Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 25-03-2007, 10.31.04   #11
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Essere atei

Saluti a Tutti

Essere Atei signifa "Rifiutare e non accettare un Dio creatore di tutte le cose".

Nel momento in cui si crede, solo credere che esista un Dio creatore di tutto, ci fà uscire dalla definizione Ateo.

A questo punto restano due strade:

1 - Limitarsi al credere che Dio Unico ed è il Creatore di tutte le cose, senza inoltrarsi in studi dei Libri Sacri ma semplicemente vivere la vita nel rispetto degli altri e con spirito sincero.

2 - Ricercare i motivi per cui esistono differenze nelle Religioni in modo da scegliere quella che più si avvicina alla nostra visione del Dio Creatore, ciò non per etichettarci, ma per trovare una comunità in cui sentirci accettati e coadiuvati nella ricerca.

In ogni caso sono da escludere le visioni "Clericali" di qualsiasi Religione, ricercando invece liberamente e spaziando in tutte le scritture inquanto in esse vi è la risposta a tutti i quesiti Spirituali; se poi ricerchiamo risposte materiali allora ci conviene istruirci con trattati scientifici; lo spirito e la materia sono due parti di ogni individuo, dovremmo trovare un giusto equilibrio tra esse ed avremmo ragiunto una prima pace interiore.

Ma ciò non basta, la vera "Resurrezione" è l'accettazione della "Parola" e della "Realizzazione" del Regno di Dio in terra, cosa questa più difficile da realizzare se non si parte dal presupposto che le Religioni sono una sola e che tutti i Messageri sono stati degli insegnanti tesi al preparare l'umanità al passo successivo.

Libera ed indipendente ricerca della Verità da parte di ogni singolo individuo.
hetman is offline  
Vecchio 25-03-2007, 14.49.27   #12
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Essere atei

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Sai bene però che il cattolicesimo non ammette che non si creda nei dogmi e non si obbedisca al papa e ai vescovi. Io sono come te, ma non mi definisco più cattolica romana, ma cristiana, che cerca di vivere il messaggio profondissimo di Amore,Rispetto,Tolleranza che ha portato Cristo.
Ognuno d'altra parte si sceglie il Maestro o il Maestro sceglie i propri discepoli
se sono pronti.......e una volta che si crea un rapporto fra discepolo e Maestro non credo che ci sia bisogno di interlocutori, intermediari, avvocati difensori etc....


Allora ti chiedo : perche' se non sei piu' Cattolica, entri in Chiesa?
Due sono i motivi: o lo fai con cuore perverso per poi entrare in un forum e denigrare i Cattolici, oppure non hai ancora ben chiare le tue idee.
Non disprezzo nessuno e per me nessuno e' escluso dal Regno dei Cieli.
Non e' la Chiesa di Roma a stabilire ma Cristo attraverso di Lei, assolve o lega.
In quanto alla seconda parte, Gesu' come vedi ha scelto Lui i suoi discepoli, ecco la novita', di solito erano i discepoli a scegliersi il maestro, invece Gesu' ha voluto scegliere, non escludendo nessuno, nemmeno Giuda che pero' e'andato al macero eterno, cosi' come ha detto Lo stesso Gesu' nel Vangelo.
In quanto ai Mediatori e agli intercessori, Crsito stesso e' Mediatore tra il Padre e noi quindi se vuoi escludere tutti i mediatori dovresti escludere prima Lui.
massylety is offline  
Vecchio 25-03-2007, 16.51.55   #13
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Essere atei

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Allora ti chiedo : perche' se non sei piu' Cattolica, entri in Chiesa?
Due sono i motivi: o lo fai con cuore perverso per poi entrare in un forum e denigrare i Cattolici, oppure non hai ancora ben chiare le tue idee.
Non disprezzo nessuno e per me nessuno e' escluso dal Regno dei Cieli.
Non e' la Chiesa di Roma a stabilire ma Cristo attraverso di Lei, assolve o lega.
In quanto alla seconda parte, Gesu' come vedi ha scelto Lui i suoi discepoli, ecco la novita', di solito erano i discepoli a scegliersi il maestro, invece Gesu' ha voluto scegliere, non escludendo nessuno, nemmeno Giuda che pero' e'andato al macero eterno, cosi' come ha detto Lo stesso Gesu' nel Vangelo.
In quanto ai Mediatori e agli intercessori, Crsito stesso e' Mediatore tra il Padre e noi quindi se vuoi escludere tutti i mediatori dovresti escludere prima Lui.
E daglie!!!!!! MA DAVVERO PENSI CHE TRA TE E TUO pADRE CI SIA BISOGNO DI QUALCUNO CHE INTERCEDA PER RICEVERE IL SUO AMORE?
E che Padre è costui che non ascolta il proprio figlio se non parla per mezzo e per bocca di suo Fratello Maggiore?( Questo è per me Gesù Cristo)
Cristo ci sceglie intimamente, è un rapporto intimo fra discepolo e maestro,
non c'è bisogno di proclami, di sacre unzioni o altri riti, quando ti senti amato
e corrispondi l'amore di chi ti ama, chi può permettersi di giudicarti, di dire
che il tuo modo di amare non è consono ai modelli standard stabiliti da altri?
Ama e fà ciò che vuoi dice Sant'Agostino! Quanto a scegliere Giuda
la sua preveggenza era tale da sapere che strumento sarebbe stato per la sua "Glorificazione"
paperapersa is offline  
Vecchio 25-03-2007, 17.15.48   #14
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Essere atei

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Allora ti chiedo : perche' se non sei piu' Cattolica, entri in Chiesa?
Due sono i motivi: o lo fai con cuore perverso per poi entrare in un forum e denigrare i Cattolici, oppure non hai ancora ben chiare le tue idee.
Non disprezzo nessuno e per me nessuno e' escluso dal Regno dei Cieli.
Non e' la Chiesa di Roma a stabilire ma Cristo attraverso di Lei, assolve o lega.
In quanto alla seconda parte, Gesu' come vedi ha scelto Lui i suoi discepoli, ecco la novita', di solito erano i discepoli a scegliersi il maestro, invece Gesu' ha voluto scegliere, non escludendo nessuno, nemmeno Giuda che pero' e'andato al macero eterno, cosi' come ha detto Lo stesso Gesu' nel Vangelo.
In quanto ai Mediatori e agli intercessori, Crsito stesso e' Mediatore tra il Padre e noi quindi se vuoi escludere tutti i mediatori dovresti escludere prima Lui.

Diciamo che anch'io sono un difensore, anche se papera(ritrovata) non ha bisogno di difensori.

Il fatto di entrare in una chiesa Cattolica, in un sinagoga Ebraica, in un tempio Buddista, etc..., deve ritenersi del tutto normale se vi si entra col presupposto di pregare Dio e non di indagare sui credenti.

Entrare in chiese per pregare Dio, non le statue in essa, per fortuna che Dio è impossibile da visualizzare, sennò avremmo anche la Sua di statua.

Che dio possa essere pregato ovunque, è ovvio, inquanto Suo è l'universo e la Sua casa è il tutto.

Questo introduce il concetto di nostro difensore verso il Padre, non solo Cristo, ma tutti i Messageri sono nostri difensori verso il Padre inquanto essi sono stati uomini prima di essere Perfetti e pertanto ponti tra l'umanità e la divinità, tutti da Abramo a Bahà'u'llàh. Tutti uguali tra loro perchè inviati dallo stesso e unico Dio.

Gesù ha scelto i suoi apostoli, li ha scelti diversi tra loro, di diverse età e diverse caste sociali, con diversi scopi finali, chi ha intelletto capisca.

Gesù stesso indica che il Padre è al di sopra di lui, in molte parti dichiara che è al Padre che bisogna rivolgersi e non al Figlio (Padre Nostro).

Anch'io entro nelle chiese Cattoliche, in quelle Protestanti, nei tepli Buddisti e in tutte le case che l'umanità ha eretto a Dio. Vorrei vedere se mi possa essere vietato, visto che in alcune si paga anche per accedervi.

Aspetto la risposta che Ti darà papera, sarà inapprensibile.
hetman is offline  
Vecchio 26-03-2007, 15.14.53   #15
erasmo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2007
Messaggi: 92
Riferimento: Essere atei

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Sai bene però che il cattolicesimo non ammette che non si creda nei dogmi e non si obbedisca al papa e ai vescovi. Io sono come te, ma non mi definisco più cattolica romana, ma cristiana, che cerca di vivere il messaggio profondissimo di Amore,Rispetto,Tolleranza che ha portato Cristo.
Ognuno d'altra parte si sceglie il Maestro o il Maestro sceglie i propri discepoli
se sono pronti.......e una volta che si crea un rapporto fra discepolo e Maestro non credo che ci sia bisogno di interlocutori, intermediari, avvocati difensori etc....


paperapersa
son contento che, diversamente da altre volte, questa volta mi abbia risposto...

io ti potrei dare ragione su quello che vuoi dire, ma non ti posso dare ragione su quello che invece credo si possa dire sulla questione da te affrontata

io credo che la Chiesa cattolica ci insegna da sempre con le Scritture, che l'unico intermediario è Gesù : questo è un punto fermo ( un dogma, direbbe qualcuno )
tutto il resto ruota intorno a questo
se non ruota intorno a questo, per la Chiesa cattolica non ha nessun senso

a me pare ( scusa la brutalità del mio parlare ) che tu sopravvaluti e quindi sballi la questione "Chiesa Cattolica"
e poi ( logicamente e naturalmente e ,forse, fortunatamente ) la rifiuti

infatti, scusa sempre la temerarietà, secondo me non stai rifiutando la Chiesa cattolica, ma un idolo che ti sei fatta e che molte volte viene raffigurato, ma che non corrisponde alla verità insegnata dalla stessa Chiesa Cattolica nei secoli

è vero che poi che nella concitazione delle discussioni o nelle sintetizzazioni che ne fanno molti preti o certa catechesi o nella nostra semplificazione delle questioni che ci facciamo noi stessi o nel sentire campane intonate e stonate, alla fine ci viene voglia di dare un calcio a tutto questo armamentario

io credo che tenendo fisso lo sguardo su Gesù il Cristo, si riesce poi a capire e dare un giusto assetto a tutto il testo, compreso l'entrare in chiesa e frequentare riti e cerimonie
ma solo mettendo le cose nel loro ordine biblico
ciao
erasmo is offline  
Vecchio 26-03-2007, 16.22.27   #16
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Essere atei

Citazione:
Originalmente inviato da erasmo
paperapersa
son contento che, diversamente da altre volte, questa volta mi abbia risposto...

io ti potrei dare ragione su quello che vuoi dire, ma non ti posso dare ragione su quello che invece credo si possa dire sulla questione da te affrontata

io credo che la Chiesa cattolica ci insegna da sempre con le Scritture, che l'unico intermediario è Gesù : questo è un punto fermo ( un dogma, direbbe qualcuno )
tutto il resto ruota intorno a questo
se non ruota intorno a questo, per la Chiesa cattolica non ha nessun senso

a me pare ( scusa la brutalità del mio parlare ) che tu sopravvaluti e quindi sballi la questione "Chiesa Cattolica"
e poi ( logicamente e naturalmente e ,forse, fortunatamente ) la rifiuti

infatti, scusa sempre la temerarietà, secondo me non stai rifiutando la Chiesa cattolica, ma un idolo che ti sei fatta e che molte volte viene raffigurato, ma che non corrisponde alla verità insegnata dalla stessa Chiesa Cattolica nei secoli

è vero che poi che nella concitazione delle discussioni o nelle sintetizzazioni che ne fanno molti preti o certa catechesi o nella nostra semplificazione delle questioni che ci facciamo noi stessi o nel sentire campane intonate e stonate, alla fine ci viene voglia di dare un calcio a tutto questo armamentario

io credo che tenendo fisso lo sguardo su Gesù il Cristo, si riesce poi a capire e dare un giusto assetto a tutto il testo, compreso l'entrare in chiesa e frequentare riti e cerimonie
ma solo mettendo le cose nel loro ordine biblico
ciao
L'unico intermediario ERA Gesù poichè da qualche centinaia di anni è stato spodestato da Sua Madre ( a Dio si arriva tramite la Madonna predicava Giovanni Paolo II) che viene definita avvocata nostra in una preghiera!
Quanto a tenere il cuore più che lo sguardo fisso su quanto Gesù mi ha sempre insegnato sono perfettamente d'accordo, anche perchè la mia immagine preferita di Gesù non è quella improbabile di un uomo biondo con occhi azzurri ma di un palestinese con pelle olivastra, capelli e barba scura ed occhi neri profondissimi.
Non mi pare di avere idoli, tanto meno la Chiiesa cattolica che per me ha la funzione di diffondere "secondo determinati diktat" che vengono dall'alto
il messaggio cristiano. Sono i diktat che non mi vanno.
Sono sempre stata una trasgressiva e curiosa del capire il perchè
delle cose. Non ho mai accettato : è così e basta! Ci devi credere solo perchè te lo dico io.
E così ho voluto provare a fumare e ho deciso di liberarmi da sola della dipendenza da fumo, ho voluto capire cosa vuol dire stare male ubriacandosi
perchè solo provando il malessere ne ho provatodisgusto......
fino al pervenire ad una forma di equilibrio che è stata una conquista
e non una imposizione.
Così ho voluto sperimentare la verità ed è per questo che mi sono accostata
a percorsi iniziatici ed esoterici. E adesso posso dirti che solo attraverso l'esperienza si cresce, si apprende, e non è più conformarsi ma scoprire,
sperimentare ed essere pienamente sereni e pieni di "spirito".
paperapersa is offline  
Vecchio 26-03-2007, 22.20.03   #17
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Essere atei

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
E daglie!!!!!! MA DAVVERO PENSI CHE TRA TE E TUO pADRE CI SIA BISOGNO DI QUALCUNO CHE INTERCEDA PER RICEVERE IL SUO AMORE?
E che Padre è costui che non ascolta il proprio figlio se non parla per mezzo e per bocca di suo Fratello Maggiore?( Questo è per me Gesù Cristo)

Ma se il fratello maggiore e' sempre Padre cioe' uguale nella Sostanza e nella Gloria e ha stabilito delle regole per avvicinarsi a Lui, bisogna che per amore di fare quello che vuole, ci rivolgiamo a chi Lui ha scelto.

Cristo ci sceglie intimamente, è un rapporto intimo fra discepolo e maestro,
non c'è bisogno di proclami, di sacre unzioni o altri riti, quando ti senti amato
e corrispondi l'amore di chi ti ama, chi può permettersi di giudicarti, di dire
che il tuo modo di amare non è consono ai modelli standard stabiliti da altri?

Ma non mi hai risposto...come mai se non hai bisogno di proclami e di Sacre Unzioni, allora entri in Chiesa?

Ama e fà ciò che vuoi dice Sant'Agostino!

Certo domani vado a p...e quindi amo poi faccio quello che voglio quindi sono in pace con Dio! Ma per favore...spero sempre che tu scherzi.

Quanto a scegliere Giuda
la sua preveggenza era tale da sapere che strumento sarebbe stato per la sua "Glorificazione"
Piu' che altro nella sua Onniscenza, conosceva il cuore di chi lo stava tradendo e fino all'ultimo ha cercato di riportarlo sulla retta via dell'amore e dell'abbandono fiducioso in Lui.
massylety is offline  
Vecchio 26-03-2007, 22.34.58   #18
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Essere atei

Si ma comunque il problema secondo me e' vostro e basta!
Confondete un po' troppo le cose e come al solito ne esce un minestrone da paura.
Intanto Cristo e' Dio con il Padre da Sempre, perche' Coeterno uguale al Padre e allo Spirito Santo, questo insegna la Chiesa e questo dovrebbe essere il Credo che si recita la Domenica in Chiesa.
Uguale non nelle Persone ma nella Sostanza.
Difficile? ma dai no!
Cristo per quanto mediatore tra noi e il Padre e' sempre Dio meritevole di infinito Amore e di ogni bene accompagnato da Umilta' e Contrizione del cuore.
Maria e' nostra Avvocata Potente e mediatrice presso il mediatore, poiche' non c'e' Grazia che Venga da Dio che non passi attraverso il Cuore Immacolato di Maria Santissima.
Lo diceva anche Dante, tanto per capirci.
«Qui se’ a noi meridiana face di caritate, e giuso, intra i mortali, se’ di speranza fontana vivace. Donna, se’ tanto grande e tanto vali, che qual vuol grazia ed a te non ricorre, sua disianza vuol volar sanz’ali» .
Ecco perche' si deve ricorrere a MARIA MADRE DI DIO. perche' Cristo e' sempre Dio Fattosi uomo uguale all'uomo fuorche' nel peccato.
Ma noi peccatori abbiamo bisogno un avvocata presso l'avvocato e presso il Mediatore.
massylety is offline  
Vecchio 26-03-2007, 23.52.31   #19
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Essere atei

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Si ma comunque il problema secondo me e' vostro e basta!
Confondete un po' troppo le cose e come al solito ne esce un minestrone da paura.
Intanto Cristo e' Dio con il Padre da Sempre, perche' Coeterno uguale al Padre e allo Spirito Santo, questo insegna la Chiesa e questo dovrebbe essere il Credo che si recita la Domenica in Chiesa.
Uguale non nelle Persone ma nella Sostanza.
Difficile? ma dai no!
Cristo per quanto mediatore tra noi e il Padre e' sempre Dio meritevole di infinito Amore e di ogni bene accompagnato da Umilta' e Contrizione del cuore.
Maria e' nostra Avvocata Potente e mediatrice presso il mediatore, poiche' non c'e' Grazia che Venga da Dio che non passi attraverso il Cuore Immacolato di Maria Santissima.
Lo diceva anche Dante, tanto per capirci.
«Qui se’ a noi meridiana face di caritate, e giuso, intra i mortali, se’ di speranza fontana vivace. Donna, se’ tanto grande e tanto vali, che qual vuol grazia ed a te non ricorre, sua disianza vuol volar sanz’ali» .
Ecco perche' si deve ricorrere a MARIA MADRE DI DIO. perche' Cristo e' sempre Dio Fattosi uomo uguale all'uomo fuorche' nel peccato.
Ma noi peccatori abbiamo bisogno un avvocata presso l'avvocato e presso il Mediatore.

Ciao Massimiliano, non commento poichè ognuno è libero di pensarla come meglio ritiene opportuno. Solo un versetto:

1Giovanni 2:1 Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; e se qualcuno ha peccato, noi abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo, il giusto.
Lucio P. is offline  
Vecchio 27-03-2007, 04.15.55   #20
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Essere atei

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Piu' che altro nella sua Onniscenza, conosceva il cuore di chi lo stava tradendo e fino all'ultimo ha cercato di riportarlo sulla retta via dell'amore e dell'abbandono fiducioso in Lui.

"Quello che devi fare , fallo subito!"
se questo significa pentiti e torna sulla retta via! Abbandonati con fiduca al mio amore!
non vorrei polemizzare ma qui le interpretazioni personali delle parole di GEsù..... non sono mie.

Per quanto riguarda entrare in chiesa ti hanno risposto altri.
ma ripeto, per me tutto è sacro, la terra su cui poggio i miei piedi è sacra
(e papa Giovanni Paolo si inginocchiava a baciare ogni nazione che visitava)
il mare in cui nuoto è sacro, qualunque tepio è sacro, il mio corpo è sacro e così lo è quello del mio prossimo.
Come dice il catechismo Dio è in cielo, in terra e in ogni luogo.
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it