Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 19-03-2007, 06.41.50   #31
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Il Regno di Dio è dentro ogni uomo che trova la pace, l'equilibrio e l'armonia.
Il Regno di Dio è quando ogni uomo di cui sopra comprende di essere parte di un Piano Meraviglioso e si mette a disposizione con i suoi talenti per realizzarlo. Non cadiamo nell'errore che fecero ai tempi di Cristo in cui si apettava il Capo per rivoluzionare la realtà.
La vera rivoluzione è interiore e dentro ognuno di noi che scopre di essere parte significante di un Tutto in eterna evoluzione.
Non aspettiamoci Re o Capi che ci diano indicazioni e premi.
L'amore per il prossimo è premio a se stesso, l'amore incondizionato
è già rivoluzione in atto. Ognuno di noi ha la sua piccola/grande parte
ma l'importante è non identificarsi con tale ruolo, poichè esso serve solo per quel breve tratto di vita che abbiamo scelto di vivere qui. Poi cosa accadrà?
Forse ci scioglieremo e fonderemo con l'Unica Fonte di Amore, forse
riprenderemo energia e torneremo per continuare a lavorare per l'Amore,
nessuno ha certezze e nessuno vuole una Vita Eterna nella Materia.
Senza disprezzarla sarebbe certo una follia immaginare una Vita senza Morte.
Una cristallizzazione di caratteri, persone e cose.
Nel dinamismo della Vita stessa nessuno può dire cosa ci attende.
Asteniamoci dalle certezze e cerchiamo soltanto di trovare
il divino che è in ogni essere e creatura.
paperapersa is offline  
Vecchio 19-03-2007, 14.11.01   #32
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Il Regno di Dio è dentro ogni uomo che trova la pace, l'equilibrio e l'armonia.
Il Regno di Dio è quando ogni uomo di cui sopra comprende di essere parte di un Piano Meraviglioso e si mette a disposizione con i suoi talenti per realizzarlo. Non cadiamo nell'errore che fecero ai tempi di Cristo in cui si apettava il Capo per rivoluzionare la realtà.
La vera rivoluzione è interiore e dentro ognuno di noi che scopre di essere parte significante di un Tutto in eterna evoluzione.
Non aspettiamoci Re o Capi che ci diano indicazioni e premi.
L'amore per il prossimo è premio a se stesso, l'amore incondizionato
è già rivoluzione in atto. Ognuno di noi ha la sua piccola/grande parte
ma l'importante è non identificarsi con tale ruolo, poichè esso serve solo per quel breve tratto di vita che abbiamo scelto di vivere qui. Poi cosa accadrà?
Forse ci scioglieremo e fonderemo con l'Unica Fonte di Amore, forse
riprenderemo energia e torneremo per continuare a lavorare per l'Amore,
nessuno ha certezze e nessuno vuole una Vita Eterna nella Materia.
Senza disprezzarla sarebbe certo una follia immaginare una Vita senza Morte.
Una cristallizzazione di caratteri, persone e cose.
Nel dinamismo della Vita stessa nessuno può dire cosa ci attende.
Asteniamoci dalle certezze e cerchiamo soltanto di trovare
il divino che è in ogni essere e creatura.

Ciao Papera(ritrovata)
A cosa serve recitare il "Padre Nostro" se poi cerchiamo il "Regno di Dio" soltanto in ogni essere umano, senza mettere in pratica è costruirlo in terra così com'è nei cieli.
Cosa significa "non identificarsi" col ruolo sia piccolo o grande che ogni individuo ha? Non credi che sia il contrario, che bisogna identificarsi in quello che si dice e si fà? Certo che è in atto "la rivoluzione dell'amore", ma bisogna ragiungere il risultato finale senza il quale non vi saranno certezze.
La vita eterna non è materiale, ma potrebbe esistere il "paradiso" in terra al posto dell'attuale "inferno" se solo volessimo.
Come i miei confratelli credenti Bahà'ì, cerco nel mio piccolo di portare agli altri non solo, un messaggio di speranza, ma delle ipotesi di cambiamento, non legate a partiti politici o a singole religioni, che implichino l'UNITA' dell'umanità.
Nessuno può essere privo di certezze, siano esse di Fede Religiosa o di ideologie politiche, bisogna però che le certezze individuali non siano la base di scontri ma di libera contrapposizione costruttiva.
Credo sia bello che ognuno degli amici del forum venga allo scoperto è si dichiari per quello in cui crede, Israeliti, Cristiani, Musulmani, Buddisti, Induisti o semplicemente Atei. Potrebbe essere chiarificatore per tutti, indice di accettazione della sensibilità altrui e dell'altrui Fede.
Potremmo vedere più i punti che ci uniscono che quelli che ci dividono, sui primi costruire il Regno.
Ti sei mai chiesta perchè gli Ebrei non accettarono Cristo come "Messia"?
Per loro, Cristo non aveva adempiuto in todo alle profezie bibbliche.

Ricambio!!
hetman is offline  
Vecchio 19-03-2007, 17.33.57   #33
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

se tu ti "identifichi" ammiri solo una parte...la manifestazione e in più rischi di considerare quella parte più "bella" delle altre.
turaz is offline  
Vecchio 20-03-2007, 06.33.35   #34
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da hetman
Ciao Papera(ritrovata)
A cosa serve recitare il "Padre Nostro" se poi cerchiamo il "Regno di Dio" soltanto in ogni essere umano, senza mettere in pratica è costruirlo in terra così com'è nei cieli.
Cosa significa "non identificarsi" col ruolo sia piccolo o grande che ogni individuo ha? Non credi che sia il contrario, che bisogna identificarsi in quello che si dice e si fà? Certo che è in atto "la rivoluzione dell'amore", ma bisogna ragiungere il risultato finale senza il quale non vi saranno certezze.
La vita eterna non è materiale, ma potrebbe esistere il "paradiso" in terra al posto dell'attuale "inferno" se solo volessimo.
Come i miei confratelli credenti Bahà'ì, cerco nel mio piccolo di portare agli altri non solo, un messaggio di speranza, ma delle ipotesi di cambiamento, non legate a partiti politici o a singole religioni, che implichino l'UNITA' dell'umanità.
Nessuno può essere privo di certezze, siano esse di Fede Religiosa o di ideologie politiche, bisogna però che le certezze individuali non siano la base di scontri ma di libera contrapposizione costruttiva.
Credo sia bello che ognuno degli amici del forum venga allo scoperto è si dichiari per quello in cui crede, Israeliti, Cristiani, Musulmani, Buddisti, Induisti o semplicemente Atei. Potrebbe essere chiarificatore per tutti, indice di accettazione della sensibilità altrui e dell'altrui Fede.
Potremmo vedere più i punti che ci uniscono che quelli che ci dividono, sui primi costruire il Regno.
Ti sei mai chiesta perchè gli Ebrei non accettarono Cristo come "Messia"?
Per loro, Cristo non aveva adempiuto in todo alle profezie bibbliche.

Ricambio!!


A cosa serve mi chiedi?
Ma secondo te come si cambiano le cose? con i grandi gesti?
con le rivoluzioni di masse imponenti? con un "dittatore" di turno che dice
"avanti miei prodi" (senza alcun riferimento ai politici di oggi)
il cambviamento è sempre interiore, di ogni singolo uomo che trasmutando le sue energie vive il proprio cambiamento, spinto dal suo entusiasmo,
non guardando il bicchiere mezzo vuoto ma considerandolo "mezzo pieno"
non avendo un atteggiamento disfattista e pessimista (tanto le cose non cambieranno mai) ma facendo il molto poco che sa fare per cambiare se stesso. Ogni piccola luce che si accende illumina il proprio piccolo ambiente.
Tante luci illuminano il mondo.
Poi forse diverremo stelle per illuminare il cielo sempre di più........
In ogni caso non c'è fine e non c'è un fine...... La crescita, come l'amore è infinita.. e nella casa del Padre ci sono molte dimore.
Se uno lavora con un fine e non lo realizza può demoralizzarsi e smettere di lavorare, invece i "servi inutili" lavora per la gioia di lavorare.
paperapersa is offline  
Vecchio 20-03-2007, 09.14.58   #35
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
A cosa serve mi chiedi?
Ma secondo te come si cambiano le cose? con i grandi gesti?
con le rivoluzioni di masse imponenti? con un "dittatore" di turno che dice
"avanti miei prodi" (senza alcun riferimento ai politici di oggi)
il cambviamento è sempre interiore, di ogni singolo uomo che trasmutando le sue energie vive il proprio cambiamento, spinto dal suo entusiasmo,
non guardando il bicchiere mezzo vuoto ma considerandolo "mezzo pieno"
non avendo un atteggiamento disfattista e pessimista (tanto le cose non cambieranno mai) ma facendo il molto poco che sa fare per cambiare se stesso. Ogni piccola luce che si accende illumina il proprio piccolo ambiente.
Tante luci illuminano il mondo.
Poi forse diverremo stelle per illuminare il cielo sempre di più........
In ogni caso non c'è fine e non c'è un fine...... La crescita, come l'amore è infinita.. e nella casa del Padre ci sono molte dimore.
Se uno lavora con un fine e non lo realizza può demoralizzarsi e smettere di lavorare, invece i "servi inutili" lavora per la gioia di lavorare.

Il cambiamento interiore di ogni individuo è personale e per me scontato.
Sono daccordo sul fatto che il Regno verrà quando gli uomini saranno cambiati, senza rivoluzioni ne dittatori.
Di luci in questo forum ne vedo pochine, inclusa la mia che è abbastanza labile.
Se continuiamo a non capire che il cambiamento è in atto, è che da noi dipende solo il tempo, prima capiremo è prima sarà.

A presto.
hetman is offline  
Vecchio 22-03-2007, 10.32.57   #36
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Ciao a Tutti

Dopo aver analizzato le profezie di Daniele, passiamo a quelle di Isaia:
Citazione:
Isaia 11:1 ED uscirà un Rampollo del tronco d'Isai, ed una pianterella spunterà dalle sue radici.
Isaia 11:2 E lo Spirito del Signore riposerà sopra esso; lo Spirito di sapienza e d'intendimento; lo Spirito di consiglio e di fortezza; lo Spirito di conoscimento e di timor del Signore.
Isaia 11:3 E il suo diletto sarà nel timor del Signore, ed egli non giudicherà secondo la veduta de' suoi occhi, e non renderà ragione secondo l'udita de' suoi orecchi.
Isaia 11:4 Anzi giudicherà i poveri in giustizia, e renderà ragione in dirittura ai mansueti della terra; e percoterà la terra con la verga della sua bocca, ed ucciderà l'empio col fiato delle sue labbra.
Isaia 11:5 E la giustizia sarà la cintura de' suoi lombi, e la verità la cintura de' suoi fianchi.
Isaia 11:6 E il lupo dimorerà con l'agnello, e il pardo giacerà col capretto; e il vitello, e il leoncello, e la bestie ingrassata staranno insieme; ed un piccol fanciullo li guiderà.
Isaia 11:7 E la vacca e l'orsa pasceranno insieme; e i lor figli giaceranno insieme; e il leone mangerà lo strame come il bue.
Isaia 11:8 E il bambino di poppa si trastullerà sopra la buca dell'aspido, e lo spoppato stenderà la mano sopra la tana del basilisco.
Isaia 11:9 Queste bestie, in tutto il monte della mia santità, non faran danno, nè guasto; perciocchè la terra sarà ripiena della conoscenza del Signore, a guisa che le acque coprono il mare.
Isaia 11:10 Ed avverrà che in quel giorno, le genti ricercheranno la radice d'Isai, che sarà rizzata per bandiera de' popoli; e il suo riposo sarà tutto gloria.

Questo "Rampollo del tronco di Isaì" potrebbe essere correttamente applicato a Cristo perchè Giuseppe era il discendente di Isaì, padre di Davide; ma siccome Cristo trovo l'esistenza attraverso lo Spirito di Dio, chiamò se stesso "Figlio di Dio". Se non avesse fatto ciò, questa descrizione si riferirebbe a Lui.
Per di più, gli eventi che riscontriamo nei versetti, che sarebbero accaduti nei giorni del Rampollo, se interpretati simbolicamente, si adempirono in parte, ma non tutti, nei giorni di Cristo (come del resto affermano gli Ebrei); e se non interpretati così, decisamente nessuno di questi segni ha avuto luogo.
Ad esempio, il leopardo e l'agnello, il leone e il vitello, il bimbo e l'aspide sono metafore e simboli che indicano nazioni e popoli diversi, sette antagonistiche, e razze ostili, in opposizione tra loro. Noi diciamo che per opera dell'alito dello Spirito di Cristo, tutti trovarono concordia e armonia, furono vivificati e vissero assieme.

Ma ...<< Isaia 11:9 Queste bestie, in tutto il monte della mia santità, non faran danno, nè guasto; perciocchè la terra sarà ripiena della conoscenza del Signore, a guisa che le acque coprono il mare.>>. Queste condizioni non esistevano al tempo di Cristo poichè, fino a oggi, varie ed antagonistiche nazioni esistono nel mondo, allo stesso modo la pace universale non si affermò ai tempi di Cristo; fra le nazioni antagonistiche ed ostili non vi era nè pace nè concordia, le dispute e i disaccordi non cessarono e la riconciliazione e la sincerità non apparvero. Così oggi fra nazioni in genere e le stesse nazioni Cristiane, esistono inimicizia, odio e l'ostilità più violenta; finanche le Religioni fomentano diversità.

Alla prossima.
hetman is offline  
Vecchio 22-03-2007, 12.34.01   #37
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

ecco la citazione che mi serviva.
isaia sta descrivendo semplicemente ciò che avviene in ognuno di noi nel momento in cui si da voce alla shekinah.

mi pare "forzato" vederlo associare a un singolo individuo.
turaz is offline  
Vecchio 22-03-2007, 19.47.40   #38
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
ecco la citazione che mi serviva.
isaia sta descrivendo semplicemente ciò che avviene in ognuno di noi nel momento in cui si da voce alla shekinah.

mi pare "forzato" vederlo associare a un singolo individuo.

Ciao Turaz

Mi devi scusare, il tuo intervento proprio non lo capisco.
Potresti essere più dettagliato, grazie.
hetman is offline  
Vecchio 24-03-2007, 18.52.10   #39
ricercatore
Ospite
 
Data registrazione: 26-09-2006
Messaggi: 30
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Ho letto un po' tutti gli interventi di questa discussione e mi chiedo:

1) Che cosa intendiamo per FINE DEI TEMPI? Secondo me, si intende la fine della "caduta" di vibrazione (o di consapevolezza) dello spazio-tempo e l'inizio della "risalita" dello spazio-tempo, nota anche come Ascensione Globale.
Fine della "caduta" significa che abbiamo toccato il fondo: al di sotto della 3° dimensione non possiamo andare, né possiamo scendere al di sotto del livello di coscienza che abbiamo raggiunto ora (cioè il livello 2 = numero di coppie di basi azotate attive del DNA).
Al di là delle varie interpretazioni delle scritture bibliche, del Nuovo e Vecchio Testamento (tutte soggettive), penso che ognuno di noi ha la possibilità dentro di sé di sentire (più o meno) che stiamo vivendo profondi cambiamenti che riguardano tutti: Madre Terra, Umanità, Natura, Animali, Sistemi solari, Sistema galattici e Universi. Questi profondi cambiamenti sono l'effetto di un processo di purificazione, sempre più intenso, in cui tutto il "marcio" accumulato in milioni di anni di "caduta" dei valori morali deve venire alla luce per essere trasceso e trasmutato. Il marcio è costituito da tutti i pensieri, parole ed azioni negative che hanno generato violenza, prevaricazione, distruzione, divisioni, ingiustizie di ogni genere, cattiveria, arroganza, giudizio, sensi di colpa, seduzione, credenza, ecc. Tutti questi aspetti negativi del nostro ego devono essere trasformati in virtù, amore incondizionato, unità, pace, equità, giustizia, ecc.

2) Il REGNO DI DIO sulla Terra si realizza anzitutto interiormente. Gesù infatti lo aveva detto: " Cercate prima il regno dei cieli... dentro di voi", "siate perfetti come il Padre vostro..." E poi lo si manifesta anche all'esterno. Se uno non cambia prima in se stesso come può pretendere di cambiare la realtà esteriore? Come si può costruire un mondo di pace se i cosiddetti cristiani pretendono di esportare con le bombe la "democrazia" fasulla in altri paesi, col beneplacido della religione?

3) La VERITA' . La Verità intera è costituita dalla Verità immanente (quella fisica, che cade sotto i nostri 5 sensi) e dalla Verità Trascendente (che trascende la comprensione umana). Noi siamo in grado di comprendere solo la Verità immanente, mentre la Verità trascendente la conosce solo Dio e Lui la trasmette agli esseri umani nella misura in cui possono recepirla, cioè nella misura del loro livello evolutivo. Ecco perché Gesù non poté rivelare la Verità intera ai suoi discepoli, in quanto non l'avrebbero compresa perché ancora 8hnpoco evoluti. E disse loro che un giorno sarebbe venuto il Padre suo (lo Spirito Consolatore) che avrebbe rivelato la Verità tutta intera. Oggi Dio Padre, come promesso da Gesù, è venuto sulla TERRA per guidare l'ASCENSIONE GLOBALE di tutto lo spazio-tempo. E' appunto con l'Ascensione Globale che si è in grado di conoscere pian piano la Verità intera.

4) Come si fa ad ascendere? La Verità che Dio sta rivelando contiene anche informazioni gratuite sui metodi per ascendere. In sostanza, due sono i metodi per ascendere: l'Intento e l'Autoanalisi.
L'intento (o volontà) è il motore primo per l'Ascensione. Esso indica il potere creativo dello Spirito, la capacità cioè di ogni scintilla divina di attivare un cambiamento del proprio Essere e, di conseguenza, della realtà manifestata dallo Spirito incarnato nello spazio-tempo. Senza intento non vi può essere alcuna possibilità di crescita, né interiore né esteriore.
L'autoanalisi serve a conoscere sia se stessi che gli altri e può avvenire sia attraverso un'analisi diretta dei propri limiti sia attraverso un'analisi indiretta degli stessi utilizzando il metodo dello specchio.
Per ascendere quindi occorre volerlo fermamente. E' una spinta interiore dell'anima, poiché la volontà attiene all'anima. Non tutte le anime sono finora pronte per ascendere.
ricercatore is offline  
Vecchio 25-03-2007, 08.39.57   #40
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Perfetto!
mi domando, in base a quanto tu ci esponi, cosa accadrà, secondo le tue conoscenze, alle anime che non sono ancora pronte ad ascendere?
Se il marcio che si va rivelando è karma da espiare velocemente
nel qui e ora, quale è il dopo?
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it