Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 07-04-2007, 20.22.43   #41
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Trinità (visione umana della divinità)

Citazione:
Originalmente inviato da Lucio P.
Amico Pietro, la Bibbia per quanto mi è possibile cerco di approfondirla nel migliore dei modi. Sei tu che vuoi dare ad essa significati impropri. Quando affermi che non va vista letteralmente ti sbagli di grosso. Non è solo letterale; è profetica, storica, poetica.

Ma da dove provengono questi insegnamenti assurdi?

Ciao Lucio


Dimenticavo che va vista anche simbolicamente.
Lucio P. is offline  
Vecchio 09-04-2007, 23.14.35   #42
paolo di abramo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-03-2007
Messaggi: 162
Riferimento: Trinità (visione umana della divinità)

Supponiamo che Gesù sia la parola di Dio ,la stessa parola che illuminò i profeti:che senso ha la parola se è legata solo a lui che discende dal cielo e poi se ne torna in cielo,la parola è sempre stata quì e Gesù nè è solo la testimonianza,è lui che viene in terra e se ne và in cielo ma la parola è sempre stata con noi ed era quello che i grandi saggi d'oriente avevano "visto";Gesù la incarnava e rese testimonianza,ma lui va in cielo,mentre la parola è e sarà con noi,la vita,la luce che niente ha a che vedere con le mie convinzioni religiose o con il mio processo mentale,aimè, condizionato,ma la luce che è in me."Voi siete la luce del mondo" e non s' intenda solo i "cristiani".Se poi Dio ha creato Gesù nel seno di Maria lo avrà certo fatto per un nobilissimo scopo,ma se non ascolto la vita che è in me come mi sarà dato di comprendere ciò(se mi può essere dato) senza il mezzo(la luce=io) che stò igniorando,ora per un desiderio ora per un dovere impostomi ?Anche Maometto parlava di Dio e diceva Egli è l'Unico ,Egli è luce e la luce è anche in noi ,ora!E la luce che illuminava ogni sorta di uomo era venuta nel mondo ma gli uomini non l'hanno accettata.Si noti che stà scritto:"che illuminava ogni sorta di uomo",ma perchè non l'hanno accettata?Perchè erano attaccati alle scritture ai loro concetti piuttosto che ricercare che la luce era in loro infatti stà scritto :"si seggono sul seggio di Mosè".Potenzialmente siamo tutti figli di Dio,basta cercare,ma dove?Forse in cielo o oltre gli oceani,nello studio delle scritture?Oppure forse in noi?
paolo di abramo is offline  
Vecchio 17-04-2007, 01.01.37   #43
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Trinità (visione umana della divinità)

Citazione:
Originalmente inviato da paolo di abramo
Supponiamo che Gesù sia la parola di Dio ,la stessa parola che illuminò i profeti:che senso ha la parola se è legata solo a lui che discende dal cielo e poi se ne torna in cielo,la parola è sempre stata quì e Gesù nè è solo la testimonianza,è lui che viene in terra e se ne và in cielo ma la parola è sempre stata con noi ed era quello che i grandi saggi d'oriente avevano "visto";Gesù la incarnava e rese testimonianza,ma lui va in cielo,mentre la parola è e sarà con noi,la vita,la luce che niente ha a che vedere con le mie convinzioni religiose o con il mio processo mentale,aimè, condizionato,ma la luce che è in me."Voi siete la luce del mondo" e non s' intenda solo i "cristiani".Se poi Dio ha creato Gesù nel seno di Maria lo avrà certo fatto per un nobilissimo scopo,ma se non ascolto la vita che è in me come mi sarà dato di comprendere ciò(se mi può essere dato) senza il mezzo(la luce=io) che stò igniorando,ora per un desiderio ora per un dovere impostomi ?Anche Maometto parlava di Dio e diceva Egli è l'Unico ,Egli è luce e la luce è anche in noi ,ora!E la luce che illuminava ogni sorta di uomo era venuta nel mondo ma gli uomini non l'hanno accettata.Si noti che stà scritto:"che illuminava ogni sorta di uomo",ma perchè non l'hanno accettata?Perchè erano attaccati alle scritture ai loro concetti piuttosto che ricercare che la luce era in loro infatti stà scritto :"si seggono sul seggio di Mosè".Potenzialmente siamo tutti figli di Dio,basta cercare,ma dove?Forse in cielo o oltre gli oceani,nello studio delle scritture?Oppure forse in noi?




Torino, 17/04/07

Mi sembra che forse si stia facendo un pò di confusione fra Dio creatore onnipresente e Parola incarnata nel corpo di Gesù. Che iddio sia sempre stato presente nella scena di questo mondo è indiscutibile, ma non bisogna confondere la presenza di Dio con il piano di salvezza che è avvenuto per mezzo di Gesù Cristo, luce del mondo.

Cristo illumina ogni uomo; questo non significa che la salvezza sia universale e la rivelazione e la luce interna siano generalizzate; al contrario, significa che Cristo, la Luce, illumina ogni uomo, sia per la salvezza, sia per rivelare il peccato ed il giudizio che grava su di lui (Giov. 3:18-21; 9:39-41; citaz. 16:8-11). Il mondo degli uomini che ora è disobbediente, è sotto il dominio di satana cit. 14:30. Il Logos o Parola venne in mezzo al popolo nell’incarnazione, ma l’umanità non l’ha riconosciuto come il Creatore (Isaia 1:2-3).
La Parola è venuta in casa sua, ma i suoi non l’hanno accolto. Gesù venne fra il suo stesso popolo, Israele, ma essi lo rigettarono. Respingendolo rifiutarono anche di accettarlo come la rivelazione mandata dal Padre e rifiutarono di obbedire ai suoi comandamenti; molto tempo prima Isaia aveva profetizzato l’incredulità della sua nazione: “Chi ha creduto a quello che abbiamo annunziato?” Isaia 53:1.
Questa incredulità non fu generale, e alcuni hanno ricevuto quell’invito universale di Gesù; è tutti quelli che lo hanno accettato come colui che ha rivelato la volontà del Padre e come sacrificio per il peccato, EGLI HA DATO IL DIRITTO DI DIVENTERE FIGLI DI DIO.

Gli uomini non sono figli di Dio per natura, ma lo possono diventare solo ricevendo il dono della NUOVA NASCITA. Essa non si acquisisce per discendenza naturale (nati da sangue), neppure a seguito di una decisione umana (per volontà di carne), vale a dire, per il desiderio naturale di avere figli, e nemmeno per volontà d’uomo. La nascita di un figlio di Dio non è una nascita naturale, ma piuttosto un opera sovrannaturale di rigenerazione da parte di Dio. La persona accoglie Gesù e gli risponde per fede ed obbedienza, “la causa della rigenerazione” è l’opera misteriosa dello Spirito Santo.

Saluti Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 18-04-2007, 15.39.41   #44
paolo di abramo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-03-2007
Messaggi: 162
Riferimento: Trinità (visione umana della divinità)

Cristo è la luce del mondo,la stessa luce che è in noi ,ma la luce viene da Dio che ha parlato per mezzo dei profeti e del Cristo affichè ci svegliamo alla luce che viene da Dio nel nostro cuore.


Chi ha fede sà che i monti camminano
paolo di abramo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it