Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-03-2007, 21.14.32   #21
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

Citazione:
Originalmente inviato da sangarre
MASSYLETY, stai scherzando, vero?
Il mito del dio che muore per risorgere è antichissimo, diffusissimo in tutta l'area mediterranea, centro pregnante dei culti misterici.
Ricorderò Tammuz, dio mesopotamico, che scendeva agli inferi per risorgere, Osiride (risorge il terzo giorno), Dioniso, al quale è collegato anche il rituale di omofagia, con consumazione della carne edel sangue di un animale assimilato al dio. Era un dio "liberatore", offriva ai suoi adepti la speranza della salvezza nella vita ultraterrena. Era chiamato "colui che è nato due volte" e si diceva di lui che "ascese al cielo e siede alla destra di Zeus"..
Il dio siriano Adone, il frigio Sabazio, il frigio Attis ( il cui corpo, risorgendo dall'Ade, diviene incorruttibile), il cui culto era presente a Roma già nel 205 avanti Cristo, per il quale si narrano passione, flagellazione,morte e successiva rinascita...
E il dio Krishna? Nato dalla vergine Devaki, a Madura (se ne narra nel mille avanti Cristo): la tradizione hindu così narra dell'annuncio della sua nascita:
" ...la volontà dei deva fu compiuta: tu concepisti nella purezza di cuore e dell'amore divino: vergine madre, salve! Nascerà da te un figlio e sarà il salvatore del mondo. Ma fuggi, perchè il re Kansa ti cerca per farti morire con il tenero frutto che rechi in seno. I nostri fratelli ti guideranno dai pastori che stanno alle falde del monte Meru...ivi darai al mondo il figlio divino...."

Mel Marduk, principale divinità di Babilonia, redentore inviato da Padre, suscitatore dei defunti, signore dei signori, re dei re e buon pastore. Anch'egli, come il Cristo dei Vangeli, venne arrestato, processato, condannato a morte, fustigato e giustiziato insieme ad un malfattore, mentre un altro delinquente viene lasciato libero. Una donna asciugò il sangue del dio, fluito da una ferita inferta da un colpo di lancia: egli discese agli inferi per liberare i prigionieri...
E Mithra? Il suo culto data 1400 avanti Cristo, in Persia. In seguito, giunto a Roma, divenne il culto dei militari, che celebravano i suoi misteri. Anche Mithra era nato da una vergine, in conformità al mito, effettuava miracoli, e , morto, risorgeva dopo tre giorni....

E il pane e il vino? Già presenti in innumerevoli culti misterici...
Mi fermo qui, ma potrei continuare a lungo...

Occorre studiare, prima di parlare.
Allora ci si renderebbe conto di una semplicissima realtà: Il Cristianesimo HA UTILIZZATO CULTI E MISTERI PREESISTENTI, PER LE SUE SIMBOLOGIE.
Il messaggio simbolico E' SEMPRE LO STESSO, chiunque sia che lo veicola...
Le figure mitologiche, o storiche che siano, non contano nulla: ciò che conta è il MESSAGGIO, uguale in tutte le epoche, e i mezzi per tradurlo in pratica, sempre VELATI SOTTO LA SPECIE DEL SIMBOLO.
I Vangeli altro non sono che racconti mitici, opportunamente congegnati per portare avanti il messaggio criptato.
Vi è una interpretazione letterale, per il popolo, e una dotta, per coloro dei quali il Cristo dice:"..perchè a voi è stato dato di conoscere i misteri del regno dei cieli, ma a loro non è dato..."

Forse non hai ancora ben capito, che Cristo era prima di tutto e sara' dopo tutto.
E' tutta una prefigura, ecco il punto, una prefigura, poiche' Egli essendo Dio si e' sempre comunicato all'uomo di ogni tempo, ma il compimento e la pienezza sono solo in Cristo il Figlio di Dio.Cioe' nella sua Incarnazione..ora si e' adempiuta la Salvezza....!!!ora no prima!
massylety is offline  
Vecchio 08-03-2007, 23.10.44   #22
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

Citazione:
"Occorre studiare, prima di parlare"

Mai parole furono più sagge.......sante parole....ma troppo spesso disattese.

Ciao
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 09-03-2007, 21.24.32   #23
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

Torino, 09/03/07

<Ti faccio un esempio di come si potrebbe vincere il demone del dualismo in sogno. >

Caro Yam, non so proprio cosa tu voglia dimostrare ma una cosa è certa: Satana, il diavolo, non lotta contro sé stesso. Tu, stando a quello che dici, sei già suo! Ridi pure del pensiero cristiano; un giorno né renderai conto. Parli di dualismo, accusando i cristiani di chissà quali pensieri stralunati, ma nello stesso tempo anche tu sei portatore del bene e del male. Anche tu, come tutti, hai quella coscienza da cui non si può prescindere poiché fa parte della nostra umanità. Secondo me faresti bene a ridere della tua filosofia. “Materia-spirito” ti condurranno proprio in quegl’inferi di cui tanto ti beffi. Non sono anatemi questi, Gesù ti ama, vuole la tua salvezza; non scherzare col fuoco; di sicuro, finiresti per bruciarti. Non contendere con Dio, non né sei all’altezza.

Giobbe 38:2 «Chi è costui che oscura il mio disegno con parole prive di conoscenza?
Claro o non claro?

<Eppur, Gesù ti ama> Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 11-03-2007, 22.18.21   #24
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

Ciao a Tutti
bella domanda.

Tutte le Religioni sono uguali?

No! non lo sono, infatti sono venute in epoche diverse, per uomini di culture diverse, con gradi evolutivi diversi. non troverete mai due Religioni nate mentre una era in essere, oltre tutto ogni Religione professa un ritorno futuro.

Si! lo sono, infatti Spiritualmente insegnano le stesse cose, parlano di un solo Dio, sempre lo stesso. Non vi sono disparità di espressione tra le Religioni se indirizzate all'evoluzione dello Spirito.

Allora quale sarà la risposta giusta? Saranno tutte e due giuste?

sinceri saluti, hetman
hetman is offline  
Vecchio 12-03-2007, 09.23.11   #25
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

Citazione:
"non troverete mai due Religioni nate mentre una era in essere"

Veramente a me risulta il contrario. Il cristianesimo è nato in seno all'ebraismo, l'islam è nato mentre erano in "essere" ebraismo e cristainesimo, il buddismo è nato in seno all'induismo.

Non esiste religione che non abbia ereditato tradizioni e miti precedenti, tutte indistintamente infatti nascono da altre religioni o sono influenzate comunque da altri culti.

Ciao
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 12-03-2007, 11.41.41   #26
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

Citazione:
Originalmente inviato da hetman
Ciao a Tutti
bella domanda.

Tutte le Religioni sono uguali?

No! non lo sono, infatti sono venute in epoche diverse, per uomini di culture diverse, con gradi evolutivi diversi. non troverete mai due Religioni nate mentre una era in essere, oltre tutto ogni Religione professa un ritorno futuro.

Si! lo sono, infatti Spiritualmente insegnano le stesse cose, parlano di un solo Dio, sempre lo stesso. Non vi sono disparità di espressione tra le Religioni se indirizzate all'evoluzione dello Spirito.

Allora quale sarà la risposta giusta? Saranno tutte e due giuste?

sinceri saluti, hetman

Ci sono delle differenze formali, di metodo ma sostanzialmente sono tutte uguali.
Dove confluiscono verso l'alto?
Nella pura non-dualita'. Solo il Cattolicesimo ha rimosso la non-dualita' che e' stata relegata al Cristianesimo esoterico o all'Alchimia.
E' forse l'insegnamento orale di Gesu'?
In Ebraismo e Islam la non-dualita' e' contemplata nella Cabbalaq e nel Sufi.

Sono possibili un certo numero di approcci alla divinita' e sono sempre gli stessi. Per esempio il Tantra Buddista o la Bhagavad Gita li contemplano sistematicamente tutti.
Si va da una visione della divinita' come esterna ad una sempre piu' interna (cioe' non-duale).

Ora accade, anche all'interno di un sistema religioso, che si assumano diverse posizioni Teologiche che privilegiano aspetti particolari dell'approccio al Divino. Sostanzialmente sono sempre metodologie legate al privilegiare un aspetto psicologico piuttosto che un altro.
Faccio un esempio.
All'interno del Sanathan Dharma (Induismo) troviamo il Vedanta che come la parola stessa indica fa riferimento alle scritture della tradizione: Veda ( e commenti come Brahmana, Aranyaka ed Upanishad).
All'interno del Vedanta troviamo tutte e tre le posizioni Teologiche possibili nei confronti della divinita': Advaita, Dvaita e Vishistadvaita (queste ultime due appartengono al movimento Vaisnava). Non-duale, duale e il terzo che e' un po difficile da descrivere, che vorrebbe conciliare entrambe le posizioni...e che tanto ha in comune con la visione Cristiana.
Sono tutte corrette!
Tradizionalmente l'Advaita privilegia la gnosi (Jnana) mentre le altre due la Bhakti (devozione, relazione amorosa).
In realta' l'Advaita le integra tutte, ma guai a parlare dell'Advaita ad un Vaisnava!
Yam is offline  
Vecchio 12-03-2007, 15.18.22   #27
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

il succo per come sento io sta nell'unificazione.
ogni "cosa" vista separatamente da un quid in più che però se non unificato al resto perde completamente di significato.
turaz is offline  
Vecchio 12-03-2007, 15.22.17   #28
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

Ciao Yam hai detto:
Citazione:
Ci sono delle differenze formali, di metodo ma sostanzialmente sono tutte uguali.
Dove confluiscono verso l'alto?
Nella pura non-dualita'. Solo il Cattolicesimo ha rimosso la non-dualita' che e' stata relegata al Cristianesimo esoterico o all'Alchimia.
E' forse l'insegnamento orale di Gesu'?
In Ebraismo e Islam la non-dualita' e' contemplata nella Cabbalaq e nel Sufi.

Finalmente ho trovato qualcuno che ragiona! E con cui forse si potrà trovare una qualche convergenza.
Le differenze formali sono quelle che pongono dettami puramente materiali e che sono utilizzabili dall'uomo nel periodo storico in cui la religione in ogetto fù rivelata.
In altre parole le diversità riguardano lo stadio di sviluppo dell'uomo nel periodo storico di competenza alla singola religione, cio per il fatto che Dio Ha inviato la Sua parola in aiuto agli uomini in modo che essi potessero progredire.

Citazione:
Spirito!libero ha detto:
Veramente a me risulta il contrario. Il cristianesimo è nato in seno all'ebraismo, l'islam è nato mentre erano in "essere" ebraismo e cristainesimo, il buddismo è nato in seno all'induismo.
Non esiste religione che non abbia ereditato tradizioni e miti precedenti, tutte indistintamente infatti nascono da altre religioni o sono influenzate comunque da altri culti.

(quanto detto vale anche in risposta a "spirito!libero" per quanto riguarda "in
essere" che non vuol dire durante ma che "Il fondatore era ancora in vita",
Da dire invece che quanto Andrea ha detto non fà una grinza, direi che ha ragiunto la "Verità", le Religioni sono una sola, semplicemente si migliorano a viccenda secondo il grado di evoluzione dello spirito umano, come il fatto che il nostro maestro delle elementari ci deve lasciare per lasciar posto al professore delle medie e così via fino all'università.

Citazione:
Sono possibili un certo numero di approcci alla divinita' e sono sempre gli stessi. Per esempio il Tantra Buddista o la Bhagavad Gita li contemplano sistematicamente tutti.
Si va da una visione della divinita' come esterna ad una sempre piu' interna (cioe' non-duale).

La visione più realistica (in senso lato) sarebbe la "duale" inquanto Dio resta esterno agli esseri umani tutti e su di loro invia la Sua essenza, come il sole invia i suoi raggi sulla terra, il sole non è nella terra.

Citazione:
Ora accade, anche all'interno di un sistema religioso, che si assumano diverse posizioni Teologiche che privilegiano aspetti particolari dell'approccio al Divino.
Sostanzialmente sono sempre metodologie legate al privilegiare un aspetto psicologico piuttosto che un altro.
Faccio un esempio.
All'interno del Sanathan Dharma (Induismo) troviamo il Vedanta che come la parola stessa indica fa riferimento alle scritture della tradizione: Veda ( e commenti come Brahmana, Aranyaka ed Upanishad).
All'interno del Vedanta troviamo tutte e tre le posizioni Teologiche possibili nei confronti della divinita': Advaita, Dvaita e Vishistadvaita (queste ultime due appartengono al movimento Vaisnava). Non-duale, duale e il terzo che e' un po difficile da descrivere, che vorrebbe conciliare entrambe le posizioni...e che tanto ha in comune con la visione Cristiana.

Ho solo una piccola infarinatura di Religioni Asiatiche, mene dispiace non si può studiare tutto, ma penso che col passare dei secoli si siano persi i reali insegnamenti iniziali sia di Budha che di Krisna, tanto che siano del tutto artificiosamente alterati dai bramini delle due Religioni.

Citazione:
Sono tutte corrette!
Tradizionalmente l'Advaita privilegia la gnosi (Jnana) mentre le altre due la Bhakti (devozione, relazione amorosa).
In realta' l'Advaita le integra tutte, ma guai a parlare dell'Advaita ad un Vaisnava!

Quest'ultimo è il punto focale, è il dogmatizzare alcuni fatti e respingerne altri che pone le basi di una contrapposizione infondata tra religioni.
Cio non solo per le Religioni Asiatiche, ma in più grave modo per quelle Abramiche, Cristo era Ebreo è tale fatto non lo Ha mai disconosciuto, se qualcuno sà di qualche passo del Nuovo Testamento che dica il contrario me lo faccia sapere.
Guai a parlare di Cristianesimo ad un Ebreo o di Islam ad un Cristiano.

Ciao, Hetman
hetman is offline  
Vecchio 12-03-2007, 16.06.03   #29
sangarre
Ospite abituale
 
L'avatar di sangarre
 
Data registrazione: 10-01-2007
Messaggi: 58
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

Aggiungerei che in realtà non vi è contrasto nemmeno tra politeismo e monoteismo, poichè il primo può essere interpretato come il riconoscimento e l'adorazione di un particolare aspetto della divinità una, la quale, ipostatizzandosi in conseguenza della manifestazione, assume varie forme e modalità espressive, le quali, però, non inficiano affatto la sua unità originaria.
sangarre is offline  
Vecchio 12-03-2007, 16.22.24   #30
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Tutte Le Religioni Sono Uguali?

come lo spirito è uno e le sue manifestazioni infinite.
così lo "spiritualista" (pneumatico) arriva a "sentire" tutto ciò
mentre lo "psichico" si ferma a una delle possibili manifestazioni... concentrandosi su di esse e fermandosi li.
senza a mio avviso considerare il quadro completo.

equilibrio
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it