Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 11-03-2007, 09.26.18   #21
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da hetman
Ciao Paperapersa


Si vede che non è chiaro il concetto!!!!!!!!!

Se un credente è ignavio, non professa la sua fede, non scuote l'umanità dal torpore e dal ravvedimento, NON E' SALVATO, è scritto nella Bibbia rilegiti Ezechiele 3:16-21, ogni credente è sentinella alla Legge di Dio.
Non è egoismo, anzi è professione di fede. Resta all'altro individualmente il libero arbitrio, il ravvedersi o meno.
Potrei dire che anche fare "elemosina" è egoismo, si fà elemosina per avere qualche punto in più?

Sinceri saluti, Hetman

Sull'ignavia
Ignavo è che vive senza infamia e senza lode.
E' colui che secondo Gesù non mette a frutto nessuno dei suoi talenti
anzi se ne scopre uno lo sotterras e non lo fa crescere.
Ignavo non è quello che tu citi. Ognuno che sviluppa le sue qualità
è un granellino di senape che diventa albero.
E gli alberi servono tutti nel giardino dell'Eden.
Ignavo è colui che "sarà vomitato dalla sua bocca" perchè non è stato nè eroe nel bene nè eroe nel male.
Così intendo io .
Quanto a fare elemosina se ciò che ti muove è la compassione, il metterti nei panni altrui e non lo fai "per scaricarti la coscienza e le tasse".,,è moto del cuore.
paperapersa is offline  
Vecchio 11-03-2007, 13.54.36   #22
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Ciao paperapersa
Citazione:
Se un credente è ignavio, non professa la sua fede, non scuote l'umanità dal torpore e dal ravvedimento, NON E' SALVATO, è scritto nella Bibbia rilegiti Ezechiele 3:16-21, ogni credente è sentinella alla Legge di Dio.
Non è egoismo, anzi è professione di fede. Resta all'altro individualmente il libero arbitrio, il ravvedersi o meno.

Riporto quanto detto e chiarisco:

Se un credente (IGNAVIO) pur credendo e rispettando le leggi di Dio, non professa la sua fede, non scuote dal torpore l'umanità....., NON E' SALVATO, etc.

Va meglio così?

Credo che sull'IGNAVIA siamo daccordo.

Allora continuo dicendo, se noi non diciamo agli altri di ravvedersi (aprire gli occhi), non vi è salvezza per noi stessi perchè saremmo "IGNAVI", ciò non toglie che gli altri sono liberi di continuare per la loro strada, non ci riquarda.

Nei riquardi dell'elemosina, intendevo dire che per un industriale non basta fare l'elemosina dinanzi o dentro una chiesa e poi sfruttare gli operai in fabbrica.

Tutto viene dal cuore, l'amore, la compassione, la tolleranza etc....

Se poi ci fermiamo a ragionare allora cominciamo ad avere dubbi, è questo il probblema, allora l'amore diventa interesse, la compassione diventa utilitarismo, la tolleranza diventa egoismo, etc.......

Voglio dire che se l'umanità ragionasse col cuore e non con la testa allora il mondo sarebbe certamente migliore e non saremmo qui a dibattere su argomenti che il nostro cervello non può valutare ne immaginare, solo il nostro cuore può.

Io dico che Cristo è già tornato, che pochi lo Hanno riconosciuto e quei pochi si stanno dando da fare per cambiare gli uomini, il fatto è che il cuore accetta subito ma la mente vuole prove ed argomentazioni, I cristiani del primo centennio erano costretti a nascondersi, erano ritenuti stupidi a credere in un uomo che era stato crocifisso, che erano perseguitati e marterizzati.

Ebbene, io credo che Cristo è gia tornato, voglio dimostrarlo con fatti storici documentati e facilmente reperibili, non ho la presunzione di cambiare l'umanità ma mi accontenti di svegliare anche uno solo di voi. Dico svegliare perchè resterà a lui poì continuare la ricerca da solo, trovare il proprio ed unico rapporto con Dio, un rapporto che è individuale e diverso da individuo a individuo.

Cara paperapersa, non è mia intenzione allontanare nessuno dal proprio credo, vorrei solo che non ci si fermasse ma si continui a cercare sempre più.

sinceri saluti, hetman
hetman is offline  
Vecchio 12-03-2007, 17.16.21   #23
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Parte III/a

La terza profezia

Scoprii che la terza profezia di Cristo era la più interessante di tutte e si trovava nel capitolo XXIV di Matteo.
Anche questa terza profezia era scaturita da una domanda degli apostoli:
"Quando poi si fu seduto sul Monte degli Ulivi, gli si accostarono i discepoli in disparte, dicendo "Dicci quando accadrà questo e quale sarà il segno della Tua venuta e della fine del mondo?". (Matteo,24:3)

Cristo predisse che "crescerà l'iniquità" in quel giorno e che l'"amore di molti si raffredderà"; poi Egli fece la terza promessa in questi termini:
"Quando dunque vedrete l'abominazione della desolazione predetta nel dal profeta Daniele, posta nel luogo santo, chi legge intenda." (Matteo,24:15)

I capitoli di Daniele che si riferiscono a questo argomento sono quelli che vanno dall'ottavo al dodicesimo incluso e profetizzano non soltanto la prima venuta ma anche la seconda.

Fu questo collegamento fra la prima e la seconda venuta di Cristo che ha reso così importanti questi capitoli di Daniele per lo studio di tale argomento e in effetti questa terza promessa fu considerata la più importante delle tre.

In questi capitoli Daniele profetizza che, dall'emanazione del decreto che ordinava la ricostruzione di Gerusalemme fino al tempo in cui il Messia sarebbe stato soppresso (crocifisso), sarebbero trascorse 70 settimane. Daniele esprime la profezia in due modi diversi:
1 - Come 70 settimane.
2 - Come 7 settimane, 72 settimane e 1 settimana; durante questo tempo il Messia conferma il patto.
Comunque in entrambi i casi si arriva a 70 settimane, ovvero 490 giorno, che si trasformano in anni 490, secondo i giorni bibblici di cui abbiamo gia parlato.

Alla prossima, (Parte III/b) Hetman
hetman is offline  
Vecchio 13-03-2007, 09.51.04   #24
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Parte III/b

La terza profezia

Nella Sua prima venuta, è profetizzato che dall'emanazione del decreto alla Sua soppressione. o crocifissione, sarebbero trascorsi 490 anni. Allora ci resta da scoprire quando questo decreto fosse stato emanato.

I decreti per la ricostruzione di Gerusalemme da esaminare sono 4:

1 - Il decreto emanato da Ciro nell'anno 536 a.C., documentato nel primo capitolo di Esdra e rimasto inadempiuto.

2 - Quello emanato da Dario nell'anno 519 a.C.. Questo decreto è riportato nel sesto capitolo di Esdra ed anch'esso rimasto incompiuto, solo il tempio fdu ricostruito.

3 - Il decreto emanato da Antaserse nel settimo anno del suo regno (457 a.C.), decreto che troviamo nel settimo capitolo di Esdra, Esso fu attuato dal quarto decreto.

4 - Infine quello emanato per ordine dello stesso Antaserse nel 444 a.C.. Tale decreto è menzionato nel secondo capitolo di Neemia e attuò il terzo.

Quasi tutti gli studiosi della Bibbia considerano il terzo decreto come quello cui si riferisce Daniele. Ritenendo che il quarto fosse solo una estenzione del terzo e per giunta emanato dallo stesso re, si trattasse in effetti dello stesso decreto e scelsero, quindi, quello emanato nel 457 a.C..

Basandoci su ciò possiamo stabilire la profezia di Daniele come segue: dall'emanazione del decreto di Antaserse del 457 a.C. fino al momento della crocifissione di Gesù Cristo, sarebbero trascorse 70 settimane, cioè 490 giorni (ovvero 490 anni, secondo il computo profetico).
Molti studiosi non fecero altro che sottrarre 457 a 490 ottenendo il risultato di 33 anni; il Messia (Cristo) nella Sua prima venuta avrebbe avuto quindi 33 anni al momento della Sua morte.

Alla prossima per il prosieguo, Hetman
hetman is offline  
Vecchio 13-03-2007, 10.59.09   #25
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Cristo a mio sentire (il messia, l'"unto") non è una persona fisica ma la shekinah (scintilla divina) che può essere espansa e canalizzata in ognuno di noi.
pertanto è qui come lo è sempre stata.

ciao
turaz is offline  
Vecchio 13-03-2007, 12.55.50   #26
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
Cristo a mio sentire (il messia, l'"unto") non è una persona fisica ma la shekinah (scintilla divina) che può essere espansa e canalizzata in ognuno di noi. pertanto è qui come lo è sempre stata.
ciao

Quello che cerco di fare in questo 3d è solo una ricerca storica sulle profezzie sia della Bibbia che del Nuovo Testamento (anche nel "Corano" si parla di ritorno del 13° Iman).
E' chiaro che il Messia non è una persona fisica, Messia è lo Spirito Divino che ritroviamo in Gesù, che era in Elia, che riscontriamo in Maometto, che si ripete nel Bàb ed in Bahà'u'llàh. E' anche vero che lo Spirito è dapertutto perchè Dio è in ogni luogo.

Sinceri saluti.

Ultima modifica di hetman : 13-03-2007 alle ore 17.11.37.
hetman is offline  
Vecchio 14-03-2007, 10.19.48   #27
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

è lo spirito divino (shekinah) insito in tutti non solo in quelli da te citati.
in ognuno c'è a livello potenziale.
quelli che hai citato ne hanno dato manifestazione.
altri lo fanno meno
ma ciò non significa non vi sia...
turaz is offline  
Vecchio 14-03-2007, 12.25.51   #28
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Originalmente inviato da hetman
Parte III/a

La terza profezia


In questi capitoli Daniele profetizza che, dall'emanazione del decreto che ordinava la ricostruzione di Gerusalemme fino al tempo in cui il Messia sarebbe stato soppresso (crocifisso), sarebbero trascorse 70 settimane. Daniele esprime la profezia in due modi diversi:
1 - Come 70 settimane.
2 - Come 7 settimane, 72 settimane e 1 settimana; durante questo tempo il Messia conferma il patto.
Comunque in entrambi i casi si arriva a 70 settimane, ovvero 490 giorno, che si trasformano in anni 490, secondo i giorni bibblici di cui abbiamo gia parlato.

Alla prossima, (Parte III/b) Hetman

Capitolo IX°
24 Settanta settimane sono fissate
per il tuo popolo e per la tua santa città
per mettere fine all'empietà,
mettere i sigilli ai peccati, espiare l'iniquità,
portare una giustizia eterna,
suggellare visione e profezia e ungere il Santo dei
santi.
25 Sappi e intendi bene,
da quando uscì la parola
sul ritorno e la ricostruzione di Gerusalemme
fino a un principe consacrato,
vi saranno sette settimane.
Durante sessantadue settimane
saranno restaurati, riedificati piazze e fossati,
e ciò in tempi angosciosi.
26 Dopo sessantadue settimane,
un consacrato sarà soppresso senza colpa in lui;
il popolo di un principe che verrà
distruggerà la città e il santuario;
la sua fine sarà un'inondazione e, fino alla fine,
guerra e desolazioni decretate.
27 Egli stringerà una forte alleanza con molti
per una settimana e, nello spazio di metà settimana,
farà cessare il sacrificio e l'offerta;
sull'ala del tempio porrà l'abominio della
desolazione
e ciò sarà sino alla fine,
fino al termine segnato sul devastatore».

Capitolo X°
1 L'anno terzo di Ciro re dei Persiani, fu rivelata una parola a Daniele, chiamato Baltazzàr. Vera è la parola e la lotta è grande. Egli comprese la parola e gli fu dato d'intendere la visione.
2 In quel tempo io, Daniele, feci penitenza per tre settimane, 3 non mangiai cibo prelibato, non mi entrò in bocca né carne né vino e non mi unsi d'unguento finché non furono compiute tre settimane. 4 Il giorno ventiquattro del primo mese, mentre stavo sulla sponda del gran fiume, cioè il Tigri, 5 alzai gli occhi e guardai ed ecco un uomo vestito di lino, con ai fianchi una cintura d'oro di Ufàz; 6 il suo corpo somigliava a topazio, la sua faccia aveva l'aspetto della folgore, i suoi occhi erano come fiamme di fuoco, le sue braccia e le gambe somigliavano a bronzo lucente e il suono delle sue parole pareva il clamore di una moltitudine.


Se tanto mi dà tanto, se è vero quel che affermi, non so da dove trai queste considerazioni, Daniele dovette digiunare per 3*7= 21 giorni che alla luce delle tue, credo davvero solo tue, considerazioni si tradurrebbero in 21 anni….. Tutto può essere piegato alla protervia della libera e delirante ermeneutica…. è sempre e solo un gioco….. giochiamo….
Bye


A U G U R I (a chi? A me!)
visechi is offline  
Vecchio 14-03-2007, 15.29.00   #29
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Citazione:
Visechi ha detto:
Se tanto mi dà tanto, se è vero quel che affermi, non so da dove trai queste considerazioni, Daniele dovette digiunare per 3*7= 21 giorni che alla luce delle tue, credo davvero solo tue, considerazioni si tradurrebbero in 21 anni….. Tutto può essere piegato alla protervia della libera e delirante ermeneutica…. è sempre e solo un gioco….. giochiamo….
Bye

Capitolo IX°
24 Settanta settimane sono fissate
per il tuo popolo e per la tua santa città
per mettere fine all'empietà,
mettere i sigilli ai peccati, espiare l'iniquità,
portare una giustizia eterna,
suggellare visione e profezia e ungere il Santo dei
santi.
25 Sappi e intendi bene,
da quando uscì la parola
sul ritorno e la ricostruzione di Gerusalemme
fino a un principe consacrato,
vi saranno sette settimane.
Durante sessantadue settimane
saranno restaurati, riedificati piazze e fossati,
e ciò in tempi angosciosi.
26 Dopo sessantadue settimane,
un consacrato sarà soppresso senza colpa in lui;
il popolo di un principe che verrà
distruggerà la città e il santuario;
la sua fine sarà un'inondazione e, fino alla fine,
guerra e desolazioni decretate.
27 Egli stringerà una forte alleanza con molti
per una settimana e,
nello spazio di metà settimana,
farà cessare il sacrificio e l'offerta;
sull'ala del tempio porrà l'abominio della
desolazione

e ciò sarà sino alla fine,
fino al termine segnato sul devastatore».

TUTTO NEL CAP:IX° 24-27, lascia perdere il X°.......................
Sono pronto a giocare....................... .............................. ...
Riguardo alla mezza settimana..................... ..ne parliamo dopo
nota:errore di battitura, erroneamente battuto 72 al posto di 62

Ultima modifica di hetman : 14-03-2007 alle ore 21.43.12. Motivo: Errore di battitura 72 al posto di 62
hetman is offline  
Vecchio 15-03-2007, 21.28.59   #30
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Il Regno di Dio sulla Terra

Parte III/c

La terza profezia

Nell'Ottavo capitolo del Libro di Daniele, versetto 13-14, è detto:

Daniele 8:13 Ed io udii un santo, che parlava; e un altro santo disse a quel tale che parlava: Fino a quando durerà la visione intorno al servigio continuo, ed al misfatto che devasta? infino a quando saranno il santuario, e l'esercito, esposti ad esser calpestati?

Daniele 8:14 Ed egli mi disse: Fino a duemilatrecento giorni di sera, e mattina; poi il santuario sarà giustificato.

poi nel versetto 17

Daniele 8:17 Ed egli mi disse.... "questa visione è per il tempo della fine".

Il che significa: Quando dureranno queste sventure, questa rovina, questa umiliazione e degradazione? Quando verrà l'alba della Manifestazione? Allora Egli rispose: <<Fino a duemilatrecento giorni di sera e mattina; poi il santuario sarà purificato>>.

Dio stabilisce 2300 giorni = 2300 anni (tempo biblico). Ora, dalla data della pubblicazione dell'editto di Antaserse per la ricostruzione di Gerusalemme, fino al giorno della seconda venuta di Cristo dovevano passare 2300 anni, per arrivare al calcolo esatto dovremmo sottrarre 1 a 457, inquanto esiste anche l'anno 0 che è quello della nascita di Cristo, avremmo cosi 456, sottraendo tale cifra a 2300 arriviamo cosi al calcolo dell'anno gregoriano 1844, anno della seconda venuta.

L'anno 1844 è dunque saldamente radicato inquanto dai calcoli effettuati in quell'anno risultano adempiute tutte e tre le promesse di Gesù.

Il Regno di Dio è già qui dal 1844, siamo pronti oppure no?
hetman is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it