti, aperti al mondo intero senza fanatismi di nessun genere, solo cosi distruggeremo l'inferno che ci siamo costruiti e che può essere annientato perchè materiale.

Con sincero affetto, Hetman
hetman is offline  
Vecchio 05-03-2007, 15.55.51   #13
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

hetman ) : Ezechiele 3:16 Dopo sette giorni, la parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini:
Ezechiele 3:17 «Figlio d'uomo, io ti ho stabilito come sentinella per la casa d'Israele; quando tu udrai dalla mia bocca una parola, tu li avvertirai da parte mia.
Ezechiele 3:18 Quando io dirò all'empio: "Certo morirai!" se tu non l'avverti, e non parli per avvertire quell'empio di abbandonare la sua via malvagia, e salvargli così la vita, quell'empio morirà per la sua iniquità; ma io domanderò conto del suo sangue alla tua mano.
Ezechiele 3:19 Ma, se tu avverti l'empio, ed egli non si ritira dalla sua empietà e dalla sua via malvagia, egli morirà per la sua iniquità, ma tu avrai salvato te stesso.
Ezechiele 3:20 Quando un giusto si allontana dalla sua giustizia e commette l'iniquità, se io gli pongo davanti una qualche occasione di caduta, egli morirà, perché tu non l'avrai avvertito; morirà per il suo peccato, e le cose giuste che avrà fatte non saranno più ricordate; ma io domanderò conto del suo sangue alla tua mano.
Ezechiele 3:21 Però, se tu avverti quel giusto perché non pecchi, e non pecca, egli certamente vivrà, perché è stato avvertito, e tu avrai salvato te stesso».

Quanto citato sta a dimostrare che un "credente" in Dio deve sempre portare avvertimenti agli altri non tanto per salvare gli altri, che restano liberi di decidere in prima persona, ma se stesso.


joannes ) : ciao hetman, scusa il ritardo ma ho poco tempo! hai aperto se non sbaglio un altro 3d nel dimostrare o non dimostrare quel che è stato detto da Gesù riguardo a Pietro=sua(di Cristo, Chiesa); non so se hai già letto quel che è stato detto, comunque affermi che per te Chiesa vuol dire "Legge" di Dio! ora io non so dove tu abbia potuto supporre tale cosa, ma mi chiedo il perchè secondo te quello detto da Ezechiele sopra "sta a dimostrare" come sostieni, nel mentre le parole del Cristo sarebbero tutte "da dimostrare"!
allora siccome le scritture non si possono prendere e interpretare secondo il proprio gusto o sentire del momento, come dice Ezechiele ho il dovere di avvertirti dell'inganno che ti sei creato nel tuo cuore perchè, come tutti coloro che si ingannano, non vuoi accettare la Verità di quel che ti è stato detto!
proprio in questi giorni di quaresima la liturgia ci parla della trasfigurazione del Figlio sul monte Tabor, presenti Pietro, Giacomo e Giovanni!
conosci tale avvenimento e sai tu dirmi il significato, sia della trasfiguirazione, e il perchè comparvero accanto al Cristo , Mosè ed Elia?
ecco, il vangelo non va per strade oscure o "secondo me o secondo te" ma segue un filo logico, la volontà del Padre per la salvezza dell'uomo!
cosi vedremo il perchè la Chiesa di Cristo non è la Legge, ma proprio Pietro!
si ngannano sovente i profani delle scritture contro il tanto odiato edificio pontificio, perchè voi dite che la Chiesa non può essere un edificio!
purtuttavia, Dio non può essere racchiuso in quattro mura, tantomeno in un Arca, l'Arca dell'alleanza ma in verità Egli era nell'Arca!
Cosi Egli è nella Chiesa e per suo mezzo si effonde la Verità, da essa è custodita, difesa e portata all'uomo fino alla fine del mondo!
allora hetman, se Dio non può essere nella "sua" Chiesa, come faceva ad essere nell'Arca dell'Alleanza?
joannes is offline  
Vecchio 05-03-2007, 18.20.09   #14
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

non tanto per salvare l'altro ma se stesso!!!!
Bellissima forma di egoismo!!
paperapersa is offline  
Vecchio 05-03-2007, 19.03.33   #15
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
joannes ) : ciao hetman, scusa il ritardo ma ho poco tempo! hai aperto se non sbaglio un altro 3d nel dimostrare o non dimostrare quel che è stato detto da Gesù riguardo a Pietro=sua(di Cristo, Chiesa); non so se hai già letto quel che è stato detto, comunque affermi che per te Chiesa vuol dire "Legge" di Dio! ora io non so dove tu abbia potuto supporre tale cosa, ma mi chiedo il perchè secondo te quello detto da Ezechiele sopra "sta a dimostrare" come sostieni, nel mentre le parole del Cristo sarebbero tutte "da dimostrare"!
allora siccome le scritture non si possono prendere e interpretare secondo il proprio gusto o sentire del momento, come dice Ezechiele ho il dovere di avvertirti dell'inganno che ti sei creato nel tuo cuore perchè, come tutti coloro che si ingannano, non vuoi accettare la Verità di quel che ti è stato detto!
proprio in questi giorni di quaresima la liturgia ci parla della trasfigurazione del Figlio sul monte Tabor, presenti Pietro, Giacomo e Giovanni!
conosci tale avvenimento e sai tu dirmi il significato, sia della trasfiguirazione, e il perchè comparvero accanto al Cristo , Mosè ed Elia?
ecco, il vangelo non va per strade oscure o "secondo me o secondo te" ma segue un filo logico, la volontà del Padre per la salvezza dell'uomo!
cosi vedremo il perchè la Chiesa di Cristo non è la Legge, ma proprio Pietro!
si ngannano sovente i profani delle scritture contro il tanto odiato edificio pontificio, perchè voi dite che la Chiesa non può essere un edificio!
purtuttavia, Dio non può essere racchiuso in quattro mura, tantomeno in un Arca, l'Arca dell'alleanza ma in verità Egli era nell'Arca!
Cosi Egli è nella Chiesa e per suo mezzo si effonde la Verità, da essa è custodita, difesa e portata all'uomo fino alla fine del mondo!
allora hetman, se Dio non può essere nella "sua" Chiesa, come faceva ad essere nell'Arca dell'Alleanza?

Alcune precisazioni (Non riesco ad esprimere concetti in modo corretto?)
Preferirei discutere della questione "Pietro" nel 3d apposito, qui ti chiarisco:
La mia non vuole essere una "dimostrazione" ma un chiarimento, intendo dire che Gesù era ebreo è non lo a mai rinnegato, ciò significa che l'Ebraismo ed il Cristianesimo sono una cosa sola, resta solo una questione di nome ma non di sostanza.
Per quanto riguarda "La Trasfigurazione" essa implica proprio quello che ho detto sopra, la spiegazione di tale visione degli Apostoli serve a far loro capire che vi è continuità, Elia, Mosè e Cristo avevano Tutti lo Spirito Santo, Erano Tutti sotto i comandi di Dio, Spiritualmente avevano le stesse perfezioni ma fisicamente individui assestanti.
La realtà Divina, che è al di fuori della comprensione umana e che non può essere immaginata nemmeno da persone sagge ed intelligenti, è inconcepibile.
La realtà del Signore non ammette alcuna divisione; poichè le divisioni e la molteplicità appartengono alle creature che sono esistenze contingenti e non sono eventi che accadono a chi esiste di per sè. La Divina Realtà è priva di singolarità, e quindi tanto più di pluralità. Il far discendere quella realtà del Signore in certe condizioni e a gradi equivarrebbe a una imperfezione, sarebbe contrario alla perfezione ed è perciò assolutamente impossibile. La Realtà divina è stata perennemente, e permane, nell'eccellenza della santità e della purezza. Tutto ciò che si dice di Elia, Mosè e Cristo significa un riflesso di Dio e non la Sua discesa nelle condizioni dell'esistenza. Dio solo è perfezione e le creature non sono che imperfezione.
Fu chiesto a Cristò se il Battista fosse Elia (Marco, 9:11-13) ed Egli rispose "Già, Elia, venendo prima ristabilirà tutto.....", ma quando fu chiesto al Battista se fosse Elia Egli rispose "No, non lo sono". La spiegazione è questa: Non si tratta qui di personalità, ma di realtà delle perfezioni; le stesse perfezioni che erano in Elia esistevano in Giovanni il Battista ed erano riconoscibili in lui.
Quando Cristo affermava che il Battista è Elia intendeva dire che tutte le perfezioni di Elia si ritrovavano nel Battista, non che erano la stessa persona o che Elia si fosse reincarnato nel Battista.

Con affetto, Hetman
hetman is offline  
Vecchio 05-03-2007, 19.23.57   #16
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Ciao Paperapersa
Citazione:
non tanto per salvare l'altro ma se stesso!!!!
Bellissima forma di egoismo!!

Si vede che non è chiaro il concetto!!!!!!!!!

Se un credente è ignavio, non professa la sua fede, non scuote l'umanità dal torpore e dal ravvedimento, NON E' SALVATO, è scritto nella Bibbia rilegiti Ezechiele 3:16-21, ogni credente è sentinella alla Legge di Dio.
Non è egoismo, anzi è professione di fede. Resta all'altro individualmente il libero arbitrio, il ravvedersi o meno.
Potrei dire che anche fare "elemosina" è egoismo, si fà elemosina per avere qualche punto in più?

Sinceri saluti, Hetman
hetman is offline  
Vecchio 05-03-2007, 20.43.34   #17
ricercatore
Ospite
 
Data registrazione: 26-09-2006
Messaggi: 30
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
hetman ) : Ezechiele 3:16 Dopo sette giorni, la parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini:
Ezechiele 3:17 «Figlio d'uomo, io ti ho stabilito come sentinella per la casa d'Israele; quando tu udrai dalla mia bocca una parola, tu li avvertirai da parte mia.
Ezechiele 3:18 Quando io dirò all'empio: "Certo morirai!" se tu non l'avverti, e non parli per avvertire quell'empio di abbandonare la sua via malvagia, e salvargli così la vita, quell'empio morirà per la sua iniquità; ma io domanderò conto del suo sangue alla tua mano.
Ezechiele 3:19 Ma, se tu avverti l'empio, ed egli non si ritira dalla sua empietà e dalla sua via malvagia, egli morirà per la sua iniquità, ma tu avrai salvato te stesso.
Ezechiele 3:20 Quando un giusto si allontana dalla sua giustizia e commette l'iniquità, se io gli pongo davanti una qualche occasione di caduta, egli morirà, perché tu non l'avrai avvertito; morirà per il suo peccato, e le cose giuste che avrà fatte non saranno più ricordate; ma io domanderò conto del suo sangue alla tua mano.
Ezechiele 3:21 Però, se tu avverti quel giusto perché non pecchi, e non pecca, egli certamente vivrà, perché è stato avvertito, e tu avrai salvato te stesso».

Quanto citato sta a dimostrare che un "credente" in Dio deve sempre portare avvertimenti agli altri non tanto per salvare gli altri, che restano liberi di decidere in prima persona, ma se stesso.


joannes ) : ciao hetman, scusa il ritardo ma ho poco tempo! hai aperto se non sbaglio un altro 3d nel dimostrare o non dimostrare quel che è stato detto da Gesù riguardo a Pietro=sua(di Cristo, Chiesa); non so se hai già letto quel che è stato detto, comunque affermi che per te Chiesa vuol dire "Legge" di Dio! ora io non so dove tu abbia potuto supporre tale cosa, ma mi chiedo il perchè secondo te quello detto da Ezechiele sopra "sta a dimostrare" come sostieni, nel mentre le parole del Cristo sarebbero tutte "da dimostrare"!
allora siccome le scritture non si possono prendere e interpretare secondo il proprio gusto o sentire del momento, come dice Ezechiele ho il dovere di avvertirti dell'inganno che ti sei creato nel tuo cuore perchè, come tutti coloro che si ingannano, non vuoi accettare la Verità di quel che ti è stato detto!
proprio in questi giorni di quaresima la liturgia ci parla della trasfigurazione del Figlio sul monte Tabor, presenti Pietro, Giacomo e Giovanni!
conosci tale avvenimento e sai tu dirmi il significato, sia della trasfiguirazione, e il perchè comparvero accanto al Cristo , Mosè ed Elia?
ecco, il vangelo non va per strade oscure o "secondo me o secondo te" ma segue un filo logico, la volontà del Padre per la salvezza dell'uomo!
cosi vedremo il perchè la Chiesa di Cristo non è la Legge, ma proprio Pietro!
si ngannano sovente i profani delle scritture contro il tanto odiato edificio pontificio, perchè voi dite che la Chiesa non può essere un edificio!
purtuttavia, Dio non può essere racchiuso in quattro mura, tantomeno in un Arca, l'Arca dell'alleanza ma in verità Egli era nell'Arca!
Cosi Egli è nella Chiesa e per suo mezzo si effonde la Verità, da essa è custodita, difesa e portata all'uomo fino alla fine del mondo!
allora hetman, se Dio non può essere nella "sua" Chiesa, come faceva ad essere nell'Arca dell'Alleanza?

Voi parlate sempre della Verità assoluta della Bibbia, ma chi lo dice che tutto quello che sta scritto nella Bibbia sia la Verità? Del resto molti studiosi hanno riconosciuto parecchie contraddizioni negli scritti biblici.
Secondo me le varie religioni contengono solo una parte della Verità. Sono un po' come delle candele accese nella notte per non cadere nella fossa. La Verità che dobbiamo seguire è quella che sentiamo nel nostro cuore. E non dovremmo mai smettere di cercare e di chiedere sempre il sostegno degli angeli, della nostra Sorgente e di Dio Padre/Madre affinché possiamo sempre seguire il giusto sentiero. Solo tramite il collegamento con la nostra Sorgente (Anima o Spirito) potremo recepire le ispirazioni divine che ci guidano direttamente sulla via evolutiva spirituale.
ricercatore is offline  
Vecchio 06-03-2007, 15.38.31   #18
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

hetman ) : La mia non vuole essere una "dimostrazione" ma un chiarimento, intendo dire che Gesù era ebreo è non lo a mai rinnegato, ciò significa che l'Ebraismo ed il Cristianesimo sono una cosa sola, resta solo una questione di nome ma non di sostanza.

joannes ) : il Cristianesimo è il compimento della legge, ma il giudaismo non ha accettato il Verbo, così come non ha compreso la propria legge:<questo popolo mi loda con la bocca, ma non con il cuore...>! puoi vederlo ben chiaro già da Isaia, e nel vangelo:<ma a chi paragonerò questa generazione...>; < sapete riconoscere il tempo atmosferico e non "questo" tempo(quello della salvezza)...>! perchè dunuqe affermi secondo quel che tu credi e non secondo quel che è riportato nelle scritture?



hetman ) : Per quanto riguarda "La Trasfigurazione" essa implica proprio quello che ho detto sopra, la spiegazione di tale visione degli Apostoli serve a far loro capire che vi è continuità, Elia, Mosè e Cristo avevano Tutti lo Spirito Santo, Erano Tutti sotto i comandi di Dio, Spiritualmente avevano le stesse perfezioni ma fisicamente individui assestanti.
La realtà Divina, che è al di fuori della comprensione umana e che non può essere immaginata nemmeno da persone sagge ed intelligenti, è inconcepibile.
La realtà del Signore non ammette alcuna divisione; poichè le divisioni e la molteplicità appartengono alle creature che sono esistenze contingenti e non sono eventi che accadono a chi esiste di per sè. La Divina Realtà è priva di singolarità, e quindi tanto più di pluralità. Il far discendere quella realtà del Signore in certe condizioni e a gradi equivarrebbe a una imperfezione, sarebbe contrario alla perfezione ed è perciò assolutamente impossibile. La Realtà divina è stata perennemente, e permane, nell'eccellenza della santità e della purezza. Tutto ciò che si dice di Elia, Mosè e Cristo significa un riflesso di Dio e non la Sua discesa nelle condizioni dell'esistenza. Dio solo è perfezione e le creature non sono che imperfezione.

joannes ) : <Questi è il mio Figlio prediletto.ASCOLTATELO>! questo accade subito dopo la visione! ma già nel battesimo del Giordano.<questi è il mio Figlio nel quale mi sono compiaciuto>. Cosa ci dice il Figlio in tutto il vangelo e cosa stava cominciando a rivelare ai discepoli prima della trasfigurazione? la sua passione, morte e resurrezione; per le prime due i discepoli compresero e si rattristarono, non comprendendo affatto la terza, la resurrezione; così il Cristo si trasfigurò per far vedere la verità della sua persona divina, per far comprendere ,trasfigurato, la vera vita dopo la morte! Elia e Mosè dunque; cosa centrano costoro? Non disse forse Gesù che in lui tutto si era compiuto? le promesse fatte da Dio ai padri, l'Antico Testamento nella sua persona? allora Mosè, che rappresentava la Legge, Elia, che rappresentava i profeti e gesù al centro, che significava che in lui vi era il compimento di entrambi!
ora è gesù stesso la Legge, quella stessa data da Dio e non compresa dal suo popolo, usata come rito pagano priva dell'elemento essenziale, l'amore e il cuore! dunque a quel proposito dire a Pietro:<su questa pietra edificherò la mia Chiesa?> quale pietra? la pietra della fede, non della legge! vedi gli atti degli apostoli e comprenderai ancor piu a cosa si riferisce il Cristo, qualora ancora il vangelo ti fosse oscuro, ma questo capita perchè non c'è fede, e si vede e vive tutto con occhio umano, Chiesa compresa!


hetman ) : Fu chiesto a Cristò se il Battista fosse Elia (Marco, 9:11-13) ed Egli rispose "Già, Elia, venendo prima ristabilirà tutto.....", ma quando fu chiesto al Battista se fosse Elia Egli rispose "No, non lo sono". La spiegazione è questa: Non si tratta qui di personalità, ma di realtà delle perfezioni; le stesse perfezioni che erano in Elia esistevano in Giovanni il Battista ed erano riconoscibili in lui.
Quando Cristo affermava che il Battista è Elia intendeva dire che tutte le perfezioni di Elia si ritrovavano nel Battista, non che erano la stessa persona o che Elia si fosse reincarnato nel Battista.

joannes ) : anche quando Gesù chiese agli apostoli chi dite che io sia vi fu la stessa credenza riguardo Elia! ma chi era Elia insomma hetman? Elia è quel profeta prima di tutto che si battè per la fede del proprio popolo!
secondo te il popolo, credeva ad Elia (attendendone il ritorno) e ascoltava le sue parole, o in cosa ha creduto se è venuto molto piu che non Elia? <ma dopo di me verrà uno a cui non son degno nemmeno di slacciare i sandali; io vi battezzo con acqua, ma Egli vi battezzerà in Spirito e fuoco>.
cosi vedi, se ritieni di non essere peccatore hetman, chi dici tu che sia il Cristo e per qule arcano motivo si è incarnato? per i nostri peccati cosi come afferma nel vangelo; bisogna vedere cosa ti dice il tuo cuore a riguardo!
joannes is offline  
Vecchio 06-03-2007, 20.27.07   #19
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
non tanto per salvare l'altro ma se stesso!!!!
Bellissima forma di egoismo!!


Carissima, non vedo davvero dove ci vedi egoismo!
Tu sei libera di scegliere, ma noi non siamo liberi di tacere, non perche' abbiamo paura, ma per la Carita' che ci unisce.
Quindi, se qualcuno deve reclamare giustizia ,questi siamo noi.
massylety is offline  
Vecchio 10-03-2007, 19.16.46   #20
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Parte seconda, capo II/b

La seconda promessa/b

Questi studiosi millenaristi trovarono nel Nuovo testamento una chiara conferma al fatto che il 1844 era l'anno inteso da Cristo per il compimento della Sua "seconda promessa" concernente "i tempi dei Gentili". Tale conferma si trova nel capitolo XI dell'Apocalisse dove è detto: "essi calpesteranno la città santa per quarantadue mesi."

Così, per la prima volta nelle Scritture, viene indicata l'esatta durata dei "tempi dei Gentili" che sarà di 42 mesi. Nel versetto successivo questo periodo di tempo è indicato anche in altro modo. E' detto che durerà "1260 giorni.

Questi due periodi di tempo "42 mesi e 1260 giorni" mi hanno colpito molto e volendo vedere se coincidevano col 1844 ho seguito le seguenti deduzioni:

1 - Nello studio della Bibbia il periodo di tempo detto "giorno" si riferisce in verità ad "anno".
2 - Questa teoria è provata dalle seguenti profezie:
a) Numeri,14:34: "Quaranta giorni, ogni giorno vale un anno".
b) Ezechiele,4:6: "Computando ciascun giorno per un anno".

Tale scelta non è arbitraria come potrebbe sembrare a prima vista.
L'unità di misura viene ricavata dal primo libro della Bibbia, Genesi.
L'assioma dei 360 giorni per un anno o un tempo deriva dai seguenti versetti:
1 - Genesi,7:11: "Il diciassette del secondo mese....la pioggia cadde sulla terra."
2 - Genesi,8:4: "Il diciassette del settimo mese....".
3 - Genesi,7:24: "E le acque rimasero alte sopra la terra per centocinquanta giorni."
Dal diciassettesimo giorno del secondo mese fino al diciassettesimo giorno del settimo mese sono esattamente cinque mesi, che fanno esattamente certocinquanta giorni. Pertanto, erano 5 mesi di 30 gioni ciascuno: e questo fatto fà sì che un anno debba considerarsi di 360 giorni , o di 12 mesi di 30 giorni.

Quindi un giorno, nei colcoli profetici, era un anno di 360 giorni.

Ora usando questa formula di un giorno per un anno si può calcolare che i Gentili calpestarono Gerusalemme per 1260 anni. E quindi la profezia dell'Apocalissepuò essere letta così:
"Essi calpestarono la Città Santa per 1260 anni."

In accordo con la seconda promessa di Gesù, i Gentili (Romani e Musulmani) avrebbero calpestato Gerusalemme fino al momento del Suo ritorno che, secondo i calcoli profetici, sarebbe avvenuto dopo 1260 anni.

Da un esame del calendario Musulmano si evince che l'anno 1260 Musulmano equivale al 1844 del calendario Cristiano.

L'anno 1260, indicato dall'Apocalisse come il tempo della fine dei Gentili e del ritorno degli Ebrei nella loro terra, era lo stesso anno (1844) in cui i governanti musulmani furono costretti a firmare l?Editto di Tolleranza, che permetteva agli Ebrei il ritorno in Israele.

A questo punto si potrebbe affermare che la seconda profezia di Cristo si è esattamente compiuta nel 1844 senza ombra di dubbio.

Al prossimo capitolo per "La terza promessa".

Hetman
hetman is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it